Rubrica Classifica Hardware e Software USA

I dati di vendita Americani di tutto il 2008

Rubrica Classifica Hardware e Software USA
Articolo a cura di

Il mercato dei Videogames nel territorio Americano nel corso dell'anno solare 2008!

Dopo il riassunto annuale dell'intrattenimento digitale giapponese, ecco arrivare un articolo che cerca di guardarsi indietro e di analizzare l'andamento del più ampio dei mercati videoludici mondiali: quello americano. Grazie alla recente diffusione dei dati raccolti dalla società NPD, è possibile infatti riepilogare quelli che sono stati i maggiori successi di pubblico nella terra a stelle e strisce, sia dal punto di vista Hardware, che Software.
Quali console si sono affermate? Quali sono i titoli di maggior richiamo per gli Yankees?
Il settore portatile sarà preponderante come nel Sol Levante? Oppure in occidente si è preferito prediligere il versante home console? E all'interno di questo, quale sarà il ruolo delle due console HD rispetto alla tanto alternativa offerta del Nintendo Wii? La crisi economica si è fatta sentire anche sul versante dell'elettronica, durante il corso del 2008?
Andiamo a scoprire assieme le risposte a tutte queste domande!

Il mercato Hardare Americano del 2008: le vendite totali

Fonte: NPD HARDWARE SALES PER PLATFORM 2008: le console più vendute in America

Wii 10.15 million
NDS 9.95 million
360 4.73 million
PSP 3.83 million
PS3 3.54 million
PS2 2.50 million

La crisi economica non pare aver colpito il mercato dei videogiochi in America. Probabilmente si farà sentire nel corso dei prossimi mesi del 2009, ma lo scorso anno il settore ha visto un incremento globale del numero di console vendute.
Se, infatti, Playstation 2 dopo anni di dominio vede un più che comprensibile calo di unità vendute su base annuale (-37%), tutte le altre piattaforme vedono invece dati positivi se confrontate con l'anno precedente.

Quasi a pareggiare il declino della sorella minore, vediamo l'ammiraglia Playstation 3 migliorare del 38% il proprio venduto nell'arco dei 12 mesi dello scorso anno. Un aumento importante, ma tale giudizio positivo è senza dubbio viziato dalle cifre di partenza del precedente periodo, davvero molto basse, sia in senso generale, sia in senso relativo al peso commerciale del marchio che identifica questo prodotto, tanto che i numeri del 2008 si fermano attorno ai 3 milioni e mezzo. Senza dubbio per l'erede di PS2 ci si aspettava un ingresso sul mercato caratterizzato da un impatto più positivo, ma le novità proposte da alcuni concorrenti, l'agguerrita battaglia di rosicchiamento delle molte esclusive tipiche della precedente console e una politica di prezzo non esattamente popolare (derivante più che altro da scelte HW molto sofisticate e qualitativamente elevate) stanno rendendo difficile l'allargamento della base installata per questa piattaforma.

Chiude l'anno in pareggio Playstation Portatile rispetto al 2007 (0%), mantenendosi su cifre globali discrete, con un totale non lontano dai 3 milioni e 900 mila pezzi venduti. L'esordio di Sony nel settore portatile non è stato glorioso e dominante come fu quello in ambito home console, e molte delle previsioni precedenti al lancio si sono man mano ridimensionate, ma i numeri registrati sul versante hardware non sono comunque negativi.

Quasi impercettibile la crescita anno-su-anno di Xbox360 (+2.3%), che però sembrava precedentemente destinata a chiudere in passivo, e invece grazie soprattutto al taglio di prezzo e alla proposta di alcune esclusive di grande riscontro commerciale riesce a mantenersi sui suoi ritmi, con 4 milioni e 700 mila console vendute. Contrariamente a quanto precedentemente ipotizzabile, la console Microsoft non solo non subisce il recupero dell'avversario in nero, ma anzi accumula ulteriore vantaggio nei suoi riguardi, allontanando almeno per il momento il famoso canto del cigno, visto che su base complessiva il distacco positivo da PS3 ammonta a oltre 7 milioni su suolo americano.

Impressionanti in senso positivo, senza bisogno di troppe analisi, le vendite hardware del DS. Quasi 10 milioni di pezzi venduti in un anno sono moltissimo anche per un mercato come quello a stelle e strisce. Ma ancor più interessante, proprio perchè parte da numeri di partenza già molto elevati, è quello della crescita rispetto al 2007 (+17%) a testimonianza di un interesse che sembra destinato a perdurare nel tempo su valori molto elevati. Un vero fenomeno di massa, capace di riaffermare con forza erculea il predominio Nintendo in ambito portatile, come da tradizione ormai più che decennale. Il tutto nonostante l'abbandono di un marchio forte e riconoscibile come quello del GameBoy e l'esordio di un competitor agguerrito come Sony.

Forse ancor più sorprendete nella sua capacità di affermazione assoluta il fratello maggiore Wii, che supera la soglia dei 10 milioni annui e soprattutto registra il tasso percentuale di crescita maggiore fra tutti gli attori in campo (+61%). Rispetto allo scorso anno la casa di Kyoto è stata capace di aumentare la capacità produttiva, e di conseguenza distributiva, della propria macchina, fornendo con maggiore costanza volumi di hardware maggiori ogni mese, a partire più o meno da aprile. Da quel momento i numeri hanno visto una impennata dietro l'altra, tanto che nonostante gli sforzi appena descritti, nel mese di Dicembre contrariamente a quanto prevedibile, non è riuscita a migliorare le prestazioni di Novembre nè a piazzarsi al primo posto (battuta dal DS), proprio a causa di difficoltà di rifornimento. Un altro grande successo made in Nintendo, che in questa generazione con le sue scelte produttive e di marketing, sembra aver ritrovato la strada giusta per impossessarsi della leadership del mercato, spiazzando un po' tutti (sia competitor, che eventuali partner di settore).

In chiusura, ecco la base installata totale di tutte le console attualmente sul mercato degli Stati Uniti d'America.
Unendo i ritmi di marcia dell'anno appena trascorso alle precedenti vendite e calcolando gli anni di presenza sul mercato, possiamo notare come il successo di PS2 sia davvero impressionante. Dal canto suo il Wii sembra destinato a ripeterne il successo, così come il DS. PSP sembra aver rallentato confermando le cifre sufficienti del progetto in senso strettamente HW, un po' come Xbox360 che può dedurre di essersi imposta come marchio discreto su suolo casalingo. PS3 si trova ancora in grosse difficoltà, e dovrà puntare su un taglio di prezzo e su una permanenza nel mercato più lunga degli avversari per riuscire a cambiare il giudizio, per ora negativo, sulle sue prestazioni.

PS2 43.586 million
DS 27.541 million
Wii 17.54 million
PSP 14.341 million
360 13.860 million
PS3 6.794 million

Nintendo: nuovi record di vendite

Ds e Wii si stanno affermando come veri successi di massa. Il portatile setta il nuovo tetto di console vendute in un mese in US, con oltre 3 milioni di pezzi, mentre sul versante home si registra il più alto risultato annuale con oltre 10 milioni di copie.

Il mercato Software Americano del 2008: i giochi più venduti

TOP 10 - I giochi più venduti del 2008 in America

1. Wii Play w/ remote - Wii - Nintendo - 5.28 million
2. Mario Kart Wii w/ wheel - Wii - Nintendo - 5.00 million
3. Wii Fit w/ balance board - Wii - Nintendo - 4.53 million
4. Super Smash Bros. Brawl - Wii - Nintendo - 4.17 million
5. Grand Theft Auto IV - Xbox 360 - Take-Two - 3.29 million
6. Call of Duty: World at War - Xbox 360 - Activision - 2.75 million
7. Gears of War 2 - Xbox 360 - Microsoft - 2.31 million
8. Grand Theft Auto IV - PS3 - Take-Two - 1.89 million
9. Madden NFL '09 - Xbox 360 - Electronic Arts - 1.87 million
10. Mario Kart - DS - Nintendo - 1.65 million

Partendo dal fondo, sorprende per longevità la prestazione di Mario Kart DS che ad anni dall'uscita riesce a entrare in top ten, unico titolo portatile a riuscirci. Un fatto senza dubbio particolare, soprattutto alla luce dei risultati HW di entrambe le console, e spiegabile soltanto prendendo in considerazione diversi aspetti. Da un lato senza dubbio la pirateria, fenomeno molto più diffuso qui di quanto non avvenga in Giappone; dall'altro una predilezione maggiore degli acquirenti verso le produzioni per home console; ma non sarebbe giusto non citare l'incapacità da parte delle grandi case di sviluppo con sede in occidente nel saper proporre titoli di grande richiamo per l'immaginario collettivo pensati appositamente per la fruizione portatile, al contrario di quanto abbiamo visto in questi anni nel Sol Levante.

A ribadire la forza del brand Mario Kart ci pensa poi anche la versione Wii che sta riscuotendo notevoli successi di massa in tutto il mondo, come dimostra il risultato di ben 5 milioni di pezzi venduti in un anno in America. Ma notevoli sono i numeri di tutti i giochi per la home Nintendo presenti in chart, da Smash Bros a Fit, passando per Play, tutti ben sopra i 4 milioni. Il fatto che siano tutti Nintendo, ma che siano anche tutti appartenenti a categorie ludiche diverse, spaziando dai racing ai picchiaduro, senza disdegnare i party game e i titoli di fitness, sembra quasi voler affermare come la piattaforma abbia fatto breccia nell'immaginario collettivo, ma come solo Nintendo per ora sia stata capace di capire (prevedere?) tale enorme riscontro di pubblico, per il quale la componente di fruizione multiplayer sembra aver comunque assunto un ruolo davvero rilevante.

Per quanto riguarda Xbox360 vediamo come i suoi risultati software siano molto interessanti. Grazie alla base installata e alla capacità di proporre titoli di grande richiamo commerciale per i gusti del mercato casalingo, riesce infatti a piazzare ben 4 giochi in top 10, come il Wii. Fra questi troviamo una esclusiva first party, Gears of War, che si è costruita una buona base di fan proprio sulla piattaforma di seconda generazione Microsoft, e tre giochi di case esterne dal grande nome, quali Madden, Call of Duty e GTA, unico gioco per HD a superare la soglia dei 3 milioni, a riprova dell'ottimo lavoro della casa americana nell'accaparrarsi e nel dar risalto a produzioni realizzate da altri sviluppatori.

Più in difficoltà Playstation 3, complice in negativo la base installata ancora molto lontana dalle concorrenti. In quest'ottica, GTA riesce a confermare la forza del proprio marchio come unico prodotto presente in chart a girare sull'ammiraglia Sony. Il fatto che il gioco più venduto per Sony sia però un prodotto terze parti non è del tutto positivo per la casa giapponese, che si trova in una situazione difficile proprio a causa di quello che nella scorsa generazione era uno dei suoi punti di forza, e che sembra essere venuto a mancare con il passaggio di molti brand in versione multipiattaforma a vantaggio di Xbox360: la mancata identificazione della console con produzioni first party.

5 VS 5

Una curiosità. In top ten troviamo 5 titoli per console HD contro 5 titoli per console Nintendo.
I giochi per Wii e DS son tutti first party, a indicare la capacità della casa di supportare egregiamente le proprie piattaforme, mentre i giochi HD son quasi tutti third party, a indicare un supporto esterno molto importante.
Il rovescio della medaglia per la casa di Kyoto è la mancata copertura di alcuni generi, mentre per le due case in alta definizione è forse il minor peso delle esclusive in ottica concorrenziale.

Classifica Hardware e Software USA Il 2008 è stato l'anno di definitiva consacrazione di Nintendo in territorio americano. La casa ha saputo dominare le vendite hardware sia sul versante portatile che su quello casalingo, battendo tutti i precedenti record commerciali (appartenenti a Playstation2) precedentemente registrati. Il successo si è inoltre ripercosso anche sul software, con ben 5 titoli in top ten, di cui 2 oltre i 4 milioni e 2 oltre i 5 milioni. Il lato negativo per la console è l'assenza di grandi successi terze parti, fatto dovuto alla mancata capacità previsionale delle terze parti riguardo al successo delle due macchine in questione. Dal canto suo Xbox360 sembra invece aver trovato un successo meno eclatante, ma più equilibrato. Dal punto di vista hardware si conferma la seconda forza in campo, distaccando ulteriormente PS3, mentre sul versante software pur non arrivando ai picchi della bianca rivale, offre adeguato spazio sia ai first party che ai third party, anche grazie a un grande impegno delle case di sviluppo che hanno dirottato molti brand di grande nome sulla piattaforma di Bill Gates. Le maggiori difficoltà sono sofferte da PS3, complice un prezzo troppo elevato che non le consente di avere accesso a un pubblico di massa, problema che si riflette anche sulle vendite dei singoli giochi, che a loro volta vedono le esclusive fatte in casa incapaci di far breccia nell'immaginario collettivo, senza portare grossi benefici all'hardware. Il classico cane che si morde la coda. Corsa a se per PSP e PS2, non presenti nelle chart software e poco rilevanti in quelle hardware, anche se per motivi diversi. Più comprensibili quelli di PS2, mentre il giudizio verso il portatile Sony resta vicino alla stringata sufficienza.