Recensione Mario & Luigi Superstar saga

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Mario & Luigi Superstar saga - 607

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Gba
  • Mario è tornato

    E così la Nintendo, dopo aver riproposto quasi tutti i capitoli che hanno reso famosa la serie di Mario, si presenta con un titolo tutto nuovo, dedicato al baffuto idraulico. Ma invece di restare nei soliti schemi di platform bidimensionale, la Nintendo ci propone Mario, in compagnia di suo fratello Luigi, immersi in un RPG dalle tinte umoristiche.

    Insieme per forza

    Dal titolo è facile intuire come, oltre a Mario, useremo anche il fratello vestito di verde, personaggio che a poco a poco è riuscito a catturarsi l'attenzione di milioni di fan in tutto il mondo, grazie al suo “indomito coraggio” che abbiamo avuto modo di vedere in Luigi's Mansion.
    Luigi in questo gioco non sarà una semplice spalla, anzi, alcune delle fasi più divertenti del gioco sono proprio quelle che lo riguardano.
    All'inizio del gioco è possibile assistere ad una cattiveria compita ai danni della principessa Peach, vittima sacrificale di ogni gioco di Mario che si rispetti.
    Chi potrà mai salvarla?
    Mario naturalmente, ma questa volta ha deciso di portarsi dietro il fratello Luigi, perché l'impresa è davvero difficile... uscire dal Regno dei Funghi.

    Non basarsi sulle apparenze

    Non lasciatevi ingannare da quanto detto poco fa, il gioco, da buon RPG, contiene una trama ricca di colpa di scena e di trovate geniali, unite dallo spirito di ilarità che investe tutto il gioco.
    Eventi di poco conto potrebbero essere problemi insormontabili da superare agli occhi di Luigi, mentre Mario potrebbe vederli con il coraggio che lo contraddistingue.
    Nel gioco inoltre potremo assistere ad una perfetta caratterizzazione dei due protagonisti, supportati da una serie di coprotagonisti che impiegherebbero troppo tempo per essere menzionati singolarmente.
    Difficilmente vi capiterà di annoiarvi nel vedere le gag che si inventeranno i due fratelli, o i bislacchi personaggi che la Nintendo ha deciso di inserire nel gioco. I continui riferimenti a vecchi giochi di Mario, inoltre, saranno una grande spinta per tutti coloro amano l'idraulico italiano.

    Esploriamo...

    Naturalmente un gioco non può andare avanti solo grazie ad una bella trama, se non supportato da una valida giocabilità.
    Da questo punto di vista la Nintendo ha dato il meglio di se, creando un sistema di gioco divertente e ispirato, senza stravolgere troppo la formula degli RPG giapponesi.
    Ma andiamo con ordine.
    C'è da specificare come il gioco sia naturalmente diviso in due modalità di gioco principali: quella sulla mappa e quella in battaglia.
    Quando sarete sulla mappa, potrete vedere distintamente i due membri del vostro team, che guarda caso saranno proprio Mario e Luigi.
    La loro presenza su schermo è indispensabile ai fini del gioco. A differenza della stragrande maggioranza di RPG di stampo giapponese, dove la fase su mappa si traduce semplicemente nella esplorazione a piedi delle città e dei dungeon, senza fare altro che controllare le zone, qui dovremo muovere attivamente i nostri due fratelli.
    Sebbene il gioco non presenti veri buchi dove cadere, ed abbia abbandonato la struttura in 2D per abbracciare un 3D con grafica quasi dall'alto, non mancheranno salti, martellate e quant'altro conosciamo dai tempi di Donkey Kong sino ad ora.
    Le azioni che i due fratelli potranno compiere sulla mappa, andranno acquisite per gradi. Infatti da principio potrete semplicemente saltare, successivamente acquisirete l'abilità di prendere a martellate i nemici o altre abilità che non vi dico per non rovinarvi la sorpresa.
    Ognuno dei due fratelli potrà scegliere quale abilità usare (per esempio Mario è impostato per saltare, mentre Luigi per dare martellate), ed in questo caso, premendo A eseguiremo l'azione relativa a Mario, mentre premendo B eseguiremo l'azione relativa a Luigi. Inoltre i personaggi possono scambiarsi di posto, il che comporta diverse abilità combinate, infatti, mentre il membro in prima fila potrà compiere le azioni sugli elementi della mappa, il fratello dietro compierà le proprie azioni su chi gli sta davanti. Quindi se da una martellata, colpirà il fratello, con susseguente arrabbiatura di quest'ultimo.
    Sebbene a spiegarsi sembri complicato, da fare è molto più semplice che a dirsi.

    ..combattiamo...

    I nemici saranno ben visibili su schermo, e quindi potremo scegliere se entrare in battagli saltandoci sopra o dopo averli presi a martellate. L'importante è stare attenti a non farsi prendere alle spalle per evitare di vedersi privati di preziosi turni.
    Le battaglia infatti si svolgono a turni, che dipendono dalla velocità dei singoli personaggi in battaglia; sviluppate molto la velocità e potrebbe capitarvi di avere due turni consecutivi in battaglia.
    Quando sarà il turno del vostro personaggio dovrete scegliere che azione compiere, e quindi premere A se si tratta di Mario e B se si tratta di Luigi. Inoltre ogni attacco, per fare i danni desiderati, dovrà essere supportato da una calibrata pressione del tasto relativo al personaggio al momento giusto.
    Questo tempismo vale anche per ciò che riguarda gli attacchi nemici, infatti, a secondo del fratello attaccato, dovrete premere A o B per evitare l'attacco. La cosa divertente è che è possibile evitare ogni singolo attacco, il che porta, in caso di grande abilità, a uscire illesi da una battaglia anche molto difficile.
    Nonostante nel gioco non esistano vere e proprie magie, esistono degli attacchi combinati tra i due fratelli che richiedono l'uso di PF (punti fratello); sono attacchi molto forti, ma richiedono estremo tempismo, soprattutto perché non comportano l'uso di uno solo dei due tasti, ma sono necessari tutti e due. Se per esempio Mario dovrà saltare sulla testa dei nemici grazie alla spinta di Luigi, avremo Mario che scatta in avanti grazie alla pressione di A, Luigi che lo aiuta a saltare grazie alla pressione di B, e Mario che schiaccia il nemico grazie alla pressione di A.
    Insomma, nonostante sia a turni, non c'è un solo attimo in cui perdere la concentrazione.

    e facciamo esperienza...

    La crescita di livello avviene grazie ai soliti exp guadagnati in battaglia. Ogni volta che il vostro personaggio aumenta di livello, vedrete aumentare le sue statistiche (forza, difesa, velocità e baffi), ed in più sarà possibile dare dei punti aggiuntivi ad una abilità di vostro gradimento, in modo tale da permettervi di personalizzare i vostri personaggi.
    Sarà inoltre possibile cambiare abito ai personaggi per aumentarne le difese, o dar solo delle spille e medaglie per far guadagnar loro nuovi punti nelle statistiche o effetti bonus.
    Sappiate che il gioco comunque non è fatto per prevedere una forza o una difesa devastante; l'esito di una battaglia dipenderà sempre dal vostro tempismo nello schivare e nel colpire.
    Se siete molto bravi, anche a livelli bassissimi, molto lentamente, potreste battere Boss di inaudita potenza, ma riuscire a schivare è impresa ardua.

    Grafica, sonoro e ultime impressioni

    Già, perchè la grafica che ci viene presentata in questo titolo è quanto di meglio si possa trovare su gba. La grafica è pulita, dettagliata e colorata e perfettamente in tono con l'umorismo e ogni altra caratteristica del gioco. Nonostante la visuale che tende a diventare scomoda in presenza di dislivelli sulla mappa, difficilmente vi sfuggirà qualcosa di ciò che vi circonda.
    Le ambientazioni sono perfettamente ricreate, e si passa da deserti a foreste, da montagne impervie a splendide pianure.
    Il tutto è accompagnato da una colonna sonora che, nonostante si rifaccia molto ai vecchi capitoli della saga, riesce a conquistare anche coloro che conoscono Mario per la prima volta.
    Gli effetti sonori poi sono presi direttamente dai vecchi giochi, e le voci digitalizzate dei due fratelli riescono sempre a strappare un sorriso (soprattutto quella di Luigi).
    Che dire, l'unico motivo per non comprare questo titolo è non possedere un gba e neanche un GBPlayer per GC. Il gioco vale ogni singola moneta spesa, la qualità audio e video è ad altissimi livelli, la giocabilità è immediata e divertente, e la longevità si assesta su buoni livelli (circa 30 ore).
    Se a questo aggiungete la grande quantità di minigiochi presenti nel titolo ed la perfetta localizzazione in italiano, capirete che ci troviamo di fronte ad un capolavoro.
    L'unico motivo che potrebbe spingervi a non prendere il titolo è che in un RPG volete una trama solenne, perché ricordate che questo Mario e Luigi: Superstar Saga è un immane quantità di risate, dall'inizio alla fine.

    Che voto dai a: Mario & Luigi Superstar saga

    Media Voto Utenti
    Voti: 17
    8.4
    nd

    Altri contenuti per Mario & Luigi Superstar saga