Recensione Premier Manager 2003-04

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Premier Manager 2003-04 - 1855

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Gba
  • Pc
  • Nicchia di Utenti di Nicchia

    La prima considerazione da fare all'atto di recensire un Titolo Calcistico Manageriale su Console Portatile è : “a chi è destinato questo genere di gioco?”
    Sicuramente senza troppa esitazione direi all'Appassionato Estremo ed al Neofita Estremo.
    La risposta Contradditoria nei termini lo è meno, probabilmente, a livello Intellettuale, ma a questo vi rimando nelle inevitabili “Conclusioni” che ogni buon Redattore con cura stila.

    - Cosmesi e Sommario -

    Appena acceso il nostro Prode Gioiellino Nintendo e dopo aver selezionato L'Idioma Nazionale di Turno, ci ritroviamo a scegliere la compagine, che da Novelli Selezionatori cercheremo di portare al Triofo o aimè al Declino Videoludica.
    Prima, piacevole, sorpresa è la possibilità di scegliere Team di prima e seconda divisione dei cinque Principali Campionati Europei (Italia, Inghilterra,Germania,Francia e Spagna).
    Seconda , contraddittoria, sorpresa è scoprire che tutte le squadre dispongono dei nomi Reali dei Giocatori anche se le rose sono aggiornate , per così dire , in maniera “estrosa”. (Tanto per citare alcuni esempi nella Roma sono presenti Carew e Chivu mentre Miccoli è ancora al Perugia o Bierhoff al Chievo).
    In linea generale comunque il Data Base presente è di buone proporzioni e sufficientemente preciso.
    La Grafica, storicamente, in questi genere di Giochi è puramente accessoria ed ovviamente Premier Manager non apporta eccezione. Gli unici “ Sprite” (passatemi il termine) presenti sono esclusivamente legati alle Icone che compongono il Menu ed ai Volti Digitali che identificano i vari interlocutori presenti nel Gioco (Dal Presidente del Club al Medico Sociale, dall' Allenatore in seconda al Direttore Commerciale etc.)



    I Comandi

    L'interfaccia per accedere ai vari Comandi è molto intuitiva e facile da padroneggiare. Con la Croce Direzionale si scorrono i Menu Principali selezionabili tramite pressione del tasto A mentre con il B si “entra” nelle varie finestre di informazione o contrattazione.
    Col tasto Start si torna alla selezione Generale e con i tasti Dorsali si scorrono orizzontalmente le informazioni sui Giocatori.
    Perfettamente allineato con le ultime produzioni da Console, dove la mancanza del Mouse, è stata a mio avviso abbondantemente superata.

    Applicazione

    Dopo aver scelto la Squadra da Allenare e Gestire, il primo passo di una certa rilevanza è strappare al Presidente di Turno un buon contratto. Fieri di aver contrattato un impegno Triennale (nel mio caso) dopo aver rassicurato il mio datore di lavoro circa gli obbiettivi della Dirigenza si passa alla Stagione vera e propria.
    Come oramai Tradizione in questo genere di Giochi il tempo è scandito quotidianamente da una serie di Appuntamenti o Decisioni sino ad arrivare alla data del Campionato (ad inizio gioco) oppure alla Domenica Calcistica (nel resto della Stagione).
    Ogni Team ha ovviamente un Budget (che cambia a seconda della squadra scelta) destinato ad eventuali acquisti di calciatori e collaboratori.
    La Ricerca dei Calciatori può avvenire per ruolo, squadra,situazione contrattuale, (libero, in vendita etc.) per stato psicologico (più o meno contento della propria situazione professionale) ma non per nome.
    La Contrattazione avviene in 2 fasi ben distinte, nella prima si cerca l'accordo con la Società di appartenenza e nella seconda col Procuratore del Giocatore. In entrambi i casi la possibilità di Contrattare è praticamente irrisoria in quanto quasi mai le Società o i Calciatori accettano importi minori della cifra iniziale, neanche nel caso si allunghino gli anni di Contratto. Comunque seppur poco funzionale la trattativa è prevista e sicuramente meglio implementata nel caso di Cessioni.
    Nel caso la trattativa andasse in porto bisogna comunque aspettare il Referto Medico per concludere definitivamente l'Acquisto. (spesso il giocatore reduce da infortuni non passa la visita fiscale, aspetto che si verifica con credibilità.) La maggior perplessità riguardo al Calciomercato è che gli Acquisti sono Subordinati e troppo legati alla posizione di Classifica e quindi pur riuscendo a trovare l'accordo con le Società, i calciatori in alcuni casi non aprono nemmeno la Trattativa. (A tal proposito nella mia seconda stagione in Seria A, ultimo in classifica non riuscivo nemmeno ad acquistare medi calciatori di Squadre di Serie B mentre ad inizio campionato non avevo praticamente problemi con buoni calciatori di Seria A).
    Ogni calciatore dispone ovviamente delle Classiche Caratteristiche che ne fanno un Campione oppure un Brocco, caratteristiche facilmente consultabili. Al pari del proprio Atleta si possono “acquistare” o meglio assumere Medici, Allenatori, Osservatori e Direttori Commerciali con la possibilità di Licenziare impietosamente gli altri membri dello Staff che non diano le garanzie appropriate.
    Ovviamente tutto subordinato alla Situazione della Cassa Sociale che può essere rimpinguata tramite gli Incassi delle Partite ( si può scegliere il prezzo dei biglietti a seconda dll'importanza della gara) tramite la vendita dei Calciatori e tramite ovviamente gli Sponsor e la vendita dei diritti Televisivi. (in questo caso un buon Direttore Commerciale strapperà contratti più vantaggiosi).
    Sia il Medico che l'Allenatore in Seconda settimanalmente stileranno dei semplici bollettini sull'andamento dei propri calciatori ed è possibile settare l'intensità degli allenamenti di ogni giorno. (Anche se non ho potuto verificare se questi influenzi in qualche modo lo stato dei Calciatori).
    Dopo aver sbrigato tutte le Pratiche Burocratiche e settato lo schema più confacente alla propria Cultura Calcistica (nota negativa evidente, in quanto è possibile soltanto decidere di utilizzare un Schema piuttosto che un altro ma nulla più) si scende finalmente in Campo!
    Eufemismo bello e buono in quanto la “Partita” è composta in pratica dai Nomi delle due Pretendenti, lo scandire dei fatidici NovantaMinuti e dagli avvisi visivi di Marcature ed eventuali Espulsioni. In alternativa di può seguire il susseguirsi delle Votazioni dei singoli Giocatori nell'arco della Contesa (voti per'altro abbastanza alti) ma che a mio avviso non rendono certo l'idea dell' Andamento Generale.
    Il Difetto Principale è la sensazione che alcuni risultati siano scritti in Partenza e difficilmente variabili.
    Infatti generalmente si perde sempre con le stesse Squadre (In 2 anni ho perso tutte e 4 le partite con L'Ancona subendo in media 3 gol) e l'andamento delle Stagioni appare spesso casuale. (Con 2 rose praticamente identiche sono arrivato 8° alla prima Stagione ed inesorabilmente ultimo nella Seconda.)

    Obiettivi

    Come detto, ad inizio Stagione vengono fissati gli Obiettivi Dirigenziali (salvezza, centro classifica o qualificazione alle Coppe Europee a seconda del Blasone della Franchigia) ma questi influenzano poco o nulla le scelte del Presidente, per esempio niente Esonero nonostante una vergognosa Retrocessione.
    Lo scopo Principale del gioco è quello di raggiungere i migliori risultati possibili in ambito Sportivo al fine di strappare Contratti sempre più consistenti dal punto di vista Economico, infatti sono proprio i Guadagni in Carriera l'unica discriminante evidenziata nella Scheda Allenatore. Di conseguenza è lampante che vincendo si ha la possibilità di approdare in Club migliori che ripaghino al meglio il nostro duro Lavoro.
    Ovviamente oltre al presunto Esonero esiste la possibilità di Dimettersi attendendo che qualche altro Club si faccia avanti (nella stagione in corso) per assicurarsi i nostri preziosi Servigi.

    Conclusioni

    Si diceva nell'Introduzione a chi fosse destinato questo tipo di gioco, ebbene direi che l'idea di avere un Manageriale Calcistico in Tasca è sicuramente Affascinante e quindi l' Appassionato del Genere può tranquillamente trovare un temporaneo appagamento all'astinenza da Scudetto dovuto ad impegni lavorativi o scolastici mentre il Neofita può avvicinarsi senza trauma alcuno al dorato modo dei Strategici Calciofili.
    In generale il Titolo affronta quasi tutti gli aspetti indispensabile dei Manageriali, sfiorandoli il più delle volte con Semplicità e Superficialità, ma comunque in maniera dignitosa e tecnicamente apprezzabile. Non certo un titolo impedibile nella Softteca del Game Boy Advance ma un buon punto di partenza per eventuali altri tentativi su Portatile.

    Che voto dai a: Premier Manager 2003-04

    Media Voto Utenti
    Voti: 2
    5
    nd