Oddworld Abe's Oddysee New n Tasty Recensione: Abe su Nintendo Switch

L'apprezzato remake di Oddworld: Abe's Oddysee sbarca su Nintendo Switch, tosto e brutale proprio come lo ricordavamo.

recensione Oddworld Abe's Oddysee New n Tasty Recensione: Abe su Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS3
  • PSVita
  • Wii U
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Scrivere di Abe's Oddysee - New'n'Tasty! è sempre un piacere immenso. Questo perché si tratta di uno degli esempi più fulgidi di cosa significhi fare un remake a regola d'arte, per di più incentrato su un videogioco, l'Oddworld primigenio, che è parte integrante della storia della prima PlayStation. Sono ben diciassette gli anni intercorsi fra la release del gioco originale (1997) a quella del suo "gustoso" rifacimento; eppure, grazie agli sforzi del team Oddworld Inhabitants, quando nel 2014 impugnammo i controller di nuova generazione, poco o nulla ci parve cambiato da quando, ancora imberbi, trascorrevamo i pomeriggi a scortare il gracile Mudokon protagonista oltre gli ostacoli letali dei Mattatoi Ernia (recuperate la nostra prima recensione di Oddworld Abe's Oddysee New'n'Tasty). Opera di pura e finissima prestidigitazione, dal momento che il titolo, nel contempo, si proponeva come una ripartenza in piena regola, in termini soprattutto estetici, ma in piccola parte anche narrativi e ludici.

    New'n'Tasty! ha fatto il giro di quasi tutti i sistemi di gioco esistenti, da salotto e non solo. Sino a ieri mancava ancora all'appello un'edizione per Nintendo Switch, essendo la console di più giovane età fra quelle attualmente disponibili sulla piazza. Problema risolto: da oggi anche chi possiede l'ibrida di Kyoto potrà vivere la breve ma intensa odissea di Abe, alieno impavido e "petolante". A patto di esser disposto ad accettare qualche -sopportabile- compromesso.

    La grande fuga

    Prima di arrivare al nocciolo della questione, ossia a definire il valore del nuovo porting, è necessario spendere qualche parola su New'n'Tasty! in sé e per sé, una produzione che non fatichiamo a definire temeraria.

    Non è infatti un segreto che l'Abe's Oddysee per PSX, ai tempi del debutto, non esplose particolarmente dal punto di vista commerciale, tant'è che l'iniziale progetto di Lorne Lanning -il suo ideatore- di fare una pentalogia basata sull'universo Oddworld ha preso una piega molto differente nel corso degli anni, rimanendo infine incompiuto. Si aggiunga poi che il gameplay è quello tipico dei cosiddetti cinematic platform (scorrimento laterale, azioni iper calibrate, puzzle solving, narrazione e messinscena d'impatto), uno di quei sottogeneri tristemente passati di moda, salvo ripresentarsi di tanto in tanto soprattutto in ambito indie. Una tipologia di giochi, oltretutto, che fa della difficoltà ruvida e ostinata uno dei propri marchi di fabbrica, ponendosi perciò in sostanziale controtendenza rispetto agli orientamenti videoludici odierni. Riproporre un prodotto di tal foggia ha insomma rappresentato una bella scommessa, evidentemente vinta sia sul versante delle vendite - altrimenti non si spiegherebbe l'annuncio di Oddworld Soulstorm - sia sul fronte qualitativo, quello che, a conti fatti, più interessa noialtri appassionati.

    La formula di Abe's Oddysee è nota, e New'n'Tasty! non tradisce in alcun modo la sua essenza. Impersonando Abe, unico conscio del fatto che la sua intera razza rischi di essere usata come base per la ricetta di un nuovo ghiacciolo, l'utente ha il compito di sgusciare oltre i controlli dei suoi mostruosi aguzzini in cerca della libertà, possibilmente soccorrendo quanti più Mudokon fra i duecentonovantanove che potrebbe incrociare entro e oltre le stanze delle fabbriche Glukkon.

    Fragile come il cristallo, il Nostro deve stare bene attento a non farsi mai beccare, pena una morte fulminea e violenta. Questo significa saper sfruttare al meglio i suoi pochi talenti a seconda di ogni specifica evenienza: dinanzi a degli Slig appisolati, sarà opportuno avanzare silenziosamente, in punta di piedi; con degli Slog famelici alle calcagna, converrà invece correre all'impazzata verso la prima sporgenza a cui aggrapparsi.

    Abe è altresì in grado di fischiettare, attivare e spegnere trappole nonché di raccogliere e lanciare piccoli oggetti, tutte azioni che fanno gioco agli svariati enigmi ambientali sparsi per la progressione. Soprattutto il prode extraterrestre ha l'abilità di entrare in una sorta di trance mistica che, da una distanza di sicurezza, gli consente d'impadronirsi del corpo di determinati antagonisti, così da poterli manovrare come dei pupazzi, finanche farli esplodere in mille brandelli.

    La fuga dal complesso industriale innescherà poi ulteriori dinamiche - impossibile non menzionare le irrequiete cavalcate in sella agli Elum -, tutte volte a sorreggere un avanzamento che sa dimostrarsi sempre stimolante, creativo e avvolto da un'atmosfera inimitabile, ma anche brutalmente intransigente pad alla mano. Come accennavamo, l'elevatissimo tasso di sfida è tra gli elementi che subito riaffiorano ricordando l'Oddworld: Abe's Oddysee a 32-bit, esperienza in cui ogni salto mal calcolato o mossa affrettata costava al videogiocatore l'obbligo di ritentare, anche a scapito di qualche progresso conquistato con sudore e fatica.

    New'n'Tasty! fa qua e là dei ritocchi per rendere l'impresa un tantino meno ispida: fra le altre cose rinuncia all'originale level design "a quadri" in favore di una telecamera mobile, rinforza il sistema di check point con un'opzione per il salvataggio rapido, elimina il vincolo d'impartire ordini a un Mudokon per volta. Nulla che comunque smorzi più di tanto una difficoltà che rimane fieramente d'altri tempi, per la felicità di tutti i fan di vecchia data.

    Odissea ibrida

    Quel che più impressiona di Oddworld: New'n'Tasty!, oggi come all'uscita, riguarda senza alcun dubbio il suo essere un restyling artisticamente sopraffino.

    Affidato allo sviluppatore Just Add Water, l'intervento di ammodernamento interessa non solo una nuova modellazione del cast di personaggi, ma anche la ricostruzione, colorazione e illuminazione di tutte le ambientazioni che Abe è costretto ad attraversare. Il risultato è un platformer in 2.5D che in quanto a colpo d'occhio ha poco da invidiare a molte opere prime, remake il cui vanto è certamente rappresentato dalle numerose, splendide soluzioni scenografiche e trovate di parallasse.

    Ora: di tutto questo, cosa resta intatto nella riedizione di New'n'Tasty! per Nintendo Switch? Perché se è vero che il materiale di partenza non cambi di una virgola, non si può dire altrettanto riguardo al lato tecnico nudo e crudo, trattato in maniera diversa rispetto a quanto visto su PlayStation 4 e Xbox One. La prima evidenza concerne un decremento in termini di risoluzione, che purtroppo non raggiunge il Full HD delle due suddette versioni né con la console in assetto televisivo, né tantomeno in modalità "undocked". La questione è chiara soprattutto osservando le varie cut scene, la cui qualità è stata palesemente ridotta.

    Parlando poi di performance, il porting rinuncia alla fluidità delle altre incarnazioni current-gen per un framerate più trattenuto, fermo ai 30 fps, in compenso più stabile se messo a paragone con quello delle controparti su sistemi Sony e Microsoft. D'altro canto il New'n'Tasty! per Switch - come tutte le conversioni per questa piattaforma, dopotutto - ha l'enorme plus della portabilità, una cosa di cui è sempre più difficile fare a meno, specie quando applicata a esperienze di questo tipo.

    Oddworld New n Tasty Oddworld New n TastyVersione Analizzata Nintendo SwitchOddworld: Abe’s Oddysee - New’n’Tasty! giunge su Nintendo Switch non proprio al top della forma, proponendo una versione visivamente più sacrificata rispetto ad alcune delle edizioni viste in precedenza. Comunque sia, nulla di così grave da poter impedire al pubblico della Grande N (che non l’abbia già fatto su Wii U) di recuperare e apprezzare uno dei remake videoludici più interessanti mai realizzati, vero e proprio atto d’amore nei confronti di un gioco di piattaforme giustamente divenuto un cult. Pronti con le imprecazioni?

    8

    Che voto dai a: Oddworld New n Tasty

    Media Voto Utenti
    Voti: 43
    8.5
    nd