Minecraft Dungeons Recensione: una nuova avventura per tutte le età

Mojang e Double Eleven uniscono Minecraft ai dungeon crawler. Il risultato è un gioco universale di notevole spessore.

recensione Minecraft Dungeons Recensione: una nuova avventura per tutte le età
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Che Minecraft sia un brand di altissimo valore è una verità innegabile: in qualsiasi forma si presenti, la creatura di Markus "Notch" Persson frantuma i record di vendite e rimpingua ulteriormente le tasche di Mojang. Il team, da tempo alfiere dei Microsoft Studios, insieme a Double Eleven ha deciso di osare, allontanandosi dal sandbox d'origine per approdare nel mondo dei dungeon crawler. Il risultato finale dimostra apertamente che i cubi di Notch possono compiere qualsiasi miracolo, e sebbene il titolo venga venduto a un prezzo budget (e sarà anche inserito nel Game Pass), non merita affatto di essere sottovalutato. Al contrario, Minecraft Dungeons è un prodotto universale, nonché caratterizzato da un alto livello qualitativo. Questo perché il lavoro di Double Eleven porta pienamente a termine il proprio obiettivo: divertire nel modo più genuino e semplice possibile.

    Un'esperienza per tutte le età

    Dopo aver provato Minecraft Dungeons in occasione della closed beta, siamo rimasti ad affilare la lama in attesa dello scontro finale col malvagio Arci-abitore, l'oscuro dittatore che, grazie ai poteri della Sfera del Predominio, ha messo il mondo sotto scacco. La resa dei conti è infine giunta, al termine di una campagna dotata di una longevità sorprendentemente ampia.

    Gli sviluppatori avevano dichiarato che, ignorando tutto ciò che il gioco ha da offrire, sarebbe stato possibile arrivare ai titoli di coda in circa cinque ore, ma è bene chiarire questo aspetto: per quanto possa essere completata in un pomeriggio, l'opera di Double Eleven e Mojang è inaspettatamente stratificata, dal momento che possiede tre livelli di difficoltà, pensati per essere sbloccati dopo ogni sconfitta dell'Arci-abitore.

    Quando la campagna introduce quello che potremmo definire una sorta di "new game plus" (in realtà abbiamo la facoltà di tornare al grado inferiore in ogni momento) ecco che nuovi oggetti, e perfino nemici inediti, fanno la loro comparsa. Come se non bastasse, è possibile scovare anche degli stage segreti, ed è proprio in questa feature che si comprendono le vere intenzioni degli sviluppatori: Minecraft Dungeons è un gioco pensato per ogni fascia di età e livello d'esperienza.

    Qualora foste dei grandi conoscitori di dungeon crawler, infatti, sarà sufficiente selezionare una difficoltà maggiore prima di ogni missione, così da ottenere ricompense più succulente e fronteggiare un quantitativo di nemici soverchiante, capace di darvi la giusta dose di grattacapi. Chiunque fosse alla prime armi con il genere, o preferisse semplicemente vivere l'avventura in maniera più rilassata, si troverà invece dinanzi a un prodotto scorrevole e scacciapensieri.I sistemi progettati dai due team di sviluppo riescono a cambiare il volto di Minecraft Dungeons con estrema semplicità, in modo da adattarsi alle esigenze di qualsiasi tipologia d'utenza. I più esperti possono anche decidere di esplorare in lungo e in largo i vari stage, caratterizzati da mappe molto ampie con diversi strati di proceduralità: non solo il sotterraneo potrebbe mutare la composizione, ma nella sua struttura potrebbe anche essere inserito - in maniera del tutto casuale - un labirinto extra che ne aumenta la complessità. Allo stesso modo, anche alcuni mid-boss potranno far il loro ingresso sulla scena senza preavviso, trasformando una tranquilla spedizione in una lotta all'ultimo fendente.

    Di norma, uno dei limiti della generazione procedurale consiste nella palese reiterazione dei medesimi asset, che causa un forte senso di déjà-vu. Minecraft Dungeons, invece, sfugge a questa regola: anche dopo aver assistito a tante mutazioni diverse, infatti, l'avanzamento si è mantenuto sempre sempre fresco e vivace.

    Nel corso sia della closed beta sia della versione completa abbiamo affrontato alcuni stage più e più volte, e in ogni occasione abbiamo trovato sempre qualche novità che ha saputo coglierci piacevolmente di sorpresa. Com'è ovvio i risultati non sono certo infiniti, ma il numero di variabili e delle conformazioni ambientali è senza dubbio meritevole di rispetto. Con un'offerta di tale portata e la promessa di DLC futuri, Minecraft Dungeons si dimostra dunque un grandissimo esponente del genere dungeon crawler.

    Progressione e combattimento

    A dare un forte carattere all'opera di Mojang e Double Eleven è soprattutto il sistema di progressione del personaggio, snello e intuitivo ma non per questo approssimativo o superficiale. Ad ogni passaggio di livello si ottiene un singolo punto magia, utile a potenziare uno dei sei equipaggiamenti in dotazione al nostro alter ego: un'arma melee, una dalla distanza, un'armatura e tre tipi di manufatti.

    Il valore medio del loadout fissa il grado di "potenza" dell'eroe, mentre l'esperienza permette di sbloccare diversi tipi di bonus magici da applicare agli strumenti, grazie ai quali avremo modo di dar forma a vere e proprie build. Infine, nel momento in cui si ottiene un oggetto migliore, basta riciclare quelli già incantati per riconquistare i punti magia investiti in precedenza.

    Nonostante la sua semplicità di utilizzo, dunque, simile meccanismo non è privo di un certo tasso di profondità. Oltre a un'ampia varietà di loot, a stupirci sono stati soprattutto i manufatti: questi oggetti speciali donano all'eroe delle abilità attive, sottoposte a un periodo di cooldown, in grado di cambiare addirittura le sorti di ogni missione. Magie ad area per recuperare energia vitale, esplosioni, raggi laser, evocazioni e tante altre chicche aprono un ventaglio di possibilità tattiche davvero degno di nota: ad esempio, a parità di potenza offensiva, ci è capitato di aver la meglio contro alcuni boss piuttosto impegnativi solo modificando l'equipaggiamento magico.

    Combattere in CooperativaSfortunatamente non abbiamo potuto testare in prima persona la modalità co-op (online e offline), ma sappiamo già che un sistema drop in/drop out permetterà a qualsiasi compagno di unirsi alla nostra scampagnata battagliera. La difficoltà scalerà automaticamente per offrire il giusto tasso di sfida a tutti i partecipanti, e la possibilità di rianimare il proprio partner o di teletrasportarsi nelle sue vicinanze ci darà l'opportunità di affrontare fianco a fianco qualsiasi avversario. In futuro, gli sviluppatori dovrebbero inserire anche il cross-play tra le piattaforme dell'ecosistema Microsoft.

    Il valore ludico di Minecraft Dungeons è quindi percepibile in tutti questi aspetti, una cura per il dettaglio che si evince anche nelle animazioni delle armi corpo a corpo. A disposizione del giocatore c'è una combinazione di attacchi fisici influenzati dall'arma in dotazione: ad esempio i martelli permettono un singolo colpo, mentre una coppia di pugnali consente una rapida sequenza di stilettate; inoltre l'equipaggiamento base prevede una schivata e una pozione di salute infinita (del tutto simili a quelle viste in Diablo 3). Sono proprio i bonus magici a mutare l'approccio con cui affrontare i nemici: nella nostra prova, ad esempio, abbiamo usato prevalentemente un incantamento capace di raggruppare gli avversari simulando un buco nero, così da permetterci una rapida pulizia dell'area.

    In definitiva, è chiaro che Dungeons gode di un substrato ludico di grande spessore. Passando al lato tecnico-artistico, l'opera è incorniciata dello stile "cubettoso" tipico di Minecraft: l'estetica creata da Notch aiuta sicuramente la stabilità e la fluidità dell'esperienza, dotata di un'ottimizzazione tale da offrire ottime prestazioni (i 60fps sono sempre garantiti) anche su macchine poco prestanti. Ciò non significa che manchino anche dei buoni effetti legati all'illuminazione, e infatti scatenandoci con i manufatti potremo apprezzare un piacevole pandemonio sullo schermo: esplosioni, particellari e cubi spazzati in ogni dove invadono la scena, generando una dose di buffa epicità.

    Minecraft Dungeons Minecraft DungeonsVersione Analizzata PCMinecraft Dungeons è una piacevole sorpresa. A discapito del suo aspetto, il titolo di Mojang e Double Eleven è un dungeon crawler in grado di offrire un’esperienza interessante anche agli esperti del genere. Lo fa sia grazie a numerose impostazioni per personalizzare il proprio cammino, sia per merito di una cura notevole nei sistemi di generazione delle mappe e di crescita del proprio eroe. Ci troviamo di fronte a un titolo universale, adatto a ogni tipo di utente, semplice ma non banale: crediamo sia giusto pertanto accogliere a braccia aperte produzioni di questo calibro, capaci di unire con buon equilibrio sia leggerezza che profondità.

    8.5

    Che voto dai a: Minecraft Dungeons

    Media Voto Utenti
    Voti: 15
    8.1
    nd