Recensione Knight Of The Old Republic

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Knight Of The Old Republic - 1585

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Xbox
  • Pc
  • TANTO, MA DAVVERO TANTO TEMPO FA...

    Sarà stato il 2000 l'anno in cui, leggendo un trafiletto in un'anonima rivista di videogames, ho scoperto che la BioWare, autrice del leggendario Baldur's Gate, stava iniziando lo sviluppo di un gioco di ruolo ambientato nell'universo di Star Wars. Dopo quasi 4 anni possiamo, finalmente, assistere al frutto delle loro fatiche: un frutto, lo anticipo subito, che soddisfa ogni speranza nata nel cuore dei giocatori e che si rivela il miglior gioco sulla licenza Star Wars mai uscito e uno dei GDR più belli degli ultimi anni. Knight of the old repubblic (kotor d'ora in poi) si ambienta circa 4000 anni prima della nascita dell'Impero Galattico, inserendo il giocatore nel contesto della Grande Guerra contro l'esercito sith che aggredì la vecchia repubblica in quei giorni tanto lontani da quelli che siamo abituati a vedere sui nostri schermi. Dopo aver eseguito l'installazione dei 4 cd che compongono il gioco e dopo aver configurato la sezione tecnica, si entra subito nella creazione del proprio personaggio, selezionabile su 3 classi predefinite: soldato (abile nella guerra), esploratore (capace nel nascondersi e nell'agire nascostamente) e canaglia (una classe che ricorda molto il personaggio di Han Solo).


    La creazione del personaggio e tutto il complicato sistema di gioco segue le regole di AD&D, e presenta parecchie abilità che si rispecchiano nell'atto pratico, come capacità nell'usare i medikit, aumentandone l'efficacia, o la capacità di sparare o montare armi e così via (ad un buon informatico occorreranno, ovviamente, meno schede fasulle o meno spine per eludere le sorveglianze di un computer di quante ne servono a chi di informatica capisce ben poco). La distribuzione dei pochi punti che vengono dati ad ogni passaggio di livello richiede una pianificazione non certo facile che non mancherà di soddisfare i fan del genere, ed è presente anche un sistema di assegnamento automatico dei punti sulle abilità, che faciliterà il lavoro ai meno esperti. Gli oggetti utilizzabili e le armi sono un numero decisamente alto, si va dai blaster, alle armi da corpo a corpo, alle corazze, ai medikit, per arrivare a cibo per bantha e, ovviamente, alle spade laser. Alcune armi ed alcune armature sono potenziabili a proprio piacimento inserendone un mirino più rapido o una canna più precisa, e, nel caso delle spade laser, dei cristalli (molto rari) volti ad aumentarne la potenza d'impatto o la capacità di difesa, dando così la possiblità al giocatore di personalizzare gli oggetti dei personaggi al suo comando, che saranno poi aggiunti in un inventario comune di facile uso.

    NON SI PUO NEGARE CHE SIA BELLO,MA E' PIU' LENTO DI UN

    Dal punto di vista grafico il gioco è una vera gioia per gli occhi, il motore, sviluppato appositamente per il titolo, ci mostra ambienti evocativi e dettagliati, e, dalle sabbie di Tatooine alle foreste di Kashyyk, diventa sempre più intensa la sensazione di essere immersi nelle pellicole di Lucas. Gli ambienti sono decorati e traboccano di elementi di contorno e ornamentali alle volte inutili ai fini pratici, ma molto belli da vedere. I personaggi, dai membri del gruppo ai personaggi generici, godono di ottimi dettagli e l'alto numero di skin fa si che raramente capiti di vedere nello stesso gruppo due persone uguali. Il movimento labiale è sincronizzato al parlato, le animazioni sono fluide e si vedranno gli oggetti indossati dai personaggi, dall'armatura fino agli auricolari o agli occhiali a raggi x e via così. Tanto splendore per la vista ha un prezzo piuttosto alto: perfino nel mio AhtlonXp 2800 con GeForce fx5200 da 128mb il gioco scattava a 800x600 con filtro anasotropico e anti-aliasing attivati al minimo. La pesantezza del motore lascia il segno soprattutto nei sistemi meno potenti, e, per quanto dica la confezione, ho molti dubbi che una scheda a 32 mb possa far girare anche minimamente kotor. Dal punto di vista sonoro si resta a livelli di eccellenza, con ore e ore di dialoghi doppiati molto bene (in inglese, mentre i sottotitoli sono stati localizzati in italiano, per fortuna), diversi suoni per le armi e le musiche di Williams come sottofondo, anche il sonoro, però, ha la pessima abitudine di funzionare male e di scattare su schede sonore non perfette. A migliorare un po' la situazione delle esose richieste hardware c'è il fatto che il gioco ha parecchie opzioni grafiche e audio, quindi basterà fare qualche tentativo per trovare una combinazione quantomeno accettabile.

    USA LA FORZA...SEGUI L'ISTINTO...

    Dopo aver analizzato la creazione del personaggio e l'aspetto puramente tecnico del titolo ci si chiede: "bene, ma cosa si deve fare una volta entrati nel vivo del gioco?". Dunque, scelto il personaggio,la classe e tutto il resto, il gioco inizia a bordo di un'astronave della repubblica sotto attacco, e qui un soldato repubblicano vi spiegherà le basi del movimento e dell'uso degli inventari. Inizierete comandando solo il vostro personaggio, ma il gruppo si ingrandirà fino a 9 membri che troverete pellegrinando tra i vari pianeti (si va dalla simpatica Twi'Lek Mission Vao al diffidente Carth e al mitico droide da guerra HK47, che con i suoi discorsi da guerrafondaio vi farà divertire più volte) dei quali potrete portarvene nel gruppo fino a 2, più, ovviamente, il vostro personaggio. Questi personaggi sono, per molti versi, differenti tra loro, e, se il comando di tutti i 3 i jedi del gruppo da un potenziale offensivo e difensivo non indifferente, è anche vero che non da la possiblità di infiltrarsi nei sistemi (se non a spese di molte più spine di sicurezza) o di disinnescare mine.


    Il rovescio della medaglia è dato dal fatto che si rischia di lasciare alcuni personaggi nell'astronave e ci si specializzi sull'uso di altri. Per quanto riguarda la libertà di azione, bhe, nel titolo non si può dire che manchi, ma è innegabile che presentare 8 pianeti composti unicamente da un'area urbana e 3-4 aree esterne (che siano i deserti di Tatooine o i deserti di Kashyyk) delimitate da confini naturali non dia la libertà che si vedeva, per esempio, in Morrowind. Fortunatamente sono presenti almeno 7-8 missioni secondarie per pianeta, molto divertenti e varie, e che presentano diversi dilemmi morali. Si, proprio dilemmi morali, perché l'intero gioco è strutturato in una continua lotta i sentimenti in cui spetterà a voi se decidere di scegliere la via più facile usando i poteri oscuri per convincere i negozianti ad abbassare i prezzi, i PNG a pagarvi di più per i vostri lavori o perfino mettere a repentaglio la vita della squadra risparmiando un nemico che chiede pietà, senza che nessuno vi assicuri che torni poco dopo con un bel mucchio di soldati con se (succede ogni tanto). La sfida lato oscuro contro lato chiaro permea ogni istante di gioco, dalla strategia di attacco ai dialoghi, non si limita ad un singolo momento di gioco come in Jedi Academy o in altri titoli con questo tipo di scelte, il lato oscuro sarà sempre tentatore, con i suoi devastanti poteri (fulminare 3 nemici è più facile che combatterli) e i suoi facili guadagni, mentre per restare immacolatamente nel lato chiaro si deve faticare parecchio (i prezzi di alcune attrezzature sfiorano l'assurdo ed è molto più facile minacciare i proprietari a mano armata che spendere 5000 crediti per un droide), senza svelare nulla della trama, che è degna di una delle pellicole di Gorge Lucas, posso anticiparvi che su kotor sono presenti 2 finali, e che la longevità si attesta sugli ottimi livelli di 30-40 ore per un giocatore rapido, mentre chi vuole godersi tutte le missioni secondarie e tutti i tipi di armamenti ci impiegherà anche 50-60 ore se non oltre.

    MASSIMA POTENZA DI FUOCO SUL BERSAGLIO!

    Il sistema di combattimento del gioco si rifà alle regole di AD&D, presentando combattimenti a turni o in tempo reale. All'avvistamento di un nemico, di qualsiasi tipo esso sia, dall'insetto al sith di 10° livello, il gioco si metterà in pausa e voi potrete studiare con calma la situazione e, in caso, cambiare armamenti e vestiti del vostro team, attingendo dall'inventario comune a tutto il team, per poi assegnare fino a 4 azioni diverse a personaggio: potrete, ad esempio, ordinare al jedi di usare la spinta di forza su un avversario, mentre il soldato spara con entrambi i blaster su un altro e via così. Ovviamente una volta tolta la modalità di pausa potrete controllare il combattimento in tempo reale da un singolo personaggio e lasciare all'IA il compito di gestire il gruppo. Parlando di IA si può dire che gli sviluppatori abbiano fatto un ottimo lavoro: i nemici attaccano usando varie abilità, usano medikit se feriti, tirano granate e cambiano arma in caso di combattimento corpo a corpo. Questo complicato sistema di combattimento può sembrare frustante quando si combattono nemici poco potenti come uccelli rapaci o teppisti da periferia, ma diventa fondamentale in caso di combattimenti contro grandi gruppi di avversari, contro i jedi oscuri e contro i boss quali Rancor o un comandante Sith. I movimenti inizialmente possono sembrare complicati da gestire e coloro che preferiscono un gioco improntato all'azione totale si troveranno di certo più a loro agio su Jedi Academy piuttosto che su kotor a studiare tattiche e a combattere più volte lo stesso combattimento cambiando magari attacchi o armi dei personaggi. A proposito dei personaggi sarà possibile, nei momenti di calma, cambiare team richiamando un membro dalla propria astronave oppure tornarci con la semplice pressione di un testo, in modo da curare i membri del proprio gruppo o potenziare le armi.


    Nel gioco sono presenti anche 3 sezioni arcade, nelle quali dovrete o combattere contro i caccia avversari dalle torrette della vostra nave, correre a bordo di speeder nelle gare o giocare d'azzardo ad un gioco simile al blackjack.

    NON E' LEI CHE HA SBAGLIATO, AMMIRAGLIO.

    Ho passato diverso tempo a cercare dei difetti in questo meraviglioso gioco, ma ho potuto trovare ben poco, in effetti, a parte il fatto che ogni tanto un bug fa crashare il gioco, non ho visto altri difetti degni di nota. Certo, posso dire che kotor soffre di una "sindrome da citazione" non indifferente, poiché tutto, ma proprio tutto, richiama alla mente la saga cinematografica, dalle armature dei soldati sith, alle astronavi e al vostro team.


    Perfino i dialoghi in alcuni casi sono stati presi direttamente dal film, e allora io potrei chiedermi a cosa è servito ambientare il gioco 4000 anni prima dell'impero galattico? Non si faceva prima ad ambientarlo nel periodo posteriore alla vittoria ribelle su Endor, visto che la situazione era praticamente al stesa (metà galassia ai buoni e metà ai cattivi)? Si tratta, indubbiamente, di un difetto che colpisce soprattutto gli appassionati della saga di Lucas e che comunque non toglie niente ad uno dei giochi più belli degli ultimi anni.

    COMINCIATA LA GUERRA DEI SITH E'!

    Tirando un po' le somme posso tranquillamente affermare che kotor sia uno dei migliori GDR dell'anno e indubbiamente il miglior gioco per PC degli ultimi 4 anni su licenza Star Wars, nulla manca a questo piccolo gioiello: la trama è ottima, la grafica e il sonoro eccellenti, i personaggi simpatici, i nemici,gli oggetti e le armi vari e diversi tra loro, ci sono decine di missioni secondarie da affrontare e il sistema di gioco in grado di piacere tanto ai più esperti giocatori di ruolo quanto ai meno esperti (grazie al sistema di salita automatica di livello e alla possiblità di mandare i combattimenti in tempo reale). Non saranno gli sporadici crash, la libertà d'azione non vastissima o gli alti requisiti hardware per girare al meglio a negare la maestosità di questo gioco, che consiglio a tutti coloro che amano i GDR e che amano Star Wars, e, a mio parere, anche chi preferisce l'azione o il massacro indiscriminato dovrebbe provare almeno una volta ad addentrarsi nella galassia lontana lontana in modo diverso, e probabilmente resterà comunque catturati da questo grande, completo, meraviglioso knight of the old repubblic! Ottimo lavoro, BioWare, davvero un ottimo lavoro.

    Quanto attendi: Star Wars: Knights of the Old Republic

    Hype
    Hype totali: 6
    84%
    nd