Recensione Maximo Vs Army of Zin

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Maximo Vs Army of Zin - 1134

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • La favola del videogioco
    cattivo

    C'era una volta un videogioco di nome
    Maximo. Suo papà si chiamava Ghosts 'n' Goblins e sua mamma si chiamava
    Capcom. Suo padre era famoso in tutto il mondo, amato e rispettato da tutti i
    videogiocatori e Maximo, da buon figlio, non voleva assolutamente far fare
    brutta figura a mamma e papà. Anzi, voleva essere migliore dell'illustre
    genitore. Non gli bastava essere più giovane, tirdimensionale e con una grafica
    e un sonoro della nuova generazione, voleva anche avere una giocabilità
    superiore. Ma fece un errore... fu poco gentile con i videogiocatori: li
    maltrattava, gli faceva ripetere tutto uno stage se morivano e non gli
    permetteva di salvare se non ogni tanto... Per questo, nonostante fosse un bel
    gioco, tutti inizarono a temerlo e ad evitarlo. Maximo capì di essere stato un
    po' presuntuoso e se ne pentì; per questo mamma Capcom decise di dare un'altra
    possibilità al proprio figliolo. Per prima cosa lo mandò a scuola da un suo
    fratello di nome Devil May Cry poi gli fece insegnare qualche tucchetto dallo
    zio Black Tiger e da papà Ghosts'n'Goblins. Dopo lunghe e durissimi
    allenamenti Maximo tornò da mamma Capcom e le disse di essere pronto per tornare
    nel mondo dei videogiocatori, forte di un look più curato e di un gameplay
    rinnovato. Ottenuto il permesso della madre, Maximo si accinge a tornare nel
    mondo che una volta lo aveva ripudiato. Riuscirà a riconquistarsi la fiducia di
    coloro che aveva maltrattato?

    Il ritorno del Cavaliere coi mutandoni

    La storia ha inizio qualche anno dopo la
    vittoria di Maximo sull'usurpatore Achille, il feroce mago che lo aveva ucciso
    e rapito Sophia, sua promessa sposa. In una notte di plenilunio il cavaliere
    soccorre una ragazza inseguita da un misterioso gueriero meccanico. Mentre
    infuria la battaglia giunge in aiuto del nostro eroe Grim Reaper, meglio
    conosciuto come "La Morte". Oltre ad aiutare Maximo, Grim lo avvisa che qualcosa
    di misterioso sta succedendo e che è tornato il momento di unire le forze per
    sconfiggere un nuovo nemico, l'armata di Zin, un esercito meccanico creduto
    ormai sconfitto e imprigionato in un forziere da cinquecento anni: per qualche
    misterioso motivo, i guerrieri Zin sono di nuovo liberi e sul piede di guerra.
    Come hanno fatto a liberarsi dal forziere in cui lord Hawkmoor li aveva
    rinchiusi cinque secoli addietro? Riusciranno Maximo e Grim Reaper a riportare
    la pace nel mondo?

    La solita minestra
    oppure.....?

    Per coloro che non hanno avuto l'ardire di affrontare il
    primo episodio di Maximo riassumiamo i punti salienti del Gameplay: il gioco è
    un action game con visuale in terza persona e inquadratura alle spalle del
    protagonista. Impersonate Maximo, un guerriero dalle dubbie origini
    ellenico/medievali (nel senso che sembra un guerriero Greco catapultato nel
    Medioevo), il cui obiettivo principale è quello di attraversare una serie di
    livelli popolati di nemici, di varie forme e dimensioni, e di ostacoli naturali.
    Per difendersi dai nemici Maximo ha a disposizione inizialmente una spada, uno
    scudo e un'armatura. L'armatura però non è indistruttibile e, una volta subiti
    un certo numero di danni, si può rompere lasciando il nostro impavido eroe
    vestito solo di un paio di deliziosi boxer tempestati di cuoricini; subire
    ulteriori colpi porta il guerriero a un prematuro ritorno al mondo dei morti da
    cui proviene. Se, al contrario, si sconfiggono i nemici, dai loro resti
    spunteranno vari tipi di bonus: delle anime per la gioia di Grim Reaper; dei
    Power Up tra cui boccali di birra (per recuperare energia), delle armature e
    degli scudi, che ricaricano una barra energetica secondaria. Oltre a questi
    bonus vengono lasciate dai nemici anche molte monete che potranno essere
    utilizzate per comprare oggetti dai mercanti che incontrerete attraversando i
    livelli. Questi oggetti si dividono per categoria: arma, scudo, armatura e
    boxer. Acquistando bonus arma potrete aumentare i colpi di spada eseguibili da
    Maximo; questi colpi però richiedono quasi sempre una certa quantità di energia
    della barra secondaria; comprando dei bonus scudo potrete munirvi di abilità
    aggiuntive sia per la vostra difesa che per l'attacco: lo scudo diventerà un
    arma da lancio, in grado di rimbalzare su più nemici o di cecarli, oltre che un
    magnete per calamitare verso di voi i tesori altrimenti irragiungibili;
    comprando bonus armatura potrete recuperare in difesa e salute e comprando dei
    boxer.. beh, si, ora si possono anche acquistare delle nuove paia di mutande,
    ognuna con una sua abilità personale e tutte estremamente utili! Con l'avanzare
    nel gioco troverete altre armi e nei negozi vi verranno messi a disposizione
    altri Power Up espressamente dedicati ad esse. L'ultimo bonus che si può
    raccogliere è la sfera di anima. Raccogliendone a sufficienza potrete caricare
    un'altra barra energetica, che dà a Maximo la possibilità di evocare e
    controllare Grim Reaper. La morte, neanche a farlo apposta, è immortale; inoltre
    è armata, pericolosa e fortissima per cui, nel limitato tempo in cui verrà
    evocata, permetterà di eliminare moltissimi nemici con poche falciate. Esiste
    anche un Power up che permette di aumentare il tempo di evocazione di Grim, ma
    richiede, di contro, un numero di anime ancor maggiori. In Maximo Vs Army of Zin
    un ruolo importantissimo è ricoperto dagli abitanti dei villaggi. Lungo il
    vostro percorso vi capiterà molto spesso di attraversare qualche borgo, di
    solito invaso dagli Zin. Dovrete perciò difendere gli inermi contadini rincorsi
    dai metallici nemici: se riuscirete nell'impresa, essi manifesteranno la loro
    gratitudine in varie maniere: qualcuno vi darà una chiave che serve ad aprire un
    forziere, altri vi daranno dei soldi o delle armature, altri ancora dei
    suggerimenti. Spesso dovrete salvare anche i mercanti dal nemico: costoro, come
    ricompensa, vi permetteranno di comprare degli oggetti in loro possesso. Per
    concludere la carrellata sul gameplay non possiamo non citare la presenza di
    svariati boss da affrontare e di passaggi segreti da scoprire: inoltre, come in
    Ghosts'n'Goblins, saltando in determinati punti dello schermo emergeranno dal
    terreno dei forzieri carichi di bonus, monete e armature. Trovarli tutti sarà un
    impresa ardua, ma non impossibile...

    Un cavaliere è coraggioso ma anche elegante

    Tecnicamente, Maximo è realizzato in
    maniera davvero impeccabile: se da un lato non sorprende per la presenza di
    personaggi ultra dettagliati o effetti di luce sconvolgenti, dall'altra abbiamo
    degli ambienti comunque dettagliatissimi e delle texture tra le migliori mai
    viste su PS2, egregiamente definite e variegate. Inoltre l'anti aliasing è
    stato implementato in maniera impeccabile per cui è rarissimo vedere quelle
    "scalette" tanto presenti quanto odiate nei primi giochi della console Sony. Il
    look dei personaggi è molto curato, sia come design che come realizzazione
    tecnica. Gli Zin sono molto variegati nell'aspetto, nelle peculiarità di
    combattimento e nel comportamento in battaglia; nonostante non siano dei modelli
    poligonali molto sofisticati sono realizzati in maniera esemplare, conferendo
    loro un look molto "lamieroso": sembrano proprio fatti di lamiere rivettate tra
    di loro. Infine, è molto simpatico e originale anche il modo in cui entrano in
    combattimento sparati da un cannone. Anche il protagonista ha subito un forte
    lavoro di Make Up: oltre ad essere composto da un numero superiore di poligoni
    ha delle animazioni molto più curate e più varie. Per ultimi, i fondali non sono
    da meno, nè come realizzazione tecnica nè come varietà: si passa da villaggi in
    fiamme a boschi infestati da spiriti, poi per grotte impregnate di zolfo, prima
    di raggiungere il forziere in cui si trova il regno degli Zin. I venti e più
    schemi sono inoltre molto vasti. Il sonoro va di pari passo con la grafica. Le
    musiche sono tutte realizzate in stile cupo e orchestrale e legano bene con il
    look gotico e grottesco del resto del gioco. Il parlato è rimasto in inglese ma
    almeno è recitato bene, il che è di gran lunga preferibile a dei dialoghi in
    italiano recitati coi piedi.

    Bentornato
    Gameplay!

    Possiamo tranquillamente concludere che Maximo Vs
    Army of Zin è un bellissimo gioco: il gameplay recupera quanto di buono c'era
    nel primo capitolo e aggiunge degli elementi che, seppur non siano propriamente
    nuovi o originali, sono collaudatissimi e ben realizzati. L'aggiunta dei colpi
    di spada da acquistare e il metodo di valutazione delle combo sono presi a piene
    mani da Devil May Cry. Chiunque abbia giocato al primo capitolo di DMC si
    accorgerà che buona parte dei fendenti che può eseguire Maximo sono quelli che
    può effettuare anche Dante. Inoltre il salvataggio dei contadini era stato
    ampiamente usato alla fine degli anni '80 in giochi come Black Tiger.
    Nonostante tutto, il mix di elementi di gioco risultante è una miscela davvero
    esplosiva, capace di coinvolgere dal primo minuto di gioco senza mai frustrare
    il giocatore. Il livello di difficoltà, difatti, è finalmente calibrato alla
    perfezione: si può salvare al termine di ogni stage e durante un livello sono
    presenti dai 3 ai 4 checkpoint. La difficoltà tra un livello e un altro cresce
    costantemente ma mai esageratamente e i boss di fine livello non sono mai
    impossibili. Se poi volete davvero dimostrare di essere bravi potete selezionare
    il livello di difficoltà "Hard", oppure tentare di completare al 100% tutti i
    livelli, trovando tutti i bauli nascosti, eliminando qualunque Zin e salvando
    tutti i contadini. Insomm,a di cose da fare ce ne sono a sufficienza per
    coinvolgere un giocatore per parecchio tempo. Un acquisto caldamente consigliato
    ai fan degli action game, come a tutti gli altri giocatori....

    Che voto dai a: Maximo vs Army of Zin

    Media Voto Utenti
    Voti: 10
    7.9
    nd

    Altri contenuti per Maximo vs Army of Zin