Recensione Star Wars: la Guerra dei Cloni

Leggi la nostra recensione e le opinioni della redazione sul videogioco Star Wars: la Guerra dei Cloni - 243

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di

Intro - Star Wars

L’Impero
fondato da George Lucas è probabilmente il più conosciuto nel mondo della
televisione: dai primi episodi della sua seria Star Wars, difatti, questa saga
si è guadagnata un posto in pole position nei cuori di moltissime persone, anche
non più giovani d’età. Star Wars non è semplicemente una passione, è un intero
universo di passioni: battaglie intergalattiche tra buoni e cattivi (in questo
caso, la Repubblica ed i Ribelli), armi e mezzi mozzafiato, tecnologicamente
avanzatissimi e tanta, tanta fantasia che spinge anche i telespettatori con meno
“immaginazione” ad immedesimarsi nei cavalieri Jedi, o a vivere le epiche
avventure di questa saga con un trasporto ricco di emozioni. Vedendo l’enorme
successo della sua creatura, la LucasArts ha ben pensato di convertire la serie
di Star Wars anche in videogame,in questo modo allargando ancora di piu gli
sconfinati orizzonti della sua popolarità: mantenendo pressochè inalterato lo
spirito Jedi ed il senso di avventura fantascientifica, la LucasArts ha
rilasciato diversi titoli, inizialmente per pc, poi per altre piattaforme di
gioco, vedendo gli ottimi risultati che riscontrava. E’ proprio dell’ultimo
titolo di questa saga che tratta questa recensione: Star Wars - La Guerra Dei
Cloni, è infatti l’ultimo arrivato su Xbox, uno sparatutto in prima e terza
persona che rispecchia il piu puro stile Star Wars.

La Guerra Dei
Cloni

Appena inserito il cd
nella nostra XBox dovremo attendere un brevissimo periodo di caricamento,
dopodiché ci troveremo nell’interno di una nave della Repubblica: attraverso un
menu’ di 4 pulsanti (Campagna, Multiplayer, Gioca in Rete, Opzioni) potremo
accedere alle diverse modalità del gioco; ora parleremo della modalità Single
Player, ossia “Campagna”. Questa modalità di gioco segue un filo logico
attraverso svariate missioni, tutte con lo stesso scopo: evitare che i Sith,
altrimenti chiamati “separatisti”, prendano il sopravvento sul governo della
Repubblica, distruggendo la galassia ed instaurando il loro regime di violenza e
sangue. Il gioco ha lo stile dei classici shoot-em-up, il che vuol dire che ci
troveremo in qualsiasi missione a dover fuggire o distruggere (o entrambi allo
stesso tempo), dai nostri terribili nemici, armati fino ai denti, per portare a
termini le missioni assegnateci: benché queste missioni possano assomigliarsi un
po’ tutte, ci sono diversi elementi che le contraddistinguono l’un l’altra:
spesso ci troveremo a dover comandare un’unità d’assalto di Jedi seguendo un
piano d’attacco strategico ben preciso per evitare una morte certa; oppure ci
troveremo a cercare vie alternative per sfuggire ad un plotone di nemici che ci
finirebbero in pochi secondi, per poi attaccarli alle spalle facendogli crollare
una montagna addosso, e così via. Ogni missione ha dei propri obiettivi
principali, che potremo vedere nel menu’ pausa, nonché diversi obiettivi bonus,
come per esempio distruggere tutti i nemici della mappa, far sì che nessuno dei
tuoi compagni venga sopraffatto e così via; con questi bonus potremo via via
sbloccare diversi Extra nel gioco, che saranno accessibili dal menu’
“Opzioni”...Non dirò quali sono, ma i veri fan di Star Wars avranno delle belle
sorprese, questo è poco ma sicuro.

Gameplay

Durante lo svolgimento delle nostre
missioni, ci troveremo a comandare prevalentemente veicoli spaziali, gli stessi
della serie televisiva: a partire dallo SpeederBike, agile e veloce ma con poca
potenza di fuoco, per passare ai Camminatori d’Assalto AT-TX, difficili da
controllare ma con alta resistenza e volume di fuoco, al CacciaTank della
Repubblica (la miglior combinazione tra manovrabilità e potenza, a mio avviso),
per terminare con i Maku, un mezzo di trasportp fornitoci dai Wookie, in pratica
una specie di dinosauro dotato di armamento pesante...divertentissimo da guidare,
oltretutto. Ogni veicolo è dotato di 2 armi: il Laser ed i missili per lo
SpeederBike ed il CacciaTank, entrambi armi molto potenti; un Laser ed uno scudo
di protezione per il Camminatore d’Assalto, ed il Laser piu’ un’arma a sorpresa
per il Maku, che vi lascerà a bocca aperta ;) . Oltre ai veicoli spaziali, in
diverse missioni ci troveremo a dover controllare anche dei personaggi del
gioco: Mace Windu, Obi Wan Cenobi ed Anakin Skywalker, ovviamente tutti con le
loro spade laser e la “Forza”. Le fasi esplorative e di combattimento, al
comando del personaggio, comunque, soffrono di parecchi problemi. Prima di tutto
la telecamera segue l'azione in modo alquanto impreciso. In seconda battuta il
nostro bravo eroe si muove in modo alquanto innaturale, tanto sono brutte le
animazioni che lo accompagnano. E poi vogliamo parlare della limitazione delle
cose da fare? Si tratta solamente di colpire o di lanciare la spada quasi fosse
un boomerang. Non possiamo saltare, non possiamo rotolare. Questo in prima
persona. Migliora nettamente se, anche a piedi, visualizziamo l'azione dagli
occhi del prode cavaliere Jedi. In questo caso si possono anche effettuare dei
movimenti laterali - strafe - molto utili per sbirciare dagli angoli senza
esporsi troppo. Si può fare uso della forza, senza abusarne, per tenere lontani
i nemici troppo "affettuosi" o troppo numerosi. L’Hud è gestito in maniera
superba durante il gioco, è intuitivo e ridotto solo allo stretto necessario: in
basso a sinistra potremo difatti controllare lo stato della nostra navicella, la
quantità di munizioni rimasta e lo stato del Turbo, mentre in basso a destra ci
sarà un radar, che ritornerà utilissimo soprattutto nelle missioni con uno stile
piu’ “strategico”. Durante i nostri combattimenti, dovremo fronteggiare schiere
di nemici diversi, ognuno con una particolarità: - I piccoli carri d’assalto,
non molto potenti - Gli Squad, agili e velocissimi - I Cannonieri, con
un’elevatissima potenza di fuoco ma con scarsa mobilità - I Ragni Camminatori,
simili ai Cannonieri, ma un po’ piu’ agili. - Protodekka, delle enormi astronavi
dei Separatisti che incontreremo piu volte durante il gioco, che ci daranno non
poco filo da torcere. L’I.A. di questi nemici varia a seconda del livello di
difficoltà che abbiamo scelto all’inizio missione: Padawan, Cavaliere Jedi o
Maestro Jedi, quest’ultimo quasi impossibile da giocare. Comunque sia, si può
star certi di non trovare mai nessuna lacuna nella loro organizzazione difensiva
o d’attacco, visto che hanno l’abilità di creare gruppi d’assalto ed attaccarci
da diversi lati allo stesso tempo, mettendoci alle strette...Si può dire che il
livello generale d’I.A. è alto, e non lascerà mai deluso il giocatore che cerca
scontri all’ultimo sangue con nemici che gli tengano testa.

Controlli

Avete mai provato
a comandare un Camminatore d’Assalto At-Tx, o stare a cavalcioni su un enorme
animale che armato fino ai denti? Beh, non sarà facilissimo all’inizio, ma state
sicuri che una volta abituati vi daranno molte soddisfazioni. I controlli sono
alquanto intuitivi, e sono posizionati in maniera intelligente: i grilletti per
lo strafe, i bottoni per sparare/zoomare/usare il turbo, la levetta sinistra per
muoversi e quella destra per muovere la visuale; all’inizio il controllo dei
mezzi come dei Jedi potrà risultare un po’ ostico, ma dopo pochi minuti di gioco
comanderete il vostro CacciaTank come un vero cavaliere Jedi! Nelle ultime
missioni, ovviamente le piu difficili, non vi basterà controllare il vostro
mezzo con leggerezza: dovrete fare un uso massiccio dello strafe per evitare
colpi di nemici che vi accerchieranno da tutte le parti, dovrete usare strategie
d’attacco e di difesa alquanto sottili, per evitare di essere messi K.O. da un
battaglione di carri d’assalto o per attaccare un convoglio di Separatisti;
tutto sarà estremamente eccitante, sentirete l’adrenalina scorrere nelle vostre
vene quando riuscirete, dopo svariati tentativi, a portare a termine le ultime
missioni, questo è assicurato.

Ambientazione

La Guerra Dei Cloni ha una localizzazione ben
precisa, durante tutte le missioni: infatti vi troverete a combattere su diversi
pianeti della Galassia, partendo da Neo Genesis per finire tra i ghiacci di Rhen
Var. Questi pianeti rendono abbastanza bene l’ambientazione degli scenari della
Saga di Star Wars: per la maggior parte sono territori molto vasti, ricchi di
montagne o valli, tra le quali dovrete muovervi per portare a termine le
missioni; sono comunque ambienti avvolgenti, che calano il giocatore nei panni
di Anakin o Obi-Wan.

Grafica

La grafica in generale è di un livello medio-alto, con
effetti e modelli soddisfacenti in tutti gli aspetti. I modelli degli umani e
dei mezzi di trasporto sono ricchi di poligoni, con delle textures che
riflettono il mondo circostante, dando ai mezzi un aspetto estremamente
realistico. Gli ambienti non sono da meno: LucasArts ha fato un grande uso del
Bumpmapping, conferendo ai mondi nei quali si ambienta il gioco realismo ed
uniformità nelle curve; anche la distanza spesso conferisce un notevole senso di
profondità, facendo spaziare lo sguardo molto a lungo prima d’incontrare un
banco di nebbia (o sabbia), che lo termini. Sarà raro trovare textures di bassa
qualità o modelli con pochi poligoni, ma tutta questa accuratezza nella grafica
ha portato ad un frame-rate alquanto instabile, con rallentamenti e scatti
purtroppo alquanto frequenti, anche nei video d’intermezzo tra una missione e
l’altra: ciò sicuramente infastidirà non poco il giocatore, che comunque si
rassegnerà dopo poco, prestando non più di tanta attenzione ai rallentamenti
durante il gioco. Una parte molto affascinante di questo titolo sono i
cinematics tra le missioni, questi alquanto fluidi invece, che ci mostreranno
delle scene chiave del gioco, oppure degli incontri tra i cavalieri Jedi ed il
Maestro Yoda e così via: sono realizzati ad alto livello, con modelli
estremamente dettagliati e ricchi d’effetti che gli conferiscono un aspetto
alquanto realistico: peccato per la scarsità di questi cinematics, che non
arrivano alla decina...diciamo che alla Lucas Arts avrebbero potuto impegnarsi un
po di piu, ma comunque hanno fatto un buon lavoro. Ora passiamo alla parte piu
esaltante: gli effetti grafici. Personalmente credo che siano tutti
tremendamente affascinanti, partendo dalle tracce che lasceranno i missili
nell’aria, per finire con delle incredibili esplosioni...per fare un paragone,
sono alquanto simili agli effetti di MechAssault. Anche gli effetti d’acqua e di
terra, quando voleremo sopra essi con il nostro CacciaTank, sono impressionanti:
turbinii di sabbia e gocce daranno al giocatore un’impressione di estremo
realismo, così come l’effetto Blur che si avrà quando farà uso del turbo;
concludendo, tranne qualche piccolo rallentamento ed un framerate di 30fps non
sempre stabili, la grafica di Star Wars - La Guerra Dei Cloni, è pienamente
soddisfacente.

Audio

L’Audio di questo gioco, invece, è un tripudio di emozioni.
Oltre all'ormai mitico tema composto da John Williams, ci sono musiche
grandiose ed effetti speciali di grande livello, tratti direttamente dal film.
Il tutto accompagnato da un pieno supporto del protocollo Dolby Surround
veramente immersivo: avrete la sensazione di trovarvi nel mezzo dell’azione,
sentirete i diversi nemici correre verso di voi da tutte le direzioni, tutto
questo con un sottofondo di musiche epiche nel piu puro stile Star Wars...provate
ad immaginarlo, è da brivido!

Longevità

Tutta quest’avventura si basa su 16 missioni,
piu diverse dozzine di missioni bonus: certo, possono sembrare molte, ma per un
giocatore allenato a questo tipo di giochi, si ritroverà troppo presto a leggere
i titoli di coda, lasciando un senso d’amaro in bocca: certo, si può sempre
rigiocare in modalità Maestro Jedi, ma comunque il gioco lascia un senso di
brevità.

Multiplayer

Dal menù principale si può accedere alla modalità splitscreen, che
permette di giocare in diverse modalità di gioco: - Duello (fino a quattro
giocatori), lo scopo è quello di battersi per la supremazia. Si possono
scegliere veicoli diversi e la vittoria si ottiene raggiungendo un certo numero
di uccisioni o ottenendo il maggiore numero di vittime in un determinato lasso
di tempo; - Zona di controllo, è presente in ogni livello ed è indicata da un
anello sul terreno. Bisogna in pratica avere il controllo della zona, evitando
cioè che l'avversario, a sua volta, prenda possesso dell'anello; - conquista,
si combatte a fazioni opposte. Repubblica da una parte e Separatisti
dall'altra. L'obiettivo, comune ad entrambi i contendenti, è quello di
distruggere la base avversaria; - Accademia Jedi, si gioca a turno alterno. Chi
distrugge più nemici. Queste sono le stesse modalità di gioco che si troveranno
nell’Opzione “Gioca in Rete” con Xbox Live; sono tutte molto avvincenti, ed
ottimizzate al meglio. Il lag nella voce è quasi inesistente, così come la
fluidità in-game; l’unico difetto è la mancanza di giocatori: difatti vi
troverete sempre ad aspettare molto, forse troppo tempo aspettando che qualcuno
entri nella vostra partita, o prima di trovarne una...comunque, una volta entrati
in una lobby, vi troverete a scegliere in che squadra giocare, e poi partirete
per un’emozionante avventura online.

Conclusione

Concludendo, posso affermare che questo
gioco vale veramente la pena di essere almeno provato, a discapito dei molti
pregiudizi su questo genere, perché è capace di offrire emozioni forti sia ai
fan piu sfegatati di Star Wars, sia a tutti quei videogiocatori che amano le
avventure shoot-em-up ricche d’elementi d’azione, strategia e, soprattutto, di
ore di puro divertimento.

Quanto attendi:

Hype
Hype totali: 0
ND.
nd