Recensione Knight OnLine

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Knight OnLine - 620

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Knight OnLine e la maledizione di Cypher

    Knight OnLine è un nuovo MMORpg sviluppato dalla Wizgate and Noahsystem e distribuito dalla ICT
    Terra, tuttora in fase avanzata di Beta Test. La storia che sta dietro a Knight OnLine, narra di Cypher, dio della distruzione, che venne esiliato dal paradiso degli dei. Cypher, per vendicarsi, intraprese una battaglia con i popoli di Adonis per ripagare gli dei del torto subito. Per innumerevoli generazioni i prodi cavalieri dei sei regni di Piana contrastarono Cypher, fino al giorno in cui furono in grado di lanciare un potente sortilegio che causò la distruzione del dio stesso. Prima di morire, il crudele dio, lanciò la sua maledizione sugli uomini, tramite il sangue nero che fuoriusciva dalle sue ferite, portando con sé alla distruzione l'intera generazione di cavalieri che lo stavano combattendo. Da quel momento la pace tornò a regnare su Adonis, ma la maledizione di Cypher era appena cominciata. Alcuni dei discendenti degli antichi cavalieri, portavano dentro di sé la maledizione e per questo il loro sangue era nero. Questi venivano ripudiati dalla società ed erano costretti o a viver in modo selvaggio nelle foreste o a rifugiarsi nelle fogne delle città come topi, chiamati con disprezzo Tuareks. Questa situazione costrinse i Tuareks a scappare dal regno di Elmorad per rifugiarsi oltre le montagne, e dare così vita ad un nuovo regno, Karus. Dopo 200 anni di guerra tra i due regni, arriva il momento in cui il nostro personaggio prende le parti di una o dell'altra fazione.

    La fase di creazione del personaggio

    Una volta scelto uno dei sei server messi a disposizione per il gioco, si passa alla fase di creazione del personaggio. Qui, la scelta principale da compiere è quella di schierarsi nelle fila dell'impero umano di Elmorad o tra quelle dell'impero orchesco di Karus. Si tratta di una scelta molto importante dalla quale è possibile fare ritorno solo rinunciando a tutti i propri personaggi.
    La fase di creazione del personaggio ci permetterà di aggiustare le nostre caratteristiche, che sono Forza, Intelligenza, Destrezza, Punti Vita (Hp) e Punti Magia (Mp). Altre caratteristiche derivanti da quello che si indossa sono l'attacco, la difesa, il peso trasportato e le varie resistenze a fattori esterni come: al fuoco, al ghiaccio, al fulmine, alla magia, al veleno e alle maledizioni. Un'altra scelta importante sarà quella della nostra classe, tra cui Barbaro o umano (oppure orco nel caso della nazione di Karus). L'unico Job disponibile per il Barbaro è quello del guerriero, altrimenti è possibile scegliere tra Guerriero, Chierico, Mago o Ladro. Altre scelte di secondaria importanza riguardano il viso, i capelli e il sesso del personaggio. Non vi sono altre caratteristiche particolari, ma del resto queste sembrano essere più che sufficienti.

    La citta-scuola di Moradon

    Tutti i personaggi creati nascono nella città-scuola di Moradon, sia umani che orchi. In questa città tutte le nuove leve compiranno i primi passi nel mondo di Knight OnLine, dove il PvP selvaggio è disabilitato. Qui avremo a disposizione diversi personaggi non giocanti in grado di fornirci i primi quest, quelli più semplici, per iniziare la lunga strada verso il potenziamento. Tra questi cito Proconsul, Issac e Captain Kunabarl. La città mette anche a disposizione un personaggio per la compravendita di armi, uno per le armature, uno per le pozioni, uno per oggetti magici vari, oltre a 2 portali (di cui parleremo dopo) e un'arena per combattimenti uno contro uno per i personaggi.
    I primi mostri che si trovano all'esterno della città sono diverse forme di vermi, di goblin (Kecoon), di Bulture (mostri bipedi con un corno sulla testa), Werewolf (gli uomini lupo) e di Orc Watcher (che non hanno nulla a che vedere con gli orchi di Karus). I primi quest saranno quelli di raccogliere diversi oggetti che saltuariamente queste creature lasciano cadere una volta uccise, ad esempio i corni dei bulture o i medaglioni degli orchi. In questo modo, è possibile fare una graduale esperienza nei pressi di questa città protetta che ho, per questo, definito città-scuola.

    Nel vivo del gioco

    Una volta che arriviamo al 10° livello possiamo recarci da Captain Kunabarl per definire meglio il nostro job: niente di particolare, visto che la scelta è già stata presa in fase di creazione del personaggio, ossia, il guerriero diventa Blade, il ladro diventa Rouge, il prete diventa Cleric. A questo punto la nostra evoluzione naturale ci porterà all'esplorazione della propria nazione, Elmorad per gli umani e Karus per gli orchi, accessibili attraverso i portali della città di Moradon, di cui abbiamo accennato sopra. Nella nazione di Elmorad ci sono le città di Piana, Asga e Raiba, nella nazione di Karus, le città di Bellua, Breth e Linate.
    Il set di armi e armature è abbastanza variegato: spade, mazze, asce, lance, scudi, archi, bastoni, ecc. Ogni personaggio ottiene il risultato migliore focalizzandosi sulle armi a lui più indicate. Ad esempio il guerriero ha più facilmente accesso a grosse armi a due mani, visti i requisiti di forza che le armi richiedono; i martelli da chierico richiedono alti requisiti di intelligenza, che solo il chierico si può permettere, mentre gli archi richiedono alti punteggi di destrezza, tipici del ladro, e così via.
    Anche il set di skill disponibili non è indifferente. Ogni volta che si aumenta di livello è possibile migliorare le abilità primarie (3 punti disponibili) e le classi di skill (2 punti disponibili). Gli skill sono divisi in 4 categorie che variano a seconda del nostro job: ad esempio per il guerriero c'è Attack, Defense e Berserking, per il chierico Aura, Heal e Holy Spirit, per il mago Flame, Glacier e Lightning, ecc. mentre per tutti c'è la categoria Basic. Assegnando punti ad ogni categoria si ha accesso alle skill, ad esempio con 10 punti nella categoria Attack del guerriero si ha accesso a Sheer, che fornisce 50 punti aggiuntivi di danni, ma investendo 15 punti si accede anche a Pierce, che permette di raddoppiare l'ammontare di danni e cosi via. Nella categoria Defense, con 10 punti si ottiene Resist, che aumenta la resistenza passiva a svariati tipi di attacco, come fuoco, lampi, veleno, ecc; arrivati a 15 punti otteniamo Arrest, altra abilità passiva che aumenta del 15% la nostra difesa fisica in combattimento. In definitiva il numero di skill è abbastanza grande e permette un graduale potenziamento del personaggio, dando accesso ad abilità sempre più potenti.

    Il Gameplay

    Knight OnLine portava come sottotitolo la caratteristica di favorire il gioco in party dei personaggi, e da questo punto di vista possiamo dire che ha mantenuto la promessa. Possono unirsi in party fino a 8 personaggi, in modo da dividere oggetti raccolti dai mostri, monete e punti di esperienza. I personaggi sono studiati in modo da essere complementari uno rispetto all'altro: il chierico risulta essere particolarmente utile grazie agli skill che gli permettono di curare le ferite dei compagni, i guerrieri svolgono il compito di ariete e lottano in prima linea, i maghi dalle retrovie, lanciano potenti incantesimi contro i nemici, mentre i ladri, grazie al proprio arco, forniscono l'esca per attirare i nemici stessi. In questo modo, gruppi con un minimo di organizzazione diventano molto più forti e queste si rivelano strategie vitali durante le battaglie contro l'opposta fazione.
    Molto importante è anche l'organizzazione dei Clan. Ogni personaggi che raggiunge il 20° livello può creare un Clan ad un prezzo di circa 500.000 monete locali (cifra non proibitiva). In un Clan ci possono essere fino a 36 elementi e il leader stesso del clan provvede a reclutare o espellerne i membri. Il valore del clan è misurato dalla somma dei punti nazione di tutti i membri diviso per 36. I punti nazione che ci vengono assegnati inizialmente sono 100 e variano durante le battaglie contro l'opposta fazione.

    Il problema dei Player Killer

    Un problema molto sentito dai giocatori di MMORpg è quello dei PvP, ossia Player vs Player. Le categorie di persone che giocano ai giochi online possono essere principalmente di due tipi: persone che giocano regolarmente o saltuariamente, oppure persone che passano la maggior parte della loro giornata a giocare, e quindi a potenziare all'esasperazione il proprio alter ego.
    In questo modo nella comunità virtuale del gioco si viene a creare un insieme non omogeneo di giocatori e questo può creare non pochi problemi. A volte questi potenti player si divertono a straziare le nuove leve per il puro gusto di uccidere un'altro giocatore, trasformandosi in Player Killer (PK). Questa usanza è una tra le più mal sopportate e frustranti tra i giocatori OnLine, tanto che ha indotto i team di sviluppo a cercare una soluzione per porvi rimedio. L'esigenza è quella di fare in modo che ogni giocatore possa prendere confidenza con il gioco con una certa tranquillità, senza per questo precludergli l'opzione PvP, che rende il gioco stesso più affascinante che un semplice e continuo combattere contro la sola intelligenza artificiale dei mostri.
    Knight OnLine, a mio avviso, è uno dei pochi MMORpg che è riuscito a ideare un'ottima soluzione, un compromesso che dovrebbe mettere d'accordo tutti. Come abbiamo detto a Moradon convivono pacificamente umani e orchi, dove non è possibile il PvP se non nell'arena. I regni di Elmorad e Karus non sono accessibili dalle fazioni rivali, ma esistono zone apposite dedicate alle battaglie. Ogni Lunedi viene aperta la Lunar Gate dove sia gli umani che gli orchi possono incontrarsi e dare libero sfogo ai propri istinti guerrieri. In più, una volta al mese, vengono organizzati scontri di alto livello tra i migliori 5 clan umani e orchi. In questo modo Knight OnLine riesce a mettere d'accordo sia che vuole potenziare in santa pace il proprio personaggio senza rischiare la vita a causa di un veterano annoiato, sia chi cerca più emozionanti scontri che vanno oltre i normali combattimenti. Per questo tra le caratteristiche del nostro personaggio ci sono i punti nazione, che aumentano quando uccidiamo rappresentati della fazione opposta alla nostra e diminuiscono nel caso opposto. La media di punti nazione degli appartenenti a un Clan, ne costituisce il valore, metodo con cui vengono individuati i migliori 5 clan di ogni nazione per le battaglie di cui abbiamo parlato.

    Requisiti tecnici

    Come dicevamo, Knight OnLine è in fase di Open Beta già da diversi mesi, e tuttora non è ancora nota una data ufficiale per il lancio commerciale. Nonostante questo la struttura del gioco è ormai più che stabile. Il client è facilmente scaricabile dal sito ufficiale, previa registrazione, ed è di circa 300 Mb. I requisiti minimi e raccomandati sono questi:

    - Sistema operativo - Windows 98/2000/XP/ME
    - CPU - Celeron 300 (raccomandato Pentium II 400 o superiore)
    - Memoria - 128 MB (raccomandati 256 MB o più)
    - Spazio su HD - 400MB (raccomandati 600MB o più)
    - Scheda video - 16Mb 3D con supporto DirectX (raccomandata 32Mb)

    Commento

    Knight OnLine, in definitiva, è un discreto MMORpg. Tra i suoi difetti più importanti c'è l'aspetto grafico non di primissimo livello ma comunque più che dignitoso, il reparto sonoro piuttosto limitato e la varietà dei mostri scarsa. In compenso, però, possiede una buona semplicità di apprendimento, un gameplay semplice ed efficace e un gestione del Pvp, a mio avviso, veramente intelligente. Come ogni MMORpg è coinvolgente sopratutto se giocato con amici o come pretesto per farsene di nuovi. I Party di personaggi sono l'ideale per qualsiasi livello, mentre il titolo offre il meglio di se nelle battaglie a viso aperto contro l'opposta fazione. In questo senso verranno anche implementati in seguito gli assedi alle città e a i castelli.
    Le quest, punto dolente dei MMORpg, sono abbastanza nella media: raccogliere un certo numero di oggetti in possesso ai mostri, portare qualcosa a qualcuno, recuperare un antico e potente artefatto, ecc. più qualche variante come sfidare particolari creature nell'arena. In definitiva il mio personalissimo giudizio è buono: ci sono molti aspetti migliorabili, soprattutto tecnici, ma la struttura del gioco è buona e il titolo in se è divertente.

    Colgo l'occasione per pubblicare il giudizio di altri due utenti del forum che hanno potuto giocare a Knight OnLine insieme a me, Shinjo e Denrug, e ne hanno paragonato i pregi e i difetti rispetto a un colosso come Lineage 2:

    Shinjo
    Che dire, Knight Online l'ho trovato molto più immediato rispetto a Lineage 2... Fin dall'inizio dell'avventura una persona che ha appena incominciato a giocare a Knight Online si trova subito a proprio agio con i controlli immediati, che non creano problemi, mentre per in Lineage 2, per attaccare un mostro ci sono delle difficoltà di puntamento col mouse o con i controlli della tastiera.
    Un punto negativo di Knight Online è la grafica, abituato ad altissimi livelli grafici degli altri MMORpg, Knight Online perde un po' sotto questo punto di vista. E' vero però che questo semplice aspetto grafico aiuta molto i giocatori a non subire dei rallentamenti durate il gioco stesso, problema frequente in Lineage 2, dove nelle aree affollate è problematico muoversi correttamente.
    Un fattore positivo in Knight Online sono senza dubbio gli NPC, curati sotto ogni aspetto e molti di questi si muovono anche durante il gioco, mentre in altri MMORpg gli NPC sono immobili o poco curati.


    Denrug
    Dal punto di vista grafico è un titolo discreto, ha un motore fluido (più di Lineage 2) e soprattutto in ambienti affollatissimi di players il frame-rate cala ma non crolla praticamente mai a livelli ingiocabili, come accade invece per Lineage. Cosa che odio in qualsiasi titolo. Il sonoro è passabile, come in ogni rpg, ma alla lunga è troppo "duro". Avrei preferito un motivo più "soft".
    La giocabilità... bhè, luci ed ombre. Essendo un mmorg ha il vantaggio della varietà dato dal gioco online, ma almeno fino al livello 23 non ho fatto altro che expare come un pazzo. Quindi nulla di nuovo come concept nell'ambito Mmorg. Anzi non mi sono proprio piaciute le zone iperaffollate di MOB, quando si esce dal villaggio iniziale si cammina più sui vermi che sul terreno: vabbè cacciare ma questo è troppo!
    Ottimi alcuni particolari accorgimenti dei programmatori: la possibilità di cercare un party usando l'icona "seeking party" è una cosa che invidio e volevo su Lineage, quando si sale di livello si ha la possibilità di aumentare le caratteristiche (mai capito perché su Lineage è assente...), i menù friends, party, clan ecc... sono semplici ed immediati. In generale quindi l'interfaccia, anche nell'esecuzione e precisione dei comandi, la giudico molto buona (tranne che alcune volte nel colpire si sorpassa il Mob prescelto... bug sicuramente eliminabile).
    Il discorso scelta del PG invece mi ha lasciato perplesso per le razze: due sono pochine. Mi sono ricreduto invece sul bilanciamento dei personaggi: inizialmente credevo molto avvantaggiati i maghi, ma avendo poi provato entrambi forse trovo più bilanciata l'interpretazione in Knight Online rispetto Lineage2. Qui i maghi sono devastanti da lontano ma in corpo a corpo nulli, i warrior sono dei piccoli tank ma hanno bisogno di molto riposo. Un concept ottimo perché nessuno è autosufficiente ed infatti trovavo molto più utile e semplice fare party in Knight Online rispetto Lineage, fin dai primi livelli.
    In definitiva un titolo discreto. Riserve sull'implementazione futura da parte dei programmatori. Dovessi scegliere tra i due (a parità di condizioni) oggi punterei deciso comunque su Lineage, soprattutto per l'esperienza e l'affidamento (oltre ad il bacino d'utenza) dei programmatori. In un Mmorg non è trascurabile. Knight Online comunque l'ho trovato un titolo piacevole, un Mmorg "senza pensieri" (tipo "arcade") che ha meno pretese di altri titoli simili ma che punta sull'immediatezza del gioco in sé stesso.

    Quanto attendi: Knight Online

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd