Pac-Man Museum Plus Recensione: palline gialle, labirinti e fantasmini

Pac-Man Museum Plus celebra il vorace cerchio giallo riunendo 14 fra i titoli che hanno costellato i suoi oltre quarant'anni di vita.

Pac-Man Museum Plus Recensione: palline gialle, labirinti e fantasmini
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • PS5
  • Xbox Series X
  • Nonostante il 2021 abbia già chiuso i battenti da qualche mese, Bandai Namco non sembra proprio essere dell'idea d'interrompere le celebrazioni per i quarant'anni -ormai quarantadue- di PAC-MAN, il cerchio giallo simbolo del gaming arcade e del videogame a tutto tondo. Dopo l'esordio passato in sordina di PAC-MAN Mega Tunnel Battle (per saperne di più vi rimandiamo alla recensione di Pac-Man Mega Tunnel Battle) e l'exploit di PAC-MAN 99 (ecco la nostra recensione di Pac-Man 99), due esperimenti battle royale piuttosto curiosi, il publisher di Tokyo torna oggi a percorrere un sentiero molto meno ardimentoso, ossia quello della collection nostalgica, sfornando PAC-MAN Museum Plus, versione imbottita e abbellita del PAC-MAN Museum uscito otto anni fa. Composta di quattordici titoli fra gli svariati che hanno puntellato la lunga vita del franchise, la raccolta sbarca su PC, vecchie e nuove console senza l'attenzione che sarebbe giusto aspettarsi da un'operazione del genere, portandosi dietro le principali pecche della scorsa edizione e sforzandosi davvero poco per valorizzare il ricco -seppur qualitativamente altalenante- patrimonio inserito al suo interno.

    Quattordici in uno

    A dire il vero parliamo di mancanze che purtroppo accomunano pressoché tutte le opere "da museo" sfornate da Bandai Namco fino a questo momento - ad esempio la recente Namco Museum Archives. La più pesante, come sempre, riguarda la totale assenza di contenuti volti a inquadrare non solo la serie nel suo insieme, ma anche i singoli giochi presenti nella selezione, da un punto di vista sia storico che artistico.

    Proprio come nel PAC-MAN Museum originale, in Plus non troverete informazioni scritte realmente utili ad approfondire la nascita e l'evoluzione del famelico mangiapalline, né materiale grafico o video che possa agevolare quel salto nel passato che dovrebbe poi essere il cuore pulsante di ogni collezione amarcord che si rispetti. Senza la benché minima contestualizzazione, le esperienze ludiche scelte si ritrovano semplicemente piazzate a casaccio fra le mura di una stanza virtuale tematizzata in stile sala giochi anni Ottanta, i cui arredi possono comunque essere personalizzati tramite i collezionabili che il software mette a disposizione. Cambiare cabinati, tavolini e dischi del juke box non è certamente un'attività chissà quanto stimolante: per fortuna, orpelli cosmetici a parte, è possibile sin da subito inserire i propri gettoni nel coin-op di turno e, come da vecchie abitudini, cominciare a girare per labirinti fagocitando quintali di pillole, fantasmi e frutti. Fermo restando che non tutti gli episodi della compilation sono immediatamente fruibili, laddove alcuni, i più stravaganti, richiedono di essere sbloccati cimentandosi un determinato numero di volte nei giochi dalle meccaniche un po' più "classiche".

    Ed eccoci quindi al reale, sostanzialmente unico elemento d'interesse di PAC-MAN Museum Plus, vale a dire i quattordici PAC-MAN della vecchia guardia selezionati per l'occasione. Ora, va detto che non tutti abbiano superato la prova del tempo in maniera brillante e anzi dubitiamo che alcuni di essi possano trovare spazio fra le preferenze finanche dei pac-fan più incalliti.

    Ci riferiamo soprattutto a Pac-Land, un platform a scorrimento laterale sinceramente malmesso già all'epoca del suo debutto in forma arcade, un prodotto a maggior ragione, oggi, del tutto anacronistico; come pure a Pac-Man Battle Royale, sfida per un massimo di quattro giocatori che, al di là del valore antiquariale, oramai non può che impallidire di fronte alle iterazioni multiplayer più moderne. Tocca poi ammettere che lo stesso PAC-MAN capofila, catapultato per forza di cose fra i pixel degli schermi da salotto, perda oggigiorno un tantino del suo naturale appeal da bar, così come pure Super PAC-MAN e Pac&Pal, seguiti che poco si discostano dalla tradizionale formula in due dimensioni.

    Per trovare qualcosa di più sfizioso bisogna fare affidamento sugli esponenti del brand che tentano di deviare, ognuno a modo proprio, dai binari delle consuetudini "pacmaniane". Non tanto Pac-Mania, che si limita a rendere i livelli isometrici e dona al protagonista l'abilità del balzo, e nemmeno Pac-Attack, uno dei tanti Tetris-like della storia del videogioco.

    Il divertimento cresce invece avviando titoli quali Pac-Man Arrangement - qui presente in doppia versione: originale (1996) e rimodernata (2005) - che fra stage non convenzionali, pannelli teletrasportanti, frecce per scattare e oggetti inediti riesce a movimentare la competizione con una certa efficacia, oppure il luminosissimo e frenetico Pac-Man Championship Edition, senz'altro il piatto forte dell'intero pacchetto sotto il profilo puramente ricreativo. Esperienze sui generis ci vengono poi fornite da Pac Motos, adattamento in salsa waka waka dell'omonimo arcade "a spintoni" datato 1985, e da Pac'N Roll Remix, in cui Pac-Man diventa una sfera rotante pronta a vorticare lungo scenari in tre dimensioni. Chiudono l'offerta Pac-In-Time, simpatico gioco di piattaforme dell'era SNES con tanto di narrazione blanda, e PAC-MAN 256, capitolo nato su mobile che, scherzando concettualmente con la leggenda del famigerato livello glitchato del PAC-MAN capostipite, propone una gara di sopravvivenza potenzialmente infinita.

    Pac-Man Museum Plus Pac-Man Museum PlusVersione Analizzata PlayStation 5Rispetto al PAC-MAN Museum “base”, c’è insomma in Plus poco più di qualche new entry giocabile e un abito vagamente più fastoso. Nulla che giustifichi un eventuale riacquisto, e vale la pena domandarsi se anche gli utenti meno avvezzi ai mondi di Pac-Man, in mancanza di quel valore “museale” che il titolo promette, possano trovare soddisfazione dinanzi a una manciata di episodi che, verosimilmente, non saranno in grado d’intrattenere per più di qualche sessione mordi e fuggi.

    6

    Che voto dai a: Pac-Man Museum Plus

    Media Voto Utenti
    Voti: 4
    5.8
    nd