Nova Aetas Recensione: il Rinascimento italiano in un board game fantasy

Ludus Magnus e Cosmic Games ci invitano alla Guerra della Lega di Cambrai con il loro nuovo gioco da tavolo: siete pronti a partecipare?

recensione Nova Aetas Recensione: il Rinascimento italiano in un board game fantasy
Articolo a cura di

Anno Domini 1508: il Papato e la Serenissima sono ai ferri corti. Il rischio che l'Italia si trasformi nuovamente in un campo di battaglia è quindi altissimo. Un piccolo gruppo di mercenari è stato reclutato da Egidio da Viterbo per recuperare una misteriosa missiva, forse in grado di sventare la minaccia di un'altra guerra...Tranquilli, non è l'incipit del board game di Ezio Auditore (quello arriverà sui nostri tavoli solo nel 2020), bensì di Nova Aetas, un gioco strategico realizzato da Ludus Magnus e, finalmente, disponibile in italiano grazie a Cosmic Games.

Basandosi sul fascino di un'ambientazione storica, questa produzione vede nella narrazione il suo cardine: tutte le missioni sono infatti concatenate l'una all'altra, e anche nel caso di sconfitta si continua a giocare, ma con sviluppi diversi della trama che possono portare ad uno degli otto finali possibili.
Come avrete notato dall'incipit, il setting è collocato in un contesto reale, eppure non è di un "normale" Rinascimento, bensì di una sua versione fantasy con magia e creature fantastiche che saranno vostre compagne di viaggio lungo la penisola italica.

Chi siete? Cosa portate? Un fiorino!

Nova Aetas strizza l'occhio ad alcuni videogiochi strategici come Final Fantasy Tactics o Banner Saga: infatti ogni missione si svolgerà su una plancia quadrettata dove far muovere i vostri eroi per completare i compiti loro assegnati. I giocatori dovranno cooperare e nessuno dovrà svolgere il ruolo del "cattivo", poiché gli avversari saranno gestiti da un sistema che seguirà delle proprie regole per interagire con i personaggi.

Come scritto sopra, il gioco si sviluppa intorno ad una campagna composta da molteplici incarichi, il cui dipanarsi dipende dalla vittoria o dalla sconfitta. Il vostro gruppo è composto da quattro personaggi, che dovranno essere sempre utilizzati, a prescindere dal numero di giocatori. Si tratta del gruppo "classico" del gdr fantasy, ossia un guerriero, un chierico, una maga e una ladra.

Ognuno ha una propria scheda con indicate le caratteristiche, le quali potranno essere migliorate con nuove abilità ed equipaggiamenti. Sarà inoltre possibile, per ogni classe, scegliere tra due rami di specializzazione in modo da rendere i personaggi più forti ed efficienti.Ma addentriamoci un po' di più nei dettagli del gioco. Ad ogni attivazione ogni protagonista potrà compiere un numero di azioni pari al suo punteggio di Rapidità, come muoversi, saltare/salire, interagire con oggetti, usare abilità e naturalmente combattere. Il duello, com'è ovvio, rappresenta il fulcro di Nova Aetas.

Il sistema è molto semplice: in base alla tipologia di attacco dovrete guardare il valore di riferimento sulla vostra scheda, ovvero Fisico per colpi in mischia o a distanza, Mente per quelli magici. Questo valore rappresenta il numero di dadi da lanciare, la cui soglia di successo è indicata sulla scheda del bersaglio. (Esempio: l'Apprendista decide di lanciare un incantesimo contro la Zingara. Info VarieDurata: 30'- 45'
Numero di giocatori: 1-4
Numero ideale di giocatori: 1-4
Tipologia: gdr strategico cooperativo
Complessità: media
Publisher: Cosmic Games
Lingua: italiano
Età: 14+
Prezzo suggerito: 80 euro

Il suo valore Mente è quattro, quello di Difesa Mentale del bersaglio è 5+. Quindi si tireranno quattro dadi da sei facce e tutti i valori superiori o uguali a 5 saranno considerati dei successi).Se invece sono i nemici ad attaccare, dovete guardare sulla loro scheda che tipo di assalto fanno (fisico o magico) e contrapporlo alla vostra caratteristica pertinente. Praticamente, è l'opposto di quanto detto prima: la soglia di difficoltà non servirà per attaccare, ma per resistere al danno. Quanto vi abbiamo appena descritto rappresenta comunque una semplificazione, e nel combattimento esistono tutta una serie di variabili aggiuntive da considerare.

La vera particolarità di questo gioco è tuttavia l'Horologium: parliamo di un disco che raffigura il quadrante di un orologio analogico, nei cui spicchi vanno a inserirsi le icone che identificano i vari personaggi (amici e nemici) dello scenario. Quando la lancetta dei minuti raggiunge un quadrante in cui sono presenti dei segnalini, si attivano i protagonisti corrispondenti. Poi, in base a quante azioni utilizzerete, il segnalino si sposterà in avanti sul quadrante dell'orologio.

Pertanto sarà sempre necessario ponderare le vostre scelte, poiché agire con molta frequenza può portarvi ad avere lunghi turni di immobilità prima di tornare in azione. Si rischia così di rimanere in balia degli eventi senza poter reagire. L'Horologium ha anche il compito di indicare il trascorrere delle ore nel gioco, infatti tutte le missioni hanno un limite di tempo per essere completate con successo. Nova Aetas non è fatto di soli scontri, ma è anche pianificazione: alla fine di ogni incarico è possibile "visitare" la città più vicina per migliorare abilità, comprare/realizzare oggetti, curare i personaggi feriti o recuperare qualche sotto-quest.

Insomma, proprio come in un gdr strategico in formato videoludico.
È anche doveroso spendere qualche riga sulla gestione delle routine degli avversari. Prima di tutto è un sistema adattivo, dal momento che i nemici non seguono dei pattern di mosse fisse, ma si modificano durante lo scontro. Tutto il meccanismo ruota sul Livello di Minaccia (LM). Nella scheda che descrive la missione da svolgere, un paragrafo ci informa su quali sono le priorità dei nemici ed in base alle informazioni ottenute occorrerà muoverli e farli interagire sulla plancia. Come anticipato, queste azioni possono cambiare durante la partita. Infatti gli eroi hanno in dotazione anche un disco (chiamato Perilium) su cui segnare la propria pericolosità (aumenta infliggendo danni, curando e quant'altro): quando questa supera il LM di uno degli obiettivi degli avversari, i nemici cominciano ad attaccare il personaggio. Come idea è molto valida, poiché permette di creare situazioni di gioco sempre varie e non scontate. Purtroppo non è un sistema esente da difetti, dato che vi capiterà di dover decidere voi, in modo arbitrario, il comportamento di alcune pedine in situazioni particolarmente complesse.

Numero di giocatori e durata complessiva

La campagna deve essere giocata usando sempre tutti e quattro gli eroi: quindi non c'è un numero di giocatori ideale, può essere affrontata tranquillamente in solitaria o con altri tre amici. La durata degli scenari si attesta tra i 30'- 45' minuti, invece la campagna può durare svariate ore.

Chiaramente è presente anche un foglio su cui annotare le varie informazioni tra una sessione di gioco e l'altra. Nova Aetas deve essere affrontato seguendo le varie missioni che compongono la sua storia: bisogna pertanto considerare che non si tratta di un gioco "mordi e fuggi", ma di un'avventura da sviluppare in più sessioni.

Pro e contro

Nova Aetas è realizzato con ottimi materiali, sia per quanto riguarda le miniature che per tutta la componentistica aggiuntiva. Inoltre gli scenari in 3D regalano un notevole colpo d'occhio e rendono anche molto evocativi ed immersivi gli scontri.

EspansioniLudus Magnus ha pubblicato tutta una serie di contenuti aggiuntivi, tra cui due nuove campagne. Peccato che siano quasi introvabili ed è molto difficile che Cosmic Games le traduca in italiano.

La storia risulta piuttosto bella ed intrigante, e la grande varietà di missioni vi indurrà a rigiocarla più volte, in modo da vederne tutte le diramazioni. Inoltre gli obiettivi degli scenari sono vari ed ispirati, e sopratutto prevedono approcci sempre ragionati: è raro che la forza bruta fine a se stessa vi porti alla vittoria. Anzi, è capitato che alcune partite si siano concluse senza neanche un'uccisione.

Purtroppo, non tutto è rose e fiori. Una grossa pecca dell'opera è il manuale: poco chiaro e troppo sbrigativo su alcuni elementi, tipo la gestione delle routine nemiche. Fortunatamente, qualche errore è stato corretto nella versione Italiana di Cosmic Games, ma purtroppo non è sufficiente a rendere il manuale più scorrevole. Determinate parti sarebbero peraltro da rivedere quasi completamente, anche perché specifici errori e dimenticanze rendono, soprattutto per chi è alle prime armi, veramente ostico domare i meccanismi del prodotto.

Giochi da Tavolo e Board Game Giochi da Tavolo e Board GameVersione Analizzata MultiNova Aetas è un prodotto che riesce a riproporre le atmosfere dei grandi videogiochi strategici. Il materiale della confezione è di alta qualità, specialmente gli elementi scenici in 3D che rendono il tavolo da gioco una gioia sia per gli occhi che per il gameplay. L’Horologium è una meccanica veramente riuscita. Purtroppo il manuale mal fatto ed alcune pecche nel regolamento affossano l’esperienza complessiva, in particolare per i neofiti. Resta un gioco ideale per quei gruppi che cercano un pizzico di sfida, ma soprattutto qualcosa che li tenga impegnati per un bel po’ di serate.

7.4