Recensione Shiftlings

Mi sento gonfio come un pallone.

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
Angelo De Martini Angelo De Martini è un famelico appassionato di videogiochi, dategliene uno di qualsiasi genere e ne farà un boccone in compagnia del suo fidato PC. Se potesse scapperebbe con lui in Giappone, continuando ad amare la scrittura e a videogiocare come un matto. Lo potete trovare su Facebook.

Persino le civiltà aliene più strampalate dell'universo hanno bisogno di svagarsi un po': alcuni addirittura, sfiancati dallo stereotipo dei combattimenti stellari, preferiscono abbandonarsi ad una più leggera dose di intrattenimento televisivo comodamente seduti sul divano di casa. Lo immaginate? Reality show e brodaglia simile in salsa spaziale. È così che quotidianamente creature dalle più bizzarre forme e colori si riuniscono per assistere allo spettacolo televisivo più popolare dell’intera galassia: Shiftlings. Accompagnati dalla suadente verve del presentatore Zookod Neutrino, i telespettatori si sollazzano osservando le innumerevoli peripezie che due piccoli e -molto poco furbi- tecnici alieni dovranno affrontare durante la loro lunga giornata lavorativa, alle prese con le riparazioni di complesse infrastrutture planetarie. L’ilarità del pubblico non nasce tanto dal fatto che i due non sappiano di essere ripresi dalle telecamere (Tsk! Alla faccia delle forme di vita intelligenti), piuttosto dall'espressione ''fuori di testa'' dipinta sui loro volti colorati (uno di viola e l’altro di verde). Shiftlings ci riserverà quindi l'ignobile compito di guidare le due amorfe creature attraverso intricatissimi livelli platform, sfruttando le loro (in)abilità di salto ed altri particolarissimi espedienti che vedremo in seguito per superare gli intelligenti enigmi strutturali che il gioco propone. Ma diamo un’occhiata più da vicino all'offerta ludica della prima fatica di Rock Pocket Games.

TI GONFIO DI COLA

Shiftlings si presenta come un puzzle game con un concept semplice, sfruttato però in maniera sempre intelligente dal team di sviluppo, che ha saputo costruire enigmi e situazioni sempre stimolanti. I nostri custodi alieni si dovranno muovere (e qui il controller è d'obbligo!) in un classico scenario bidimensionale, sfruttando cunicoli e piattaforme per raggiungere il luogo deputato alle riparazioni dei sistemi di sicurezza; successivamente dovranno dirigersi verso la zona di estrazione per terminare la missione. Semplice a raccontarlo, non fosse che i ragazzi di Rock Pocket si sono davvero impegnati a rendere il compito tutt'altro che lineare. Le tute spaziali dei due extraterrestri sono infatti collegate con un tubo dalla lunghezza limitata, che li costringerà a muoversi stando a breve distanza l’uno dall'altro. Ma le magagne non finiscono qui: a causa di una dose massiccia di ''Black Hola Cola'' ingerita di nascosto, uno dei due inservienti non è stato in grado di trattenere una roboante flatulenza nella tuta pressurizzata, gonfiandola a tal punto da renderla troppo ingombrante per passare nei percorsi più stretti.

Saremo quindi chiamati a spostare la massa gassosa da una tuta all'altra attraverso il tubo, riservando al personaggio più gonfio (quasi piantato sul posto) sia l’onere di issare il compagno più smilzo verso le piattaforme superiori, sia quello di fungere da trampolino elastico per raddoppiargli l'altezza dei salti, in modo da raggiungere appigli altrimenti inaccessibili. La sfida è garantita dalla continua necessità di cambiare personaggio e dimensioni, cercando di capire la giusta sequenza di azioni da compiere per superare i molti ostacoli architettonici. Interruttori da premere, raggi traenti, porte automatiche che potrebbero tranciare inavvertitamente il vostro tubo, e la possibilità di incastrarsi irrimediabilmente sono all'ordine del giorno.
Dando un'occhiata al "bicefalo" di Shiftlings, comunque, è chiaro immediatamente che l’intento degli sviluppatori sia stato quello di confezionare un gioco capace di dare il meglio in cooperativa. Se in single player il titolo è in grado di far spremere le meningi dei giocatori, giocato in due (offline e online) l'impianto di gioco si esalta, moltiplicando gli imprevisti, i momenti esilaranti, e puntando -oltre che sulla componente puzzle- anche sulla necessità di una perfetta coordinazione.

50 SFUMATURE DI STAGE

l'avventura di Shiftlings si dipana attraverso 5 pianeti dal look fantascientifico, ognuno dei quali presenta una serie di 10 stage con difficoltà incrementale. Non ci troviamo certamente di fronte ad una sfida trascendentale, ma si tratta comunque di un'esperienza impegnativa, che raggiunge il culmine negli ultimi 2 pianeti da visitare, dove gli stage si sviluppano enormemente in ogni direzione, e i percorsi diventano sempre più difficili da interpretare. Una volta raggiunto l'ultimo livello di ciascun corpo celeste, si otterrà l'accesso alla relativa modalità time attack e sarà inoltre possibile partecipare alle classifiche globali di Steam.
A rimpolpare il replay value c'è la possibilità di raccogliere tre bottiglie di Black Hola Cola (unico collezionabile disponibile) sparse in ogni stage del gioco, alcune delle quali sono posizionate in luoghi quasi impossibili da raggiungere. Riuscendo nell'impresa si ottiene l'accesso a dei livelli bonus ben pensati: qui lo scorrimento automatico impone al giocatore una prontezza di riflessi quasi estrema.
Sotto il profilo tecnico non ci troviamo certamente al cospetto di un capolavoro, ma la produzione riesce comunque nell'intento di restituire un impatto visivo piacevole e colorato, grazie anche alla caratterizzazione tematica di ogni pianeta, ricco di fondali variopinti e ricchi di dettagli. L'audio invece si attesta purtroppo su livelli di qualità mediocri, ritmando il nostro incedere con una colonna sonora troppo ripetitiva, in stile Mars Attack; inoltre le campionature di personaggi ed oggetti sono poco varie e di bassa qualità. Simpatiche risultano invece le battute sarcastiche del narratore fuori campo, sempre pronto a ironizzare sugli errori dei due tecnici, e a sminuirli dopo ogni piccolo successo. Un comparto tecnico non certo esoso ha comunque il merito di poter girare discretamente anche su macchine di gioco non propriamente aggiornate, senza mostrare alcuna esitazione dal punto della fluidità.


Shiftlings Shiftlings è un puzzle decisamente riuscito, costruito attorno ad un'idea intelligente e capace di far coesistere elementi della tradizione platform con un gameplay quasi interamente "elucubrativo". Per via di una mole di contenuti non certo straripante, e di un livello di difficoltà che si impenna solo sul finale, Shiftling rappresenta un ottimo esordio ma non un capolavoro del genere. Le capacità mostrate da Rock Pocket Games fanno ben presagire per i prossimi progetti della software house norvegese. La ciliegina sulla torta di una produzione consigliata ai fan del genere è rappresentata dalla modalità co-op, cui spetta il merito di esaltare una struttura di gioco che diventa improntata sulla coordinazione ed il tempismo.

7.5

Che voto dai a: Shiftlings

Media Voto Utenti
Voti: 3
7
nd

Altri contenuti per Shiftlings