Winx Club per PS2, la nostra recensione

Le amabili Winx sono finalmente arrivate su PS2: evviva!!!!

INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di
Disponibile per
  • Ps2
  • Bloom ha una vita tranquilla e serena come tante altre ragazze della sua età, ha una famiglia che le vuole bene, interessi, amiche con cui uscire e divertirsi. Un bel giorno però, intenta a leggere in un parco, viene distratta dal suo piccolo coniglietto domestico Kiko, che riesce a farsi seguire lungo un sentiero nascosto. Da qui la vita della nostra giovane amica cambierà per sempre. In men che non si dica Bloom si trova a dover difendere una giovane e biondissima coetanea da un grosso Ogre e scopre, con sua grande sorpresa, di essere dotata di potenti poteri magici.
    Questo è l'inizio di Winx club, fortunata serie animata creata dallo studio italiano Rainbow, giunta alla seconda serie e attualmente in programmazione sulla seconda rete nazionale. Questo cartone animato nato per intrattenere il giovane pubblico femminile, si svolge nel regno magico di Magix e narra le avventure di Bloom, Stella, Flora, Musa e Tecna, studentesse presso la scuola di magia di Alfea.

    Un gameplay pieno di problemi

    La trasposizione su Ps2 ad opera di Konami, ripresenta ad inizio gioco lo stesso antefatto del cartone animato, facendo rivivere in prima persona al giocatore, dopo il salvataggio di Stella nel parco, la notizia che Bloom non è un essere umano comune e che deve intraprendere la sua avventura nel regno di Magix. Una volta arrivati alla scuola di magia di Alfea capiremo subito che essa sarà il nostro quartier generale lungo tutta la storia, qui infatti dovremo aggirarci fra le varie aule scolastiche, i dormitori, i corridoi e la biblioteca, sempre in costante ricerca di persone con cui parlare per ottenere nuove missioni e obbiettivi. Una volta ottenuta una missione essa verrà annotata automaticamente nel diario, visionabile tramite il tasto start, e qui saranno riportate inoltre indicazioni riguardanti l'ultima conversazione fatta, suggerimenti e aiuti per portare a termine il compito assegnatoci.
    Dopo alcuni passi nella scuola di Alfea intuiamo subito la presenza di grosse carenze, una estrema semplicità nella meccanica di gioco e la completa mancanza di contenuti; bastano infatti cinque minuti (quanti ce ne vogliono per familiarizzare con l'ambiente) per perdere l'interesse: l'azione si riduce così al semplice e sconclusionato correre a destra e sinistra parlando a caso con chiunque incontriamo lungo la nostra strada.
    Una volta ottenute le missioni esse si tradurranno nelle classiche fasi esplorative lungo percorsi irti di ostacoli di ogni tipo: alberi e fossi da saltare, pareti rocciose da scalare, vari oggetti cadenti da evitare e gli immancabili mostriciattoli e boss di fine livello da eliminare. Preso il controllo di Bloom, e iniziato a muoverci per l'area di gioco si rivelano ulteriori lacune; una pessima qualità dei controlli e una disarmante gestione della telecamera. Se uniamo poi anche una lenta e imprecisa reazione dei tasti, il senso di frustrazione e di impotenza sale a livelli inimmaginabili. Con i controlli che presenta, in Winx club risulta impresa difficile anche saltare un innocuo ruscello, facendo così capire che in condizioni di gioco pericolose, la sopravvivenza del giocatore non sarà solo affidata alla sua bravura ma anche all'aura di buona sorte che lo circonda.
    Per quel che riguarda i poteri che accompagneranno Bloom lungo la sua avventura, sono divisi in due tipologie, entrambe dedicati all'attacco: base e speciale. La protagonista avrà infatti, oltre che un semplice attacco di fuoco, la possibilità di trasformarsi in fata e l'abilità di chiamare a se l'aiuto delle sue cinque magiche amiche.
    Purtroppo nei combattimenti come nelle esplorazioni si presentano vari problemi di tipo tecnico. Avremo a disposizione la capacità di bloccare e tenere sotto mira i nemici più vicini a noi; purtroppo l'estrema lentezza di risposta dei tasti e la loro imprecisione rompono queste semplici azioni di gioco, rendono impossibile adottare ogni tipo di strategia e variante di attacco. Risultato finale, una pressione continua e ininterrotta dei tasti e una crescente speranza che tutto vada per il meglio.

    Grafica passabile, audio inesistente

    Un'altra grossa carenza che affligge Winx Club riguarda la scarsa realizzazione video e audio; anche queste sezioni risultano essere molto carenti e messaggere di una inadeguatezza e superficialità inaccettabili per gli standard Ps2 ormai consolidati. Partiamo dalla discutibile scelta di una completa assenza di un video introduttivo; inserito il disco veniamo subito portati senza mezzi termini allo spartanissimo menù principale dove veniamo prima abbagliati da un rosa ai limiti dell'ammissibile e poi rintontiti da un odioso ritornello in sottofondo che ripete all'infinito "We are the Winx!". Parlando dei colori che permeano tutto il titolo sono, come è facile immaginare, di forte dominante rosa; bisogna comunque ammettere che superato lo shock visivo iniziale, la loro scelta tutto sommato è pienamente in linea e coerente con lo stile Winx. Mettendo da parte i problemi di gestione della telecamera spiegati prima, il motore grafico sostiene le varie aree di gioco in modo soddisfacente, forse con qualche rallentamento di troppo, ma comunque risulta essere in grado di ricreare fedelmente il magico mondo di Bloom, con superfici e dettagli che risultano discretamente realizzati, non eccellenti certo, ma nel complesso credibili. Parlando poi dei personaggi e dei loro modelli, bisogna ammettere che il magico quintetto di amiche risulta essere molto fedele all' originale, presentando tutto quell'armamentario che tanto piace alle bambine: vestitini appariscenti, minigonne, capelli curati e trucco, il tutto condito da frasi e atteggiamenti tipici ed esclusivi delle personalità di ogni personaggio.
    A fronte di una grafica passabile Winx Club presenta una colonna sonora che è quasi inesistente. Se da una parte le eroine riportano le voci originali della serie animata dando senso di appartenenza al mondo in cui giochiamo, per contro le sessioni di esplorazione e combattimento sono scandite da brani musicali anonimi e poco distinguibili l'uno dall'altro. Capita spesso così di andare avanti nel gioco ed ad un certo momento fermarsi chiedendosi se per caso abbiamo disattivato inavvertitamente qualche opzione importante nel menù audio.

    Winx Club Winx ClubVersione Analizzata Playstation 2Definire il risultato finale ottenuto dalla Konami con questo gioco è sia facile e al tempo stesso molto deprimente. Ad un occhio esperto, abituato agli standard Konami, Winx club fa acqua da tutte le parti, grafica mediocre, controlli impossibili, meccanica di gioco scontata e già vista migliaia di volte. Un titolo che sembra quasi improponibile da mettere in commercio. Ma il motivo per realizzare un gioco simile purtroppo c’è, ed è molto spesso legato ad altri prodotti scadenti: si tratta della legge relativa alle indagini di mercato e delle possibilità di guadagno facile. Sicuramente questo è un videogioco realizzato per bambine, per quelle undicenni che smaniano per Bloom e le Winx, a cui non importa se, nel gioco, il personaggio principale resta incastrato fra una panchina e un cestino della spazzatura. Le giovani acquirenti si accontentano solo di poter controllare a loro piacimento la loro eroina preferita e di potersi immergere anche se in malo modo almeno una volta nella loro fantastica storia. Un titolo sicuramente insufficiente, sviluppato con fretta e superficialità, mandato in produzione solo per accaparrarsi una fetta di mercato a scapito della qualità scadente che presenta, un titolo non mosso da una idea, ma mosso dal mercato stesso. In poche parole una realizzazione decisamente scadente.

    3.5

    Quanto attendi: Winx Club

    Hype
    Hype totali: 0
    ND.
    nd