Games with Gold: giochi gratis di novembre 2019 per Xbox One e Xbox 360

A novembre gli abbonati ad Xbox Live Gold potranno scaricare quattro nuovi giochi, tra cui Sherlock Holmes The Devil's Daughter e The Final Station.

rubrica Games with Gold: giochi gratis di novembre 2019 per Xbox One e Xbox 360
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di

Poco prima dell'annuncio dei giochi gratuiti per PlayStation Plus, Microsoft è scesa in campo per svelare i Games with Gold di novembre 2019. A guidare la nuova selezione mensile ci pensano, come sempre, due giochi per Xbox One, in questo caso Sherlock Holmes: The Devil's Daughter e The Final Station. Direttamente dalle passate generazioni di console arrivano invece Star Wars Jedi Starfighter (Xbox) e Joy Ride Turbo (Xbox 360), due titoli che possono essere giocati anche sulle due ammiraglie di casa Microsoft grazie al programma di retrocompatibilità. Prima di andare alla scoperta dei quattro nuovi giochi, segnaliamo che siete ancora in tempo per aggiungere alla raccolta uno dei Games with Gold di ottobre 2019, ovvero Friday the 13th: The Game per Xbox One.

Sherlock Holmes The Devil's Daughter (1-30 novembre)

Sherlock Holmes: The Devil's Daughter è un thriller che combina indagini, azione ed esplorazione mettendo alla prova intuito e nervi. Nei panni del leggendario detective di Baker Street, siete chiamati a dare la caccia alle forze del male che si celano negli angoli più oscuri di Londra, che potete esplorare liberamente alla ricerca di indizi e individui sospetti.

Ogni singola deduzione e azione che compiete nei panni di Sherlock Holmes è potenzialmente in grado di cambiare lo sviluppo della storia, sia in meglio che in peggio. Il gioco offre cinque differenti casi, ricchi di interrogatori, combattimenti, missioni in incognito e inseguimenti: Confessione di una preda, Uno studio in verde, Infamia, Reazione a catena e Incubo. I casi sono separati: le scelte compiute in uno non influenzano gli altri. Se volete saperne di più, vi consigliamo di leggere la recensione di Sherlock Holmes: Devil's Daughter.

The Final Station (16 novembre-15 dicembre)

The Final Station è un insolito gioco di sopravvivenza in pixel art ambientato su un treno in corsa attraverso un mondo morente. Il vostro obiettivo è quello di sopravvivere il più a lungo possibile per raggiungere la stazione successiva, alla ricerca di provviste e sopravvissuti. L'impresa non è affatto facile, poiché ogni volta che abbandonerete il treno il vostro cammino verrà ostacolato da orde di infetti pronti ad uccidervi.

The Final Station concede una grande libertà di scelta: potete, ad esempio, lasciar morire i sopravvissuti - che in taluni casi possono persino rappresentare un impedimento - in modo da saccheggiare i loro cadaveri. Il treno va inoltre mantenuto in condizioni operative fabbricando oggetti con le risorse recuperate nelle stazioni abbandonate.

Star Wars: Jedi Starfighter (1-15 novembre)

Seguito di Star Wars Starfighter, Star Wars: Jedi Starfighter è un simulatore di combattimenti spaziali ambientato prima e durante la Battaglia di Geonosis, che ha visto contrapporsi la Confederazione dei Sistemi Indipendenti e la Repubblica Galattica, inaugurando così le Guerre dei Cloni. La storia è incentrata sull'esperta Jedi Adi Gallia, inviata da Mace Windu a indagare sugli strani avvenimenti nel sistema Karthakk, dove un movimento secessionista minaccia di prendere il sopravvento.

Nel gioco siete chiamati a pilotare differenti star fighter provenienti dall'universo di Guerre Stellari. Le missioni ruotano generalmente attorno alla protezione di una nave alleata oppure alla distruzione di un gran numero di nemici, e offrono sempre degli obiettivi nascosti il cui completamento permette di sbloccare incarichi, video e navi bonus. Star Wars: Jedi Starfighter, uscito originariamente su Xbox nel 2002, è inoltre ottimizzato per Xbox One X e presenta una risoluzione al passo con i tempi.

Joy Ride Turbo (16-30 novembre)

Joy Ride Turbo, realizzato dai creatori di Kinect Joy Ride, è un gioco di corse arcade dallo stile colorato e vivace. A differenza del suo predecessore non consente l'utilizzo deIl Kinect, e punta tutto su una guida acrobatica e spettacolare grazie a tracciati disseminati di rampe, scorciatoie, saliscendi e ruote della morte.

Esattamente come in Mario Kart, titolo a cui si ispira, anche in Joy Ride Turbo i piloti possono fare affidamento su numerosi power-up, sia di natura offensiva, come i razzi, sia di natura difensiva, tra cui i classici scudi. Il garage comprende 42 differenti veicoli di finzione liberamente ispirati a muscle car, tuner car e hot road roadsters, personalizzabili cambiando colore e utilizzando i componenti nascosti nei circuiti. Sono inoltre incluse due aree open-world, dove cercare collezionabili e fare pratica, e l'immancabile modalità multiplayer, sia locale (fino a 4 giocatori in schermo condiviso) che online (fino a 8 partecipanti).