Spelunky 2 Recensione: esploratori sulla Luna

Il grande ritorno di Spelunky, uno dei roguelike più punitivi e appaganti di sempre. Ma attenzione: crea assuefazione!

recensione Spelunky 2 Recensione: esploratori sulla Luna
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Brutale, spietato e appagante. Tre parole che fotografano alla perfezione Spelunky 2 esattamente come il suo celebre predecessore. E in fondo se ci pensiamo è proprio questo ciò che rende i roguelike così perversamente irresistibili: sono prodotti che nascono con il chiaro intento di proporre un'esperienza estremamente punitiva ma, al tempo stesso, sanno regalare gioie indescrivibili... sempre che si abbia il coraggio e la forza di arrivare ai titoli di coda. E in questo senso, che sia chiaro sin da subito, Spelunky 2 si conferma un degno erede del titolo uscito quasi in sordina nell'ormai lontano 2008.

    A differenza di quanto accaduto in passato, le vicende del secondo episodio non si svolgono sulla terra, bensì sulla luna, proiettandoci nel vivo di una missione di recupero per salvare proprio il protagonista del primo capitolo della serie, rimasto bloccato nello spazio insieme a sua moglie dopo il fallimento di una nuova, ambiziosa spedizione. Per raggiungere quest'obiettivo vestiremo i panni della figlia del celebre esploratore, ma non aspettatevi che la nuova giovane protagonista abbia in qualche modo addolcito il team di sviluppo. Nel corso delle svariate ore che vi serviranno per arrivare alla fine dell'avventura, vi arrabbierete, arriverete probabilmente a odiare Spelunky 2 come raramente vi sarà capitato di odiare un altro videogioco nel corso della vostra vita, ma se avrete la pazienza e la costanza di non mollare, è molto probabile che questo titolo possa restarvi nel cuore per almeno un paio di decenni.

    Una questione di coraggio

    Spelunky 2 è un platform bidimensionale in apparenza molto semplice, in cui l'obiettivo, proprio come nel primo capitolo della serie (recuperate la recensione di Spelunky), è essenzialmente solo uno: scendere sempre più in profondità per raggiungere la fine di un susseguirsi di livelli a difficoltà crescente e generati proceduralmente, cercando al contempo di raccogliere il maggior numero di tesori.

    Una passeggiata, dunque? Tutt'altro visto che ciò che incontrerete lungo il vostro cammino - o quasi - cercherà di uccidervi o, nel migliore dei casi, di rallentarvi. Animali, insetti, trappole e addirittura un enorme fantasma sono solo un esempio di ciò che vi attende, e sebbene questo implichi che gli irriducibili del brand si sentiranno perfettamente, tutti gli altri saranno destinati a un primo impatto un po' destabilizzante.

    La primissima ora di Spelunky 2 potrebbe infatti risultare piuttosto traumatica per eventuali neofiti del genere, ma ciò non toglie che la qualità complessiva dell'esperienza offerta sia più che sufficiente per giustificare tutti gli sforzi che saranno necessari per prendere totale familiarità con la realtà di gioco. Spelunky 2 non denota infatti alcuna reale sbavatura, riuscendo al contrario a migliorare quanto fatto dal suo predecessore sotto ogni punto di vista ma senza mai dar vita a vere rivoluzioni. Le novità sono poche ma tutte mirate ad arricchire senza intaccare l'ormai storico equilibrio del brand, e ciò che ne consegue è un'esperienza brutalmente indimenticabile che brilla soprattutto in termini di gameplay.

    Sono infatti sufficienti pochi secondi per accorgersi di quanta cura sia stata effettivamente riposta nell'ottimizzazione delle meccaniche di gioco per garantire la massima reattività dei comandi in ogni momento, e questo implica inevitabilmente che ogni vostro fallimento sarà figlio solo ed esclusivamente di un vostro errore di valutazione. In Spelunky 2 la precisione nell'esecuzione di qualsiasi tipo di azione e l'attenta pianificazione di ogni singolo movimento rappresentano infatti due requisiti essenziali per evitare rovinose sconfitte, soprattutto in virtù della natura roguelike dell'esperienza.

    Una volta esaurita l'energia vita a disposizione del vostro piccolo esploratore, sarete infatti riportati all'inizio della caverna e costretti a ricominciare tutto da capo, conservando solo la possibilità di ripartire da specifiche profondità qualora fossero state raggiunte in precedenza. Niente bonus o potenziamenti rimarranno dunque a vostra disposizione, né conserverete i tesori conquistati prima della vostra morte. La vostra unica, reale risorsa sarà la vostra stessa esperienza, aspetto che vi costringerà a dover sempre imparare dai vostri errori per evitare di ripeterli, conducendovi verso un processo di costante autoperfezionamento che pur essendo a tratti innegabilmente frustrante, saprà ripagarvi con incredibili soddisfazioni.

    Esperienza appagante e longeva, anche in multiplayer

    Chiunque abbia un debole per l'esplorazione, la scoperta di segreti e la ricerca ossessiva di qualcosa di nuovo, troverà infatti pare per i propri denti nel mondo di Spelunky 2.

    Attraverso diverse tipologie di ambientazioni, generate come detto in precedenza in maniera procedurale e dunque sempre diversa in ogni singolo playthrough, vi immergerete dunque in un universo fatto di incredibili tesori, di un'infinità di porte segrete e, ovviamente, di numerosissimi strumenti e gadget con cui potenziare progressivamente le vostre abilità nel tentativo di scendere sempre più in profondità. Complice anche l'introduzione di alcune mount - c'è anche un tacchino! - ogni partita sarà quindi diversa dalla precedente e anche una volta giunti alla conclusione della componente narrativa, i motivi per tornare a esplorare non mancheranno praticamente mai, specialmente se consideriamo la presenza di un multiplayer competitivo e anche di una modalità co-op per condividere gioie e dolori dell'esplorazione in compagnia dei vostri amici. Alla luce di tutto questo non ci vuole dunque molto a comprendere che Spelunky 2 potrebbe rappresentare a tutti gli effetti un vero e proprio attentato al vostro tempo libero.

    Tecnicamente parlando, infine, Spelunky 2 propone una realizzazione in linea con le aspettative della vigilia, conservando i suoi tratti stilistici distintivi ma arricchendo il tutto con una fisica rinnovata che brilla in maniera particolare quando ci si trova ad avere a che fare con i fluidi. Interagire con la lava, tanto per farvi l'esempio più eclatante, sarà un'esperienza... illuminante. In termini di comparto audio invece si registrano effetti sonori senza infamia e senza lode, impreziositi però da una colonna sonora davvero irresistibile capace di esaltare al meglio la frenesia di fondo che contraddistingue l'esperienza.

    Spelunky 2 Spelunky 2Versione Analizzata PCForte di un concept semplice ma al tempo stesso estremamente brillante, Spelunky 2 si dimostra dunque uno splendido sequel che riesce a migliorare quanto fatto dal suo predecessore praticamente da ogni possibile punto di vista. La cura che regola la generazione procedurale del mondo di gioco rappresenta una fonte pressoché inesauribile di stimoli e se a questo aggiungiamo meccaniche di gioco vicine alla perfezione assoluta, l’introduzione del multiplayer e una componente tecnica che, come evidenziato dalla nuova fisica dei fluidi, mostra evidenti passi avanti rispetto al passato, è davvero difficile trovare un singolo motivo per sconsigliare l’acquisto di Spelunky a qualsiasi videogiocatore. La difficoltà generale, come più volte ripetuto nel corso di questa recensione, è senza dubbio superiore rispetto alla media dei prodotti contemporanei, ma a fronte della bontà dell’esperienza proposta vi consigliamo caldamente di non vederla come un ostacolo bensì come un’opportunità per mettervi alla prova e capire, realmente, di che pasta siete fatti. Buona fortuna, ne avrete bisogno!

    9

    Che voto dai a: Spelunky 2

    Media Voto Utenti
    Voti: 7
    8.7
    nd