Pinball FX2 VR per PlayStation VR Recensione

I celebri tavoli da flipper di Zen Studios abbracciano finalmente la realtà virtuale, grazie ad una versione di FX2 dedicata a PSVR.

Versione analizzata: Playstation 4
recensione Pinball FX2 VR per PlayStation VR
Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
Alessandro Mazzega Alessandro Mazzega prende confidenza fin da tenera età con pad e tastiera e si appassiona rapidamente al mondo dei videogiochi, lavorando come giornalista sulle principali realtà online e occupandosi di sviluppo, attualmente in Forge Reply. Bassista fallito, ha ormai venduto lo strumento per passare dietro al microfono, sia per cantare che per condurre il podcast Gaming Effect. Cercatelo su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Zen Studios è ormai una garanzia per tutti coloro che apprezzano i flipper in formato digitale: da anni il team continua infatti a proporre nuovi episodi di FX, la sua serie di maggior successo, espandendoli con pacchetti che aggiungono tavoli sempre più ricchi e particolareggiati.
Se la formula di Pinball FX è rimasta praticamente immutata per lungo tempo, con i primi capitoli per PlayStation 3 e Xbox 360 che non sfigurano affatto rispetto alle produzioni più recenti, il presupposto per rinnovarla sin dalle fondamenta in modo netto e deciso risponde al nome di Realtà Virtuale.
Al termine di un'esclusiva temporale dedicata ad Oculus Rift, Pinball FX2 VR raggiunge dunque i lidi digitali del PlayStation Store, diventano finalmente compatibile con il visore VR di Sony.

Dal 2D al 3D

Subito dopo aver indossato il PlayStation VR e avviato il gioco, veniamo trasportati in un appartamento digitale molto spazioso, dotato di un gigantesco schermo con annesso impianto home theater, posto davanti ad un lussuoso divano in pelle che occupa tutta la parte centrale della stanza. La vista sulle montagne in lontananza è mozzafiato, con una lunga vetrata curva che illumina l'ala sinistra dell'ampio salotto.

Basta quindi guardarsi intorno per notare che sono già stati posizionati tre cabinati da flipper: possiamo così liberamente iniziare a giocare ad uno dei tavoli base inclusi nel download di Pinball FX2 VR. In alternativa, se abbiamo acquistato i pacchetti aggiuntivi, avremo la facoltà di scegliere di sostituire i flipper posizionati di default, scambiandoli con gli altri disponibili nella nostra collezione, in modo tale da "arredare" la stanza con quelli che preferiamo, per ritrovarla, ad ogni avvio del gioco, esattamente come l'abbiamo lasciata. Seguendo l'insegnamento della tradizione, infatti, l'offerta di Pinball FX2 è molto variegata, e si compone allo stato attuale di tre tavoli compresi nel contenuto base, cui vanno affiancati, inoltre, sia altri cinque flipper presenti nel pacchetto che viene definito "Season 1", sia il pezzo forte dell'intera produzione: un tavolo premium dedicato a The Walking Dead, che era già stato introdotto in altri titoli della serie, ma che in questa ultima incarnazione viene magnificato dalla potenzialità della Realtà Virtuale.
Partiamo proprio da quest'ultimo cabinato, grazie al quale ci immergiamo nuovamente nella prima stagione della serie sviluppata da Telltale, quella che, con ogni probabilità, è tutt'ora ricordata con maggiore affetto dalla fanbase: ritroviamo quindi Lee e Clementine, la coppia di personaggi che hanno decretato il successo della saga, impegnati a sopravvivere ad orde di zombie orripilanti. Il tavolo è molto ricco di riferimenti all'opera cui si ispira, e include, non a caso, numerosi dettagli scenici che rimandano ai cinque capitoli della famosa avventura grafica , tra cui il motel dove il gruppo si raduna nel secondo episodio. Il duo di protagonisti è poi situato nella parte bassa del tavolo, proprio sotto i respingenti principali, e si muove seguendo l'andamento della partita, attraverso un set di animazioni parecchio variegato, cui si affianca il completo supporto delle voci dei doppiatori originali.

Rispetto ai classici tavoli di Pinball FX, nella versione VR, comunque, sono stati inseriti alcuni, piacevolissimi elementi che aiutano a favorire l'immersione: possiamo difatti notare una versione a grandezza naturale di Clementine che spunterà dal lato sinistro del cabinato, nel tentativo di nascondersi dalle grinfie di uno zombie che protende le sue braccia nella parte destra del nostro campo visivo. Appena ripresi dallo spavento iniziale, ci accorgiamo quindi che tutta la balconata è piena di non morti, visibili attraverso la vetrata che circonda la stanza: ogni tavolo contribuisce dunque a personalizzare l'ambiente nel quale ci muoviamo, incrementando l'efficacia dell'atmosfera e permettendo al giocatore di sentirsi parte integrante del setting. Riportati gli occhi sul flipper, ricominciamo a giocare: l'altissima immersività dell'esperienza, però, ci induce distrattamente a perdere parecchie palline, a causa della voglia di voler avvicinare lo sguardo per ammirare il più vicino possibile ogni più piccolo particolare, dalla moltitudine di led che ci abbagliano fino alle lunghe rampe metalliche, sulle quali lanciare la biglia per attivare le "modalità speciali", tra cui spicca quella che fa spuntare dal fondale un gran numero zombie, da abbattere con tiri ben calibrati, sfruttando accuratamente ogni rimbalzo. Giocare in VR è davvero piacevole, e la sensazione di solidità e concretezza del flipper è assoluta: alla resa ancora più realistica contribuiscono proporzioni corrette e materiali quali legno e metallo, che riproducono in maniera convincente un cabinato reale.

L'unico aspetto che diminuisce il coinvolgimento è legato alla risoluzione del visore di Sony: gli elementi in lontananza appaiono poco definiti, rendendo di fatto difficile la loro corretta lettura. Ci riferiamo specialmente ai dettagli situati nella sezione più alta del tavolo, soprattutto all'interno del pannello che riporta il nostro punteggio in partita, nonché tutte le informazioni più importanti, tra cui le modalità attive e il numero di palline ancora a disposizione.
Per controllare quella specifica area del gioco sarà necessario alzare leggermente lo sguardo, proprio come avverrebbe nella realtà, ma la scarsa nitidezza mette in mostra limiti invalidanti, tanto che a volte risulta difficile persino comandare i respingenti secondari nella parte superiore del cabinato e mantenere quindi la pallina lontano dal fondo del tavolo. Anche la lettura del punteggio o del testo che compare sul pannello informativo richiede quell'attimo di troppo rispetto alla norma, con esiti a volte catastrofici quali la perdita di una pallina particolarmente fortunata.
Gli stessi pregi e i difetti si possono notare negli altri tavoli di Pinball FX2 VR: a tal proposito, benché quello dedicato a The Walking Dead rappresenti il piatto forte dell'offerta ludica, non vanno sottovalutati né Secrets of the Deep, ambientando sul fondo dell'oceano e incluso nel pacchetto base, né Wild West Rampage, facente parte della già citata Season 1. Entrambi offrono, del resto, animazioni ed elementi aggiuntivi rispetto al flipper base: Secret of the Deep ci mostra un batiscafo in fuga da giganteschi squali che girano intorno al nostro corpo, con l'appartamento ormai completamente inondato, mentre West Rampage immette sulla scena un classico treno a vapore che gira intorno della stanza, con una ammiccante cowgirl che ci esorta a raggiungere un nuovo record.
Tutti gli altri tavoli, pur essendo certamente meno appariscenti, riescono comunque a proporre al giocatore un giusto mix tra l'ambientazione, la struttura delle rampe e gli elementi di contorno, dandoci l'opportunità di selezionare il nostro cabinato preferito all'interno di un'offerta già parecchio ampia, e destinata a crescere ulteriormente con i futuri aggiornamenti.

Pinball FX2 VR Pinball FX2 VR è il tentativo, perfettamente riuscito, di trasportare in Realtà Virtuale i celebri flipper di ZEN Studios. Il team ha recuperato le solide basi della serie, e le ha arricchite di elementi studiati appositamente per la VR, riuscendo quindi sì a rinnovare la formula di partenza, ma scontrandosi con vincolanti limitazioni hardware che rovinano in parte la godibilità: l’effetto di stupore e meraviglia tipico dell'immersione a 360 gradi garantita dal visore, allora, ne esce lievemente ridimensionato, inficiando a tratti un gameplay rodato da anni e anni di esperienza. Si tratta comunque di un prodotto vincente, imperdibile per chiunque apprezzi il sempreverde fascino dei flipper e, con l'aiuto di un PlayStation VR, desideri costruire in casa sua una vera sala giochi virtuale.

7.5

Che voto dai a: Pinball FX2 VR

Media Voto Utenti
Voti: 3
7
nd