PSVR

Spider-Man Far From Home VR Experience Recensione: l'Uomo Ragno vola su PS4

Malgrado i suoi limiti, Spider-Man Far From Home VR Experience per PlayStation VR si dimostra una esperienza in Realtà Virtuale piuttosto interessante.

recensione Spider-Man Far From Home VR Experience Recensione: l'Uomo Ragno vola su PS4
Articolo a cura di
Disponibile per
  • PS4
  • PS4 Pro
  • Due estati fa, a pochi giorni dall'uscita nelle sale di Spider-Man: Homecoming, i fan dell'Uomo Ragno vennero colti da una ragionevole botta d'entusiasmo al pensiero di potersi finalmente infilare nei panni - scomodamente attillati - del supereroe Marvel, all'interno di un'esperienza VR pensata per aprire la strada alla pellicola in arrivo. Per quanto totalmente gratuita, quella prima Virtual Reality Experience non era però riuscita a soddisfare appieno gli appetiti dei fan, a causa di un comparto contenutistico fin troppo povero e debole, tanto condensato quanto inappagante.

    A due anni di distanza da quel primo esperimento, CreateVR propone al pubblico una nuova avventura in realtà virtuale dedicata all'arrampicamuri di New York, giusto in tempo per accompagnare l'esordio nei cinema del nuovo film dell'Uomo Ragno (su Everyeye.it trovate la recensione di Spider-Man Far From Home. Questa volta, però, sembra proprio che il team abbia infuso nel progetto un impegno ben maggiore, cercando di elaborare il feedback ricevuto per dare corpo a un prodotto che, malgrado i suoi evidenti limiti, si conferma molto più interessante.

    Vai a prenderli, tigre!

    A differenza del precedente Spider-Man: Homecoming Virtual Reality Experience, questo nuovo tie-in VR fa un lavoro decisamente migliore nel nascondere le finalità chiaramente promozionali del titolo, proponendo al pubblico una produzione finalmente dotata di una certa stratificazione ludica.

    Se il predecessore si limitava a offrire al pubblico un semplice tiro al bersaglio in salsa superomistica, sostanzialmente privo di variazioni sul tema, Far From Home mette a disposizione degli utenti una mappa liberamente esplorabile, con tanto di attività secondarie e collezionabili. Ma andiamo con ordine. Una volta indossato il visore di PlayStation e impugnati i Move (di nuovo l'unico sistema di controllo supportato), la nostra spalla Ned, l'immancabile "uomo sulla sedia", ci guiderà dal nostro appartamento fino ai confini di Central Park, dove un robot gigante sta seminando caos e distruzione. Abbandonare la sicurezza della stanza per piroettare tra i palazzi della Grande Mela innesca subito quel senso di immersione, palpabile e fisico, tipico delle esperienze in realtà virtuale, sostenuto da un sistema di movimento semplice ma efficace. Non aspettatevi però le oscillazioni mozzafiato viste in Marvel's Spider-Man, visto che la soluzione scelta da CreateVR segue - per forza di cose - una filosofia ben diversa. Dopo aver puntato una parete con uno dei Move, la pressione del grilletto vi permetterà di lanciare una ragnatela e, con un lieve strattone del braccio, di proiettarvi verso il punto di aggancio seguendo una traiettoria lineare, quasi fosse un rampino.

    Una soluzione che limita l'estro acrobatico dei giocatori, ma riduce al al contempo la possibilità di eiettare il vostro ultimo pasto sulla testa di qualche pedone di passaggio. Al netto di qualche occasionale bug (sopratutto "bad clipping"), le meccaniche di movimento danno vita a momenti di genuina esaltazione, specialmente quando - dopo una manciata di minuti - avrete imparato a gestirle a dovere.

    Il vostro alter ego in tutina rossa può anche correre liberamente su superfici orizzontali o verticali (premendo il tasto X per muoversi in direzione del punto osservato), e saltare premendo il tasto Move, magari dopo aver sparato un paio di ragnatele per ottenere un utilissimo effetto fionda. Una volta raggiunta la nostra nemesi, saremo accolti da una tempesta di raggi laser (in grado di disattivare temporaneamente gli spara-ragnatele) e droni ostili, cui dovremo rispondere con una serie di raffiche dei nostri fidati lanciatori da polso.

    Il sistema di combattimento è piuttosto elementare: per portare a casa la vittoria non dovremo far altro che sparare ragnatele contro gli avversari fino a farli esplodere, occupandoci al contempo di rimuovere la corazza del boss per poi intrappolarlo in un groviglio di proporzioni titaniche. Un combat system che non brilla certo per varietà o spessore, ma si adatta piuttosto bene alle caratteristiche di un prodotto gratuito e senza grandi pretese. La sconfitta del robot segna la fine della breve story mode di questa nuova Virtual Reality Experience, a circa un quarto d'ora dall'inizio dell'avventura. Al termine dei titoli di coda potrete continuare a scorrazzare tra i grattacieli di Manhattan, per scovare monete collezionabili (utili a bloccare costumi aggiuntivi) e affrontare gare a tempo e prove di combattimento.

    Se queste ultime non regalano particolari soddisfazioni e vengono rapidamente a noia, le prove a tempo possono offrire agli appassionati qualche sfida interessante, a maggior ragione visto che il sistema di movimento - seppur basilare - rimane l'aspetto più convincente dell'impasto ludico. Per il medesimo motivo, potreste decidere di passare ancora un po' di tempo a girovagare sopra le strade di New York, solo per continuare a vestire i panni dell'amabile Spidey di quartiere, che di fatto è l'aspetto più intrigante dell'intera esperienza.

    Se siete fan della creazione prediletta del compianto Stan Lee, è probabile che continuerete a sfidare l'afa estiva con un bel sorrisone stampato in faccia, volteggiando agilmente tra i grattacieli verso l'orizzonte della metropoli statunitense. Questo malgrado i limiti di un profilo tecnico tutt'altro che stellare, caratterizzato da una sovrabbondanza di pop up e texture sgranate, con un livello di dettaglio che, specialmente per quanto riguarda gli oggetti poligonali in lontananza (palazzi in primis), tende a calare vertiginosamente.

    Malgrado tutto, però, Spider-Man: Far From Home - Virtual Reality Experience si conferma come un progetto ben più avvincente del suo predecessore, capace di regalare istantanee di puro godimento agli estimatori dell'arrampicamuri, con tutti i compromessi del caso. Un piccolo assaggio di quello che è sicuramente il sogno di molti videogiocatori: indossare la maschera di Spider-Man in un titolo VR ad alto budget.

    Quanto attendi: Spider-Man Far From Home VR Experience

    Hype
    Hype totali: 10
    68%
    nd