Netflix

Stranger Things: Recensione del set LEGO Sottosopra 75810

Con l'arrivo della terza stagione di Stranger Things, LEGO pubblica un set ricchissimo di dettagli, ideale per tutti gli appassionati della serie Netflix.

recensione Stranger Things: Recensione del set LEGO Sottosopra 75810
Articolo a cura di

Il Sottosopra 75810 è un set LEGO dedicato a Stranger Things (qui vi proponiamo le nostre impressioni sulla terza stagione), composto da 2287 mattoncini e diviso in 11 diverse buste, oltre che due scatole (una delle quali contiene i manuali). Il set ripropone la casa dei Byers nella sua versione normale e in quella nel Sottosopra, creando una costruzione di impatto e soprattutto perfettamente in linea con la serie che ripropone. Non mancano lo sceriffo Hopper con la sua Jeep, Joyce, madre di Will, e ovviamente Eleven e il Demogorgone. Il set è pensato per essere perfettamente speculare e ribaltabile grazie a due alberi posti ai lati della casa (anche la confezione è a sua volta speculare) ed è il companion perfetto per questa terza stagione disponibile su Netflix.

Costruire Il Sottosopra 75810

Avere il vostro piccolo angolo di Hawkins in soggiorno (o distrutto dai gatti nel giro di qualche ora) vi impegnerà per sei o sette ore, che possono però essere ridotte sensibilmente, se decidete di montarlo in due persone: trattandosi di due versioni speculari dello stesso edificio è infatti un set perfetto per essere costruito in parallelo da due appassionati, visto che i manuali di istruzione sono pensati per quest'eventualità. Oltre alla casa è presente anche la macchina dello sceriffo, gli alberi che sostengono e fungono da supporto all'intera struttura e una tonnellata di piccole chicche e dettagli che impreziosisce un pacchetto fatto da appassionati per gli estimatori della serie. Justin Ramsden, il designer del set, sguazza nella cultura pop, e i suoi lavori in LEGO lo testimoniano, essendo a sua firma anche altre meraviglie come Il Castello di Hogwarts 71043 (esatto, quello gigante e bellissimo), Milano vs Abilisk 76081 (Guardiani della Galassia) lo Yellow Submarine 21306 (che fa parte della serie Ideas).

La casa è formata da due stanze (soggiorno e camera da letto di Will), ognuna delle quali ricchissime di particolari: c'è l'inevitabile parete con l'alfabeto e un filo di lucine colorate (ma anche una micro lampada che illumina il muro), l'accetta vicino alla porta, il tavolo con i volantini segnaletici e il telefono giallo.

La serie TV di Stranger ThingsIl 15 luglio 2016 Netflix tira fuori dal cilindro Stranger Things, serie ambientata ad Hawkins, Indiana, che richiama gli ottanta in ogni singola scena. Matt e Ross Duffer sono due esegeti di quel decennio e delle opere che lo hanno caratterizzato, e il risultato finale è lo specchio di questo amore: c'è lo Spielberg quello bello, i Goonies e le biciclette, ci sono i sintetizzatori, i bambini contro gli adulti e i Ghostbuster. E c'è Winona Ryder, icona di quel decennio. Nata come serie autoconclusiva, prima di essere proposta a Netflix fu presentata a diversi altri broadcaster, che però videro un fattore di rischio inserire come protagonisti dei bambini in una serie per adulti. Questa terza stagione, caratterizzata, come la seconda, da un salto temporale per giustificare la crescita dei protagonisti, sarà ancora più "dark" e "horror" delle precedenti, nonostante comunque si stia parlando di un prodotto di fatto per tutti. Will, il Demogorgone, il Sottosopra e Steve sono pronti a vivere un'altra estate che cambierà tutto, ancora una volta.

La camera invece è dotata di letto e scrivania (tanto piccoli quanto dettagliati), il poster de Lo Squalo e pure fumetti e cappelli da mago, anche se ben occultati in soffitta. In versione Sottosopra la struttura è identica ma con una palette di colori tendente al grigio e al blu. Non mancano poi foglie e piante malevole ad ammantare il tutto di disperazione e inquietudine. All'esterno la casa è curata tanto quanto il suo interno: il portico, la panca, l'altalena e i manifesti di Barb sono assolutamente fedeli e soprattutto riempiono lo spazio nel modo giusto. Inoltre i due alberi ai lati tengono la casa in sospensione e le permettono di essere ribaltata in entrambe le direzioni (anche la Jeep può essere capovolta avendo uno specifico ancoraggio). L'unico momento in cui il montaggio del set risulta più complesso del dovuto (oltre alla stampa del libretto in cui a volte i colori scuri tendono a confondersi) consiste nella fase d'unione delle due metà: l'aggancio tramite le sfere Technic è sì funzionale e solido ma per nulla comodo, e pertanto è probabile che nel procedimento qualcosa sia destinato a saltare. Persino l'ancoraggio degli alberi alla casa risulta piuttosto delicato, e l'aiuto di una seconda persona non guasta di certo.

The LEGO Effect

Quando LEGO mette le mani su licenze così ghiotte, è indubbiamente gustoso scoprire in che modo vengono trasformati i vari brand in versione mattoncino, esattamente come succede per i videogiochi di Traveller's Tale.

In questo set si evince a chiare lettere la conoscenza della serie, così come appare ovvia la capacità di trasporre ambientazioni estremamente riconoscibili in formato LEGO. I poster appesi in camera di Will, la foto di Barb, i manuali di D&D e i disegni sparsi per la casa sono piccoli tocchi di classe, al pari delle rifiniture delle minifigures e degli oggetti presenti (la bici parcheggiata di Will per esempio, o la parrucca di Eleven).

Sia che posizionate l'opera "dritta", con magari Joyce e Will nei rispettivi soggiorni e il Demogorgone a inseguimento, sia che decidiate di disporla "sottosopra", con la Jeep di Hopper ribaltata, l'effetto meraviglia è insomma comunque assicurato.

La selezione dei colori è poi indubbiamente varia e azzeccata, cosa non così scontata, mentre le minifigure (ci sono Mike, Dustin, Lucas, Will, Joyce, Hopper, Eleven e il Demogorgone) sono particolareggiate e comprendono di fatto tutti i personaggi principali (tranne Steve, la cui mancanza è decisamente un crimine). Abbiamo apprezzato anche il fatto che i manuali di istruzioni contengano brevi biografie dei personaggi e altri dettagli curiosi, anche se avremmo comunque apprezzato qualche contenuto in più.

Dove, come, quando e perché

Il Sottosopra è disponibile dal primo giugno al costo di 199,99€, cifra in linea sia con la bellezza del set sia con il numero dei pezzi che lo compongono.

Per concept e costruzione è indicato a un pubblico un po' più adulto della media (la scatola indica 16+, ma è chiaro che sarà apprezzato più dagli adulti che dai bambini) e ingombrerà casa vostra per 32 cm di altezza, 44 di larghezza e 21 di profondità.

Stranger Things - Stagione 3 Stranger Things - Stagione 3Versione Analizzata MultiAnche se può non sembrare il più naturale dei matrimoni, LEGO e Stranger Things sono due mondi che insieme stanno benissimo. Il Sottosopra 75810, set dedicato alla serie Netflix, è un tributo amorevole realizzato da un designer abilissimo, che conosce alla perfezione l'opera di partenza. Tutto è perfettamente centrato e a tema: le tecniche costruttive, i colori dei mattoncini, le minifigure scelte e soprattutto l'idea di poterlo capovolgere, così come la possibilità di costruire l'opera insieme ad un compagno. Entrambe le metà di casa Byers sono piene di dettagli e piccole sorprese, ognuna di queste capaci di solleticare la memoria degli appassionati della serie. Il set è evidentemente pensato per quella fascia di adulti dotati di spazio in casa e carta di credito (esattamente come Stranger Things è conceptia per chi gli anni ottanta li ha vissuti), e al netto di qualche inghippo nell'assemblaggio delle due metà è impossibile non consigliare un set così curato, bello da vedere e peculiare, a maggior ragione se siete degli estimatori del serial televisivo.

Quanto attendi: Stranger Things - Stagione 3

Hype
Hype totali: 20
80%
nd