Snipperclips Recensione

Brillante, acuto e originale: Snipperclips è uno dei più interessanti titoli della line-up di lancio di Nintendo Switch.

Snipperclips
Recensione: Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Switch
  • Il lancio di una nuova console è -tra le altre cose- un momento di scoperta e condivisione. E anche su questo fronte Switch è un po' speciale, perché grazie alla coppia di Joy-Con che escono dalla scatola permette di coinvolgere conoscenti, compagni e amici in qualche sessione di gioco sulla TV del salotto oppure sul piccolo schermo del tablet. A patto, ovviamente, di avere il software giusto.
    Che, badate bene, non è di certo il mediocre 1-2-Switch: se cercate un titolo stimolante e divertente da giocare in compagnia, orientatevi senza indugio sul magnetico Snippersclip.
    Nato con il nome di Frendshape e presentato come un prototipo alla GDC di due anni fa, il titolo in questione è stato subito adocchiato dalla casa di Kyoto, che non ha perso tempo a reclutare il team di sviluppo per trasformare il gioco in un'esclusiva di lancio per la sua nuova console.
    Brillante, acuto e originale, Snipperclips non è solo un titolo perfetto per il multiplayer locale, ma è anche una delle migliori proposte ludiche disponibili all'esordio di Switch, con l'unico difetto di essere un po' troppo corto.

    Tagliami proprio lì!

    I "protagonisti" di Snipperclips sono due sagome colorate la cui forma ricorda vagamente quella di un Joy-Con: si tratta in pratica di rettangoli con due spigoli "smussati", che partono tutti retti e angolosi e finiscono con una panciuta rotondità. Come fossero disegnate su di un foglio virtuale che ricopre tutto lo schermo (lo stile grafico è un rifiorire di quadrettoni, righelli, matite e sketch), le due sagome vengono controllate indipendentemente da due giocatori, che le muovono stringendo in mano uno dei due controller di Switch. Possono corrersi incontro, sovrapporsi, saltare uno sulla testa dell'altro; ruotare o schiacciarsi a terra.
    La struttura di gioco è un succedersi di quadri separati, dove è necessario portare a termine compiti specifici, tutti basati sul saper coordinare le mosse dei due cartoncini sgambettanti. Inizialmente, ad esempio l'obiettivo sarà quello di riprodurre una figure indicata da una linea tratteggiata al centro dello stage. Per formare un cuore, ad esempio, le due sagome possono inclinare la loro silhouette di 45 gradi, e poi intrecciarsi facendo in modo che i "rigonfiamenti" compongano i due archi dell'universale simbolo d'amore.

    Ben presto le forme da replicare si faranno più complesse, e qui entrerà in gioco quella componente di gameplay che giustifica il sottotitolo "Diamoci un Taglio". Le due sagome possono infatti tagliarsi a vicenda, trasformandosi quindi in triangoli, quadrati, strisce sottili. Ovviamente è richiesta un'ottima coordinazione, e i due giocatori devono parlarsi, muoversi all'unisono, saltare e abbassarsi per fare in modo di tagliare quella sporgenza di troppo che proprio non combacia con il "disegno" da replicare.
    Ben presto Snipperclips getta altra carne al fuoco, chiedendo di risolvere alcuni puzzle meno concettuali e più fisici: trasportare oggetti da una parte all'altra dello schermo, attivare ingranaggi dalle forme improbabili, bucare palloncini colorati o ancora cercare di arginare il flusso costante di un liquido. I due giocatori devono così ingegnarsi a trovare le forme e i movimenti giusti per centrare l'obiettivo: succede che uno debba dare all'altro una "spuntatina" per trasformarlo in un ago sottile, oppure che qualcuno debba trasportare una palla da un lato all'altro del "foglio" dopo essersi fatto scavare un'opportuna concavità sul groppone.
    La modalità principale, dicevamo, è composta da una serie di livelli indipendenti, di difficoltà crescente. In ogni mondo ci sono un paio di "livelli boss", dalle meccaniche più elaborate. La modalità principale di Snipperclips può essere idealmente affrontata anche in solitaria. In questo caso il giocatore deve premere un tasto per passare alternativamente al controllo di una delle due sagome: quella appena "abbandonata" resterà ferma nella posizione in cui verrà lasciata, pronta nel caso a farsi tagliuzzare. Diciamo subito, tuttavia, che comprare Snipperclips per giocare da soli sarebbe davvero un peccato: l'avanzamento è meno stimolante, meno partecipe e meno intenso, e la formula di gioco finisce per perdere gran parte della sua incisività.
    Il bello di Snipperclips, del resto, è che gli stage non mettono alla prova non solo le meningi, ma anche i riflessi e l'accordo con fra i due giocatori. I puzzle architettati dal team di sviluppo, in ogni caso, sono tutti intelligenti, ben studiati e sufficientemente vari, in linea con la vena creativa che attraversa la produzione. L'unico problema del gioco, come anticipavamo in apertura, è la sua durata alquanto esigua. La modalità principale si compone di appena tre mondi, ciascuno contenente quindici quadri. Una coppia ben affiatata può dunque raggiungere i titoli di coda in circa tre ore di gioco.

    Per cercare di mitigare il disappunto è possibile comunque dedicarsi alla modalità party, che può essere giocata anche in tre o quattro giocatori. Qui le sagome da controllare raddoppiano, e pure le soluzioni dei rompicapo si fanno più complesse e ardite. Per fortuna questa modalità si può giocare anche in coppia, sfruttando la stessa trovata del single player per "saltare" da un cartoncino all'altro.
    Si tratta in questo caso di una trovata che funziona meglio, e che permette anche a chi ha a disposizione soltanto due Joy-Con di allungare un po' l'esperienza di gioco.
    Neppure la modalità Party, in ogni caso, riesce a fare miracoli, dal momento che la struttura di gioco non prevede nessun tipo di replay value: non ci sono premi per chi trova la soluzione più creativa o più elegante, e una volta capito il meccanismo di un livello rigiocarlo non trasmette la minima soddisfazione.
    L'unica cosa che resta dopo aver superato tutte le prove d'ingegno di Snipperclips sono i tre minigiochi competitivi inseriti nella sezione Extra. Particolarmente notevoli l'hockey e il basket, in cui oltre a tenere d'occhio il dischetto o la palla, bisogna anche evitare di farsi tagliare dall'avversario. Le sfide sono immediate e spassose, rapide e "feroci": difficile pensare di passare molto tempo su questi game mode, adatti semmai per fare da sottofondo ad una festa tra amici.

    Snipperclips SnipperclipsVersione Analizzata Nintendo SwitchA meno che abbiate proprio nessuno con cui giocare, Snipperclips deve far parte della vostra libreria software di neo-utenti Switch. Il titolo sviluppato da SFB Games è ingegnoso e originale, davvero perfetto per accompagnare il lancio della nuova console Nintendo, sottolineando la sua coraggiosa attenzione per il multiplayer locale. Un puzzle game moderno e innovativo, ed un titolo capace di sublimare la dimensione sociale del gaming più di quanto non faccia il poco convincente 1-2-Switch. Il problema principale è rappresentato da una durata davvero esigua, ma il prezzo è davvero allettante. Trovatevi quindi un compagno ed iniziate a tagliuzzarvi a vicenda.

    8

    Quanto attendi: Snipperclips

    Hype
    Hype totali: 28
    65%
    nd