Oppo

Legend of Solgard Recensione: RPG strategico nella mitologia norrena

Un po' Yu-Gi-Oh e un po' Pokémon, il gioco ambientato nella mitologia norrena ci porta a sfidare il Male per prevenire il Ragnarok.

recensione Legend of Solgard Recensione: RPG strategico nella mitologia norrena
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Mobile Gaming
  • Il Ragnarok incombe sui Nove Regni. La fine del mondo, la distruzione di Midgard e di tutte le altre dimensioni appartenenti alla mitologia norrena minacciano la sopravvivenza degli esseri viventi e per questo gli spiriti benevoli invocano il soccorso di un eroe. Ed ecco che giunge Embla, guerriera dai capelli baciati dal fuoco, che imbraccia le armi della dea del sole ed è pronta a lottare per proteggere la vita dalle forze del male. Legend of Solgard è una ballata epica di stampo nordico che unisce il mito dei vichinghi con le meccaniche di gioco che fondono RPG, strategico e match-3. Sviluppato dai ragazzi di King per piattaforme mobile, il titolo è disponibile gratuitamente sugli store online Android e iOS.

    La guerra per salvare Midgard

    L'incipit narrativo della produzione è essenzialmente tutto ciò che vi occorre sapere per calarvi nel racconto di Legend of Solgard. Il punto di partenza della trama muove da una spiegazione iniziale, che si sviluppa poi attraverso il gameplay, le modalità di gioco, ed i boss da affrontare. L'avventura prosegue attraverso battaglie posizionate lungo la mappa di gioco e la protagonista, guidata da uno spirito benevolo, dovrà farsi strada sgominando bestie, spiriti e mostri di ogni tipo per liberare Midgard, Jotunheim, Vanaheim, Helheim e Niflheim dall'avanzata del grande inverno che darà vita al Ragnarok.

    La guerriera vichinga, armata dei poteri della dea del sole, sarà capace di evocare a sua volta creature di ogni tipo che potranno aiutarla nella distruzione dei portali dell'oscurità e nella sconfitta di alcuni boss. Legend of Solgard è l'incontro ideale tra Pokémon e Yu-Gi-Oh calati in un contesto mitologico: del resto, il sistema di combattimento si basa su un ibrido tra battaglie a turni e strategia, in cui il giocatore ha a disposizione un gruppetto specifico di mostri, che può essere ampliato con lo sblocco di nuove creature, attraverso un profondo e stratificato sistema di progressione. Lo sviluppo non riguarda infatti esclusivamente la crescita delle abilità di Embla: anche i singoli mostri, rappresentati come se fossero degli amiibo posizionati su delle pedane, possono essere potenziati su più livelli, accrescendone le statistiche e dandogli la possibilità di acquisire alcune specialità uniche.

    È tempo di duellare

    Tutto il cuore pulsante di Legend of Solgard si esplica nel corso delle battaglie, che si svolgono su un terreno di gioco diviso in due piccole scacchiere: quella del giocatore e quella del nemico.

    Su ciascun versante del campo vanno posizionati i mostri presenti nel proprio bestiario, il cui ingresso in campo è dettato dalla casualità nel momento in cui si decide di evocare nuovi guerrieri. Le mosse eseguibili dall'utente sono numerate e vengono consumate anche nella più piccola delle azioni: soltanto spostare un mostro di una casella, per intenderci, vi farà sprecare uno dei pochi movimenti concessi durante il proprio turno.

    Obiettivo della partita è non soltanto sgominare le creature nemiche, ma anche attaccare il possessore dei mostri avversari per diminuire i suoi punti vita - un corrispettivo del tutto identico al concetto dei Life Points di Yu-Gi-Oh - ed è in questa fase che emerge prepotente l'anima da match-3 della produzione. Il sistema dei danni e di personalizzazione durante la battaglia, infatti, si basa tutto sulla combinazione di due o più mostri per dar vita a creature poderose e dall'elevato tasso offensivo.

    Non tutti i mostri in gioco, però, potranno essere spostati, ma soltanto quelli presenti alla fine di ciascuna colonna posizionata sullo scacchiere: in pratica, dunque, dovrete analizzare attentamente il terreno di scontro, capire quali creature eliminare temporaneamente dal gioco per avvicinare quelle simili tra loro e quando giocare in attacco o in difesa. A seconda dello schieramento orizzontale o verticale, infatti, creerete delle combinazioni votate ora alle mosse offensive ora alla costruzione di barriere utili a proteggervi. Trionfare nei duelli significa anche ottenere punti abilità, perk, monete e ulteriori elementi utili a una progressione sconfinata, imponente e stimolante. Legend of Solgard è insomma un gioco di ruolo strategico estremamente stratificato e che nel lungo termine saprà regalarvi numerose ore di divertimento. Questo non soltanto grazie all'ottimo gameplay e alle infinite possibilità di personalizzazione, ma anche per merito di un'estetica piacevolmente colorata e una direzione artistica dai toni fortemente epici e fantasy. C'è solo un appunto da muovere nei riguardi della produzione, in particolare quando l'immagine del gioco viene estesa a tutto lo schermo del proprio smartphone: sui device muniti di notch, infatti, parte della visuale presente sul bordo superiore del display diventa praticamente illeggibile poiché viene coperta dalla tacca del dispositivo. Nulla che vada a inficiare pericolosamente la bontà del prodotto, ma su cui il team avrebbe potuto lavorare con maggior attenzione al fine di creare un'interfaccia più funzionale che tenesse conto di possibili notch. Questo piccolo elemento renderà insomma praticamente impossibile vedere il numero di punti a vostra disposizione, che saranno necessari per avviare una battaglia. Persino con il buon Oppo RX17 Pro, il device che abbiamo utilizzato per la prova e che monta un particolare e piccolo notch a goccia, la situazione purtroppo non cambia.

    Legend of Solgard Legend of SolgardVersione Analizzata Android GamesLa mole di contenuti e la profondità del sistema di progressione in Legend of Solgard ci hanno impressionato in maniera del tutto positiva. La creatura dei ragazzi di King unisce le meccaniche di un RPG stratificato con tutta la strategia di un match-3. Contribuisce al fascino della produzione anche il setting, la suggestiva mitologia norrena, che si districa attraverso una narrazione piuttosto classica ma comunque appassionante. L'unico difetto è rappresentato dall'abbondanza di icone sull'interfaccia utente, che in presenza di un notch sul proprio smartphone - per quanto piccolo esso possa essere - finiscono col nascondersi totalmente alla vista del giocatore. Se chiuderete un occhio di fronte a questa mancanza, vi troverete ad affrontare un'avventura nordica in miniatura davvero avvincente.

    8.5

    Quanto attendi: Legend of Solgard

    Hype
    Hype totali: 2
    35%
    nd