Recensione The Sims 3 Showtime

I nostri Sim si improvvisano stelle del palco

Articolo a cura di
    Disponibile per:
  • Pc

Quando Will Wright creò il primo The Sims di certo non poteva immaginare di aver dato vita ad un universo così longevo e vasto. In questo terzo capitolo i Sims Studio hanno sempre cercato di accontentare i numerosissimi fan della serie implementando pacchetti aggiuntivi per approfondire le esperienze di vita dei loro amati personaggi. Dopo Travel Adventure, Late Night, Ambitions, Generations , Animali & CO e lo spin off Medieval ecco che finalmente giunge l’ultima fatica dagli sviluppatori di casa EA: Showtime!

E’ TEMPO DI MOSTRARSI

Probabilmente Showtime è stato pensato per quei fan lasciati con l’amaro in bocca dopo l’espansione Late Night, dato che quest'ultima precludeva la possibilità di far esibire i propri Sim nei locali notturni. Gli sviluppatori hanno dunque ben pensato di dedicare questo pacchetto aggiuntivo alle carriere nel mondo dello spettacolo. Infatti potremo finalmente crearci un futuro come cantanti, illusionisti, acrobati o DJ, per far vivere al nostro personaggio gli alti e bassi di una stella del palcoscenico.
Per cominciare dovremo innanzitutto creare un nuovo Sim nella ridente cittadina di Stardom (una sorta di Hollywood virtuale) e potremo scegliere sino a tre nuovi tratti da inserire nel nuovo personaggio: Diva -o primadonna-, farfalla sociale e talento innato. Il primo influenza il comportamento della nostra stella nascente rendendola difficilmente impressionabile e molto esigente, insomma una vera e propria “Lady Gaga” simulata. Il tratto farfalla sociale, al contrario, rende il nostro sim una reginetta del ballo che richiede assidue attenzioni da parte degli altri ed è disposta a tutto pur di farsi notare. Mentre talento naturale farà si che l’artista possegga sin dalla nascita delle doti innate che gli permetteranno una più facile scalata verso la vetta del successo, come  un “Mozart” della nostra epoca. Naturalmente tutti questi nuovi tratti possono essere mescolati insieme a quelli già presenti nel titolo base (necessario per poter usufruire di quest’espansione) al fine di creare lo showman o la showgirl che più vi aggrada. Peccato per la scarsa quantità di queste nuove impronte caratteriali, dato che un numero più abbondante avrebbe di certo invogliato i giocatori a creare personaggi più vari sotto il profilo artistico, aumentando così l’offerta ludica di quest’espansione.
La nuova città è ricca di posti dove i nostri sims possono esibirsi dopo aver superato con successo un provino presso i proprietari. Le carriere sono strutturate in modo tale da renderci attivamente partecipi nelle ore di lavoro dove, al contrario del pacchetto base, saremo obbligati a girare fisicamente per i locali ed i teatri in cerca di impiego. Avremo anche la possibilità di scegliere direttamente la canzone o il numero di magia che riteniamo più efficace per impressionare il nostro pubblico. Come accade in ogni carriera lavorativa di The Sims, si partirà sempre dal basso, magari cominciando con esibizioni casalinghe per serenate tra innamorati o feste per bambini. Solo grazie al duro impegno le nostre stelle nascenti saliranno sul podio della notorietà e si guadagneranno l’accesso a spettacoli di un certo peso, destinati ad un pubblico sempre più vasto. A parte la professione di DJ, considerata come secondo lavoro, quello dell’artista sarà un impiego a tempo pieno e durante la nostra scalata verso il successo non dovremo solo cercare di migliorare le nostre performance,

"Potremo finalmente crearci un futuro come cantanti, illusionisti, acrobati o DJ per far vivere al nostro personaggio gli alti e  i bassi di una stella del palcoscenico."

ma anche allestire il palcoscenico con scenografie spettacolari. Prima di ogni esibizione potremo infatti accedere alla modalità allestisci palco (molto simile a quella che serve per ammobiliare la casa) dove avremo la possibilità di comprare e sistemare i diversi oggetti di scena che ci aiuteranno ad ottenere un miglior successo nella nostra performance. A parte questa funzione e l’introduzione di nuovi elementi, come la possibilità di assistere allo spettacolo di altri sim, l’universo di The Sims 3 comincia a risentire del peso degli anni e della carenza di idee nuove. La città di Stardom è fin troppo simile a quella già nota di SugarLand e offre ben poche novità. Ad eccezione dei nuovi locali notturni, il tutto è troppo simile a ciò che si è visto nel titolo base: paesaggi, strade, piazze ed edifici sono i medesimi modelli utilizzati in precedenza. Per non parlare della nuova oggettistica introdotta, come poster, apparecchiature musicali e di scena, presenti in un numero fin troppo esiguo affinché Showtime possa essere definita una vera e propria espansione. Per tutta la durata della prova, la nostra sensazione è stata quella di trovarci di fronte a quello che più similmente si avvicina ad un contenuto scaricabile a pagamento, venduto ad un prezzo decisamente poco invitante. Basti pensare a Stardom, dove la presenza dei nuovi locali viene offuscata dal fatto che altri edifici, come le stazioni di polizia o basi dell’esercito, siano stati accorpati in un'unica sede comunale limitando così la grande varietà di professioni che erano disponibili in The Sims 3 liscio.
Da questo punto di vista, l’offerta ludica di quest’espansione risulta alquanto povera, specialmente se paragonata con le precedenti produzioni di The Sims. Il limite più grande deriva dal fatto che le uniche carriere che meritano di essere esplorate sono quattro (cinque se si considera la possibilità di acquistare un proprio locale per far esibire altri artisti).

"Per tutta la durata della prova, la nostra sensazione è stata quella di trovarci di fronte a quello che più similmente si avvicina ad un contenuto scaricabile a pagamento"

Probabilmente i Sim Studio, consci di quest’aspetto, hanno pensato di introdurre una nuova feature multiplayer chiamata Simport (per potervi accedere sarà necessario avere un account su Origin e registrarsi nel sito ufficiale di The Sims 3). Si tratta della possibilità di ospitare il personaggio di un altro giocatore nel proprio mondo e farlo esibire; eventualmente si può anche postare una recensione online sulla sua performance. Durante la performance, sia in singolo che in multigiocatore, il giocatore potrà decidere la canzone o il numero da eseguire, intrattenere il pubblico con barzellette o addirittura offenderlo. In base a questo, le reazioni dei fan saranno determinanti per il nostro successo: arriveranno a tirarci di tutto, dai fiori ai pomodori marci. Naturalmente la varietà di numeri è strettamente legata al grado di esperienza lavorativa del proprio sim che, come in tutte le professioni del titolo, potrà essere incentivata da seminari, libri, esercizi fisici o musicali a cui potremo accedere nel tempo libero.  
In conclusione, anche se Showtime introduce  per la prima volta una vera e propria modalità multigiocatore in The Sims 3, questa non convince pienamente dato che è fortemente dipendente dal pur sempre limitato numero di azioni eseguibili e quindi rischia di annoiare presto i giocatori, una volta che si sono sperimentate tutte.

TECNICHE DA SIMS

Dal punto di vista tecnico Showtime non modifica il alcun modo il motore grafico di The Sims 3, il quale comincia davvero ad accusare il peso degli anni, non risultando più al passo con le recenti produzioni.
Ancora oggi, con nostro rammarico, l'engine risente degli stessi problemi del lancio, ovvero i caricamenti lenti ed un’ imbarazzante pesantezza: persino su un recente I5 con 8 gb di ram ddr3 che vanta una 560 ti in overclock di fabbrica a 900 mhz abbiamo riscontrato qualche sporadico calo di frame.
Anche il comparto audio non risente di particolari cambiamenti, le uniche novità riguardano le canzoni che si possono udire (o esibire) dai cantanti di professione. Queste risuonano particolarmente divertenti e piacevoli da ascoltare essendo simili alle produzioni discografiche attuali. L’unica differenza sta nel fatto che sono cantate nel simpatico idioma dei sims.

KATY PERRY E’ UNA FAN DEI SIMS?

Durante la grande campagna pubblicitaria che annunciava l’uscita di quest’espansione, i Sim Studio sono riusciti ad accaparrarsi un testimonal d’eccezione: Katie Perry. Se non l’avete ancora visionato vi suggeriamo di dare uno sguardo al sito ufficiale e visionare il filmato che rilegge uno degli ultimi video musicali della cantante ambientandolo nel simpatico mondo dei sims. Tra l’altro noterete che è presente anche un’edizione speciale, dove si potranno ottenere alcuni oggetti e vestiti esclusivi dedicati all’artista.

The Sims 3 Showtime Showtime appare molto più simile ad un costoso dlc piuttosto che ad un’ espansione vera e propria. Le novità introdotte, come la nuova città, le quattro nuove professioni e la possibilità di mandare in tournee il proprio sim nelle città di altri giocatori, sembrerebbero sufficienti per giustificarne l’acquisto. Purtroppo basteranno poche ore per rendersi conto che questi nuovi elementi non sono abbastanza per attrarre quel tipo di utenza che è rimasta appagata dal titolo base. Tirando le somme, Showtime è un prodotto che può essere considerato appena godibile solo per quei fan mai sazi di questa serie; per tutti gli altri l’acquisto è da ponderare.  

6

Che voto dai a: The Sims 3 Showtime

Media Voto Utenti
Voti: 12
5.7
nd