PSVR

The Curious Tale of the Stolen Pets: recensione del nuovo puzzle game PSVR

Arriva su PlayStation VR l'irresistibile The Curious Tale of the Stolen Pets, un rilassante puzzle game sviluppato dai creatori di Apex Construct.

recensione The Curious Tale of the Stolen Pets: recensione del nuovo puzzle game PSVR
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Reduci dalla delusione inflittaci da Apex Construct (per i dettagli consultate la nostra recensione di Apex Construct), che lo scorso anno si era rivelato un prodotto poco innovativo e monocorde, abbiamo inizialmente accolto con scarso entusiasmo il nuovo titolo confezionato dai ragazzi di Fast Travel Games, salvo lasciarci conquistare piano piano dagli affascinanti e fantasiosi mini-mondi alla base del puzzle game in realtà virtuale. A dispetto dei pronostici, la breve avventura interattiva disponibile su PlayStation VR si è infatti rivelata una piacevole esperienza, anche grazie ad un comparto artistico e sonoro a dir poco sorprendenti. Mettetevi dunque comodi e permetteteci di raccontarvi le recenti peripezie che abbiamo vissuto tra un meraviglioso mondo e l'altro di The Curious Tale of the Stolen Pets.

    Una storia semplice

    Quella di The Curious Tale of the Stolen Pets è una storia poco fantasiosa e abbastanza semplice, ma che comunque riesce ad espletare in maniera accettabile il proprio compito principale: fungere da cornice e da collante fra i cinque mondi interattivi che compongono il pacchetto.

    Nei panni di una fanciulla molto giovane, il giocatore dovrà accompagnare un anziano e gentile nonnino lungo il viale dei ricordi: uno spiacevole malinteso ha allontanato la protagonista dalla propria sorella, ragion per cui la saggia figura del nonno - che in questo caso svolgerà il duplice ruolo di guida e di narratore - cercherà a modo suo di riavvicinare le proprie nipoti, facendo leva sui sogni che queste condividevano quando erano ancora delle bambine. Esplorando graziosi mondi in miniatura che il titolo definisce appunto "sogni", il nostro compito sarà quello di risolvere una serie di rompicapi sempre più complessi per scovare e in alcuni casi liberare i vari animali nascosti in ogni dove, mentre il caro nonnino, facendo leva sullo straordinario amore che le proprie nipoti hanno sempre provato per le simpatiche bestiole, tenterà a più riprese di scacciare la gelosia provata dalla rancorosa discendente e ricucire il dilaniato rapporto fra le due consanguinee.

    Animali curiosi e dove trovarli

    Come anticipato poc'anzi, le premesse narrative ci sono parse tutt'altro che originali o convincenti, anche perché il racconto, a cause dalla scarna longevità del prodotto, non tenta in alcun modo di approfondire i personaggi e i loro dolenti trascorsi.

    Con The Curious Tale of the Stolen Pets, il team di Fast Travel Games ha infatti deciso di puntare tutto sul colpo d'occhio e sulle intuitive meccaniche di gameplay che contraddistinguono il nuovo arrivato nella scuderia PlayStation VR. Spaziando da una montagna innevata alla cima di un magico castello, passando nel mezzo da un chiassoso acquario ad un preistorico vulcano, i vari paesaggi esplorabili dal giocatore saranno per la maggior parte interattivi, ragion per cui risulterà essenziale esaminare ogni singolo elemento presente sullo schermo.

    Ciascun livello è stato realizzato al pari di un diorama e nasconderà non solo degli ingegnosi puzzle da risolvere per sbloccare i teneri pupazzetti in plastilina, ma anche una serie di collezionabili da individuare.

    Utilizzando due PlayStation Move come se fossero le proprie mani, il giocatore sarà quindi costretto a manipolare in tutte le direzioni i molteplici elementi 3D dei vari ambienti, ma soprattutto dovrà sporgersi, roteare il sogno e sbirciare in ogni dove, alla ricerca di angoli, fessure o del benché minimo indizio indispensabile per innescare divertenti reazioni a catena assolutamente imprevedibili.

    Ogni mondo si trasformerà infatti in una vera e propria caccia al tesoro, e sebbene l'intera avventura possa essere completata in un paio d'ore appena (o anche un'ora soltanto, nel caso siate esperti del suddetto genere ludico), la traversata si rivelerà sempre piacevole e alquanto immersiva, e soprattutto non mancherà di mettere alla prova il vostro intuito.

    Se a questi elementi così semplici e al contempo efficaci aggiungiamo una colonna sonora vivace e a tratti malinconica quanto un carillon, The Curious Tale of the Stolen Pets assume un sapore fiabesco e meraviglioso, cui nessun possessore del PlayStation VR dovrebbe rinunciare.

    The Curious Tale of the Stolen Pets The Curious Tale of the Stolen PetsVersione Analizzata PlayStation 4The Curious Tale of the Stolen Pets è un prodotto irresistibile e rilassante, nonché un titolo perfetto per chiunque voglia avvicinarsi per la prima volta alla realtà virtuale e scoprirne, a piccole dosi, le sconfinate potenzialità. Costringendo il giocatore a mettere letteralmente sottosopra i vari mini-mondi per risolvere gli ingegnosi puzzle proposti, l’ultima fatica del team Fast Travel Games è in effetti una tisana del sorriso, il cui unico tallone di Achille - se così vogliamo definirlo - è rappresentato dal biglietto d’ingresso. Considerati i contenuti risicati e la longevità estremamente ridotta del pacchetto, i quindici euro richiesti per salire sulla giostra sono in questo caso un prezzo tutt’altro che consono alla durata della corsa. Il nostro suggerimento è dunque quello di farlo vostro in periodo di sconti.

    7

    Che voto dai a: The Curious Tale of the Stolen Pets

    Media Voto Utenti
    Voti: 1
    7
    nd