Mario Golf Super Rush Recensione: sport all'aria aperta su Nintendo Switch

Mario Golf: Super Rush va in buca su Nintendo Switch, proponendo un gameplay stratificato e un'esperienza arcade decisamente densa di contenuti.

Mario Golf Super Rush
Recensione: Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Dimenticatevi la pace tramessa dal percorrere verdi campi erbosi a bordo di comode golf cart: nel Regno dei Funghi, i golfisti non allenano soltanto mira e muscoli, ma anche fiato e resistenza! Privati di veicoli motorizzati, Mario, Peach, Luigi e compagni si sono improvvisati provetti maratoneti, pronti a inseguire di corsa le bizzarre traiettorie delle proprie palline. Questa è la dura legge dello Speed Golf, grande protagonista di Mario Golf: Super Rush, nuova incarnazione della serie Camelot Software.

    Una novità estremamente gradita, che ravviva e amplia la formula dello sportivo arcade in arrivo venerdì 25 giugno, senza però adombrare la formula tradizionale della serie. Tra sfide più convenzionali e veri e propri caotici tutti-contro-tutti in chiave golfistica, il titolo Nintendo va dritto in buca, proponendo un'esperienza in grado di soddisfare un'utenza ampiamente diversificata. Per raccontarvi ogni aspetto della produzione, abbiamo impugnato Putter, Ferri e Legni - ma anche nastri svolazzanti, bombe e fumogeni - e ci siamo avventurati tra i campi di Mario Golf: Super Rush. Se non temete un po' di sana fatica, qualche fulmine destabilizzante e saltuarie tempeste di sabbia, vi invitiamo a recuperare il vostro set di mazze per farci compagnia in questa nostra recensione della nuova esclusiva Nintendo Switch!

    I segreti del golf: rookie tra un esercito di Toad

    Sono ormai diversi decenni che Mario e compagni frequentano più o meno assiduamente i campi da golf, ma come si è diffuso esattamente lo sport nel Regno dei Funghi? A giudicare dallo scenario presentato dalla modalità Avventura di Mario Golf: Super Rush, sembra che l'intera gestione del movimento golfistico del reame ricada nelle mani di un vero e proprio esercito di laboriosi e appassionati Toad. Questi ultimi organizzano tornei, gestiscono negozi specializzati e si occupano persino della coltivazione di nuovi talenti. E nel gruppo di rookie pronti a seguire gli insegnamenti dei maestri di un prestigioso golf club, non poteva ovviamente che esserci anche il nostro protagonista.

    Niente Mario questa volta: a inseguire i sogni di gloria è un versatile alter-ego Mii, del quale potrete definire l'estetica all'avvio della partita. Tra un Par, un Birdie e inevitabili Bogey, la modalità single-player di Mario Golf: Super Rush vede i giocatori destreggiarsi tra buche collocate nel deserto, sulla vetta di massicci montuosi o in prossimità di boschi battuti da violenti temporali. In effetti, a dirla tutta, qualcosa nell'equilibrio climatico del Regno dei Funghi non sembra essere del tutto normale, tra tempeste di sabbia e venti violentissimi. Molti tornei sono addirittura stati sospesi a causa del clima poco favorevole, mentre alcune località hanno ripiegato su varianti "campestri" del golf tradizionale. Ostacoli che non sembrano preoccupare più di tanto il nostro rookie, desideroso soltanto di apprendere sempre più tecniche e strategie per trasformarsi nel Tiger Woods del Regno dei Funghi.

    L'ambizione del nostro Mii e le bizzarre condizioni climatiche del mondo di Mario sono i due elementi trainanti di una campagna in singolo che intrattiene con vivacità e piacevolezza, tra una lezione, un torneo, una sfida a tempo e persino qualche Boss Fight. Superando le diverse aree del mondo di Mario Golf: Super Rush, il giocatore apprende un numero sempre più ampio di mosse, tra tecniche di base e colpi elaborati e spettacolari. Più di un semplice tutorial, la modalità Avventura si presenta come un contenuto strutturato, in grado di introdurre le nozioni fondamentali delle varianti di golf proposte dal titolo Camelot Software e di offrire al contempo un intrattenimento leggero e scorrevole.

    La campagna che vede protagonista il nostro Mii è inoltre permeata da un buon senso di progressione, con costanti nuove aggiunte di gameplay, frequenti cambi di area e una longevità più che interessante. L'avventura, oltre a risultare propedeutica ad una miglior fruizione delle altre modalità di Mario Golf: Super Rush, ha il merito di offrire spazio alla personalizzazione delle statistiche del proprio alter-ego sportivo.

    Accumulando esperienza sul green, l'atleta sale di livello, guadagnando punti da spendere per sviluppare la propria potenza, velocità, resistenza, capacità di controllare il tiro o di imprimere effetti alla pallina. Avanzando nella modalità storia si finirà così per plasmare un Mii personalizzato, che potrà poi essere utilizzato nelle competizioni multiplayer.

    Un contenuto dunque decisamente apprezzabile, in grado di intrattenere ampiamente oltre le dieci ore, che sfiora l'eccellenza senza tuttavia riuscire a raggiungerla. Alcune mancanze impediscono infatti ad Avventura Golf di mettere a segno un punteggio pieno. Tra queste spicca in particolare la conclusione della modalità, che propone un epilogo alquanto frettoloso, tra Boss Fight sì divertenti, ma contenute in numero e piuttosto simili nelle meccaniche.

    Non solo golf: Speed Golf e Battaglia Golf

    Per rinnovare l'esperienza golfistica in chiave mariesca, Camelot ha deciso - letteralmente - di spingere sull'acceleratore. Come già accennato, Mario Golf: Super Rush propone un declinazione videoludica inedita per la saga, che aggiunge alla competizione tradizionale un pizzico di follia Nintendo. Nel Regno dei Funghi, i golfisti hanno infatti scoperto le bellezze dello Speed Golf, disciplina che vede gli atleti inseguire correndo la propria pallina. L'obiettivo è qui non solo quello di arrivare in buca con il minor numero di colpi possibile, ma anche rapidamente.

    Per raggiungere l'obiettivo, ogni azione è consentita: spintonare gli avversari sino a farli cadere in un lago, travolgerli con un'accelerata improvvisa e persino allontanare le loro sfere dalla buca. Le armi a disposizione di ogni personaggio sono principalmente due: uno sprint unico e un colpo speciale, entrambi utilizzabili solamente a date condizioni.

    Nello Speed Golf, una volta colpita la pallina, ogni atleta si carica in spalla la propria attrezzatura, per poi cimentarsi in un inseguimento spericolato. Una barra della stamina regola l'intensità della nostra avanzata, ricaricandosi progressivamente quando alla corsa sostituiamo una semplice camminata. Se colmato oltre una certa soglia, l'indicatore consente di usufruire di una speciale e coreografica accelerata.

    Rotolando su di un uovo colossale nei panni di Yoshi, sfrecciando su missili come Bowser Junior o facendosi trasportare da piccole bombe al servizio dello stilosissimo Re Bob-Omba, si ha la possibilità di travolgere i concorrenti o di abbattere piccoli ostacoli sul proprio cammino.

    Ad accrescere ulteriormente il livello di spettacolarità sul green, ci pensano i tiri speciali a disposizione degli atleti del roster. Ogni golfista può infatti scatenare un colpo ad alto impatto scenico, che oltre ad essere particolarmente potente e preciso, ha anche la capacità di generare un effetto devastante sulle sfere degli avversari, tra possessioni spiritiche e trasformazioni di palline in stelle. I colpi speciali propongono coreografie peculiari, tra una Pauline pronta a intonare "Jump Up! Superstar" per poi colpire la pallina con un microfono, e un Toad che non esita a chiamare in aiuto un gigantesco fungo dorato.

    Vista l'apprezzabile varietà estetica, ci saremmo aspettati per i colpi speciali

    una altrettanto sviluppata differenziazione degli effetti generati, che in diversi casi si dimostrano piuttosto simili. Nonostante ciò, tali mosse restano un elemento imprescindibile per Mario Golf: Super Rush, risultando particolarmente efficaci anche in un'ulteriore modalità: la Battaglia Golf. Declinazione ancora più estrema dello Speed Golf, quest'ultima vede quattro concorrenti affrontarsi in uno speciale stadio, attrezzato con una serie di nove buche non consequenziali. All'interno della medesima arena, i giocatori cercano simultaneamente di mettere a segno tre buche nella maniera più rapida possibile. Inutile dire che gli ostacoli non sono affatto pochi: alle operazioni di sabotaggio messe in atto dai concorrenti si aggiungono infatti temibili Categnacci, bombe, pedane e power-up sparpagliati per l'intera arena. Il risultato finale è una modalità di gioco di stampo party, in grado di infiammare in pochi secondi gli animi più competitivi!

    Ammazza che mazza! Un gameplay stratificato

    Tra gli aspetti vincenti di Mario Golf: Super Rush, troviamo la capacità di Camelot Software di declinare sul green la formula "semplice da apprendere, difficile da padroneggiare" tanto cara a Nintendo. Se è vero infatti che la buca non è mai realmente fuori portata, è altrettanto innegabile che per mettere a segno il colpo perfetto sia necessaria una buona dose di allenamento.

    Gli aspetti di cui tener conto nell'approcciare una buca sono molteplici: direzione e potenza del colpo sono ovviamente i parametri essenziali, sui quali si instaurano però ulteriori variabili. L'inclinazione del terreno, evidenziata tramite un preciso e variopinto reticolato, influenza sia la traiettoria del tiro sia il comportamento della pallina all'atterraggio. A ciò si aggiungono la direzione e l'intensità del vento - la cui influenza è maggiore sui tiri in alta quota -, e la possibilità di colpire la sfera con tiri a effetto.

    Traiettorie leggermente curve o serpentine più ardite sono entrambe opzioni a disposizione dell'atleta, alle quali si aggiungono effetti legati all'atterraggio della pallina, che potrà rotolare per un tragitto particolarmente ampio oppure rallentare grazie rispettivamente a top-spin e back-spin. Aggiungete una fisica convincente legate alla tipologia di terreno ed effetti unici correlati a specifiche mazze e avrete un quadro ancora più completo della stratificazione del gameplay proposto da Mario Golf: Super Rush.

    A ciò si aggiunge un roster di 16 personaggi giocabili, ai quali si affiancano anche i Mii personalizzati nella modalità Avventura Golf. I volti sono principalmente legati alle personalità più note del Regno dei Funghi, dagli immancabili Mario, Luigi e Peach a Yoshi, Toad e Wario, ai quali si affiancano per l'occasione anche Donkey Kong, Bowser Junior, Boo e la carismatica sindaca di New Donk City, Pauline.

    Ogni atleta presenta specifici punti di forza, tra chi, come Re Bob-Omba, punta tutto sulla potenza del tiro e chi, come Toad, preferisce invece specializzarsi in velocità e controllo. Le differenze tra i singoli personaggi non sono però sempre eccessivamente marcate, con il roster che di fatto può essere ricondotto ad una serie di pochi archetipi principali.

    La meticolosa cura nella costruzione delle dinamiche di gioco, supportata da un sistema di controlli efficace e responsivo, rappresenta un

    Un green in crescitaIn occasione del Nintendo Direct trasmesso durante l'E3 2021, il team di Mario Golf: Super Rush ha confermato l'intenzione di ampliare il titolo tramite supporto post-lancio. Al momento, mancano date precise, ma Camelot ha promesso la pubblicazione di DLC completamente gratuiti. Questi ultimi introdurranno ulteriori atleti nel roster dell'esclusiva Nintendo Switch, che potrà peraltro contare anche su di alcune mappe aggiuntive. Tra queste ultime, troverà spazio un campo ispirato a New Donk City, la sfavillante metropoli guidata dalla sindaca Pauline ed esordita in Super Mario Odyssey.

    indiscusso punto di forza per la produzione, che avrebbe però giovato di un'attenzione altrettanto incisiva anche sul fronte delle ambientazioni. Per quanto esteticamente gradevoli, le mappe proposte da Camelot presentano infatti un livello di carisma altalenante, tra sezioni più suggestive che si alternano ad altre decisamente più convenzionali. Un aspetto che potrebbe trovare parziale revisione in futuro, tramite il già confermato supporto post-lancio gratuito per Mario Golf: Super Rush. I campi da golf, strutturati in 18 buche, sono se non altro caratterizzati da una buona varietà, tra dolci colline erbose, irti rilievi montuosi spazzati da mulinelli d'aria, deserti di sabbia e altro ancora.

    Sul fronte tecnico, le forme semplici e i colori sgargianti del titolo Nintendo Switch offrono il proprio meglio sullo schermo della console ibrida. Abbandonando la modalità portatile in favore dell'opzione di gioco su TV, il colpo d'occhio lascia spazio ad alcune sbavature, pur restando complessivamente gradevole.

    Guerra tra golfisti

    Confermando la tradizionale vocazione multiplayer dei gioch Mario, anche la nuova produzione Camelot Software promette di dare il meglio di sé in compagnia. Nonostante la solidità dell'offerta single-player, il DNA di Mario Golf: Super Rush è infatti inequivocabilmente legato alla condivisione dell'esperienza, in grado di soddisfare molteplici esigenze.

    Tra i meriti più netti del titolo è infatti necessario annoverare l'estrema

    versatilità, capace di accontentare sia i giocatori che desiderano un'esperienza competitiva arcade ma comunque più tradizionale, sia coloro che sono in cerca di una formula di intrattenimento ancora più goliardica e scanzonata. I primi possono infatti optare per scontri nella modalità Golf Standard, mentre i secondi troveranno di che soddisfarli nello Speed Golf e tra le arene della Battaglia Golf. In entrambi i casi, gli scontri di Mario Golf: Super Rush sono accessibili a un massimo di quattro giocatori, sia in locale sia online. Qualunque sia il numero di partecipanti, il titolo offre una vasta selezione di opzioni di personalizzazione delle partite. I parametri a disposizione sono davvero moltissimi, per una rassegna di combinazioni ammirevole, che tiene conto del numero di buche da affrontare, delle condizioni metereologiche, dell'ordine di tiro, delle condizioni di vittoria. Disponibili inoltre ulteriori opzioni avanzate, come la possibilità di disabilitare l'utilizzo dei tiri speciali, per una competizione maggiormente bilanciata.

    Evidentemente, l'esclusiva Nintendo Switch offre il meglio di sé in locale, con un consolidato gruppo di amici o parenti, per sessioni che - lo garantiamo - sanno regalare un notevole livello di divertimento, sia che si sfrutti lo split-screen sia che si abbia a disposizione più console.

    Da non sottovalutare a ogni modo anche la possibilità di cimentarsi in scontri a distanza. A tal proposito, segnaliamo che in fase di recensione abbiamo avuto la possibilità di prendere parte ad una breve sessione di gioco in multiplayer online. Nel corso del test effettuato, i server a supporto di Mario Golf: Super Rush ci sono parsi sufficientemente stabili, per un'esperienza di gioco che si è protratta in maniera fluida e piacevole.

    Mario Golf Super Rush Mario Golf Super RushVersione Analizzata Nintendo SwitchMario Golf: Super Rush porta sul green una modalità Avventura decisamente piacevole, in grado di integrarsi in maniera intelligente nell'offerta complessiva del titolo e di intrattenere per un ampio numero di ore. A quest'ultima si affianca l'innovativo Speed Golf, new entry per la saga, e l'ancor più esuberante Battaglia Golf. Un gameplay divertente e stratificato è incastonato da Camelot in una cornice altamente personalizzabile, che punta a offrire il meglio di sé in compagnia di amici e parenti. Alcune mancanze impediscono all'avventura sportiva di raggiungere vette d'assoluta eccellenza, con il titolo che tuttavia compensa le lievi carenze grazie a una mole contenutistica ammirevole. Insomma, per dirla in termini golfistici, Mario Golf: Super Rush non sarà un Albatross, ma riesce a mettere a segno un ammirevole Birdie. Con alcune accortezze ulteriori, l'esclusiva Nintendo Switch avrebbe potuto ambire ad un Eagle, risultato che non ha però ancora abbandonato del tutto il campo: molto dipenderà dalla qualità dei DLC post-lancio che raggiungeranno gratuitamente il green nel corso dei prossimi mesi.

    8.5

    Che voto dai a: Mario Golf Super Rush

    Media Voto Utenti
    Voti: 14
    7.1
    nd