Recensione MDK 2

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco MDK 2 - 5302

recensione MDK 2
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Wii
  • Pc
  • L'eroe suo malgrado, un cane col sigaro, lo scienziato pazzo. Questo è MDK 2. Un titolo che si può a prima vista definire bizzarro. L'introduzione ci mostra un albo di fumetti, disegnato discretamente, che narrà gli antefatti del gioco che andremo ad analizzare. In poche parole, l'eroe della situazione, un certo Kurt, grazie alla geniale invenzione del suo capo, il dottor Fluke Hawkins, riuscì a salvare la terra dalla consueta minaccia aliena e a riportare un'ancora più consueta pace. Ovviamente la situazione non poteva rimanere serena a lungo, altrimenti come si fa a fare un seguito? Ecco che quindi gli alieni ritornano e di conseguenza ecco arrivare anche Mdk2, in cui voi sarete chiamati a difendere la terra sotto le spoglie di Kurt ma non solo. Infatti in questo secondo capitolo dovrete anche impersonare il fedele cane robot del dottor Hawkins ed il dottore stesso. Prima però di vedere che cosa ci riserverà il gioco andiamo ad osservare da vicino il comparto grafico.

    Effetti visivi

    Il primo impatto con la grafica di Mdk2 è decisamente positivo. Alla Bioware hanno senza ombra di dubbio fatto uno splendido lavoro; lo schermo è pieno di poligoni, in particolare alcune locazioni sono enormi, con strutture complicate e affascinanti. Vi sono poi anche splendidi effetti di luce, sia come illuminazione che come riflessi ed esplosioni. E tutta questa meraviglia si muove splendidamente senza l'ombra di un rallentamento. O meglio. Nelle situazioni più caotiche, con una marea di nemici su schermo, si ha la vaga sensazione che il tutto vada un poco più piano ma non ci sono scatti o disturbi di altra natura. Semplicemente il gioco è un pochetttino più lento, tutto qua. La giocabilità e la spettacolarità non ne sono per niente minate. Incredibilmente affascinanti sono poi certe locazioni. Certe strutture aliene sono studiate fin nei minimi particolari e in alcuni momenti rimani quasi incantato ad osservarle tralasciando i nemici.

    Ma questo gioco prende ?

    Oh, non ci sono dubbi. Mdk2 vi prenderà come pochi giochi sono riusciti a fare ultimamente. Voi impersonerete a turno uno dei tre personaggi disponibili, quindi o Kurt, o il cane Max, o il dottore. A ognuno dei tre corrisponde un differente stile di gioco, ad esempio il cane affronterà stage che metteranno a dura prova la vostra padronanza del sistema di controllo, il dottore, invece, dovrà vedersela con una serie di enigmi più o meno complicati. Questa soluzione adottata dai programmatori dovrebbe rendere il tutto un po' più vario e soprattutto meno noioso. Funziona? Diciamo che funziona bene quando si passa dai livelli del dottore ai livelli di uno degli altri due personaggi. Infatti tra Kurt e Max non è che le differenze siano poi così tante, più che altro negli stage in cui manovreremo il cane si sparerà un po' di più e si penserà un po' di meno e viceversa. La visuale sarà sempre dietro il vostro personaggio e la telecamera la comanderete voi con lo stick analogico. Eh? Vi starete chiedendo. Si, lo stick analogico non viene qui utilizzato per i movimenti ma solo e unicamente per la telecamera. Il personaggio però non sarà nemmeno controllato con il pad digitale, bensì con i tasti A, B, X e Y. Proprio così, rispettivamente indietro, destra, sinistra e avanti. E per le diagonali basterà premere due tasti contemporaneamente. Forse qualcuno storcerà il naso a sentire un sistema di controllo di questo tipo ma vi posso assicurare che è quanto di meglio abbia avuto modo di provare. Anche se all'inizio si fa una certa fatica dopo un po' ci si rende conto di quanto pratico sia, e questo perchè hai sempre sotto controllo la telecamera e puoi guardare come e quando vuoi tu. Ottimo quindi il sistema di controllo. Parliamo della giocabilità in se e per se. Dicevo prima come questo gioco prenda. Ciò è dovuto in gran parte all'impostazione ironica e divertente del tutto. Fin dall'introduzione capirete subito che non vi trovate di fronte ad un gioco "normale". Benchè la trama sia di una scontatezza illimitata, la storia, lo stile, i personaggi, i nemici, tutto viene condito da un umorismo sopra le righe, mai noioso o banale. C'è una qualche scintilla in Mdk2 e la vedi. E' un gioco che quindi non vuole riproporre i soliti clichè degli alieni cattivi che ci vogliono annientare, ma che prende spunto da questi e li prende in giro. Ed è così che Mdk2 riesce a prenderti. Distruggere quintalate di alieni buffi e idioti che fanno versi ancora più idioti è uno spasso unico, sparare con ben quattro "uzi" contemporaneamente (il cane Max ha quattro zampe/mani) e vedere i nemici esplodere in tanti pezzetti con liquido verde da tutte le parti e tu che ci passi in mezzo e nuovi nemici che continuano ad arrivare e tu che continui a sparare e alla fine non capisci più una mazza però ti stai divertendo come un matto.... questo è Mdk2. Però, c'è un piccolo difetto. Questo titolo è perfetto ma un appunto devo farlo. E' di una difficoltà paurosa. Qualcuno ha presente Ecco The Dolphin? Molto peggio. Mdk2 è la frustrazione. Spesso vi troverete di fronte a dei passagi in cui vi verrà spontaneo dire: "No, ma questi sono pazzi, non riuscirò mai a fare una cosa del genere". Per giocarci bisogna quindi armarsi di pazienza e tenacia e avere soprattutto dei nervi d'acciaio. Il tutto è stato ancora più aggravato dalla presenza di save points lontani gli uni dagl'altri, così che se morite vicino ad un nuovo save point ma prima di esserci giunti vi toccherà rifare tutto da capo, magari sezioni difficilissime che avete superato per miracolo. Questo è l'unico difetto che ho potuto riscontrare in lunghe sessioni a Mdk2. Ma ora...

    Rumori e orchestra

    Il comparto sonoro è di livello eccelso così come il resto del gioco. Le musiche si alternano fra pezzi incistantissimi rock o rap e pezzi più d'atmosfera, che rendono ancora più suggestive certe ambientazioni di cui ho parlato prima. La cosa più importante è che a parer mio non ti viene da staccare la musica dopo i primi due minuti di gioco. Anzi, aggiunge senza dubbio qualcosa. Gli effetti sonori sono altrettanto validi e in particolar modo i vari versi degli alieni sono favolosi, da spanzarsi dal ridere. Non parliamo poi delle scorregge del dottor Hawkins...

    Durerà ?

    Credo proprio di si. A parte il discorso difficoltà che certamente allunga il fattore durata a dismisura, c'è da dire che il gioco è composto da dieci livelli e che ognuno di essi è davvero bello lungo. L'unico problema, anche qui, è di quanta pazienza siete dotati. Insomma, se avete la certezza di non spaventarvi di fronte a compiti disumani questo titolo vi regalerà ore di folle divertimento. Se avete qualche dubbio provatelo a lungo, pensateci, perchè il problema è che potreste farci un paio di livelli e poi riporlo sullo scaffale. E sarebbe un peccato.

    Che voto dai a: MDK2 HD

    Media Voto Utenti
    Voti: 9
    6.4
    nd