Super Bomberman R Recensione

Konami riporta in vita la serie Bomberman con Super Bomberman R, uno dei giochi di lancio di Nintendo Switch: lo abbiamo provato.

Super Bomberman R
Recensione: Nintendo Switch
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • A dieci anni di distanza da quel terribile sacrilegio poligonale noto ai più col nome di Bomberman Act Zero, Konami ha accolto l'arrivo sugli scaffali di Nintendo Switch con un nuovo titolo retail dedicato alla celebre icona dell'ormai defunta Hudson Soft. Se nelle intenzioni del publisher nipponico Super Bomberman R vuole rappresentare sia un ritorno che una rinascita per lo storico brand arcade, per i fan del bombarolo il titolo rappresenta la promessa di un meraviglioso viaggio nella memoria, all'epoca in cui Bomberman era sinonimo di frenetiche battaglie multigiocatore, seguite da convulse scazzottate da divano. D'altronde le peculiarità della nuova ibrida di Nintendo rendono Switch - almeno sulla carta - una piattaforma praticamente perfetta per il ritorno in grande stile della serie del White Bomberman.
    Sarà dunque riuscito il titolo di Konami ad esprimere al meglio l'enorme potenziale dell'accoppiata BombermanSwitch, e a soddisfare le considerevoli aspettative del pubblico? Beh, parliamone.

    Otto eroici bombaroli chiamati a fare... cose

    L'universo è in pericolo. Il Malvagio Imperatore Buggler, oscuro tiranno intergalattico, ha lanciato un'offensiva su scala cosmica per sottomettere al proprio dominio tutti i mondi conosciuti. Beh, cinque mondi, per l'esattezza.

    In quanto protettori della pace intergalattica, il compito di fermare le mire del temibile tiranno barbuto ricade dunque sulle spalle dei fratelli Bomberman, otto intrepidi eroi con un preoccupante feticismo per le esplosioni. Sì, come potete immaginare la modalità Storia di Super Bomberman R non offre certo guizzi di memorabilità narrativa ma, in fondo, chi se ne frega. È Bomberman, e non abbiamo bisogno di alcun pretesto per dare il via al festival della detonazione. Tra l'altro, le sequenze animate che accompagnano il viaggio spaziale degli 8 Bomberman sono piacevoli e coloratissime, realizzate con uno stile cartoonesco che si sposa alla perfezione con il tono leggero dell'epopea galattica di Konami.
    Oltre al classico "uccidi tutti i nemici", i cinquanta labirinti multilivello che compongono la campagna di Super Bomberman R offrono una discreta varietà di obbiettivi, sebbene alcuni barcollino sul confine tra il divertimento e la frustrazione. Una manciata di livelli richiedono ad esempio di scortare un drappello di npc sparsi in giro per il quadro verso uno specifico punto di uscita. Peccato che l'allegro codazzo abbia la fastidiosa tendenza a finire coinvolta negli exploit dinamitardi dei Bomberman di turno (specialmente dopo aver raccolto qualche power-up), con conseguenze funeste per l'equilibrio zen del giocatore. Pur non incidendo particolarmente sull'economia del gioco, le altre diversioni si dimostrano decisamente più godibili, ma il punto forte della modalità Storia è senza dubbio rappresentato dagli scontri con i boss che attendono i Bomberman alla fine di ciascun mondo. Una volta raggiunto il nono livello di un determinato pianeta, ci troveremo a dover affrontare un Bomberman malvagio in un teso "testa a testa" cui seguirà, nel quadro successivo, una battaglia contro un robot gigante all'interno di un'arena aperta. Il design di questi mech, così come le loro peculiarità combattive, sono tra gli elementi più riusciti della campagna, e spezzano positivamente la sostanziale ripetitività che caratterizza il gameplay della modalità Storia.
    Se da una parte gli scontri con i boss risultano ragionevolmente semplici, una volta compresi i pattern di ciascun colosso meccanico, le sfide "preparatorie" contro i fratelli malevoli dei nostri cari bombaroli evidenziano una calibrazione piuttosto approssimativa dell'IA in dotazione ai nemici, fin troppo abili nell'evitare gli assalti esplosivi del giocatore. Nel giro di un paio d'ore avrete salvato la galassia dalle mire di Buggler - da soli o in compagnia di un secondo giocatore - e sarete dunque pronti per affrontare quello che, da trentatré anni a questa parte, è l'indiscutibile fulcro dell'esperienza di Bomberman: il multiplayer.

    Su questo fronte, è evidente l'intenzione di Konami di mantenere la formula del gioco il più possibile fedele ai canoni di immediatezza e semplicità che hanno sempre caratterizzato la serie. Super Bomberman R permette fino a 8 giocatori (4 se Switch viene utilizzato in modalità da tavolo) di affrontarsi in sfide locali o online ad alto tasso di divertimento, assolutamente in linea con il concept decennale del franchise. Prima di mettere piede sul campo di battaglia, è possibile personalizzare ogni istanza multiplayer con una serie di opzioni che spaziano dalla disattivazione di tutti i power-up, al posizionamento casuale dei giocatori a inizio partita. Avremo a disposizione un buon numero di livelli nei quali bombardare a puntino amici e perfetti sconosciuti, con la possibilità acquistarne di nuovi utilizzando le gemme guadagnate durante le partite. Una volta "apparecchiato" il campo, non potrete fare a meno di venir travolti da una sensazione di piacevole familiarità, seguita a breve da un misto di nostalgico appagamento e furiosa competitività, tutte dimostrazioni empiriche del fatto che, tre decenni più tardi, la formula ludica brevettata da Hudson Soft funziona ancora a dovere e da il meglio di sé quando non si tenta di stravolgerne gli ingredienti. Il feel meravigliosamente "old school" del titolo targato Konami riesce a dar vita a sessioni da salotto memorabili, specialmente quando si hanno a disposizione Joy-Con in abbondanza.

    Divertente, sì, ma a che prezzo?

    Con due ore scarse di campagna e un comparto multigiocatore che, per quanto follemente appagante, non offre una mole di contenuti particolarmente maestosa, facciamo onestamente fatica a giustificare i 50 euro necessari a portarsi a casa Super Bomberman R. D'altronde prodotti eccellenti come Bomberman Live, Bomberman Blast e Bomberman Ultra offrivano esperienze multiplayer molto vicine a quella di Super Bomberman R, ma a un quinto del prezzo.

    Bisogna inoltre considerare che, per quanto piacevole, il profilo tecnico del titolo non sia certo di quelli che fanno gridare al miracolo, tutt'altro. Malgrado qualche tentennamento, il design generale di avversari e livelli è buono, ma è evidente come il titolo Konami sia lontano dallo sfruttare al massimo l'hardware della piccolina di Nintendo. Mettete sul piatto della bilancia anche una gestione piuttosto problematica della telecamera durante la campagna (la prospettiva isometrica scelta da HexaDrive rende a tratti confusionaria l'azione a schermo), una colonna sonora ricca di alti e bassi, e qualche significativo problema di lag per quanto riguarda il comparto online, ed ecco che avrete un quadro piuttosto chiaro dell'effettivo valore dell'offerta ludica di questo esordio di Bomberman su Switch.

    Super Bomberman R Super Bomberman RVersione Analizzata Nintendo SwitchMalgrado l’indiscutibile appeal del suo comparto multigiocatore, e la generale piacevolezza della - pur breve - modalità Storia, la mole e la qualità dei contenuti offerti da questo Super Bomberman R non ne fanno certo un acquisto imprescindibile. Il titolo di Konami sa come entrare in risonanza con le corde più nostalgiche della fanbase del brand, grazie a una formula semplice e immediata, che non si allontana mai dai canoni stabiliti in oltre un trentennio di storia del brand. In compagnia di qualche amico, Super Bomberman R è perfettamente in grado di dar vita a momenti genuinamente memorabili, ma difficilmente il valore complessivo dell’esperienza si può dire in linea con i 50 euro del prezzo di listino. Per questo ci sentiamo di consigliare l’acquisto del gioco solo ai fan più accaniti dell’iconico personaggio di Hudson Soft.

    6.5

    Che voto dai a: Super Bomberman R

    Media Voto Utenti
    Voti: 34
    6.3
    nd