Recensione Space Channel 5 Part 2

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Space Channel 5 Part 2 - 973

Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS2
  • DC
  • Xbox 360
  • PS3
  • Un ballo sfrenato contro i pirati spaziali

    Sega Space Channel 5, uscito all'incirca quasi due anni fa, non riscosse quel successo che meritava. Un gioco da molti considerato frivolo, privo di reale mordente e di doti tecnico grafiche che scavalcassero, definendo un nuovo standard qualitativo, i titoli musicali in quel momento presenti nella line-up della console di mamma Sony. Oggi Sega ci riprova, o meglio, Tetsuya Mizuguchi ha cercato di capire cosa non andasse nella sua precedente creazione ed ha cercato di migliorarla, fino alla pubblicazione di Sega Space Channel 5 Part 2, un titolo che punta più al divertimento ed al coinvolgimento del giocatore che alla generale presentazione grafica.

    Anche l'occhio vuole la sua parte

    Un proverbio che nel caso di Sega Space Channel 5 Part 2 calza a pennello: l'intenzione dei programmatori, è chiaro sin dall'inizio, non è quella di coinvolgere il videogiocatore attraverso una vera e propria esperienza grafica, e ciò sarà ribadito più volte nel corso del gioco dai vari difetti grafici presenti, più o meno fastidiosi. Primo passo importante è stata l'implementazione del selettore 50/60 Hz, a mio modo di vedere abbastanza inutile, visto che il ritmo di gioco sarà scandito esclusivamente dal ritmo della musica, un ritmo che non inficia minimamente l'aspetto grafico o in generale le prestazioni del motore di gioco. La pulizia video su schermo (il gioco è stato testato sia a 50 Hz che a 60 Hz) è minata da un prepotente aliasing e da un fastidioso flickering, principalmente denotabili sulle superfici delle ambientazioni nelle quali si svolgeranno le sfide di ballo. Importante denotare come i personaggi principali siano generalmente ben curati, dotati di un buon numero di poligoni e rivestiti da texture in media definizione, niente di eccezionale ma quanto basta per superare un esame poco approfondito o frettoloso. Fanno da sfondo all'azione, invece, ambientazioni variopinte e molto particolari afflitte da fastidiose “scalettature” e da continui “sfarfallii”, problemi che un gioco di presunta terza generazione non dovrebbe assolutamente mostrare. Il primo pensiero, quindi, sarà quello di considerare tali ambienti come obbligatoriamente inseriti per “contestualizzare” l'avventura, un implicito messaggio dei programmatori a non distrarsi dal modello di Ulala per osservare ciò che la circonda.

    Struttura di gioco e controlli

    Le modalità inserite dai programmatori sono abbondanti, si può spaziare dall'esperienza personale nella modalità Storia, vero fulcro del gioco, ad una sfida contro la Cpu oppure contro un avversario reale mentre impugna un secondo joypad. Le modalità secondarie, come la sfida dei 100 stadi, sono state inserite per appagare il bisogno di alcuni di gadget per i protagonisti, principalmente bizzarri abiti multicolore. Lo scopo principale del gioco è quello di ottenere, tramite il corretto inserimento di combinazioni di tasti, la più alta percentuale di share,e far decollare nell'olimpo dei programmi intergalattici la stazione Space Channel 5, una trasmissione famosa per i suoi giovani talenti, tra i quali spicca per bravura e temerarietà Ulala, una giovane di 22 anni. Vestire i panni di Ulala non è semplice come potrebbe sembrare: oltre al fatto che Sega non ha implementato l'utilizzo della levetta analogica sinistra, a mia modo di vedere molto più utile ed immediata da utilizzare delle 4 croci direzionali, i comandi a volte possono sembrare lenti, e la cosa più di una volta potrebbe apparire ai meno pazienti frustrante. Non voglio spaventare nessuno, dopo un po' di pratica verrà automatico seguire anche con il corpo la giovane ballerina, quasi per incentivarla a muoversi con il ritmo giusto, ma bisogna dire che le prime partite saranno davvero ostiche. Va elogiato sicuramente il lavoro dei programmatori nello studio e nella realizzazione delle animazioni dei vari personaggi che si muovono assecondando con il corpo i vari gesti in modo molto fluido ed estremamente realistico.

    Sonoro

    Ed eccoci al punto forte del gioco, il fulcro di una esperienza videoludica molto particolare estranea ai moderni stereotipi in fatto di videogiochi. Lo studio diretto da Mizuguchi ha operato un lavoro di campionatura molto ben realizzato, le tracce di base sono moltissime, per non parlare dei vari effetti sonori implementati in aperture ed in chiusura dei menù. Ogni nostro movimento verrà accompagnato da esclamazioni (o imprecazioni) sempre varie, mai ripetitive, tutte basate sulla percentuale di share ottenuta sino a quel momento. E devo ammettere che essere elogiati per l'ottimo lavoro svolto dopo dieci minuti di pura follia musicale è davvero appagante!

    Conclusioni

    Sega Space Channel 5 Part 2 si presenta come un titolo estremamente divertente, impegnativo ed appagante ma afflitto da alcuni problemi che lo possono rendere un titolo d'elité, un gioco per soli appassionati, disposti a chiudere un occhio davanti alla scarsa realizzazione grafica e ad uno sfruttamento della macchina Sony appena sufficiente.

    Che voto dai a: Space Channel 5 Part 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 8
    6.6
    nd