League of Legends: Recensione i Reami di Runeterra, la guida ufficiale

Abbiamo avuto il piacere di immergerci ne "I reami di Runeterra", la guida all'evocativo mondo di League of Legends edita da Mondadori.

recensione League of Legends: Recensione i Reami di Runeterra, la guida ufficiale
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • League of Legends è uno dei videogiochi più conosciuti, giocati e "guardati" di sempre. Già, perché oltre a essere un titolo competitivo popolarissimo, forte di una mastodontica struttura organizzativa che regola le competizioni in ogni parte del globo, League of Legends è costantemente tra i contenuti preferiti dagli utenti di Twitch.

    Milioni di giocatori, inoltre, affollano ogni giorno i server tentando di padroneggiare le peculiarità di un MOBA che non fa nulla per nascondere la sua difficoltà, e una barriera all'entrata piuttosto alta. Il titolo infatti necessita di tanta pazienza, costanza, una buona dose di abilità e ferrea tenacia per resistere nel lungo percorso che porta non solo al superamento delle prime, travagliate esperienze nella Landa degli Evocatori, ma anche a metabilizzare le meccaniche di gioco e le abilità degli eroi.

    Un'esperienza "crossmediale"

    Con le loro specificità, i 145 Campioni (a cui si sono recentemente aggiunti Lillia e Yone) rappresentano peraltro solo la punta di un iceberg che sotto il pelo dell'acqua cela molto, molto di più.

    Il MOBA targato Riot Games, infatti, non è più un "semplice" videogioco. League of Legends è un universo vivo e vibrante, ricolmo di storie, personaggi, miti e leggende tutte da scoprire. Ogni personaggio non è solo il frutto di un lavoro di lineare design tecnico, bensì possiede una storia, un "vissuto" che sostiene i suoi tratti caratteristici e ne giustifica, appunto, le abilità utilizzate sul campo di battaglia.
    I campioni sono dunque il risultato di un processo creativo lungo e prismatico, che coinvolge molteplici figure all'interno del team di sviluppo. Tra queste spiccano diversi concept artist e un "narrative team", ovvero un nutrito gruppo di autori specializzato nel plasmare l'universo in cui vengono calati i Campioni di League of Legends. I Reami di Runeterra, edito in Italia da Mondadori, rappresenta non solo una sorta di summa celebrativa della creatività di questi artisti e scrittori, ma anche un grande compagno di viaggio per chi desidera perdersi nelle sconfinate lande del mondo fantasy di League of Legends.

    Un mondo per tutti

    Per coloro che non ne hanno ancora sentito parlare League of Legends, Teamfight Tactics e Legends of Runeterra sono giochi prodotti da Riot Games che condividono tutti lo stesso setting: il mondo di Runeterra, appunto. Ciò che si vede - o si percepisce - della sua pantagruelica cosmogonia si riduce, all'interno delle tre proprietà intellettuali, in piccoli brandelli di indizi in game che, spesso, la maggior parte dei giocatori ignora o non approfondisce.

    Eppure, come anticipavamo poco fa, dietro ai Campioni, al loro aspetto e alle loro battute si cela un'intera struttura narrativa stratificatasi nel corso degli anni, anche se è rimasta spesso e volentieri nell'ombra a sostenere con discrezione l'esperienza ludica degli utenti.

    Da un po' di tempo a questa parte Riot Games, abbracciando la crossmedialità, ha svelato Runeterra al grande pubblico iniziando ad espanderne i confini narrativi attraverso fumetti e racconti brevi. League of Legends: I Reami di Runeterra racchiude questo mondo magico, misterioso, profondo e traboccante di storie da scoprire.

    All'interno del volume, fasciato da una copertina rigida molto curata e di pregevole fattura, il lettore potrà perdersi nella scoperta di tutte le regioni in cui si suddivide l'universo di Runeterra. Lo diciamo sin d'ora: nonostante il libro parli di un mondo fittizio creato appositamente per un videogioco, non occorre essere dei fan accaniti di League of Legends per apprezzarne appieno il contenuto.

    Storie e arte di Runeterra

    La precisa suddivisione in capitoli autoconclusivi permette di approcciare il libro secondo l'ordine che più vi aggrada. Ogni regione, benché siano ovviamente tutte connesse tra loro, è un piccolo microcosmo a sé stante, ricco di storia, cultura, tradizioni, conflitti epici tutti da svelare.

    Ogni capitolo, infatti, approfondisce e descrive con dovizia di particolari gli eroi, la politica, le tecnologie, i miti e le principali vicende storiche che caratterizzano le regioni di Runeterra. Consultando la pratica "mappa-indice" in cui è segnata l'esatta ubicazione di ogni regione, è possibile partire direttamente alla scoperta del gelido nord del Freljord; immergersi nella spiritualità che permea l'equilibrio mistico della regione di Ionia; scoprire la tecnologia steampunk che sostiene la quotidianità di Piltover e Zaun.

    È possibile, poi, approfondire la conoscenza con l'imperialista popolo di Noxus, votato a un espansionismo spietato e alla rigidissima disciplina militare. Oppure, si può salpare direttamente alla volta delle Isole Ombra, un tempo luogo benedetto ormai caduto preda di un'oscura malvagità o, ancora, attraccare a Bilgewater, crocevia libero e privo di leggi in cui si incontrano cacciatori, pirati e banditi d'ogni risma.

    Insomma, ogni pagina de I Reami di Runeterra travolge il lettore con una quantità di informazioni talmente straripante che la definizione "libro tratto da un videogioco" sembra riduttiva e inadatta a descrivere il lavoro e la creatività del pool di autori impegnati nel dar vita a un intero universo.
    Non solo: a chiusura, gli autori hanno pensato di arricchirne la già spiccata unicità di ogni capitolo con racconti brevi di grande impatto.

    Ogni storia è unica, appassionante, adagiata con precisione all'interno delle peculiarità regionali, esattamente come ogni grande racconto fantasy dovrebbe essere. Dopo aver letto i racconti di questo libro e dato l'enorme potenziale narrativo, non vediamo l'ora di stringere tra le mani una raccolta o un romanzo ambientati nel mondo di Runeterra.

    La traduzione nella nostra lingua, a cura di Edoardo Valsesia e Brunella Palattella, è praticamente perfetta e priva di sbavature, per cui ogni racconto risulta estremamente godibile, tanto per i grandi appassionati di League of Legends quanto per coloro che decideranno di avvicinarsi la prima volta al mondo di Runeterra.

    Citando le parole di Ariel "Thermal Kitten" Lawrence, responsabile del narrative team di Riot Games (e grande ex del team al lavoro sul franchise di God of War, per chi non lo sapesse), "Ora e sempre Runeterra è un luogo per tutti".

    Il libro, però, non è solamente un infinito compedio di storie. Le 255 pagine de I Reami di Runeterra sono un'esplosione di pura arte votata alla narrazione. Bozzetti, artwork, mappe, disegni preparatori (la maggior parte di essi inediti) non solo rendono ancor più vive le peculiarità di ogni regione di Runeterra ma permettono anche un'immersività totale nell'universo partorito dalla fantasia dei creativi di Riot Games.

    League of Legends League of LegendsVersione Analizzata LibriLeague of Legends: I Reami di Runeterra, edito da Mondadori, vuole essere una guida introduttiva al mondo del MOBA più conosciuto e giocato al mondo. Una sorta di “summa” che racchiude in poco più di 250 pagine l'arte e una piccola parte delle storie di tutte le regioni di Runeterra, l'universo narrativo comune a League of Legends, Legends of Runeterra e Teamfight Tactics. Il libro, impreziosito da una copertina rigida estremamente curata e solida, si presenta di facile consultazione grazie a sezioni autoconclusive ricche di arte, informazioni e racconti delle varie regioni del mondo di Runeterra. Nelle parole che Ariel “Thermal Kitten” Lawrence scrive nella prefazione del libro è possibile ritrovare l'essenza stessa de I Reami di Runeterra: “Ora e sempre Runeterra è un luogo per tutti”. Ecco, in questo senso il libro non è una raccolta adatta solamente a un pubblico iper-specializzato sulla cosmogonia di League of Legends, bensì vuole porsi come uno strumento di esplorazione curiosa, conoscenza e scoperta di un mondo fantastico e ricco di storie da raccontare, indipendentemente dal legame con i pixel che, di fatto, hanno reso League of Legends uno dei giochi più famosi e amati al mondo.

    Che voto dai a: League of Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 130
    7.4
    nd