Recensione Mario Power Tennis per Nintendo GameCube

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Mario Power Tennis per Nintendo GameCube - 2564

Mario Power Tennis
Recensione: Nintendo Wii
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Wii
  • NGC
  • Wii U
  • Mario, l'idraulico tuttofare!

    In molti si chiedono come faccia Mario a trovare il tempo per svolgere il suo mestiere di idraulico: salvare principesse, correre sui kart, partite di golf, tennis e pallacanestro...
    Il baffuto eroe Nintendo in pochi anni è diventato un tuttofare, soprattutto dopo aver spremuto all'ennesima - anzi alla sessantaquattresima - potenza questo personaggio su Nintendo64, dove è stato ridato lustro alle mascotte Nintendo con moltissimi titoli sportivi: tra tutti, Mario Golf e Mario Tennis, entrambi affidati al team Camelot, che hanno svolto un ottimo lavoro. E ora, a distanza di anni, entrambi i titoli sono stati riproposti sul cubetto con risultati eccezionali!
    Così, dopo l'ottimo Mario Golf: Toadstool Tour, pochi mesi dopo i possessori del GameCube possono festeggiare con Mario Power Tennis, un titolo che vede, come suggerisce il titolo, le più famose mascotte Nintendo sfidarsi a suon di palline da tennis!

    Torna il duo Wario e Waluigi

    Una delle cose più divertenti di Mario Golf: Toadstool Tour era il video iniziale e la chiara simpatia del team Camelot verso le nemesi di Mario e Luigi, Wario e Waluigi, divenuti coppia irresistibile comico-demeziale che ne subisce di tutti i colori con effetti veramente esilaranti.
    E nemmeno per questo seguito dal 64 bit i programmatori si sono astenuti da presentare il gioco con un video davvero eccezionale, in cui il duo, eliminato da subito nel torneo, decide con l'aiuto di Bowser di vendicarsi sui fratelli idraulici.
    Dopo qualche le risate causate dall'introduzione, si apre un menù accattivante in cui compaiono tutte le modalità disponibili; dopo aver settato le opzioni per bene, la cosa migliore da fare è una partitina in Esibizione, tanto per prendere confidenza con i comandi; riguardo a questo, bisogna dire, si sente la mancanza di una modalità tutorial attraverso il quale il giocatore possa capire per bene il funzionamento del gioco. Già, perché solo dopo qualche partita si riuscirà a giocare nei migliori dei modi e cominciare a fare sul serio!

    Un super colpo e via!

    Sono presenti tre livelli di settaggio per i comandi. C'è la possibilità di impostare il gioco in modo da utilizzare solo il tasto A: si tratta di una semplificazione studiata appositamente per i neofiti, che ai più esperti rivela tutta la sua limitatezza dopo pochissimo tempo, dato che con la sola pressione del tasto A si possono effettuare anche i super tiri. La migliore impostazione per cominciare è quella semi-automatica, dove con A si effettuano i colpi normali e con X i super tiri, sia in attacco che in difesa; in base alla situazione, si attiverà la soluzione adatta. Quando avrete fatto pratica e sarete veramente esperti, potrete passare al settaggio completamente manuale, il che significa che starà a voi decidere se effettuare un super tiro di recupero o di attacco. Infine, comune a tutti, premendo A e poi B si effettua un pallonetto.
    Già, ma cosa intendiamo per "super tiri"? Non sarebbe più un gioco di tennis Nintendo, se fosse un normale simulatore di questo sport. La caratteristica più interessante del titolo Camelot, infatti, è la possiblità di effettuare colpi speciali, due specifici per ogni personaggio, uno di attacco e uno di difesa.
    Durante la partita, dopo qualche scambio, il vostro personaggio si caricherà e sarà in grado di utilizzare un super colpo: se lo effettuerete al posto di un tiro normale, un piccolo video mostra l'attacco speciale. Si può trattare di un colpo potentissimo, una palla ad effetto o altro il modo da mettere in difficoltà l'avversario. Se invece non riuscite a raggiungere la palla poiché il nemico vi ha spiazzato, ecco che potrete rimediare grazie ad un colpo speciale di recupero che, sempre dopo un brevissima sequenza animata, vi permetterà di ribattere la palla nella metà campo avversaria. Ma se per caso foste degli sportivi integerrimi, e vi stufaste di ricorrere a questi meschini trucchi, Camelot ha inserito un'opzione per disattivarli, in modo da giocare una partita di tennis normalissima: così facendo, il titolo si rivela un ottimo simulatore.

    Un campo per ogni occasione

    Dopo esservi allenati a sufficienza nella modalità Esibizione, con qualche partita veloce o contro gli amici, potrete cimentarvi con il vostro personaggio nel torneo! Saranno disponibili due tipi di tornei, quelli sui campi classici o quello sui campi speciali, entrambi da disputare in singolo e il doppio. E qui la longevità è garantita, poiché partecipare ad entrambi i tornei con tutti i personaggi diventa un'impresa e, a dire il vero, qualcuno potrebbe anche annoiarsi dopo averli terminati con i primi personaggi. Nel torneo classico, giocherete in campi normali all'interno del PalaPeach, dove ad eliminatorie di otto personaggi, il vostro obiettivo sarà di vincere tre coppe, fungo, fiore e stella e diventare i campioni.
    In quello speciale la cosa si farà dura, dato che che in Mario Power Tennis sono presenti dei campi particolari che renderanno la sfida interessante ma allo stesso tempo molto ardua: giocherete nel cortile di Luigi's Mansion, con fantasmi che vi rallenteranno, nella giungla di DK con coccodrilli affamati, nel porto di Mario Sunshine dove dovrete evitare che la palla cada in acqua, e molti altri campi ancora.
    Terminando i tornei sbloccherete altri campi, personaggi, minigiochi o modalità.

    Gioca che ti passa

    Per aumentare il divertimento, i programmatori hanno deciso di inserire varie modalità per ogni campo. Oltre a decidere il numero di set e match, potrete decidere se giocare normalmente, disputare una gara ad anelli o con gli oggetti!
    Nella gara ad anelli, sopra la rete di divisione del campo, appariranno degli anelli: facendo passare la pallina attraverso, il giocatore accumulerà punti e, quando uno dei due riuscirà a battere l'avversario, tutti i punti accumulati verranno sommati nel punteggio totale, con lo scopo di raggiungere la cifra prefissata prima dell'incontro. Nella sfida con oggetti c'è stata la fusione intelligente tra Mario Kart e Mario Tennis: sopra la rete appariranno le scatole speciali viste nel racing game Nintendo e, colpendole con la pallina, permetteranno di sfruttare gusci che piombano verso l'avversario per rallentarlo, lampi che rimpiccioliscono, invincibilità che permette di andare più veloce e rende invulnerabili e così via. Pur essendo una trovata geniale, la pecca di questa modalità è che a breve diventa caotica, facendo passare in secondo piano la partita di tennis poiché ci si deve concentrare maggiormente sugli oggetti. Inoltre, come se non bastasse, sono presenti alcuni divertenti minigiochi da affrontare da soli o con gli amici, tutte incentrate naturalmente sullo sport in questione. Tanto per citarne alcuni, lo scopo sarà ribattere palline di vernice per colorare il faccione di Mario disegnato su un muro, lanciare palline di acqua nella metà campo avversaria per pulire le macchie di sporco, sconfiggere Bowser Matic ribattendo le Bob-Omb o ancora accumulare punti lanciando le palline addosso a dei categnacci, ma facendo attenzione a non farli arrabbiare scaraventandogli addosso bombe per sbaglio!

    Realizzazione più che buona

    Tecnicamente Mario Power Tennis si avvicina a Mario Golf, anche se qualche miglioramento è stato fatto. Graficamente siamo su buoni livelli, rifinita e colorata in perfetto stile Nintendo, senza un rallentamento, grazie anche alla possibilità di visualizzare il gioco a 60 Hz. I personaggi sono tutti curati e le varie animazioni divertono, e in alcuni casi fanno gridare al colpo di genio, permettendo di apprezzare maggiormente il titolo la cura riposta nella sua realizzazione. Idem per il sonoro, musichette carine e soliti effetti sonori, che non danno fastidio e che allietano il giocatore durante le ardue sfide a colpi di tennis. Inoltre il gioco è molto longevo, anche se ancora una volta l'asso nella manica è data dal multiplayer, qui divertentissimo grazie alla velocità e alla frenesia del gioco, e il gioco a coppie sarà veramente esilarante con insulti in caso d'errore o complimenti al compagno di squadra, per un divertimento praticamente infinito, accompagnando i giocatori alla classica "ultima partita e dopo basta". In singolo, benché sulla carta appaia sterminato, rischia di stufare: nonostante ci sia da fare molto, completare i tornei con tutti i personaggi potrebbe portare molto in fretta dal divertimento alla noia, sentendosi obbligati a fare l'ennesima partita solo per sboccare tutto. Ma, d'altronde, qui non si poteva ovviare con molte altenative e Camelot va lodata per essersi sbizzarrita cercando di rendere il gioco vario e veloce.

    Mario Power Tennis Mario Power TennisVersione Analizzata GameCubeMario Power Tennis è un gran titolo che merita di essere giocato da tutti, anche se non siete degli appassionati del genere. Tecnicamente molto buono e divertente, grazie alla velocità e la gran varietà di modalità il gioco è un acquisto obbligato per chi ha possibilità di giocare con gli amici. In singolo, purtroppo, alla lunga potrebbe portare alla noia, ma nonostante ciò vale la pena di scendere in campo per provare una partita. Nintendo e Camelot ci hanno regalato un altro titolo di ottima fattura e speriamo che in futuro la collaborazione continui ad essere così fruttuosa, realizzando altri titoli oltre ai soliti sportivi, come ad esempio il tanto desiderato Golden Sun per GameCube.

    8

    Che voto dai a: Mario Power Tennis

    Media Voto Utenti
    Voti: 55
    7.2
    nd