Recensione Mytran Wars

Un nuovo arrivo per gli amanti della strategia

recensione Mytran Wars
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Psp
  • Una gestazione travagliata....

    Dopo Lord of the Ring Tactics e la fugace apparizione di Disgaea, sono stati pochi gli strategici a toccare i lidi di PSP, nonostante il genere ben si presti al formato portatile. Gli estimatori della strategia accolsero dunque con successo l'annuncio di Mytran Wars, nella speranza di vedere interrotta la serie di porting da console con un prodotto esclusivamente dedicato all'handeld Sony. Dopo il fallimento dei 10TacleStudios, tuttavia, si erano perse le speranze di poter vedere questo titolo sulle nostre console, ed il panorama strategico si era nuovamente appiattito. Per fortuna Deep Silver ha rilevato il progetto ed ha passato il testimone al team di sviluppo Storm Regione, gruppo magiaro che ha prodotto il buon Codename: Panzer (strategico low budget per PC). Dopo diversi anni di tribolata gestazione il futuristico Mytran Wars è finalmente pronto per il suo debutto sulla piccola console di casa Sony.

    Noi, invasori del futuro

    Fin dai primi anni cinquanta l’immaginario comune della nostra cultura ci ha proposto gli alieni come esseri venuti dallo spazio lontano per violare il nostro pianeta e la nostra pace, per portare terrore e distruzione con la loro voglia di conquista ed una tecnologia superiore. In Mytran Wars, dopo anni passati a far le vittime delle guerre di conquista stellari, la razza umana si prende la sua rivincita. Nel cupo futuro in cui è ambientato Mytran Wars la terra è stata prosciugata fino all’ultima goccia di tutte le sue riserve energetiche da cinque spietate corporazioni senza scrupoli, che ora dominano incontrastate su quello che un tempo era il fertile suolo terrestre. Tra le cinque corporazioni la più malvagia e determinata ad aumentare in maniera esponenziale i propri profitti è la Kondor. Gli scienziati di questa multinazionale hanno scoperto una pianeta con una fonte di energia inesauribile poco fuori dal sistema solare, e così un folto manipolo di Mech d'assalto è stato inviato in loco per sottomettere la razza aliena che vive pacificamente -dalla notte dei tempi- su quel pianeta lontano. Gli autoctoni non si riveleranno però ben determinati a mantenere la propria indipendenza, e cosi comincerà la nostra guerra galattica a bordo di robot ipertecnologici e armati di tutto punto.

    Ferro, fuoco e laser

    Il Gameplay di Mytran Wars presenta tutti i tratti tipici dello strategico a turnazione, inseriti in un contesto piuttosto vario e abbastanza piacevole. Compito principale dell'utente è quello di esplorare le mappe e conquistare edifici strategici a bordo dei mech, portando a compimento gli ordini impartiti dal quartier generale. Il combattimento sarà ovviamente suddiviso a turni alterni, con particolare attenzione rivolta alle dinamiche di spostamento. Le fasi che compongono ogni turno di gioco sono tre: inizialmente sarà necessario spostare le proprie unità, ponendo bene attenzione alla tipologia di terreno: alcune caselle (suolo accidentato) rallenteranno ad esempio l’avanzata delle truppe, altre (fitta vegetazione) potrebbero invece celare la nostra presenza ai nemici. E' così importante pianificare attentamente ogni spostamento, prima di dare il via alla fase d'attacco vera e propria. Una volta esplosi i colpi contro le minacce aliene, la fase conclusiva permette di spostarsi ancora di qualche casella o comunque di orientare le proprie unità: il fuoco automatico di risposta è un altro elemento fondamentale, e la formazione del manipolo di mech andrà ben pianificata, in modo da non lasciare lati scoperti e avere sempre la possibilità di ingaggiare automaticamente uno scontro a fuoco nel caso scompaiano inaspettate minacce.

    A fianco della classica fase a turni Mytran Wars presenta interessanti opzioni di gestione. Queste passano attraverso due ambienti separati: il centro ricerche e l’officina. Qui, grazie ai crediti recuperati portando a termine le varie missioni, potremo sviluppare nuove tecnologie e riparare o customizzare il nostro Mech. Grazie al centro ricerche sarà possibile quindi possibile creare nuovi Medikit, armi, scudi più potenti, componenti che amplieranno il ratio di fuoco della dotazione bellica, e tanti altri svariati equip che aumenteranno la complessità strategica e di conseguenza la profondità dell'esperienza videoludica. Completare le side quest diventa quindi seriamente consigliato, per racimolare i crediti necessari a potenziare i mech in officina e renderli idonei alla prossima missione.

    Le meccaniche di gioco inizialmente non si rivelano molto complesse, ma un'ottima IA e la mancata possibilità di ritornare sui propri passi dopo aver fatto uno spostamento renderanno ostico Mytran Wars per tutti coloro che non hanno molta familiarità col genere.
    E' proprio questa caratteristica, unita all'impossibilità di accelerare o saltare le fasi di turnazione del nemico, che appesantisce il gameplay, per cui saremo costretti di volta in volta, ad aspettare che la fazione opposta abbia preparato e mosso tutte le sue unità, prima di poter proseguire nel gioco. Fattore che rende molte delle missioni lunghe da portare a termine.

    Per avanzare nell'avventura, infatti, sarà necessaria una discreta attenzione, ed il titolo pare intezionato a punire gli errori e le banalità gestionali. Se nelle prime missioni conseguirete delle vittorie di Pirro, terminando gli incarichi ma perdendo gran parte delle vostre armate, i crediti guadagnati non vi daranno assolutamente la possibilità di rimettere in piedi un esercito competitivo, e sarete costretti già a riprovare i livelli in cerca di performance migliori. Come accennato in precedenza l’IA è ottima, gli alieni non sembrano rassegnati alla conquista terrestre e saranno davvero abili nell’accerchiare i manipoli di Mech e nel sorprendere l'utente con strategie dall’alto spessore tattico. Un'esperienza insomma impegnativa e congenata per soddisfare le menti più allenate ed abituate alla strategia.

    L’officina e, soprattutto, il centro ricerche rendono fondamentale una corretta gestione delle truppe ed una oculata politica di investimento dei crediti. E' anche vero però che la diversificazione delle classi è abbastanza limitata, e la differenza tra i Mech base e quelli più potenti ( e costosi ) fa si che spesso saremo costretti a fare affidamento solo su quelli meno costosi, per non rischiare di rimanere senza crediti e senza truppe: Mytran Wars non fa alcun sconto al giocatore disattento sul campo di battaglia....


    Arte, fumetto e 3D

    Il motore grafico è di discreto, ma di certo non sfrutta al massimo le potenzialità della PSP. Tutto sommato l’aspetto visivo è convincente e soprattutto funzionale, grazie alla comoda visuale in 3D dall’alto che si può ruotare e zoomare a piacimento. Insomma l'engine, grazie alla mobilità della telecamera, si dimostra molto dinamico, ed immege l'utente nell’esperienza videoludica grazie ad uno stile molto particolare. Mech e alieni sono realizzati davvero bene, c’è una buona componente artistica che spicca nella costruzione dei modelli poligonali: ben caratterizzati, molto colorati e ricchi di particolari coglieranno la vostra attenzione richiamando alla mente i classici stilemi della fantascienza meccanizzata. Le mappe di gioco, risultano curate, anche se le dimensioni non sono vastissime. I fondali sono resi bene ma sono anche poco dettagliati, e sopratutto alla lunga non troppo vari, inoltre, a seconda del vostro gusto personale amerete o odierete le scelte cromatiche.

    Tutto lo stile del gioco è particolare, ad esempio le Cut Scene, sono interamente sviluppate con tavole statiche in stile fumettistico, con tanto di balloon. Una scelta coraggiosa che già in molti hanno tentato con esiti altalenanti (ricordiamo con orrore le cut scene di Folklore su PS3): ma che in Mytran Wars tutto sommato funziona, a patto di non odiare ( lo ripetiamo ) questo stile minimalista. L'unica vera nota dolente ( oggettiva) dal punto di vista grafico sono i menù e l’interfaccia, non sempre chiara e funzionale, soprattutto a primo impatto.

    Le musiche, di discreta fattura, hanno l'indubbio difetto di non restare particolarmente impresse nella mente del giocatore, mentre il doppiaggio, in inglese, è ben fatto. Il gioco è localizzato in italiano esclusivamente per i testi a schermo.

    Mytran Wars Mytran WarsVersione Analizzata PSPMytran Wars presenta una trama interessante che nasconde numerosi colpi di scena, uno stile grafico originale e ricercato ed un gameplay impegnativo fin dalle prime battute. La realizzazione tecnica è discreta, ma lo stile grafico adottato (una via di mezzo tra realismo e fumetti), sopratutto per la resa cromatica particolare, potrebbe non piacere a tutti. Stesso discorso per le cutscene, sempre in stile fumettoso, ma a tratti un po' troppo stilizzate, con le animazioni "a scatti" tipiche degli anime anni '70. Resta il problema di un ritmo di gioco un po' lento, sopratutto a causa della necessità di aspettare che l'avversario abbia compiuto tutte le sue manovre, prima di lasciarci il controllo dell'azione. A causa di questa limitazione, il goco è consigliato sopratutto agli amanti degli strategici, mentre a tutti gli altri si consiglia una visione prima dell'acquisto.

    7

    Che voto dai a: Mytran Wars

    Media Voto Utenti
    Voti: 12
    6.4
    nd