The Elder Scrolls Legends: Lune di Elsweyr - Luna calante

Diamo un'occhiata all'ultimo set di TES Legends: Lune di Elsweyr, più sottotono rispetto alla precedente espansione.

recensione The Elder Scrolls Legends: Lune di Elsweyr - Luna calante
Articolo a cura di
Disponibile per
  • iPhone
  • iPad
  • Mobile Gaming
  • Pc
  • Il card game targato Bethesda, dopo l'espansione Alleanze in Guerra, si è arricchito ulteriormente grazie all'arrivo di un set dedicato alla razza Khajiit e all'Elsweyr, la terra natale dell'affascinante razza felina appartenente all'universo di The Elder Scrolls.
    Abbiamo già ampiamente parlato dell'abilità del team di sviluppo, gli Sparky Pants, a cui è stato affidato il compito di risollevare il card game da un destino che appariva incerto. Dopo l'ultimo contenuto aggiuntivo, che era finalmente riuscito a scuotere un meta abbastanza stagnante, gli appassionati attendevano un'altra scossa con l'espansione annunciata in occasione della fiera losangelina.
    Lune di Elsweyr, al di là delle solite novità riguardanti le meccaniche di gioco, non sembra però avere quel guizzo in più che l'avrebbe portata al livello del precedente contenuto aggiuntivo (il quale, ricordiamo, aveva introdotto ben quattro meccaniche di gioco inedite).
    Il setting della nuova espansione, seguendo le vicende raccontate dall'espansione del - quasi - omonimo MMORPG, ci porta nella patria dei Khajiit. Questa è stata messa a ferro e fuoco dalle forze imperiali guidate da Euraxia Tharn che hanno occupano la città di Rimmen e hanno iniziato ad allargare il loro potere su tutta Elsweyr.
    La mitologica terra dei felini, martoriata dalla guerra, non conosce un attimo di pace e deve subire un altro duro colpo, quando gli antichi draghi vengono liberati e iniziano a devastarla.

    Lune crescenti...o calanti?

    Lune di Elsweyr aggiunge oltre 75 carte le quali contengono in buona percentuale, appunto, esponenti della razza felina spalmati su tutti e cinque gli attributi. Le carte Khajiit ovviamente presentano gli attributi "Furto" e "Uccisione", tratti peculiari che contraddistinguono la razza, da sempre specializzata in operazioni illegali. Spie, ladri, assassini, contrabbandieri, esploratori: i Khajiit sono insomma i degni rappresentanti del volto nascosto di Tamriel.

    Il ciclo vitale dei Khajiit, poi, è strettamente collegato alle lune gemelle e alle loro fasi. Queste svolgono un ruolo chiave nella vita di tutti i felini.
    Il team di sviluppo ha dunque voluto inglobare l'affascinante background della peculiare razza nel loro card game, immaginando una nuova meccanica di gioco (e due keyword inedite) che propone al meglio proprio le fasi lunari: "Calo" e "Crescita". Le carte con queste parole chiave cambiano gli attributi delle carte che li contengono alla fine di ogni turno del giocatore che le controlla.
    Gli effetti possono essere i più disparati: un aumento delle statistiche di alcune creature, oppure un'evocazione extra o ancora un incantesimo (in fase crescente) a nuovi attributi (in fase calante) e così via. Diciamo che meccaniche di gioco del genere non sono di certo una novità nei card game. Se ricordate, anche Hearthstone introdusse una cosa molto simile in occasione dell'uscita di Boscotetro. La meccanica relativa alle lune gemelle non è, per fortuna, l'unica del nuovo set. Il team di sviluppo ne ha introdotta anche un'altra, molto più interessante e soprattutto accolta con più entusiasmo.

    Consumami tutto

    Consumare è l'altra keyword del set e va ad agire direttamente sulla pila di carte finite nel cimitero. In buona sostanza l'inedita meccanica di gioco permette la nascita di nuove sinergie con carte che prima di questa espansione risultavano più controproducenti che utili. Pensate, ad esempio alle carte che impongono di scartare. Con Consumare anche le carte finite nel cimitero rientrano prepotentemente in gioco, anche sotto forma di sacrificio.

    Gli effetti utili sono tra i più disparati: dall'aumento delle caratteristiche d'attacco e difesa delle creature nella mano o nel mazzo, sino al ripescaggio di creature direttamente dal cimitero.
    Lune di Elsweyr, oltre ad alcuni mazzi precostruiti, è giunta come al solito con una discreta quantità di migliorie. L'espansione infatti ha arricchito il titolo con un nuovo campo di battaglia, effetti dedicati e una soundtrack d'effetto, assolutamente azzeccata.

    Purtroppo, i Khajiit portano il card game Bethesda ben lontano dalla qualità vista in altre occasioni. Inoltre, manca ancora una campagna single player degna di nota che potrebbe fare apprezzare il titolo anche ai lupi solitari che non amano il confronto con altri agguerriti giocatori umani. Ora non ci resta che attendere l'arrivo della prossima espansione autunnale, che dovrebbe anche segnare l'inizio di una stagione competitiva tutta nuova per il card game targato Bethesda, dopo le finali del QuakeCon.

    The Elder Scrolls Legends The Elder Scrolls LegendsVersione Analizzata PCAll'ultima espansione di TES Legends è mancato il carattere. Quello che, per intenderci, ha avuto il precedente set, Guerra delle Alleanze. Delle due meccaniche di gioco introdotte ex novo, solo una è realmente interessante e foriera di nuove sinergie con la quantità di carte già esistenti. Lune di Elsweyr è, in definitiva, un'espansione abbastanza statica, interlocutoria. Probabilmente la stagione autunnale, che dovrebbe portare anche a una nuova stagione competitiva, segnerà la ripartenza degli Sparky Pants. Staremo a vedere, perché i Khajiit questa volta non si sono dimostrati affatto convincenti.

    6

    Che voto dai a: The Elder Scrolls Legends

    Media Voto Utenti
    Voti: 43
    7
    nd