Recensione Socom II

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Socom II - 1123

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Socom

    Come il primo capitolo, anche
    Socom 2 è sviluppato da Zipper Interactive e prodotto da Sony. La seconda
    apparizione di uno dei primi titoli pensati per il gioco online non si allontana
    dall'impostazione di “sparatutto strategico”: resta, difatti, una versione
    migliorata ed ampliata del suo predecessore, sebbene confermi la limitata
    disponibilità di giocatori co-partecipanti al gioco (16 player). Come già il
    primo capitolo, il titolo è formato da 2 sezioni fortemente indipendenti: il
    gioco off-line, dove si è al comando di una squadra di 4 Seals, e il gioco
    on-line, la vera forza del titolo, che permette infinite possibilità strategiche
    e d'azione. Laddove, tuttavia, il Socom Originale proponeva una modalità
    offline piuttosto trita, un restyle tecnico ha permesso di poter offrire una
    “Single Player Mode” che non è assolutamente noioso. Anzi, le situazioni sono
    estremamente realistiche e grazie all'IA migliorata (sia dei compagni che dei
    nemici) raramente succederà di vivere diversi “deja-vu`”, a causa -ad esempio-
    degli attacchi e delle decisioni dei compagni praticamente uguali alle
    precedenti. Lo scopo del gioco è estremamente semplice e diretto: si è al
    comando di una squadra di Seals e si devono svolgere le missioni in 12 scenari
    totalmente nuovi e diversificati, che variano dal Brasile alla Russia. Impartire
    gli ordini necessari al compimento della missione che richiederà, tramite le
    mappe le informazioni e le foto che vi verranno fornite, un attento studio
    preventivo ed una pianificazione accurata, risulterà, come al solito, molto
    divertente: i comandi possono essere trasmessi ai Seals tramite il kit
    cuffia/microfono (che si adatta ottimamente alle esigenze del titolo). La serie
    di comandi precedentemente proposta è stata, inoltre, ampliata: addirittura, si
    potranno impartire ordini ai nemici colti di sorpresa, per farli stendere a
    terra o imporgli di alzare le mani. A differenza delle partite off-line, dove i
    comandi vengono recepiti meccanicamente dalla buona sopraccitata IA del titolo,
    durante il gioco in linea, essi verranno diretti verso altri giocatori “reali”:
    si potranno quindi mettere a punto vere e proprie tattiche, dialogando con i
    membri del proprio Team. Pur essendo un gioco catalogato come
    “azione/sparatutto”, Socom 2 è sconsigliabile ai giocatori che sono alla ricerca
    d'azione pura e sparatorie interminabili: difatti, il titolo SCEE è sì uno
    Shoot'em Up dalle moderne tinte, ma rimane un titolo in cui sparare dev'essere
    l'ultima soluzione: bisogna essere molto precisi nel farlo. Uno dei punti forti
    di Socom 2 è proprio l'accuratezza che si richiede: non si potrà mai affrontare
    i compiti sparando all'impazzata, ma si dovrà appostarsi con pazienza e,
    spesso, ripulire una zona con dei precisi “head-shots”. Inoltre, il gioco si
    basa su certi elementi che fanno forte riferimento a tecniche reali di strategia
    militare: tecniche di copertura e d'assalto che saranno molto importanti per la
    riuscita della missione. Le missioni sono state strutturate senza Chekpoint, il
    che rende, in alcuni casi, abbastanza frustranti: morire, ormai al fine della
    missione, e morire grazie all'ultima pallottola sparata dal ultimo nemico è
    tremendamente atterrente. Socom 2, in definitiva, è un gioco che richiede molta
    pazienza: non da tutti la lunga operazione di briefing è considerata un
    divertimento, e una volta studiata la mappa l'azione pura durerà pochi minuti,
    riproducendo fedelmente gli assalti mirati e subitanei che sono necessari nelle
    situazioni del genere. Questo gioco contiene più componenti stealth di molti
    altri titoli che pretendono d'esserlo. Il gioco presenta come novità la
    presenza di nuovi compagni di Team (off-line) che a differenza del predecessore
    non saranno solamente americani: in SOCOM 2 avrete come seconda squadra (Bravo
    Team), rispettivamente alle missioni che farete, 2 membri SAS e 2 Spetnatzs
    russi! Alle armi “di base” fornite a inizio gioco, si aggiungono ovviamente
    altre bocche da fuoco sbloccabili in funzione delle capacità belliche
    dimostrate. Una volta conclusa l'avventura principale, inoltre, vi saranno
    offerti diversi bonus-extra, come un teatro in cui saranno presenti tutti i
    filmati e tutte le musiche del gioco, la storia d'ogni personaggio e una
    sezione artworks, più un “making of” di ogni missione.

    Aspetti
    Tecnici

    Socom 2
    gode di un motore grafico molto buono: i rallentamenti sono pochi e il livello
    di dettaglio sicuramente maggiore rispetto a Socom 1. Sia i personaggi della
    propria squadra sia i fondali sono migliorati notevolmente, e la varietà dei
    scenari offre la possibilità di partite sia sulla neve che nella giungla. In
    quest'ultimo caso, la palette di colori utilizzati risulta decisamente forte,
    rendendo spesso la localizzazione dei nemici/obiettivi abbastanza difficile. I
    filmati che fanno da intermezzo e presentazione alle varie missioni (ce ne sarà
    uno prima d'ogni missione) sono veramente ben realizzati e allo stesso tempo
    utili, dando una nota cinematografica al titolo. Esistono, inoltre, alcuni
    scenari al cui composizione di prim'ordine ricorda le azioni degne dei migliori
    film: fra tutti, l'ambientazione strutturata in Medio Oriente, dove il proprio
    Team deve salvare un soldato alleato rimasto nascosto in mezzo ad una piazza
    circondata da cecchini e nemici: non serve molto per capire che si tratta di un
    chiaro riferimento a Black Hawk Down, e persino la “conversione” grafica
    convince all' 100%: l'atmosfera è eccellente: macerie, sole accecante, sabbia
    e molti nemici. Socom 2 richiede precisione ma ne offre altrettanta: i dettagli
    sono veramente ben curati anche durante i combattimenti. Le ferite che i nemici
    riporteranno e il loro modo di morire cambierà in funzione all'arma che
    userete: un fucile da “Sniper” farà sì che il nemico si accasci bruscamente,
    mentre una mitragliatrice d'assalto farà schizzare in sangue mentre il
    bersaglio quasi “ballerà”. Il sonoro che accompagna le missioni è sicuramente la
    scelta giusta per un gioco simile: non ci sono musichette appaganti o incitanti
    ma, trattandosi d'un gioco stealth, si avanzerà nella giungla o nella neve in
    perfetto silenzio, udendo in cuffia solamente i comandi e le risposte del vostro
    Team. Gli effetti “tecnici” sono estremamente reali: le mitragliatrici
    finalmente hanno il “ruggito” necessario e corrispondente mentre il “colpo
    secco” dei fucili da Sniper farà impazzire. Neppure in questo campo i dettagli
    si sprecano: il “fischio” che sentirete dopo l'esplosione d'una mina nelle
    vostre vicinanze e che ricrea perfettamente la sensazione di sordità temporanea,
    oppure, se riuscirete ad avvicinarvi senza farvi scoprire, potrete sentire i
    nemici come parlano tra di loro di donne o altro.

    Conclusioni

    Sicuramente un ottimo gioco
    che si presenta come una versione “ritoccata e migliorata” di Socom 1, con un
    motore grafico migliorato visibilmente e con la stessa formula che l'ha reso
    famoso, cioe l'infinita longevità del gioco on-line. Un seguito che non
    deluderà in nessun caso, per il livello di realismo elevato e la cura per i
    dettagli. Socom 2 è sicuramente un Must per tutti i gamers che hanno la
    possibilità di giocarlo on-line: diventerà un'ottima alternativa ai classici
    FPS!

    Quanto attendi: Socom II

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd