Recensione PSP

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco PSP - 3234

Articolo a cura di

La nuova macchina portatile è un progetto in cui la grande S ripone molte speranze. Le massicce campagne d'informazione, sviluppate autonomamente grazie alla natura "Region Free" del portatile, hanno di sicuro giovato alla futura diffusione dell'Hardware.

PSP dunque viene presentato come un oggetto multifunzionale, recensito dai giornali dedicati all'Hi-Tech oltre che dalla stampa specializzata, e l'esile silhouette della macchina da gioco è stata affiancata a volti apparentemente poco inerenti al mondo videoludico (fra gli ultimi: Rita Levi Montalcino). La forza dell'UMD ed una serie di abili accordi commerciali hanno fatto si che PSP possa diventare il supporto ottimale per la visione di lungometraggi cinematografici (complice lo splendore dello schermo). Così PSP viene presentata ufficialmente al festival del cinema di Venezia, con il magistrale "attacco" dell'anteprima mondiale di Final Fantasy Advent Children. E, i più convinti sostenitori della filosofia ludica estremista, diranno che tutte le funzionalità contingenti della macchina Sony altro non sono che un mero riempitivo luccicante per attirare le Casual-Allodole. In effetti PSP non ha le possibilità per essere affiancata agli I-Pod come lettore per MP3 (se non altro, per l'elevato costo delle schede di memoria), ne di sostituirsi ai lettori DVD portatili (se non altro, per le ridotte dimensioni dell'LCD screen, che pur presenta una magnifica qualità visiva). Eppure, Sony lo sa bene, l'accessorio anche minimamente utile stimola ed invoglia. Fu così per PS2, grazie alla quale molti utenti portarono in casa un elegante lettore DVD (di fattura non eccelsa); chissà che tale fenomeno non possa ripetersi. Se così fosse, ben vengano i sovrappiù non ludici: la buona diffusione di una macchina è il passo necessario perchè le Software House investano nelle produzioni esclusive.

Allo stato attuale dei fatti, secondo un sondaggio eseguito nel paese del Sol Levante, ben pochi utenti hanno utilizzato PSP per la visione di un Film in UMD, ed ancora meno hanno intenzione di acquistarne qualcuno, ma la perseveranza darà senza alcun dubbio i suoi frutti: al lancio Europeo Sony Picture Entertainment, Universal, 20th Century Fox e Buena Vista hanno offerto una Line-Up di tutto rispetto. Certo, l'Universal Media Disk potrebbe avere ben più successo se un qualche lettore potesse essere collegato al televisore di casa: mai mettere limite alla provvidenza. Più interessante, probabilmente, l'offerta di video musicali (registrazioni Live) che Sony ha inciso sui piccoli supporti rigidi.

Multiplayer, Wi-Fi

PSP è in grado di collegarsi alla grande rete o ad un'infrastruttura di supporto e trasmissione dati per il multiplayer e la navigazione Online. Inizialmente, il sistema operativo pensato per la macchina Sony non era in grado di supportare un server per la navigazione libera su Internet, ma dopo il rilascio di diversi Homebrew programmati a tale scopo, la casa madre ha ben pensato di aggiornare il firmware e lasciare che la piccola venga utilizzata come Browser.
Quello che più interesserà i videogiocatori, in ogni caso, è la possibilità di adoperare la Neoconsole per il Party Play. PSP sfrutta due tipologie di connessione: Ad Hoc e Infrastruttura.
La prima è un tipo di trasmissione dati molto simile al Blue Thoot: può essere utilizzata per una partita veloce se la distanza fra le macchine è molto breve. Non ha bisogno di Connettersi ad un sistema esterno di collegamento e trasferimento (Infrastruttura, appunto) e risulterà, speriamo, piuttosto utile.
Di certo, molte più occasioni per il gioco di gruppo sono create dalla modalità di connessione principale (la stessa che dovrà essere utilizzata per la navigazione libera): Infrastruttura. Unico neo, la necessità di avere nei pressi della propria ubicazione un Access Point Wi-Fi.

Il servizio Multiplayer di PSP è estremamente competitivo e del tutto innovativo. Basti pensare alla possibilità di "spedire" ai propri compagni interi livelli di un determinato gioco (Ad esempio qualsiasi tracciato presente in Wipeout Pure), in modo da non dover disporre di multiple copie del titolo per una sessione Multigiocatore. Non tutti i prodotti dispongono di tale opzione, secondo le voglie degli sviluppatori, ma crediamo che questa possibilità diventi ben presto uno standard collaudato.
Infine, è doveroso ricordare che per molti dei titoli attualmente disponibili sono stati rilasciati aggiornamenti scaricabili da appositi server (l'accesso ai quali è garantito da un'opzione all'interno dei menù di gioco), e che molti dei team interni Sony, nella speranza di indirizzare qualche sviluppatore esterno, hanno dichiarato senza mezze misure di ritenere l'upgrade online un mezzo indispensabile e di sicuro successo, confermando la loro intenzione di usarlo per le proprie produzioni.

Specifiche Tecniche

CPU da 333MHz
32MB di Memoria principale e 4MB di DRAM
IEEE 802.11b (Wi-Fi)
USB 2.0.
Memory Stick Duo Pro
IrDA
Schermo da 4,3 pollici, 16:9 TFT 480x272 (16.77 milioni di colori)
Batteria al litio
Casse stereo
1 Porta USB, Infrarossi, Wi-Fi

Tutto questo in 170mm x 74mm x 23mm e 260g circa.