Massive Darkness Recensione: un dungeon crawler... da tavolo

Dopo il grande successo riscosso su Kickstarter, il board game Massive Darkness è ora disponibile per tutti: il resoconto della nostra esperienza.

recensione Massive Darkness Recensione: un dungeon crawler... da tavolo
Articolo a cura di

Massive Darkness nasce dall'ennesima campagna di successo di CMON su Kickstarter che, grazie ad Asmodee, giunge finalmente a disposizione del grande pubblico. Il gioco è figlio di Zombicide - Black Plague, da cui prende in prestito determinate meccaniche ludiche: tuttavia, grazie ad alcune idee originali, riesce a distanziarsi dal suo augusto genitore e a guadagnare una propria identità specifica, diventando molto più simile ad un dungeon crawler di stampo classico.

Zombicide incontra Descent

Di base questo board game è un dungeon crawler cooperativo da 1 a 6 giocatori, in cui occorre completare vari obiettivi all'interno di sotterranei modulabili, dove gli avversari si muovono in autonomia, e quindi non sono controllati dai partecipanti. Il round è diviso in quattro fasi:

1) Fase degli eroi: qui i giocatori attivano a turno il proprio eroe. Le azioni sono quelle classiche: attaccare, muoversi, saccheggiare, azionare poteri, e via discorrendo. È importante comunque ricordare che ogni mostro che non viene sconfitto dai vostri colpi attuerà un immediato contrattacco, quindi è meglio non rischiare di finire travolti dal fuoco incrociato!

2) Fase dei nemici: i vostri avversari agiscono seguendo pattern prestabiliti, che li portano a dare la caccia al giocatore con più esperienza o a quello più vicino (similmente a come avviene in Zombicide). Ci sono tre categorie di creature: l'orda, composta da un boss e vari gregari che si muovono comunque come una singola unità; gli agenti, che hanno la capacità, se non eliminati velocemente, di evocare alleati aggiuntivi; ed infine i più grossi e pericolosi, ovvero i "mostri erranti".

3) Fase di esperienza: in questo caso la palla torna agli utenti, che potranno scegliere come spendere i preziosi punti esperienza guadagnati dall'abbattimento dei nemici. Ogni eroe infatti dispone anche di una classe (la cui attribuzione per ogni personaggio è a totale discrezione dei partecipanti) con un suo specifico albero di talenti dal quale scegliere poteri e abilità aggiuntive. Gli XP vengono sempre dati a tutti i giocatori, non solo a quello che ha sconfitto il mostro: in questo modo si incentiva il gioco di squadra, e non si penalizzano gli eventuali curatori o personaggi con classi di supporto.

4) Fase eventi: a questo punto si estrae dal mazzo omonimo una carta, che quasi sempre prevede la comparsa di nuovi avversari. Ma a volte la fortuna può sorridere ai giocatori e concedere loro alcuni preziosi bonus.

Questo è, grosso modo, lo svolgimento dei round, che si ripete fino al completamento dell'obiettivo o alla morte di tutto il gruppo. Nella corposa scatola sono presenti dieci missioni, tutte molto ispirate, ma è possibile crearne di proprie o scaricarne altre da internet. Il gioco è strutturato per far sì che le varie avventure possano essere giocate singolarmente, svincolate le une dalle altre. Così facendo non si avverte la necessità di avere sempre gli stessi partecipanti per far progredire l'esperienza. È presente però anche una modalità "campagna" che prevede un avanzamento continuo degli stessi eroi in un ventaglio di più missioni. Purtroppo questa tipologia risulta poco accattivante, principalmente a causa di un background generale poco approfondito, per non dire del tutto assente. Info VarieDurata: 90'-120'
Numero di giocatori: 1-6
Numero ideale di giocatori: 3-4
Tipologia: cooperativo
Complessità: medio-bassa
Publisher: Asmodee
Lingua: italiano
Età: 14+
Prezzo suggerito: 120 euro

Molto interessante è il sistema di progressione/esplorazione delle aree di gioco: ogni plancia viene numerata in modo crescente, e in ogni nuovo settore aumenta il potere dei nemici, la qualità degli oggetti trovati e il livello massimo dei personaggi. In questo modo si riesce a proporre una sfida sempre abbastanza equilibrata rispetto alle capacità degli eroi, oltre a rendere costantemente interessante la fase di ricerca degli strumenti utili. Gli equipaggiamenti sono molti e ben diversificati, ed il ritrovamento dell'arma più performante o adatta al proprio stile è una parte fondamentale e appagante dell'avventura complessiva. Inoltre, quando compare un nemico, viene generato anche un equipaggiamento casuale: questa trovata mantiene una certa varietà nei mostri che si incontrano (che sono comunque piuttosto numerosi e diversi tra loro). Tornando a parlare del tabellone, si nota subito che vi sono aree illuminate ed altre buie: questo non è un orpello esclusivamente grafico, ma una componente strutturale di Massive Darkness. Infatti nelle zone d'ombra gli eroi possono avere accesso ad abilità speciali o, in alcuni casi, sfruttare l'oscurità per nascondersi dalle creature.

Numero di giocatori e durata complessiva

Massive Darknessè bilanciato con qualsiasi numero di giocatori (1-6), infatti i nemici diventano più forti e numerosi in base al quantitativo di partecipanti, così da mantenere la partita in equilibrio.

Quello che cambia invece è il tempo di gioco: fino a quattro giocatori, una sessione si assesta sulle due ore, mentre con sei utenti, si può anche arrivare alle cinque ore. Fortunatamente i turni sono molto serrati, e la semplicità delle regole non fa pesare il dilatarsi delle tempistiche.

Pro

Massive Darkness è un prodotto dalle meccaniche intuitive e divertenti, che necessitano però di un minimo di strategia e di pianificazione, sia negli scontri che nella crescita del vostro eroe. La sua semplicità si adatta bene anche ai neofiti, che dopo pochi turni saranno perfettamente in grado di muoversi in autonomia. Il manuale è chiaro e ricco di esempi, e il resto dei materiali è di ottima fattura. Sulle miniature come sempre c'è poco da dire, la qualità è altissima e la loro quantità è imponente: sono infatti più di 70 all'interno della scatola base.

Contro

Il gioco non è sicuramente adatto a chi ama i board game più strategici e di piazzamento: qui la fortuna la fa da padrona ed il lancio dei dadi è all'ordine del giorno, quindi se siete amanti del genere "german" vi conviene stare alla larga.

Purtroppo la vera nota dolente è il costo, che si aggira sui 120 euro. Sicuramente sarete ripagati dalla mole e dalla qualità dei contenuti, ma è comunque una cifra di cui tenere conto, soprattutto considerate le possibili alternative che sono presenti sul mercato.

Espansioni

Sono in arrivo (targate Asmodee e previste verso maggio) diverse espansioni che aggiungono nuovi mostri ed eroi. Nulla di assolutamente necessario: la scatola base regala già una buona varietà, ma è probabile che alla lunga decidiate di fare qualche acquisto per aggiungere nuova linfa alle partite.
Se avete Zombicide - Black Plague, vi consigliamo di recuperare il set che permette di usare le sue creature e i suoi personaggi nelle partite di Massive Darkness. Si tratta comunque di un'aggiunta recuperabile solo tramite acquisto online, impossibile da reperire nei negozi (era un'esclusiva della campagna Kickstarter). Se invece desiderate qualche classe in più, sul sito del gioco potrete scaricare gratuitamente tutte le schede.

Giochi da Tavolo e Board Game Giochi da Tavolo e Board GameVersione Analizzata MultiMassive Darkness è divertente ed appassionante, con una mole incredibile di miniature di altissima qualità. Sfortunatamente, tutto questo materiale si paga (e anche tanto). Se siete amanti dei dungeon crawler solidi e frenetici, nei quali affettare decine di mostri, qui troverete tutto quello che vi serve. Purtroppo, la mancanza di una campagna ben strutturata e di un'ambientazione ispirata non permette a questo gioco di conquistare quelle vette che, viste le ottime meccaniche, avrebbe potuto facilmente raggiungere.

7.5