Vader Immortal Episodio 2 Recensione: che la Forza sia con Oculus Quest

Arriva nelle librerie del visore standalone il secondo atto della trilogia di A Star Wars VR Series: è ora di sfruttare i nostri poteri Jedi.

recensione Vader Immortal Episodio 2 Recensione: che la Forza sia con Oculus Quest
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • Nonostante negli anni si siano susseguiti sul mercato numerosi giochi di Star Wars, sono pochi i titoli che hanno saputo lasciare un segno tangibile nella memoria degli appassionati della saga di Lucas. Mentre attendiamo di scoprire quale sarà la meta del cammino di formazione di Cal Kestis in Jedi Fallen Order (a tal proposito, vi suggeriamo di leggere la nostra prova di Star Wars Jedi: Fallen Order), una delle più coinvolgenti rappresentazioni interattive della serie è stato senza dubbio Vader Immortal, il primo capitolo di una trilogia di episodi in esclusiva per il visore Oculus Quest, capace di porci letteralmente faccia a faccia con il Signore dei Sith e di catapultarci in un'esperienza davvero poderosa sul versante visivo.

    Nelle librerie del visore standalone è ora disponibile anche il secondo atto di Vader Immortal, un ulteriore pezzo del mosaico narrativo intessuto dallo sceneggiatore David Goyer, che si inserisce in maniera canonica all'interno della storia transmediale di Star Wars. Prosegue così la nostra breve avventura per scoprire quali sono i piani di Anakin Skywalker, ancora addolorato per la perdita di Padme ed ossessionato dalla ricerca di un artefatto noto come Bright Star.

    Imparare ad usare la Forza

    Questo secondo capitolo, com'è ovvio, prende il via negli istanti immediatamente successivi alla fine della puntata precedente: se avete letto la nostra recensione di Star Wars Vader Immortal, saprete che l'obiettivo di Goyer, nelle vesti di scrittore e regista, è quello di fornire un focus più marcato sull'aspetto emotivo di Anakin, in un piccolo percorso introspettivo che si situa tra gli eventi di La Vendetta dei Sith e quelli di Una Nuova Speranza.

    Se sul piano del racconto il primo episodio ci aveva trasmesso sensazioni piuttosto positive, merito di un'ottima messa in scena e di un leggero cenno di introspezione nell'animo di Vader, la seconda parte si figura semplicemente come un momento di raccorto tra un incipit suggestivo e la prospettiva di una conclusione eclatante.
    Con la consapevolezza di non aver molto da raccontare, Vader Immortal 2 fa leva unicamente sulla spettacolarità, ponendoci dinanzi a sequenze in cui difenderci dagli attacchi di un mostro gigantesco, mentre cerchiamo di trovare una via d'uscita e di recuperare la Bright Star prima del Signore dei Sith. C'è dunque poco margine per lo sviluppo della vicenda, e quei minimi frangenti dedicati alla narrazione finiscono per sfociare in risvolti ampiamente prevedibili.

    Il tempo effettivo per strutturare il racconto è d'altronde molto ridotto: se lo scorso episodio si esauriva in una cinquantina di minuti (recuperate la recensione di Vader Immortal), questo secondo atto supera a stento la mezz'ora di gioco, salutandoci con un finale che, fortunatamente, ci lascia abbastanza fiduciosi di poter assistere ad una degna chiusura per questa trilogia.
    Insomma, con Vader per gran parte del tempo fuori scena, gli eventi del sequel sono solo un pretesto per indurci a sperimentare le nostre nuove abilità, ossia quelle legate all'apprendimento della Forza.

    Mentre la passata avventura ci ha permesso di prendere confidenza con l'uso della spada laser, Vader Immortal 2 mette in primo piano la scoperta dei poteri Jedi (o Sith, a seconda della fazione che preferite): usando i controller Oculus Touch potremo quindi interagire con alcuni elementi dello scenario, afferrarli dalla distanza e manipolarli, oppure scagliarli contro i nemici.
    Simile talento ci sarà utile sia per risolvere elementari enigmi, sia per sbaragliare gli avversari lungo il cammino, in una progressione che si concentra prevalentemente sui metodi di utilizzo della Forza, chiedendoci solo di rado di scalare qualche superficie o di brandire la lama.

    L'avanzamento è insomma molto guidato e non particolarmente diversificato: ciononostante, l'immersione garantita dal visore ed il feedback dei pad di Oculus riescono ad acuire a dismisura il senso di presenza, dandoci la concreta illusione che la Forza scorra potente in noi.

    Il nuovo Lightsaber Dojo

    Giunti ai titoli di coda, Vader Immortal 2 ci invita ad allenare le nostre nuove capacità all'interno della modalità Lightsaber Dojo II, la quale è stata ricalibrata per l'occasione allo scopo di inserire nuove prove, appositamente modellate attorno ai talenti appena appresi.

    L'uso combinato di Spada Laser e Forza dà vita a sfide più elaborate e stimolanti, alcune delle quali anche sufficientemente impegnative, in cui dovremo muoverci di 360 gradi per respingere le minacce da qualsiasi direzione. Occorreranno riflessi, prontezza e velocità, e poco alla volta emergerà con prepotenza il Jedi che si nasconde in ognuno di noi.
    Sotto questo punto di vista, Vader Immortal resta uno dei modi migliori per immergersi a fondo nell'universo di Star Wars: Peccato solo che la modalità Storia dell'Episodio 2 sia eccessivamente transitoria e poco avvincente.

    A ridare corposità all'opera ci pensa proprio il Lightsaber Dojo II, che incarna la portata principale dell'esperienza, e ci fornisce inoltre qualche indizio su quello che potremo aspettarci dal terzo capitolo, in cui speriamo che il team ILMxLAB riesca a dare ampio respiro sia all'utilizzo della Forza sia a quello della Spada Laser, bilanciando adeguatamente le sequenze in cui mescolare le due abilità proprio come avviene nella sala delle sfide.

    Vader Immortal Vader ImmortalVersione Analizzata PCSempre potentissimo sotto il profilo grafico, scenico e sonoro, Vader Immortal Episodio 2 pecca di pigrizia nell'intessitura della storyline. Una vicenda di passaggio, troppo breve e poco incalzante, che ha quantomeno il pregio di introdurci all'arte della Forza e di aprire le porte al terzo - e speriamo appagante - capitolo conclusivo della trilogia. La possibilità di usare in combattimento sia i poteri Jedi sia la spada laser trova la sua migliore espressione nella modalità Dojo, dove il grado di coinvolgimento fisico e sensoriale tocca vette altissime. Mentre ci alleniamo duramente, non possiamo far altro che restare in attesa di scoprire quello che David S. Goyer ha in serbo per tutti i fan di Star Wars. Che la forza sia con Oculus.

    6.5

    Quanto attendi: Vader Immortal

    Hype
    Hype totali: 14
    57%
    nd