Gioco del Mese: migliori giochi di gennaio 2019 per PS4, Xbox, PC e Switch

Resident Evil 2, Kingdom Hearts 3, Ace Combat 7: chi si aggiudicherà il premio di miglior videogioco di gennaio 2019?

Gioco del Mese: migliori giochi di gennaio 2019 per PS4, Xbox, PC e Switch
Articolo a cura di

L'inizio di un anno è, tradizionalmente, un periodo di "riscaldamento". I fan arrivano comunque dalle festività natalizie dove, presumibilmente, hanno speso fior di quattrini per doni e pensieri da scambiare sotto l'albero. Ecco perché, di norma, il mese di dicembre vede pochi annunci di rilievo (solo Nintendo si muove contro questa tendenza), e gennaio diventa quindi un antipasto alla prima grande finestra del periodo successivo. Tuttavia questo 2019, come vedremo, ha riservato alcuni spunti degni di nota: titoli dal passato storico, o sequel attesi da molto tempo, senza dimenticare una cospicua dose di riedizioni di cui parleremo per dovere di cronaca, ma che per ovvie ragioni non metteremo in lizza per il titolo di Game of the Month. Bando alle ciance, è tempo di smaltire il cenone di capodanno, ecco quindi tutti i papabili candidati al premio.

Unruly Heroes

Raccogliendo il testimone di Rayman Origins e Legends, i ragazzi francesi di Magic Design Studios hanno dato vita al colorato Unruly Heroes, un platform caratterizzato da un design di gran pregio.

Nei panni di un gruppo formato da quattro eroi dovremo farci largo attraverso altrettanti mondi, caratterizzati da uno stile artistico variegato. In assoluto una sorpresa di questo inizio d'anno, ed un must have per tutti gli appassionati del genere. Peccato per alcune leggerissime sbavature nei controlli e nel bilanciamento dei personaggi, che non permettono ad Unruly Heroes di ottenere il premio di gioco del mese.

Battlefleet Gothic Armada 2

Gennaio è stato un mese di esperimenti, e tra quelli riusciti è doveroso citare Battlefleet Gothic Armada 2, la trasposizione tattico-strategica di Warhammer 40000 ad opera di Tindalos Interactive.

Nonostante alcune scelte di design avventate, un'interfaccia meno chiara ed una leggera mancanza di varietà rispetto al predecessore, il titolo risulta coinvolgente ed appagante, grazie soprattutto ad una componente gestionale più profonda. In attesa di nuove razze con cui rendere il gioco più sfaccettato, comunque, il nostro giudizio non poteva che essere positivo.

Kingdom Hearts 3

Atteso per tredici lunghi ed interminabili anni, Kingdom Hearts 3 ha deciso di presentarsi a noi in questo fatidico mese, dopo una serie non indifferente di ostacoli lungo il cammino. Tetsuya Nomura ha scelto di cedere ad un rassicurante fan service, ottenendo un risultato non perfetto: da un lato l'aggiunta delle "attrazioni" porta ogni scontro ad essere una continua esplosione di colori su schermo, dall'altro il livello generale di sfida tende ad essere una rilassante passeggiata nei mondi Disney, vero punto di forza di questo terzo capitolo.

L'epilogo del viaggio di Sora manca di quel pizzico di brio, ma dopo aver atteso così tanto, e con tutte le problematiche affrontate da Square Enix durante lo sviluppo, il rischio di un fallimento critico era dietro l'angolo. Così non è stato, ma il "cuore" ci impone di dare ad un altro candidato in lizza il titolo di Game of the Month.

Ace Combat 7 Skies Unknown

A proposito di ritorni, anche se la pressione mediatica non è stata equivalente, gennaio ha visto il sequel di una saga storica come quella di Ace Combat. Il settimo capitolo Skies Unknown riprende gli stilemi narrativi e l'anima del glorioso predecessore Distant Thunder (il quarto episodio), riacciuffando un'identità persa col passare del tempo.

Il risultato è un prodotto che ripercorre i fasti del passato, e non teme di presentarsi nel 2019 con una formula che aveva ottenuto grandi consensi. Bandai Namco ha ancora dei margini per espandere il buon lavoro fatto, e garantire un futuro alla sua serie, ma riprendere in mano le redini di un brand così importante è già un ottimo passo.

A volte ritornano

Come ribadito più volte durante questo riepilogo mensile, gennaio ha visto una quantità spropositata di riedizioni. In virtù di tanta abbondanza, non abbiamo considerato tutti i titoli in lizza per il premio di Game of the Month, ma è quantomeno doveroso citarli. A partire da Nintendo, che si appoggia al suo inossidabile Mario per rimpolpare il parco titoli di Switch e 3DS.

Da un lato abbiamo la trasposizione dell'esclusiva per Wii U New Super Mario Bros U Deluxe, con tutta una serie di contenuti inediti che arricchiscono il gameplay. Dall'altro Mario & Luigi: Viaggio al Centro di Bowser ha goduto principalmente di un restyling grafico, ma il contenuto extra "Le avventure di Bowser Junior" rappresenta un gradito bonus all'avventura principale, grazie alle sue dodici ore di contenuti inediti.

Sul fronte JRPG, gli appassionati di lunga data hanno potuto rivestire i panni di Yuri Lowell con Tales of Vesperia Definitive Edition. In questa nuova versione è palpabile lo sforzo degli sviluppatori, che hanno rivisto la narrativa andando a coprire alcuni buchi di trama, e arricchendo alcuni personaggi apparsi poco chiari nella versione originale del gioco. Infine, Capcom non è rimasta a guardare, ed ha tentato un timido approccio riesumando Onimusha Warlords: l'inizio delle avventure di Samanosuke non ha visto nessun upgrade di rilievo, e per molti pare più un tentativo di tastare il polso del mercato, per valutare un eventuale ritorno del samurai ammazzademoni. Tuttavia, sarebbe un errore bollare l'azienda di Osaka come "pigra", ed il perché verrà svelato con il prossimo titolo.

Game of the Month: Resident Evil 2 Remake

Inutile girarci intorno, Capcom ha fatto centro, segnando inevitabilmente questo gennaio 2019 con il suo Resident Evil 2 Remake. In principio fu uno dei capitoli più importanti nel genere dei survival horror, ma ancora oggi la ricetta funziona, grazie ai creativi di Osaka che hanno l'essenza dell'opera di Hideki Kamiya.

Le (dis)avventure di Claire Redfield e Leon Kennedy sono state ammodernate nel piglio narrativo, nelle atmosfere e nel gameplay. Eppure, l'ansia di girovagare tra i corridoi della stazione di polizia di Raccoon City, ignari di ciò che si nasconde nell'oscurità, non è invecchiata di un singolo minuto. Capcom ha dato un segnale forte all'industria ed ai suoi fan, mettendo sul piatto quello che potremmo definire, senza alcun sensazionalismo, uno dei migliori remake mai visti. Per tutte queste ragioni, il premio di Game of Month viene attribuito a Resident Evil 2.