Gioco del mese aprile 2020: i migliori giochi su PS4, Switch, Xbox One e PC

Da Final Fantasy 7 Remake a Gear Tactics, passando per Streets of Rage 4. Chi vincerà il premio per il miglior gioco del mese?

rubrica Gioco del mese aprile 2020: i migliori giochi su PS4, Switch, Xbox One e PC
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di

Nonostante la difficile situazione mondiale, che ha scombussolato il calendario delle uscite, aprile è stato un mese denso di produzioni di assoluto spessore, capace di accogliere lavori del calibro di Final Fantasy 7 Remake e di Gears Tactics. Purtroppo già sappiamo che le settimane di maggio saranno più scarne sul fronte delle grandi uscite, anche se il recente annuncio del Summer Game Fest simboleggia la solida volontà di guardare al futuro dell'industria, per ricordare ai giocatori che il settore è in continuo movimento e per aprire qualche finestra in direzione della prossima generazione. Nell'attesa di scoprire ciò che la next gen ha in serbo per noi, non ci resta che guardare al mese appena trascorso, per eleggere il nostro personale Game of the Month. Come vedremo, le settimane passate sono state un caleidoscopio di emozioni, tra nostalgia, sorpresa e anche qualche piccola delusione.

Trials of Mana

Tra le serie meno conosciute di Square-Enix, ma non per questo meno meritevoli della nostra attenzione, troviamo senza dubbio Seiken Densetsu. Dopo aver riportato in auge i primi tre episodi della saga con Collection of Mana, il team nipponico ha focalizzato le sue attenzioni su Trials of Mana, che festeggia con un gran ritorno il venticinquesimo anniversario del gioco originale.

L'opera di rimaneggiamento può dirsi piuttosto riuscita sul fronte tecnico, ma porta con sé poche novità per quanto concerne il comparto ludico e narrativo. Si tratta insomma di una produzione che guarda agli appassionati più puri dell'action RPG di matrice giapponese, nonché un buon punto di approdo per chiunque voglia avvicinarsi al brand di Seiken Densetsu

Recensione Trials of Mana

MotoGP 20

Gli appassionati delle due ruote hanno purtroppo subito il brusco stop di qualsiasi disciplina. Fortuna che il mercato dei videogiochi ha portato nei salotti di tutti i fan il nuovo MotoGP di Milestone: forte di un'esperienza sempre maggiore, lo studio italiano ha accelerato il processo evolutivo della serie, concretizzando con maggior vigore gli elementi più rivoluzionari che caratterizzavano la precedente incarnazione della serie.

Nello specifico stiamo parlando di A.N.N.A., l'algoritmo alla base della nuova intelligenza artificiale. L'IA è però solo uno degli elementi che portano MotoGP 20 tra i punti più alti del brand: non bisogna dimenticare infatti anche un'ottima offerta contenutistica e una carriera manageriale decisamente profonda. Resta solo da limare qualche sbavatura sul comparto audio, per il resto Milestone è degna della pole position.

Recensione MotoGP 20

XCOM Chimera Squad

Ad aprile è giunto sui nostri scaffali anche lo spin-off di una delle serie di punta degli strategici a turni. In XCom: Chimera Squad l'umanità non solo ha debellato l'invasione aliena, ma ha anche accolto diverse specie di creature. Il risultato è una società eterogenea, composta da individui di ogni risma, ed anche ben difficile da amministrare. Quando il crimine dilaga nella Città 31, però, la speranza è la task force che dà il nome alla produzione. Un A-Team in tutto e per tutto, che sfrutta le diversità dei suoi agenti per completare ogni missione.

Grazie al suo pretesto narrativo Chimera Squad porta a un livello superiore la caratterizzazione dei personaggi, e sfrutta il pretesto del "corpo di polizia" per dare all'avventura un tocco da buddy movie piuttosto piacevole. Tuttavia, il gameplay dello spin-off si poggia sulle scelte conservative degli sviluppatori, che non hanno voluto stravolgere una formula ludica ben riconoscibile. Parliamo, in definitiva, di un progetto interessante per gli appassionati del genere.

Recensione XCOM Chimera Squad

Gears Tactics

Continuando con il filone degli strategici a turni, in questo mese abbiamo assistito a un debutto di spessore: il brand di Gears of War ha abbandonato temporaneamente le sue vesti da third person shooter per indossare quelli di un RTS. Per farlo, lo studio Splash Damage, in collaborazione con The Coalition, ha guardato proprio alle serie di Firaxis. La struttura ludica degli XCOM che incontra la carica di testosterone dei COG, in una campagna così curata da reggere il confronto con quella dei capitoli numerati.

Gears Tactics si ambienta dodici anni prima dell'esordio di Marcus Fenix, e ci chiede di impersonare Gabe Diaz e la sua personale organizzazione "on the road" di una milizia per combattere le indomabili locuste. Il tutto prende corpo in un titolo imponente dal punto di vista visivo ed efficace nei suoi meccanismi strategici. I difetti si riscontrano principalmente in una struttura che perde smalto sul finale e preclude l'eccellenza a un ottimo gioco, adatto sia ai veterani, sia ai neofiti.

Recensione Gear Tactics

Resident Evil 3 Remake

Il ritorno del Nemesis era invocato da anni, ma alla prova del nove qualcosa è andato storto in casa Capcom. Non si tratta di errori grossolani, quanto di alcune scelte che non hanno soddisfatto le alte aspettative del pubblico, specialmente dopo il remake di Resident Evil 2 che, meritatamente, ha ottenuto anche una nomination per il premio Game of the Year.

Lo studio di Osaka è riuscito a portare a nuova vita l'arma biologica anti S.T.A.R.S., ma ha operato alcune scelte che non hanno convinto del tutto la community. Inoltre gli sviluppatori hanno inserito delle meccaniche che danno all'avventura un respiro più action ma che inficiano sull'ansia generale della campagna. Resident Evil 3 è insomma un buon gioco che verrà ricordato però con un pizzico di rammarico.

Recensione Resident Evil 3 Remake

Street of Rage 4

Il lavoro congiunto di Dotemu e Lizardube è stato capace di riportare in vita una serie a oltre due decenni dall'ultimo capitolo. Streets of Rage 4 è un'avventura in grado di accogliere i giocatori moderni senza tradire i sentimenti dei fan storici. La ricetta vincente passa da aggiunte ottime sul fronte del gameplay a una campagna che, seppur breve, non si fa mancare nulla, senza dimenticare una mole di contenuti extra di tutto rispetto. Infatti, una volta completata la storia, avrete solo scalfito la superficie delle sorprese che nasconde il titolo.

In poche parole, si tratta di un piccolo miracolo: se l'industria terrà conto delle sue qualità, anche in termini di vendite, Streets of Rage 4 potrebbe perfino dare il via a un momento di riscoperta importante per un genere tristemente accantonato.

Recensione Streets of Rage 4

Game of the Month - Final Fantasy 7 Remake

Questo mese Square Enix trionfa con uno dei remake più attesi di questa generazione. L'episodio di Midgar è semplicemente immenso, grazie al carisma immortale dei suoi personaggi e a inedite sotto trame che arricchiscono il costrutto narrativo. Oltre a questi aspetti c'è un comparto tecnico poderoso e un combat system che ibrida magnificamente l'action moderno e la componente più tattica tipica dei JRPG.

Final Fantasy 7 Remake non è esente da qualche difetto, come la gestione un po' limitata delle evocazioni, ma si tratta di ombre incapaci di oscurare la grandezza di un'opera magniloquente, che vi terrà impegnati per oltre quaranta ore. In definitiva, Final Fantasy 7 Remake è sia un must have per i fan della saga, sia una produzione difficile da ignorare per chi non ha mai conosciuto Cloud e i suoi compagni d'avventura. Per questo, merita senza dubbio la corona del Game of the Month.

Recensione Final Fantasy 7 Remake