Recensione Star Wars: Lethal Alliance

Alleanza letale tra Star Wars e Playstation Portable

Articolo a cura di
Disponibile per
  • DS
  • Psp
  • La Forza scorre anche in Playstation Portable?

    Playstation Portable è una console affamata ed assetata: la lunga rincorsa intrapresa dalla prima piattaforma handheld Sony ha bisogno di tante energie, che devono essere spese con costanza per soddisfare un bacino di utenza sempre più vasto, complesso, smaliziato ed informato. L'energia è fornita da quei giochi che stimolano i giocatori in modo semplice ed innovativo, sono capaci di farsi conoscere ed apprezzare rapidamente, sfruttando magari un “Brand” altisonante e, perchè no, in grado di appagare l'utente anche tramite un comparto audiovisivo adeguato. Star Wars è una delle saghe che più si è prestata al mondo del videogame (sebbene le trasposizioni riuscite siano ben inferiori a quelle meritevoli di attenzione) ed oggi prova a dare il suo contributo “energetico” alla piccola di casa Sony con un action adventure tridimensionale pensato e sviluppato per le piattaforme portatili e dotato di alcune caratteristiche piuttosto interessanti.
    Star Wars - Lethal Alliance offre al giocatore uno scorcio dell'universo creato da George Lucas che mai era stato narrato prima, una vicenda cronologicamente ambientata tra il terzo ed il quarto episodio della saga che aggiunge dettagli importanti alla già corposa storia dello scontro tra cavalieri Jedi e Sith...Uno stimolo all'acquisto non indifferente per i molti fan di Luke ed Anakin Skywalker, ma oltre alla storia, c'è anche un gioco?

    Gameplay Letale

    L' “Alleanza Letale” a cui si fa riferimento nel sottotitolo di questo action game prodotto da Ubisoft , è quella che intercorre tra la protagonista, la cacciatrice di taglie Rianna Saren e la sua spalla, il droide da sorveglianza Zeeo. La giovane guerriera è ai primi posti della lista nera dell'Impero e ricambia il sentimento offrendo volentieri i propri servizi ai ribelli guidati dalla Principessa Leia Organa. E' proprio durante il primo di questi incarichi che l'eroina fa la conoscenza di questo particolare drone che, per motivi piuttosto discutibili, decide di accompagnarla attraverso il territorio controllato dall'Impero. La storia si svolge nelle più note ambientazioni che abbiamo ammirato sul grande schermo e vede Rianna e Zeeo impegnati nel recupero dei progetti della più importante arma dell'Impero: La Morte Nera.
    Lethal Alliance è un action adventure tridimensionale piuttosto canonico nel gameplay: lo scopo del gioco è quello di percorrere incolumi i molti livelli in cui è diviso lo story mode, eliminando i numerosi nemici che popolano le locazioni e risolvendo gli elementari puzzle che ci vengono proposti. Ciò che dona un po' di verve alla struttura di gioco è la complessa realizzazione dei due protagonisti, Rianna e Zeeo: la cacciatrice di taglie ha un ruolo di maggiore importantza e, a parte rare occasioni, è il personaggio che viene controllato direttamente dal giocatore. Oltre ad essere dotata di un certo numero di armi da fuoco (destinato ad aumentare col progredire dell'avventura) può far conto su una certa propensione alle arti marziali; questa dote le permette sia di sventare gli attacchi frontali degli Imperiali che di piombare loro alle spalle eliminandoli senza provocare alcun rumore.
    Il droide Zeeo è un vero e proprio tuttofare: oltre a fornire assistenza durante il combattimento il piccolo sferoide è in grado di funzionare da mezzo di trasporto e di andare in avanscoperta intrufolandosi nei condotti d'aereazione troppo stretti per la cacciatrice di taglie. A Zeeo è affidata anche il superamento delle barriere di sicurezza, una funzione essenziale che però lo rende vulnerabile agli attachi nemici; in questi frangenti di gioco Rianna deve fornire una sufficiente difesa al droide affinchè non venga colpito dai proiettili imperiali.
    Come già accennato Zeeo supporta con efficacia Rianna anche durante i moltissimi combattimenti: il droide è capace di un certo numero di azioni (inizialmente poche) che però si rivelano utili in più di un caso. La sua prima abilità gli permette di lanciarsi a tutta velocità contro il nemico tenuto sotto tira dalla cacciatrice di taglie, così da stordirlo per qualche secondo; questa azione è basilare per la realizzazione degli attacchi combinati, una tecnica di combattimento che coinvolge entrambi i personaggi e che, se portata a termine con successo, aumenta il loro livello di “Affiatamento”. Questo parametro determina la quantità e la qualità delle combo a disposizione del giocatore: con l'aumentare dello spirito di squadra si rendono disponibili nuove tecniche corpo a corpo per Rianna, per Zeeo ma anche tattiche combinate per entrambi i personaggi.
    Il supporto fornito da Zeeo come mezzo di trasporto è altrettanto particolare ed importante: il piccolo droide viene “cavalcato” dalla cacciatrice ed il suo sistema di propulsione gli permette di ancorarsi alle pareti e di scorrere su esse con la massima facilità. In molti casi però le locazioni in cui dobbiamo recarci non sono costeggiati da superfici su cui aggrapparsi, ma solo da qualche minuscolo appiglio. In questo caso Rianna si può comunque sfruttare Zeeo e, dondolandosi sulla sua carcassa, prendere lo slancio sufficiente a catapultarsi fino a destinazione.
    In alcuni livelli, per finire, dovremo volare aggrappandoci al piccolo robot ed attraversare a tutta velocità pericolose strutture nemiche prima che gli imperiali ci raggiungano. Queste fasi servono ad inframezzare la routine di un gameplay che ben presto inizia ad odorare di stantio...

    La vittoria del lato oscuro

    Star Wars Lethal Alliance è un prodotto anonimo sotto quasi tutti i punti di vista: il gameplay è fondato su facili e ripetitivi combattimenti che si alternano alla ricerca di un interruttore da premere per sgombrare l'accesso alla successiva locazione. Le molte originali tecniche dei due protagonisti non sono indispensabili per procedere nel gioco; basta saper sparare ed evitare i colpi avversari per giungere agevolmente al termine dell'avventura, anche se affrontata a livello “Hard”.
    Ad aggravare la situazione contribuisce l'inconsistenza di quello che doveva invece essere uno dei punti di forza di questo gioco, ovvero la trama: la sequenza degli eventi narrati è anonima, priva della grande carica emotiva che ha caratterizzato ciascuno dei sei film, ed animata da personaggi malamente caratterizzati.
    Il fattore Replay di Lethal Alliance è minimo: tre livelli di difficoltà, nessun extra di rilievo da sbloccare ed un multiplayer wireless di cui si può fare tranquillamente a meno.

    Approssimazione video

    Il comparto video di Star Wars Lethal Alliance non si avvicina minimamente agli standard visivi imposti su Playstation Portable da giochi come Syphon Filtre: piccoli e scarni personaggi si muovono in ambientazioni pulite ma generalmente povere di dettagli. Pochissima cura è dedicata anche alle animazioni dei personaggi, banali e prive della necessaria varietà. Fortunatamente almeno il framerate rimane costante durante qualsiasi fase di gioco (anche se il numero di frames al secono non è proprio eccezionale..). La trama è raccontata tramite poverissime sequenze in Computer Grafica.
    La componente audio, invece, fa come sempre leva sulla colonna sonora e sugli effetti speciali delle pellicole cinematografiche; ad affiancare la ormai abusata soundtrack troviamo un decente doppiaggio in lingua inglese.

    Star Wars: Lethal Alliance Star Wars: Lethal AllianceVersione Analizzata PSPStar Wars Lethal Alliance è un gioco che fornisce troppi pochi stimoli ad un qualsiasi giocatore, sia esso un fan sfegatato della celeberrima saga o un semplice amante degli action adventure. E' privo di sfida, completamente lineare ed incapace di coinvolgere nella vicenda narrata. Un esperimento sulla carta interessante sviluppato in modo frettoloso ed approssimativo.

    5

    Che voto dai a: Star Wars: Lethal Alliance

    Media Voto Utenti
    Voti: 3
    6
    nd