Laser League Recensione: lo sport del futuro

Dagli autori di OlliOlli e Not A Hero arriva Laser League, un gioco dallo spirito competitivo e fortemente orientato al multiplayer.

recensione Laser League Recensione: lo sport del futuro
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Dopo aver sfidato i nostri riflessi in mondi pixellosi stracarichi di stile e personalità, i ragazzi di Roll7 esordiscono nella terza dimensione con quello che è, senza alcun dubbio, il loro titolo più ambizioso. Laser League è un gioco dallo spiccato carattere competitivo che affonda le proprie radici in quella cultura videoludica nata e crescuta, dall'inizio degli anni ‘80, tra le luci intermittenti delle sale giochi. Un titolo che, a partire da basi semplici e immediate, costruisce un'esperienza insospettabilmente profonda, che strizza l'occhio all'agonismo digitale nella sua forma più pura.Sì, è anche dannatamente divertente.

    Lo sport del futuro, oggi

    L'anno è il 2150, il mondo è benedetto da un potente ritorno di fiamma dello spandex luminescente, e tra i giovani serpeggia la passione per un nuovo sport altamente adrenalinico e potenzialmente letale. Le regole della Laser League sono tanto semplici quanto spietate: due piccole squadre sono chiamate a fronteggiarsi in arene rettangolari, col compito di "toccare" nodi energetici che, una volta attivati, proietteranno - per un lasso di tempo limitato - pareti laser di diverse forme e dimensioni, con le stesse sfumature cromatiche del team che le ne ha innescato l'accensione. I membri di ciascuna squadra possono attraversare liberamente le barriere al neon con i propri colori, mentre l'effetto delle medesime sugli avversari sarà quello di provocare una rapida dipartita, almeno fino a quando uno dei compagni non li rimetterà in piedi passando sull'icona lasciata a terra in prossimità del fresco decesso.

    Quando uno dei due schieramenti avrà messo schiena a terra tutti i componenti del team opposto, facendo il possibile per scagliare i contendenti contro gli sbarramenti luminosi sotto il proprio controllo, i giudici di gara gli assegneranno uno dei tre punti necessari per aggiudicarsi il set, mentre il vincitore finale sarà scelto al meglio dei tre - ipercinetici - set che compongono ogni partita. Una formula semplicissima, frenetica e immediatamente assuefacente, sotto la cui superficie di spasso a cuor leggero si nasconde un livello di profondità sorprendente. Tanto per cominciare ognuna delle 25 mappe del gioco, disposte all'interno di 5 stadi differenti, è in grado di mettere a dura prova i riflessi dei giocatori con barriere laser dai motivi più disparati, a partire da semplici pareti statiche fino a vere e proprie esplosioni al neon in grado di percorrere tutta la superficie delle arene, generando una discreta mole di improperi tra le file del team colpito. La conoscenza delle caratteristiche letali di ciascuna arena, e la capacità di sfruttare abilmente ogni nodo per massimizzarne l'efficacia, diventeranno ben presto dotazioni essenziali per il vostro avatar di neon vestito, così come un adeguato livello di competenza con ognuna delle classi che compongono il roster di Laser League.
    All'inizio di ogni partita (e di ciascun set dopo una sconfitta), i giocatori possono infatti selezionare una tra le sei classi forgiate nella cattiveria dai ragazzi di Roll7. Ogni classe è dotata di un'abilità speciale unica, da utilizzare in combo con una serie di modificatori in grado di alterarne leggermente le caratteristiche (durata maggiorata, tempi di ricarica ridotti, ecc.). Va da sé che, per funzionare a puntino, la formazione di ciascuna squadra dovrà concertare al meglio le proprie caratteristiche offensive, anche in rapporto a quelle della falange avversaria. Calpestando il suolo scuro di un'area particolarmente densa di laser, sarà quindi piuttosto utile poter contare sull'abilità di un Thief, capace di "convertire" alla propria causa i nodi attivati dall'avversario, magari in un duetto mortale con uno Smash, in grado di scaraventare i nemici contro le barriere. Allo stesso modo, i colpi stordenti di uno Shock renderanno più facile la corsa tagliente della lama di un Blade, o della letale cecchinata di uno Snipe. Allo stato attuale, il bilanciamento delle classi non ci è sembrato perfetto in senso assoluto, ma parliamo comunque di lievi disequilibri legati, almeno in parte, ai diversi livelli di versatilità che caratterizzano ciascuna tipologia di "atleta".

    Aggiungete a questo crogiolo di forsennato divertimento una manciata di interessanti power up, distribuiti casualmente in giro per le arene, e vi ritroverete per le mani un titolo che si presenta sul mercato come una grande promessa del panorama esportivo, nonché come un classico istantaneo del multiplayer competitivo. Sì perché, come ragionevole, il gioco di Roll7 infiamma il lato più virulento dell'agonismo videoludico con una ricetta che trova la sua piena espressione solo nel comparto multigiocatore, sia un locale (1v1, 2v2, 3v3) che online (2v2, 3v3). L'esperienza in singolo, infatti, si esaurisce al termine di un tutorial che, viste le caratteristiche del gioco, potreste benissimo decidere di saltare, optando invece per un battesimo del fuoco dagli esiti probabilmente infausti. D'altronde la mole striminzita dei giocatori attualmente presenti sui server del titolo fa sì che il matchmaking tenda a mescolare utenti con gradi di abilità molto diversi tra loro, con conseguenze piuttosto spiacevoli per le orecchie dei vostri vicini di casa, sconvolti da costrutti imprecatori di una certa rilevanza. Si tratta di una soluzione tanto necessaria, quanto lesiva per la qualità degli equilibri ludici del comparto online.

    Difficile, a questo punto, stabilire quanto il fastidio in questione sia effettivamente imputabile al lavoro del team di sviluppo, così come la tendenza del titolo a colmare le assenze con bot decisamente meno efficienti del giocatore medio, eppure si tratta di un incomodo con il quale vi troverete probabilmente a fare i conti. Inutile dire che Laser League trova la sua dimensione ideale nel caldo abbraccio di una sessione competitiva da salotto, circostanza nella quale il titolo da libero sfogo a tutto il suo esaltante potenziale, guadagnandosi un posto tra le migliori esperienze da divano dell'attuale generazione. Non solo perché il gioco si fa ancora più esaltante se accompagnato dalla possibilità di cazzottare, fuori dai confini dello schermo, un avversario particolarmente infame, ma anche per la maggiore facilità con la quale, tra i braccioli di un divano, è possibile coordinarsi efficacemente con i compagni di squadra. Proprio la collaborazione, in concerto con un set di abilità personali ben tornito, risulta uno dei nodi cardine del titolo di Roll7, nonché il modo migliore per accaparrarsi la vittoria in coda a match tanto veloci quanto divertenti. Passando al versante tecnico, Laser League propone un comparto grafico essenziale ma ricco di personalità, solido e perfettamente in linea con la sua offerta ludica. Anche le musiche, seppur non particolarmente originali, offrono un all'azione a schermo un accompagnamento piacevole, sempre che la musica elettronica sia nelle vostre corde.

    Laser League Laser LeagueVersione Analizzata Playstation 4Al prezzo di una quindicina d’euro, Roll7 propone un prodotto ludico originale e divertentissimo, caratterizzato da un gameplay tanto facile da approcciare, quanto decisamente ricco in termini di profondità e potenziale stratificazione tattica. In locale Laser League è un’esperienza esaltante e sfaccettata, velocissima. Caratteristiche che si mantengono sostanzialmente intatte anche tra le maglie di un comparto online che, almeno per il momento, soffre un po’ a causa di un numero fin troppo esiguo di giocatori. Un vero peccato, dato che il titolo sfoggia un eccellente potenziale in ottica esportiva, e si mostra come una delle esperienze multigiocatore più frenetiche e appaganti emerse di recente dalle nebbie del panorama indipendente. Un titolo che merita assolutamente una possibilità, anche per premiare l’ottimo lavoro svolto dal talentuoso team britannico.

    8

    Che voto dai a: Laser League

    Media Voto Utenti
    Voti: 10
    7
    nd