Puyo Puyo Tetris per Nintendo Switch Recensione

Dopo essere stato pubblicato in Giappone nel 2014, il crossover tra Puyo Puyo e Tetris arriva finalmente in Europa.

recensione Puyo Puyo Tetris per Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • Switch
  • Dopo essere stato pubblicato per tutte le console presenti sul mercato giapponese nel corso del 2014, Puyo Puyo Tetris prende bagagli, passaporto, macchina fotografia e si prepara ad atterrare in Occidente.In arrivo su PlayStation 4 e Switch, il gioco è la fusione di due fra i puzzle game più popolari al mondo: Puyo Puyo e Tetris. Tanto oggetto di culto nel paese del Sol Levante quanto prodotto di nicchia in Occidente, Puyo Puyo (le cui prime apparizioni in Europa e Stati Uniti portano il titolo di Puyo Pop) è un puzzle game nato nelle officine della defunta Compile. I diritti sul titolo appartengono attualmente a SEGA, che dal 2004 ha affidato l'onere dello sviluppo al Sonic Team.
    Per chi non avesse mai messo mano al gioco, Puyo Puyo può essere definito come un "Dr. Mario al gusto di gelatina". Così come nel puzzle di Nintendo il giocatore era chiamato ad incanalare pillole e virus dello stesso colore fino a debellare la malattia e così superare il livello del gioco, allo stesso modo in Puyo Puyo bisogna che quattro gelatine rosse, gialle, verdi e chi più ne ha ne metta siano a contatto fra di loro. Per chi, invece, non sapesse di cosa si tratti Tetris... Insomma, ci sarebbe da chiedersi cosa ci fa sulla Terra, prima ancora che su Everyeye. La natura ibrida dell'esperimento partorito in seno al Sonic Team è evidente già dalla prima schermata. Al giocatore è concessa la possibilità di scegliere una fra quattro voci: Main Menu, Puyo Puyo, Fusion e Tetris. Della modalità Fusion parleremo più avanti, quindi concentriamoci sulle altre. Selezionando Puyo Puyo o Tetris, si viene immediatamente catapultati in una classica partita maratona, dove più si è bravi e più si tira a campare, rosicchiando, punticino su punticino, piccole soddisfazioni per l'ego del giocatore malato di highscore. Tali modalità, però, presuppongono una conoscenza delle formule di gioco dei due puzzle. Cosa dovrebbe fare il giocatore che mai si è approcciato a Puyo Puyo o Tetris? Semplicemente, dirigersi verso lo Story Mode.

    Puyo Puyo Tetris offre infatti una quantità di contenuti pantagruelica. Nel tentativo di rinnovare una formula, quella di Tetris, che ha raggiunto l'apice ludico e stilistico con il capitolo per Nintendo DS ma che è rimasta fin troppo immutata nel corso degli anni, Sonic Team ha deciso di introdurre una curiosa novità: la modalità storia. Rinominato "Adventure", lo story mode è un simpatico divertissement che affianca agli storici personaggi della serie Puyo Puyo tutto un nuovo manipolo di eroi il cui design, che ci crediate o no, è basato sui tetramini, i classici sette pezzi di Tetris.
    Il mondo dei Puyo e quello dei tetramini rischiano di fondersi. Sarà compito di Amitie, Ringo e tutti gli altri coloratissimi eroi presi dall'universo Puyo Puyo insegnare a Tee, Ess e compagni (i nuovi volti di Tetris) come gestire le colorate e fastidiose gelatine, al fine di eliminarle dalla faccia del pianeta e riportare i due mondi al loro naturale equilibrio.
    Il gioco non gode di una traduzione in italiano, ma basta una conoscenza scolastica dell'inglese per poter comprendere i dialoghi dei personaggi. Da questi, traspare la confusione dei nuovi eroi di fronte ai Puyo, e per i giocatori non avvezzi al puzzle SEGA è facile trovarsi nella stessa, indeterminata condizione. La modalità Adventure, quindi, mostra subito le sue reali intenzioni: livello per livello, il giocatore viene accompagnato quasi per la mano alla conoscenza del "nuovo" gioco. Partendo dalle formule base sia di Tetris che di Puyo Puyo, la modalità storia alza l'asticella della difficoltà uno stage alla volta, presentando passo dopo passo ogni diavoleria ingegnata durante la fase di sviluppo.
    Sonic Team, del resto, non ha lesinato in quanto ad inventiva e coraggio. Sono davvero tante le modalità di gioco ideate per questo crossover, anche se non tutte hanno potuto godere della stessa riuscita. Gran parte del gioco, sia per la modalità Adventure che per la sezione Arcade, si basa sul Versus. Tali sfide 1vs1 possono essere affrontate in diversi modi: il giocatore può scegliere se battere l'avversario usando i tetramini o i Puyo nelle "normali" modalità maratona, ma è possibile contare quattro variazioni sul tema. Nella modalità Swap, il giocatore è chiamato a tenere d'occhio due diversi puzzle, visto che circa ogni 30 secondi il gioco cambia, passando dal puzzle con i blocchetti a quello con le gelatine e viceversa. In Party, il giocatore può innanzi tutto scegliere la sua arma preferita prima della battaglia, ma dovrà fare i conti con gli insoliti power up (difesa dagli attacchi avversari, aumento della velocità di caduta e così via) che andranno ad influire sensibilmente sugli esiti di una sfida da decidersi ai punti. Altra fetta della ricchissima offerta ludica del gioco è la modalità Big Bang, che pone l'utente di fonte a dei pattern prestabiliti da risolvere nel più breve tempo possibile, con il compito quindi di risolvere nella maniera più efficace vari scenari (possiamo considerarli dei veri e propri enigmi).

    La quarta di queste nuove modalità è quella Fusion di cui sopra. È l'unico punto in cui tetramini e Puyo entrano forzatamente in contatto in un gioco che, escluso lo story mode, può essere tranquillamente affrontato giocando solamente a Tetris o a Puyo Puyo. In Fusion, il giocatore ha di fronte un unico "pozzo" al cui interno scendono lentamente i pezzi di entrambi i puzzle. I tetramini hanno un peso specifico maggiore, quindi finiranno con lo "schiacciare" le gelatine di Puyo Puyo e scendere verso il fondo, facendo rimbalzare i pezzi dell'altro puzzle verso l'alto. Già da queste parole si capisce quanto tale modalità sia confusionaria e affidata al caso più che al ragionamento e alla pianificazione, due componenti essenziali di un puzzle game che si rispetti, esattamente come sono Tetris e Puyo Puyo presi singolarmente. È davvero un peccato vedere che la modalità più "intraprendente" elaborata in fase di game design sia anche fra le meno riuscite all'interno di un gioco che, d'altro canto, si fa vanto di un'offerta ludica davvero mirabile.
    Sonic Team viene comunque incontro anche ai giocatori più solitari, quelli che non vogliono proprio saperne di modalità Versus e di avversari da battere, fossero anche gestiti dalla CPU. Entrando nel menù Arcade in Arcade e da qui nella sottocategoria Challenge, il gioco offre altre sei opzioni ludiche, tre con i Puyo e tre con i tetramini. Le tre al sapore di gelatina sono: Endless Fever, esattamente identica alla modalità Big Bang ma limitata all'uso dei soli Puyo; Endless Puyo, che come è facile intuire dal nome non è altro che la maratona a base di Puyo; infine Tiny Puyo, ovvero sia una variante di Endless Puyo, ma da affrontare con le gelatine ridotte alla metà della loro dimensione usuale, cosa che farà la gioia del vostro oculista.

    Per gli amanti del Tetris, Sonic Team ha garantito tre modalità "single player": la sempreverde Maratona, l'opzione Sprint, dove si è chiamati a completare 40 linee nel minor tempo possibile, e infine la variante Ultra, che mette a disposizione del giocatore soltanto 3 minuti per aumentare il suo personale record.
    Esaurito l'esame delle varie opzioni di gioco, resta da dire che Puyo Puyo Tetris si trova davvero a proprio agio sulla console ibrida nata a Kyoto, come è facile notare giocando in multiplayer locale. Il titolo offre la possibilità di giocare tutte le modalità Arcade basate sul PvP sfidando un avversario in carne ed ossa. Se si chiude un occhio sul sistema di controllo (puzzle game e analogico non vanno esattamente d'accordo), la possibilità di ingaggiare, Joycon alla mano, uno scontro con i vostri amici ovunque siate è sicuramente un valore aggiunto da non sottovalutare. Allo stesso modo, la portabilità di Switch e l'online vanno a braccetto: è possibile creare partite libere o classificate, oppure organizzare stanze private con le proprie regole e di sfidare gli amici. Forse per una questione di codici distribuiti, forse per motivi legati ai server attivi in fase di recensione, fatto sta che ho passato una settimana a prendere sonori cazzotti sulla mandibola da giocatori giapponesi, e sappiamo tutti quanto sia impossibile essere più bravi degli asiatici nei puzzle. Non mancano, infine, alcune piccole chicche inserite fra le righe del codice. Ogni partita, single o multi che sia, vinta o persa non importa, assicura un quantitativo variabile di crediti da spendere nello shop in-game, al fine di acquistare nuove texture per i puzzle o doppiaggi alternativi per i personaggi.
    Utilissima, poi, è la sezione Lession, che spiega ai giocatori meno esperti il funzionamento dei due puzzle. Non sottovalutate l'importanza delle lezioni su Puyo Puyo, altrimenti ci mettere una vita a capire quanto siano fondamentali le Chain!

    Puyo Puyo Tetris Puyo Puyo TetrisVersione Analizzata Nintendo SwitchPuyo Puyo Tetris è un ottimo prodotto. A fronte di alcune modalità non proprio memorabili, il puzzle game sviluppato da Sonic Team riesce a trovare il giusto equilibrio fra due pesi massimi del genere, dotando il gioco di un’identità forte e per niente anonima. SEGA sfrutta saggiamente Tetris come cavallo di Troia per portare Puyo Puyo nelle case dei giocatori occidentali, che avranno ore ed ore di gioco assicurate per un prezzo onesto, considerando la duplice natura del titolo. Con un’offerta ludica rinvigorita dalla presenza di un multiplayer vario e da una struttura online semplice ma efficace, Puyo Puyo Tetris sarà divertentissimo da affrontare su PlayStation 4 e imperdibile per i possessori di Switch.

    8.5

    Che voto dai a: Puyo Puyo Tetris

    Media Voto Utenti
    Voti: 4
    4
    nd