The Outer Worlds Pericolo su Gorgone Recensione: l'universo cresce col DLC

L'universo creato da Obsidian si espande con il nuovo DLC per The Outer Worlds, ed è tempo di scoprire i misteri di Pericolo su Gorgone.

recensione The Outer Worlds Pericolo su Gorgone Recensione: l'universo cresce col DLC
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • PS4
  • Xbox One
  • Switch
  • Xbox One X
  • PS4 Pro
  • Disponibile da oggi su PC, PS4 e Xbox One al prezzo di 14,99 euro, Pericolo su Gorgone è il primo dei due DLC attualmente previsti per il supporto post lancio di The Outer Worlds, l'ultima fatica ruolistica di Obsidian Entertainment, uno dei team più apprezzati nel panorama di genere. Già nei giorni scorsi (recuperate la nostra prova di Pericolo su Gorgone), vi avevamo raccontato come la prima ora di gioco lasciasse chiaramente intuire il potenziale del contenuto sviluppato dallo studio statunitense, malgrado qualche dubbio circa la "freschezza" delle idee alla base della nuova campagna. Dopo aver portato a termine l'avventura e risolto infine l'oscuro mistero di Gorgone, possiamo dunque confermarvi che le nostre incertezze erano fondate, sebbene il pacchetto rappresenti comunque un investimento sicuro per i fan della scanzonata epopea spaziale di Obsidian.

    Mistero nello spazio profondo

    Come anticipato nell'articolo dedicato alla prima ora del DLC, Pericolo su Gorgone trascina i giocatori tra le maglie di un arco narrativo nuovo di pacca, collocato nel mezzo della campagna principale di The Outer Worlds e intriso - almeno nelle battute iniziali - di intriganti sfumature noir.

    Dopo essere stata attirata ai confini della galassia di Alcione da una missiva foriera di cupi presagi (un fonografo stretto tra le fredde dita di un braccio mozzato), la ciurma dell'Inaffidabile si ritrova quindi a passeggiare fra le sale decadenti della tetra magione degli Ambrose, una dinastia di geniali scienziati al servizio della tentacolare mega compagnia Spacer's Choise. Qui la nostra allegra combriccola farà la conoscenza dell'enigmatica Minnie Ambrose, disposta a pagare una piccola fortuna per recuperare il diario della madre, scomparsa a seguito degli oscuri avvenimenti che, dopo aver trasformato Gorgone in un cimitero corporativo, hanno consegnato il buon nome della sua famiglia all'ignominia.
    Una donna fascinosa e spregiudicata, un mistero sepolto tra le righe di una delle pagine più sanguinose della storia di Alcione, un protagonista moralmente ambiguo e dal grilletto facile: tutti elementi che sembrano assecondare alla perfezione i toni da romanzo nero della produzione, che si apre facendo sfoggio di una verve creativa assolutamente convincente.

    Per quanto la scrittura si mantenga sempre sugli ottimi livelli cui Obsidian ci ha abituato nel corso degli anni - al netto di qualche saltuaria fluttuazione qualitativa - va detto che la caratterizzazione da "cosmic noir" del DLC tende a farsi sempre più indistinta col passare delle ore (per completare il contenuto ne servono circa 6-7), lungo un percorso che abbraccia in toto gli stilemi ludici e narrativi del gioco base.

    Come intuibile, non si tratta di un difetto in senso assoluto, dato che gli appassionati dello "space western" dello sviluppatore californiano troveranno in Pericolo su Gorgone un'ottima occasione per tornare a visitare la frontiera di Alcione, ma resta il fatto che era lecito aspettarsi qualcosa di più da questo primo pacchetto d'espansione. A maggior ragione considerando che, fatta eccezione per l'aumento del level cap a 33, il DLC non propone nessuna novità concreta in termini di meccaniche e progressione, e lo stesso discorso vale tanto per le armi quanto per i nemici, in entrambi i casi rielaborazioni parziali di quelli già presenti nel gioco originale.

    Anche a proposito della questline principale, abbiamo avuto la netta impressione che i nodi più misteriosi dell'intreccio venissero svelati un po' prematuramente, sulla strada verso uno scontro finale ben congegnato ma comunque piuttosto "telefonato".

    Follia pulp

    Come spesso succede in questo genere di produzioni, però, lo spessore e la ricchezza del contesto, delle storie collaterali che compongono il tessuto dell'esperienza a fare la differenza, a innescare quel piacevole senso di coinvolgimento necessario per il buon esito di un'avventura digitale.

    In questo senso, Pericolo su Gorgone garantisce alla platea una dose sempre abbondante di meravigliosi scampoli di narrativa complementare, tra missioni e incarichi secondari (non in gran numero ma generalmente efficaci), testimonianze scritte e registrate dell'ordinaria follia corporativa di Alcione, e una generale tendenza a vivacizzare il racconto a colpi di dark humor e trovate brillanti. Durante i vostri viaggi su Gorgone (il contenuto comprende anche nuove location collocate su pianeti già visitati) vi capiterà ad esempio di scoprire che la locanda principale dell'asteroide è in realtà di proprietà di un altolocato spratto, scelto dai manigoldi della Sub-luce come prestanome per la loro ennesima impresa ai limiti della legalità. Nulla di insolito per i bizzarri canoni del gdr di Obsidian, e proprio per questo non troverete particolarmente strano dover spendere qualche minuto a disquisire delle differenze tra lama e alpaca con un drappello di contrabbandieri, poco prima di decidere se ridurli in melma organica o assecondare le loro bislacche richieste.

    In linea con la natura del titolo, infatti, le scelte che vi troverete a compiere durante la campagna avranno un impatto più o meno significativo sullo scorrere degli eventi al centro del DLC, e perfino sul destino dell'intera galassia. Molto dipenderà ovviamente dalla caratterizzazione scelta per il vostro alter ego, sia per quanto riguarda le opzioni dialogiche, sia per ciò che concerne l'approccio alle sfide ludiche incluse nel pacchetto. Un aspetto, quest'ultimo, valorizzato da un buon lavoro sul fronte del level design, che torna a ribadire l'approccio libertario del team di sviluppo, come sempre determinato ad assecondare le decisioni e le preferenze dei giocatori.

    Malgrado tutto, però, la direzione artistica ci è sembrata ribadire a gran voce le caratteristiche di un contenuto profondamente conservativo: seppur pregevole, infatti, la fattura degli scenari manca un po' personalità, e non di rado vi capiterà di percepire chiaramente un certo senso di "deja-vu". A prescindere da queste considerazioni, Pericolo su Gorgone rappresenta una gradita aggiunta all'universo ruolistico di The Outer Worlds; un'appendice che avrebbe sicuramente tratto beneficio da qualche novità in più sul versante contenutistico, ma che siamo certi saprà comunque offrire agli estimatori dell'opera di Obsidian diverse ore di divertimento ai confini della galassia.

    The Outer Worlds: Pericolo su Gorgone The Outer Worlds: Pericolo su GorgoneVersione Analizzata PCPericolo su Gorgone si apre con un caso da sbrogliare, un mistero ai confini dello spazio che trascina i giocatori su un asteroide sperduto a caccia di risposte e di un buon profitto. Sebbene le note noir dell’incipit narrativo tendano a dissolversi rapidamente, la qualità della scrittura si mantiene sempre su buoni livelli, dimostrandosi in grado di sostenere egregiamente una questline intrigante, seppur non perfettamente a fuoco in ogni suo passaggio narrativo. Al netto di un certo conservatorismo per quel che riguarda la composizione dell’offerta, priva di novità sostanziali, il primo DLC appare quindi capace di offrire agli estimatori di The Outer Worlds ciò di cui avevano bisogno: una piacevole pretesto per tornare a visitare il sistema di Alcione.

    7

    Che voto dai a: The Outer Worlds: Pericolo su Gorgone

    Media Voto Utenti
    Voti: 1
    7
    nd