The Elder Scrolls Legends: Recensione dell'espansione Fauci dell'Oblivion

The Elder Scrolls Legends, il card game targato Bethesda e Sparkypants, si aggiorna con la nuova espansione: Fauci dell'Oblivion.

recensione The Elder Scrolls Legends: Recensione dell'espansione Fauci dell'Oblivion
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • The Elder Scrolls Legends continua imperterrito la propria avventura nell'affollato mercato dei card game digitali. Dopo averci portati in una guerra senza esclusione di colpi tra le alleanze coinvolte nella "Three Banners War" e nella terra dei misteriosi Khajiit, il team ha cambiato nuovamente setting, dedicando l'espansione autunnale all'Oblivion. Il 2019 è stato un anno ricco per TES Legends, pregno di novità in termini di meccaniche di gioco. Con Fauci dell'Oblivion lo studio ha però rallentato vistosamente, optando per un contenuto aggiuntivo parecchio più modesto rispetto ai precedenti. Con questi ultimi, infatti, sono state introdotte una gran quantità di nuove keyword (quattro solo nella Guerra delle Alleanze), alcune utili e bilanciate e altre molto situazionali (come la meccanica legata alle fasi lunari).

    Comprensibile, quindi, che gli Sparkypants abbiano voluto togliere il piede dall'accelleratore e concentrarsi maggiormente sul bilanciamento dell'opera, in modo da non renderla troppo confusionaria e di difficile lettura per i giocatori. Tutto questo, tuttavia, ha un prezzo. Dunque, cosa è fuoriuscito dai Cancelli dell'Oblivion, oltre a un nuovo tavolo da gioco, inediti dorsi da collezionare, musiche ed effetti studiati appositamente per le carte aggiuntive?

    L'invasione dei Daedra

    La nuova espansione del card game digitale targato Bethesda ci porta in dote oltre settantacinque carte inedite, ovviamente spalmate su tutti gli attributi. Assieme alle carte arriva anche un nuovo tipo di minion, i Daedra, già protagonisti delle vicende narrate nell'indimenticato TES IV: Oblivion.
    Sui Daedra e sulla loro volontà di mandare Tamriel a rotoli ruota l'essenza stessa dell'espansione, visto che proprio a queste creature (per lo più legate agli attributi Intelligenza, Forza e Volontà) è associata l'unica keyword del set: Invasione.

    Funziona così: un qualsiasi essere con l'abilità "Invasione" permette di portare sulla board un "Cancello dell'Oblivion". La particolare carta può essere oggetto di azioni, effetti e creature avversarie. La vera forza del Cancello sta nel potenziare, a seconda del livello che raggiungerà, le caratteristiche dei Daedra. L'aumento del grado del Cancello può essere raggiunto semplicemente evocando altri minion con la keyword Invasione. Al livello 1, il Cancello donerà +0/+1 mentre, al grado 5 fornirà +1/+1 ai daedra, che costeranno un cristallo in meno e otterranno due abilità casuali.

    Dopo il livello 5, il Cancello dell'Oblivion continua a ottenere due punti Salute in più e a fornire una skill aggiuntiva casuale. Insomma, la nuova meccanica di gioco associata al doppio bonus tra le creature daedriche e il Cancello vi permette di creare delle interessanti (sulla carta) strategie prettamente aggressive (protette adeguatamente) basate sul costante potenziamento delle risorse presenti sulla board.

    Il vero problema della nuova meccanica di gioco, come potrete intuire, è l'eccessivo effetto fortuna - altrimenti detto RNG -, legato alla pescata giusta al momento giusto. La maggior parte delle carte già presenti nella collezione può infatti tranquillamente annullare o tenere testa a un mazzo basato sul binomio Invasione + Cancello dell'Oblivion. Va da sé che, dopo le prime settimane e i consueti esperimenti, i giocatori sono tornati a utilizzare costruzioni più solide e meno ballerine.

    Come dicevamo in apertura, l'espansione giunge con due mazzi precostruiti e una discreta quantità di migliorie. Fauci dell'Oblivion infatti ha arricchito il titolo con un nuovo campo di battaglia, effetti dedicati e una soundtrack di spessore, come sempre assolutamente azzeccata. I due mazzi precostruiti, al solito, sono in vendita a 4,99 € o 500 Oro ciascuno, e quelli a tema Paradiso di Mankar (Intelligenza e Forza) e Ascesa di Martin Septim (Agilità e Resistenza) comprendono 50 carte, tra cui una Leggendaria unica.

    The Elder Scrolls Legends The Elder Scrolls LegendsVersione Analizzata PCLa nuova espansione del card game targato Bethesda e Sparkypants si propone al pubblico con il freno a mano tirato, portando pochissime novità rispetto ai precedenti contenuti aggiuntivi. Se da un lato l'intento appare nobile, dall'altro l'unica vera introduzione inedita rimane abbastanza particolare e inserisce una componente RNG la quale sbilancia un titolo che sino ad ora non ha mai risentito di grosse problematiche. Un momento di stanca, considerando che siamo alla fine dell'anno, è accettabile e speriamo che Fauci dell'Oblivion rimanga un episodio isolato. I competitor sono sempre più agguerriti e un rallentamento nel processo creativo non rappresenta mai un buon sintomo.

    6

    Che voto dai a: The Elder Scrolls Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 44
    6.9
    nd