Rubrica Gioco del Mese - Dicembre 2015

Un mese solitamente tranquillo quello che precede la fine d'anno, ma non sono comunque mancate diverse uscite interessanti e in grado di attirare l'attenzione dopo l'abbuffata autunnale.

Gioco del Mese Dicembre 2015
Videospeciale
Articolo a cura di
Francesco Fossetti Francesco Fossetti scrive di videogiochi -fra una cosa e l'altra- da più di dieci anni, e non ha ancora perso la voglia di esplorare il mercato con vorace curiosità. Ammira lo sviluppo indie e lo sperimentalismo, divora volentieri tutto il resto. Lo trovate su Facebook, su Twitter e su Google Plus.

Ha rischiato di essere un appuntamento un po' monotematico, quello con il Game of the Month dicembrino. Non si fosse messo in mezzo l'irruento Rico Rodriguez, del resto, i "runner-up" per il titolo di Gioco del Mese sarebbero arrivati esclusivamente dalle piattaforme Nintendo, che come sempre se ne "infischiano" delle vacanze e ci propongono prodotti di spessore anche a poche settimane dal Natale. Lo scivolone di Rainbow Six Siege, inoltre, fa sì che questo elenco sia un po' meno corposo del previsto: noi ve lo proponiamo comunque, come ultimo appuntamento prima delle votazioni che decreteranno il miglior gioco del 2015 per l'utenza e la redazione.
Restate quindi su Everyeye.it e sul forum: domani apriremo i sondaggi che vi permetteranno di tirare le somme di questa annata videoludica. Intanto, visto che le uscite si sono fermate dappertutto (persino su Steam, in attesa dei Saldi), ecco la selezione dei runner-up di dicembre ed il prevedibile vincitore.

Just Cause 3

Just Cause 3 è un free-roaming chiassoso ed esplosivo, erede degli open-world sboccati ed eccessivi come Saints Row e Mercenaries. Ereditando filosofia e impostazione dal precedente capitolo, Avalance Studios allestisce un banchetto perfetto per saziare chi cerca un divertimento rumoroso e poco impegnato. Purtroppo il valore quantitativo è l'unico che tiene, sulla lunga distanza: l'operazione di liberazione delle province è infatti troppo monotona per soddisfare appieno, la trama principale appare incoerente, ed all'avventura di Rico restano le dimensioni eccessive, e il senso di libertà che si prova utilizzando rampino, parapendio e tuta alare, schizzando da una parte all'altra della mappa accompagnati da un costante e pervasivo senso di vertigine. Sono proprio questi elementi, e la varietà leggermente più marcata di attività secondarie, che posizionano Just Cause 3 tra i nostri Runner-Up.

Fast Racing NEO

Per quanto profondamente ispirato a mostri sacri del genere, Fast Racing: Neo è un racing game futuristico sviluppato con passione, competenza e attenzione per il dettaglio. Un modello di guida convincente e peculiare, seppur parzialmente derivativo, e un comparto tecnico non perfetto ma indubbiamente di ottimo livello, giustificano tutto l'entusiasmo per un titolo sul quale in pochi avrebbero puntato.

Mario & Luigi Paper Jam Bros.

Mario & Luigi: Paper Jam Bros. s'impone come uno dei capitoli più freschi e frizzanti dell'intera produzione GdR incentrata sulla collaborazione dei fratelli Mario. L'operazione di crossover con l'universo di carta porta in dote nuove meccaniche che si riversano con convinzione tanto nel viavai lungo la mappa di gioco quanto nei combattimenti a turni che da sempre rendono la saga vivace e pulsante. Sorprende anche l'estrema versatilità di un titolo che non ha paura di volgere lo sguardo verso un impianto ruolistico stratificato e stimolante. Un'avventura davvero interessante e piacevole da giocare.

SteamWorld: Heist

L'elenco dei runner up si chiude con un'altra sorpresa, arrivata dal team Image & Form, che con SteamWorld: Heist si conferma una delle realtà indipendenti più talentuose del panorama videoludico moderno. Riportandoci nell'universo robotico già apprezzato in Dig, il team cambia genere, e ci propone uno strategico bidimensionale davvero riuscito. Oltre a proporre un gameplay profondo ma facilmente "digeribile" anche dai meno esperti del genere, SteamWorld: Heist gratifica il giocatore grazie ad un senso di progressione sempre vivace ed incalzante, la cui efficacia viene assicurata da meccaniche GDR ben contestualizzate. Pur senza raggiungere le vette di complessità o la varietà di soluzioni tattiche messe a disposizione del giocatore da titoli come XCOM, SteamWorld: Heist si rivela un prodotto confezionato con amore e con maturità.

Gioco del Mese: Xenoblade Chronicles X

Non poteva che essere lui, il nostro Gioco del Mese. Xenoblade Chronicles X è l'ennesimo capolavoro arrivato sulla console casalinga di Nintendo. Monolith riesce nell'impresa di sviluppare un GDR free roaming ben caratterizzato nel lore, dove l'esplorazione rappresenta un valore aggiunto e non una fonte di noia. Esplorando il pianeta Mira è facile restare rapiti, ammaliati da un mondo di gioco inospitale e pericoloso, ma anche soddisfatti dal carattere delle side quest, dal combat system efficace e ben pensato, dalla varietà incredibile del gameplay e da un sistema di sviluppo dei personaggi discretamente profondo (anche se, purtroppo, spiegato troppo di fretta). Nonostante la trama sia evidentemente secondaria nell'economia della produzione, e i fan dei JRPG narrativi rischino di restare delusi, Xenoblade Chronicles X è più ambizioso e sorprendentemente meglio riuscito del predecessore su Wii: è senza mezzi termini il miglior gioco pubblicato quest'anno su Wii U ed uno dei giochi di ruolo meglio concepiti degli ultimi anni.