Recensione Wings Over Europe: Cold War Soviet Invasion

Battaglie aeree per piloti provetti

Articolo a cura di
Disponibile per
  • Pc
  • La storia, vista dall'alto

    Direttamente dagli anni '60-'70-'80, sfrecciano nei cieli virtuali dei nostri personal computer i gloriosi aerei da combattimento che hanno fatto la storia dell'aviazione militare, calati in ipotetici e paralleli scenari di una "rovente" guerra fredda che avrebbe "potuto" avere luogo in quel periodo alternativo. La Third Wire Productions ci propone cosi la sua nuova simulazione aerea, sfruttando l'esperienza accumulata nel corso degli anni, a partire dal primo Strike Fighters: Project 1 e continuata poi con l'omonima serie. La promessa è quella di far montare noi, piloti digitali, nei cockpit dei vari velivoli d'epoca, coinvolgendoci in tensioni belliche minaccianti coinvolgimenti globali.

    Casus belli

    Il periodo in cui hanno luogo le virtuali vicende belliche che ci apprestiamo a vivere è il trentennio che, a partire dal 1969, arriva fino al 1985; trent'anni nei quali le tensioni est-ovest, Russia-America, Patto di Varsavia-NATO avrebbero potuto terminare nel peggior modo possibile, culminando in un vero e proprio conflitto atomico. Una guerra che da fredda avrebbe potuto diventare parecchio incandescente, cosi come premesso dalla software house texana, che ci ha trasportato indietro nel tempo di alcuni lustri, consentendoci di rivedere all'opera, anzi di pilotare noi stessi, in lunghe campagne militari, una trentina di velivoli che saettavano nei cieli di troppi anni or sono. Potremo cosi lanciarci in battaglia, tra le fila dei piloti della RAF o di quelli dell'USAF, oppure ancora tra quelli della tanto temuta Luftwaffe (tanto per citare le più famose aereonautiche); ogni nazione, ogni Arma sarà costituita, ovviamente, da un parco aerei differente dalle altre: ad esempio piloteremo F-15 Eagle se ci schiereremo con gli americani e potremo affrontare in emozionanti duelli aerei, i famigerati MIG 23M sovietici.



    Ogni schiermento ci darà modo di svolgere missioni differenti anche se riconducibili essenzialmente alle più conosciute, quali coperture aeree, intercettazioni e scorta, "semplici" dogfight, ricognizioni, bombardamenti o distruzione dell'artiglieria contraerea. Ogni modello stesso di velivolo ci permetterà poi di svolgere in maniera diversa quando ci verrà richiesto dall'Ufficio Comando, ed un rapido briefing ci fornirà i dettagli circa quelli che dovranno essere i nostri compiti una volta dentro l'abitacolo del nostro jet da compattimento.È intuibile che ogni scelta comporta un'accurata sessione di armamento (carico) del mezzo, che varierà a seconda di quello che si è deciso di utilizzare, rendendo necessaria una buona calibratura dell'aeromobile: particolari "configurazioni" possono rivelarsi più utili, più letali di altre in determinate situazioni; sarà impossibile, per esempio, distruggere una colonna di carri armati con il cannoncino mitragliatore: l'impresa potrà essere più abbordabile con appropriati missili aria-terra.


    War Room

    Terminate tutte le "personalizzazioni" belliche del nostro aviogetto e dopo aver inquadrato bene lo scopo della missione che andremo a compiere, potremo considerarci ready to rumble e preparaci cosi a rullare sulla pista, fiondandoci verso i cieli ove ci aspetteranno mezzi bellici poco amichevoli.

    Continuiamo a rimarcare l'aspetto delle caratterizzazioni particolareggiate degli aereoplani appositamente per evidenziare, e sottolinerare, l'accuratezza di questa simulazione: l'approccio arcade è sconsigliato vivamente, proprio perchè anche abbassando il grado di difficoltà non troveremo niente di "user friendly" all'interno del gioco; dobbiamo scordarci si salire nell'abitacolo per lanciarci in luoghi trafficati da jet, annientabili semplicemente con un colpo di... mouse ben assestato. La situazione è esattamente l'opposto, anche a livello facile: l'IA non ci viene incontro per nulla, con i nemici che adotteranno tutte le tattiche militari possibili, per abbatterci o per eludere le nostre manovre d'attacco; i principianti non avranno vita facile e gli insuccessi delle missioni cresceranno vertiginosamente, anche perchè la curva di apprendimento è alta, a causa anche di un'accurata fisica qui ripordotta (imbardate, beccheggiate e stalli sono all'ordine del giorno) e per via di una mole elevata di comandi impartibili da tastiera. La cloche/joystick è fortemente consigliata perchè il mouse serve solo per voltare la testa, nel cockpit, oppure per modificare le numerose e differenti inquadrature per le quali potremo optare.

    Tecnicamente

    Dettagli tecnici a profusione ci permettono di apprezzare il grado elevato di realismo di Wings over Europe, l'accuratezza dei differenti abitacoli ed aerei e la loro diversità strutturale. Apprezzeremo (meno) gli stalli oppure i momenti in cui saremo sotto il tiro nemico, "catturati" dal puntatore laser di un missile. Il tutto è comunque contraddistinto da un eccellente lavoro di ricreazione digitale dei diversi modelli di jet; un vero ludibrio visivo per gli aficionados delle simulazioni aeree ed un innegabile piacere, comunque, per i profani, che non conoscono la differenza tra slat e flap.



    Sempre menzionando le peculiarità grafiche, saltano all'occhio le note dolenti, che "arrivano" dalla terra: per ricreare l'ambiente terricolo sono state applicate grezze texture riproucenti i rilievi, l'orografia o le strade, ma senza conferire reale profondità (di tratta di digitalizzazione piatte, in 2D) nè omogeneità in termini qualitativi, stonature evidentissime, rispetto alla meticolosa cura riservata ai caccia. Rimanendo con i "piedi per terra" notiamo che, fortunatamente, i carri armati (e la contraerea terrestre, più in generale) godono di un livello di dettaglio decente; anche per quel che riguarda gli effetti audio che riproducono degnamente il clangore metallico di pesanti mezzi terrestri in movimento. Come in precedenza, anche il comparto sonoro risulta migliore una volta messo piede sulle macchine volanti: i piloti del nostro stormo ci parleranno di continuo, avvisandoci, chiedendo aiuto, o semplicemente guidandoci circa il prosieguo della missione; i radar ci allarmeranno quando il nemico ci ha inquadrati ed il computer di bordo ci allerterà quando subiremo avarie o staremo procedendo male nel nostro compito.

    Cieli affollati

    A proposito di compiti e mansioni, va segnalato che ulteriori coinvolgimenti aerei nascono dal generatore casuale di missioni oppure dal supporto del multiplayer, nel quale fino a 16 piloti virtuali potranno prendere parte alla nostra guerra (per fortuna privata), ma le considerazioni sono le medesime fatte sin'ora: la particolarità del tipo di videogame in questione potrà influire sulle fazioni digitali che riusciremo a trovare in rete, ciò non toglie che quelle che troveremo, visto il grado di preparazione necessario, saranno senza dubbio all'altezza dei top gun di fama mondiale.

    Wings Over Europe: Cold War Soviet Invasion Wings Over Europe: Cold War Soviet InvasionVersione Analizzata PCWoE non è per tutti. Difficile, molto difficile, a cominciare dalla fase di carico dell’aeromobile; è il classico prodotto di nicchia (ormai il genere è raro ed è complicato semplificarlo senza rinunciare a sconfinare nell’arcade) che soddisferà sicuramente i patiti del genere e frustrerà i non addetti ai lavori (ed il voto ne risente) perchè è molto complicato gestire le varie situazioni, con i tantissimi comandi a disposizione e con la fisica del gioco quasi reale. È un’accurata simulazione e ciò la dice lunga circa il prodotto che ci troveremo tra le mani; evitando di ancorarci alle pessime texture del terreno possiamo affermare che si tratta di una ottima rappresentazione di questo genere di giochi, anche perchè ultimamente scarseggiano. Le specifiche hardware richieste sono accessibili a chiunque e questo non può che essere un fattore positivo, cosi come il prezzo non elevato; ma la complessità ed il quasi necessario uso del joystick rischiano di minare un gioco che difficilmente attrarrà i neofiti, ma che regalerà molte ore di volo agli esperti ed ai patiti del genere.

    6.5

    Quanto attendi: Wings Over Europe: Cold War Soviet Invasion

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd