The Elder Scrolls Legends: Eroi di Skyrim Recensione

Eroi di Skyrim è la nuova espansione di The Elder Scrolls Legends, il gioco di carte Bethesda ora disponibile su PC, iPad e tablet Android.

recensione The Elder Scrolls Legends: Eroi di Skyrim
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • The Elder Scrolls Legends è una proprietà intellettuale giovanissima, agli albori della sua gloria. Però, ancor prima del suo rilascio ufficiale, il card game digitale targato Bethesda e firmato da Dire Wolf Digital si è sempre distinto per una vivacità e un'attenzione legata allo sviluppo più uniche che rare. La stessa chiacchierata con l'entusiasta Pete Hines ce l'ha confermato. Segno, quindi, che sul titolo si punta molto, in barba a tutti quelli che lo relegano a una mera operazione commerciale connessa allo sfruttamento di un franchise ruolistico iniziato più di vent'anni fa e che tuttora può contare su un MMORPG di grande successo (dopo un inizio alquanto claudicante). Insomma, come abbiamo ricordato più volte, Bethesda ha voluto gettarsi in un mercato assai affollato, caricando a testa bassa come uno schiacciasassi.
    The Elder Scrolls Legends, dopo un debutto pressoché perfetto avvenuto lo scorso aprile e l'immediato arrivo di un'avventura interamente dedicata al single player, ha finalmente ricevuto la sua prima espansione. Quest'ultima, svelata nel corso del panel Bethesda all'E3, con le sue centocinquantaquattro nuove carte punta a rivoluzionare il meta, ampliando ulteriormente l'esperienza di gioco con l'introduzione di meccaniche inedite profilate, ovviamente, sul nuovo background prescelto. Come potete immaginare, Eroi di Skyrim ci catapulta direttamente nella gelida, sconfinata, provincia settentrionale di Tamriel, che tanta fortuna ha portato alla serie dal lontano 2011 e che continua a venire riproposta in tutte le salse possibili. Insomma, tornano a fare la voce grossa i Dovahkiin e le leggendarie creature alate antiche come il mondo, devastanti calamità per i popoli mortali. Ritroviamo anche nomi familiari e la ricca mitologia di Skyrim come la resistenza dei Manto della Tempesta; la Guerra Civile; i protettori di Whiterun; i Barbagrigia e l'Accademia di Winterhold. Tutto ciò, in termini contenutistici si traduce, come vedremo tra poco, in nuove carte dedicate ai Draghi e ai famosi Urli; anche se queste non sono altro che alcune delle novità che attendono gli avventurieri decisi a seguire i passi del Sangue di Drago. Dopo un'intensa settimana passata in ladder e in Arena, possiamo darvi il nostro responso.

    Investite il vostro oro, signori, ora è il momento

    Prima di analizzare nel dettaglio tutto ciò che il nuovo set può offrire, dobbiamo sottolineare ancora una volta la volontà di Dire Wolf Digital di mantenere accessibile e gratificante la propria creatura. Ciò avviene attraverso un modello di business che, oltre ai canonici pack di carte, consente a tutti di essere immediatamente competitivi grazie a ben quattro deck premade acquistabili esclusivamente con il denaro di gioco. Dunque, se vi trovate in tasca qualche centinaio di gold, questo è il momento giusto per investirli tutti visto che ogni mazzo vi consente di ampliare subito la vostra collezione con una leggendaria, diverse epiche e rare. Come dicevamo, poi, é sempre possibile acquistare pack con soldi reali e, anche in questo caso, un'interessante offerta - 6,99€ (7,99€ su dispositivi iOS) - vi permette di ricevere ben dieci buste, una leggendaria casuale e un titolo unico.

    I quattro mazzi pre-costruiti riflettono altrettanti archetipi, profilati su alcuni dei personaggi leggendari che abbiamo imparato a conoscere percorrendo le gelide lande di Skyrim: Aela la Cacciatrice; il mago Ancano; il ladro Brynjolf e Alduin, drago dalle origini divine figlio di Akatosh. Ogni deck si è rivelato essere (con nostra sorpresa) già competitivo e pronto per essere usato, rappresentando inoltre un buon punto di partenza con cui iniziare a destreggiarsi alla scoperta delle nuove strategie che emergeranno col passare dei giorni modificando, alla bisogna, le carte meno efficaci. Infine, le missioni giornaliere sono sempre munifiche in termini di ricompense e, ora, mettono in palio alcune buste bonus per festeggiare l'arrivo di questa nuova espansione. Insomma, non mancano le occasioni per non perdere terreno dei confronti dei giocatori più competitivi.

    Quella pazza voglia di ululare alla luna

    Come vi abbiamo anticipato poc'anzi, le centocinquantaquattro carte di questo nuovo set introducono meccaniche di gioco inedite che puntano a stravolgere nuovamente il meta - sino a questo momento, comunque, vivace e mai stagnante rispetto ad altri concorrenti - e a rendere le partite ancora più varie e profonde dal punto di vista strategico. Trovandoci a Skyrim, ovviamente non poteva mancare l'archetipo dei draghi, i quali fanno il loro trionfale ingresso nei mazzi dei giocatori e divengono il punto focale delle combo viste in questi primi giorni di vita dell'espansione. Oltre al già citato Alduin (un 12/12 leggendario) e al fratello Paarthurnax (altro leggendario da 9/9), siamo stati travolti da creature squamate provenienti da ogni dove. Tutti gli attributi, infatti, senza distinzione alcuna beneficiano dell'arrivo dei draghi. Sono nate, così, nuove combinazioni prima impensabili o semplicemente poco efficaci in ladder.

    I mazzi draconici insomma hanno preso il sopravvento, facendo ruotare l'intera strategia di gioco (coadiuvata da side card che la favoriscono, chiaramente) attorno all'evocazione di quante più creature alate possibili, i cui effetti variano dai bonus ai propri alleati alle maledizioni da scagliare contro i nemici, sino al sempre utile draw. Accanto ai draghi, Eroi di Skyrim introduce anche altre importanti novità che vanno a vivacizzare il gameplay: gli Urli e la Forma Ferina, una variante della Trasmutazione già vista nella Caduta della Confraternita Oscura. I primi, forse la più importante innovazione per il card game Bethesda, ricadono nell'alveo della tipologia "Azione" e hanno un effetto incrementale. Cerchiamo di spiegarne il significato. Come saprete, tradizionalmente in un mazzo di The Elder Scrolls Legends possono essere inserite sino a tre copie di una stessa carta. Nel caso degli Urli, questa "triade" acquista un senso che va al di là della semplice pescata: ogni Urlo infatti possiede tre livelli; dopo ogni utilizzo gli urli rimasti nel mazzo aumentano la loro efficacia. Giusto per fare un esempio: l'attributo legato all'Intelligenza presenta un Urlo: Soffio di Fuoco. Al primo livello questo infligge due danni a una creatura. Ciò significa che il secondo utilizzo ne infliggerà quattro mentre, al terzo livello, i danni potenziali saranno ben dieci. Li abbiamo provati tutti (ne esiste uno per attributo) e molti ce li siamo trovati contro, con risultati devastanti se ben combinati nel mazzo; possiamo quindi confermare il loro peso nella nuova economia di gioco. Ci vuole abilità per riuscire a sfruttare appieno l'effetto incrementale e ciò giova sia alla profondità tattica degli scontri, sia alla vivacità degli stessi: sempre interessanti, equilibrati e davvero divertenti.
    Da ultimo, Forma Ferina è quella che più ha saputo stravolgere il nostro approccio agli scontri in ladder. In buona sostanza, l'effetto legato alla Forma Ferina si attiva allorquando spezziamo una runa dell'avversario e questo consiste in una metamorfosi che trasmuta le creature, soggette a tale condizione, in lupi mannari solitamente più potenti della controparte umana e latori di ulteriori abilità non presenti nella carta base, come Sfondamento, Prosciugamento e simili. Personalmente ho apprezzato queste creature creando un mazzo che ruotava attorno all'effetto di Forgia Celeste che, oltre a dare un buon +1/+1 a ogni alleato trasmutato, pagando il costo d'attivazione può trasformare qualsiasi altra creatura donandole, di conseguenza, il medesimo bonus.
    Insomma, Eroi di Skyrim non si limita a espandere la nostra collezione con centocinquantaquattro carte (come di consueto splendidamente illustrate e sempre "sul pezzo"), nuovi effetti per le zone di controllo e meccaniche di gioco inedite.

    Anche sotto il profilo stilistico i ragazzi di Dire Wolf Digital hanno fatto un ottimo lavoro di caratterizzazione: gli effetti sonori e grafici associati alle nuove carte e al tabellone di gioco non possono che essere - ovviamente - a tema Skyrim, comprese le rune dell'alfabeto draconico che esplodono sullo schermo quando giochiamo una carta Urlo. Eroi di Skyrim, in definitiva, è un'espansione coi fiocchi, con una cascata di nuovi contenuti che saprà accontentare non solo chi si è già fatto rapire da questo card game sempre più interessante e oramai entrato di diritto tra i maggiori competitor, ma anche chi lo scopre per la prima volta. Le occasioni per ampliare velocemente la propria collezione ed essere competitivi sul fronte multiplayer, infatti, non mancano.

    The Elder Scrolls Legends The Elder Scrolls LegendsVersione Analizzata PCDopo la Caduta della Confraternita Oscura, l'ottima Avventura dedicata al single player, il card game firmato da Dire Wolf Digital si espande con centocinquantaquattro nuove carte. E non è un caso che il developer abbia giocato su un terreno sicuro scegliendo, come tema della prima espansione, proprio l'episodio del franchise più famoso in assoluto: Skyrim. Assieme al nuovo "tema" sono giunte, puntualmente, anche meccaniche inedite, tese a dare una scossa al metagame. Urli, Draghi e Forma Ferina sono entrati con violenza nei deck dei giocatori modificando nuovamente l'approccio tattico delle partite. Vi sono alcune combinazioni che meriterebbero l'attenzione del team di sviluppo e siamo sicuri che gli update successivi andranno a riequilibrare quelle poche carte che escono dal seminato. Nel complesso, Eroi di Skyrim è un'ottima espansione, che saprà accontentare non solo chi si è già fatto rapire da questo card game, sempre più interessante e oramai entrato di diritto tra i grandi competitor, ma anche chi vuole iniziare a muovere i primi passi. Non mancano le occasioni per ampliare velocemente la propria collezione ed essere competitivi, sin da subito, sul fronte multiplayer. Deck premade, offerte speciali e missioni giornaliere, infatti, favoriscono l'accessibilità e il divertimento.

    9

    Che voto dai a: The Elder Scrolls Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 45
    6.9
    nd