Team Kirby Clash Deluxe Recensione

La modalità extra di Planet Robobot si amplia in un brawler-RPG a se stante incentrato sulle boss fight più caratteristiche dell'universo Kirby.

recensione Team Kirby Clash Deluxe
Articolo a cura di
Disponibile per
  • 3DS
  • Quando Nintendo, nel corso dell'ultimo Direct di aprile, ha svelato l'esistenza di Team Kirby Clash Deluxe, ammettiamo di non essere rimasti troppo sorpresi. Per chi non lo sapesse, parliamo di un titolo che è a tutti gli effetti l'espansine di quella che era in origine una modalità extra del bel Kirby: Planet Robobot per 3DS, da noi conosciuta col nome di Squadra Kirby in Azione. Ebbene, il publisher ha pensato di farne un gioco stand-alone per celebrare il venticinquesimo anniversario della mascotte tutta rosa, rassettando la ricetta originale affinché potesse stare in piedi con le proprie gambe, aggiungendo qualche meccanica e contenuto e ponendolo infine nell'eShop per essere scaricato da tutti i suoi fan. Non c'era tanto di che stupirsene, scrivevamo, poiché un'operazione del genere avvenne anche mesi dopo l'uscita di Kirby Triple Deluxe, che ugualmente vide lo staccarsi dal proprio grembo di due suoi minigame subordinati, A Ritmo con Dedede e Duello Kirby.
    Una manovra simile, ma non del tutto identica: se infatti i due vennero proposti al prezzo - non proprio in linea con l'offerta - di poco meno di dieci euro ciascuno, Team Kirby Clash Deluxe vive invece di una formula ad accesso gratuito, con quindi la presenza teoricamente non troppo intrusiva di microtransazioni al suo interno. Un free-to-start, definendolo come vorrebbe Nintendo. Ma è davvero tale? E poi il titolo, specialmente, ha la forza effettiva per uscirne da sé con le ossa intatte?

    Quattro contro uno (bello grosso, però)

    Quando la grande N ci presentò Squadra Kirby in Azione circa un annetto fa, al suo debutto tra i pixel di Planet Robobot, ricordiamo bene che ci venne descritto come una sorta di tributo "puccioso" alla saga di Monster Hunter. Era chiaramente una frase ad effetto, eppure neanche così campata per aria. Il minigioco era molto semplice: quattro Kirby si ritrovavano contemporaneamente nello stesso stage al fine di riempire di botte un villain canonico di quelli di Planet Popstar entro un limite di tempo di tre minuti. Ciascun membro del party, prima di scendere in campo, doveva essere assegnato ad una di quattro tipiche classi da RPG: se Spada Eroica era quella più agile e bilanciata, Mastro Martello era un classico guerriero tank; se Dottore Mistico era l'equivalente del guaritore, Raggio Magico era invece uno stregone in grado di fermare il tempo per qualche istante. Al che iniziava una breve sfida brawler a fasi, con ogni personaggio del team dotato di un moveset dedicato - ma sempre molto basilare - e con in più la possibilità, racimolando certi frammenti incantati, di eseguire insieme agli altri un attacco devastante volto a stordire il nemico e, nel contempo, ad arrecargli parecchio danno. Messo a tappeto l'avversario, il software assegnava a Kirby un certo numero di punti esperienza necessari al level up, con tanto di statistiche incrementate di volta in volta. Le boss fight erano soltanto sei e l'offerta si esauriva quindi molto in fretta, salvo la possibilità di battagliare assieme ad altri tre amici in modalità wireless. Team Kirby Clash Deluxe è esattamente questo, solo strutturato in maniera un po' più consapevole e rigorosa. Anzitutto perché i livelli, ora più numerosi e suddivisi in mondi-contenitore, seguono un canovaccio narrativo abbastanza sempliciotto, con i quattro "eroi Kirby" chiamati a riportare l'ordine tra le lande del Dream Kingdom. Poi, per una serie di piccole meccaniche pensate specificatamente per il nuovo prodotto. Una delle quali è la possibilità di gonfiare le stat del proprio Kirby acquistando armi e armature - personalizzate per classe - presso l'Emporio, dove è altresì possibile ottenere oggetti di varia natura da sfruttare durante i combattimenti. Il mercante Magolor, infatti, vende anche elisir curativi, pozioni per incrementare temporaneamente il potere d'attacco e il guadagno di XP, e in più dei tomi atti a rendere meno soffocanti alcuni meccanismi del gameplay di cui subito vi accenniamo.

    Prima di tutto la regola dell'Ardore: ad ogni villain affrontato, tale parametro decresce di un tot fino ad esaurirsi completamente, al che il giocatore deve attendere diversi minuti affinché la barra si ripristini e la partita possa continuare. In seconda battuta, i libri di Magolor migliorano anche il loot system, dato che ad ogni vittoria l'utente conquista un certo numero di Frammenti, utili in quantità variabile all'atto d'acquisto di armi e armature. Di acqua, luce e fuoco, i diversi frammenti si ottengono anche adoperando le due funzionalità StreetPass e Avventuriero Errante, che permettono di reclutare nel proprio party fino a tre combattenti rispettivamente via scambio dati oppure online e poi di farli controllare dalla CPU per un'intera giornata, o ancora scansionando gli amiibo, per un massimo di cinque statuette ogni 24 ore. Le figure della Kirby Collection, per altro, regalano il considerevole quantitativo di venti frammenti ciascuna, per cui chi le avesse farebbe certamente bene a spremerle quanto più possibile.

    La mela(gemma) della discordia

    Elementi cardine di Team Kirby Clash Deluxe, comunque, sono le Melegemme, unità di scambio senza cui è impensabile progredire nei mondi di gioco. Il software chiede Melegemme per quasi ogni azione in-game: ovviamente per sbloccare le boss fight successive, ma anche per fare qualsivoglia acquisto all'Emporio, per recuperare ardore senza esser costretti ad aspettare, per aggiungere qualche secondo extra alle lotte più faticose, finanche per arruolare guerrieri in rete per più di una volta al giorno. Le Melegemme si guadagnano normalmente vincendo le battaglie, così come portando a compimento determinati obiettivi per stage come, ad esempio, abbattere il mostro vestendo i panni di una certa classe, terminare lo scontro in velocità o far sì che tutti e quattro i Kirby vincano senza mai essere resuscitati dai compagni rimasti in vita. C'è anche un albero di Melegemme al centro del villaggio che fa da hub di gioco, che ne dispensa cinque ogni 12 ore. Se all'inizio è dunque piuttosto facile avanzare senza sborsare un centesimo, lo stesso non si può dire giungendo a circa metà dell'avventura, quando cioè le creature da affrontare si fanno realmente coriacee e le mele elargite non bastano più a rafforzare il proprio equipaggiamento. Ed ecco quindi che subentrano i sempre dibattuti acquisti "in-app" del modello free-to-start di cui accennavamo in apertura. Che poi, a nostro giudizio, è in quest'occasione molto più accostabile al free-to-play. Non siamo infatti di fronte a una situazione à la Super Mario Run, ovvero dove, dopo una manciata di livelli gratuiti, c'era effettivamente la necessità di pagare un prezzo fisso per avere accesso all'offerta nella sua interezza, per lo meno per quanto concerne la campagna principale. In Team Kirby Clash Deluxe chi avesse pazienza - tantissima pazienza - potrebbe in effetti arrivare alla fine dell'esperienza senza spendere un soldo. Eppure, a un certo punto, l'avanzamento si fa talmente lento e discontinuo che qualche spintarella sembra davvero essere l'unico modo indolore per non chiudere la console e dedicarsi ad altro.

    Per cui ecco che il software lo ribadisce a chiare lettere ogniqualvolta ne abbia l'opportunità: che acquistando almeno cinquanta Melegemme dall'eShop, l'albero crescerà e darà più frutti gratuiti; che comprando le mele di domenica, Magolor ne darà in dono qualche altra; e che insomma pagare potrebbe non essere una cattiva idea, specie per fruire il tutto un po' più agevolmente. Quella di Nintendo è ovviamente una decisione legittima, per di più esplicitata senza possibilità di fraintendimento. Casomai, abbiamo qualche riserva sui prezzi di listino, che spaziano da un minimo di € 0,69 per 50 Melegemme a un massimo di € 19,99 per 2150 unità, stabilendo, di fatto, il valore approssimativo dell'opera attorno alla ventina di euro totali - oltre i quali non si può spendere null'altro: in questo senso, probabilmente, si potrebbe parlare a ragione di "free-to-start". Il che è decisamente troppo per un titolo che nasce come costola di un altro videogame e che, pur agghindato secondo i canoni di gioco a tutto tondo, dimostra una carica ricreativa a stento sufficiente ad essere considerato come tale. A confronto, ne escono sicuramente meglio vecchi esperimenti come i già citati Kirby Fighters Deluxe e Dedede's Drum Dash Deluxe, proposti a prezzo budget - che comunque tanto budget non era - e comprensivi di tutti i contenuti finali del pacchetto, godibili senza interruzioni di sorta.

    Team Kirby Clash Deluxe Team Kirby Clash DeluxeVersione Analizzata Nintendo 3DSApprezzabilità del sistema di microtransazioni a parte, Team Kirby Clash Deluxe è un’operazione che lascia il tempo che trova soprattutto in termini d’intrattenimento duro e puro. Pur ammirando lo sforzo degli HAL Laboratory di ritoccare la materia originale per creare un prodotto stand-alone dalla dignità ludica propria, ammettiamo che la ricetta di Squadra Kirby in Azione, se avulsa dal suo contesto di minigame accessorio, vale davvero poco, troppo grezza nel sistema di gioco e ripetitiva nelle sue dinamiche “boss-centriche” per essere valutata con entusiasmo. A fronte di diversi “contro”, comunque, il maggiore “pro” è di sicuro la possibilità di testare con mano la produzione senza esborso alcuno, così da ragionare di persona su quanto sia effettivamente affine ai propri gusti. Da parte nostra, archiviamo la pratica con un po’ di rammarico, ben più speranzosi di festeggiare come si deve il venticinquennale di Kirby con il già annunciato Blowout Blast e, soprattutto, col misterioso terzo videogioco di questa celebrazione, che Nintendo svelerà nei prossimi mesi.

    6

    Che voto dai a: Team Kirby Clash Deluxe

    Media Voto Utenti
    Voti: 8
    6.1
    nd