Gioco del Mese giugno 2019: i migliori giochi per PS4, Xbox, PC e Switch

Super Mario Maker 2, Crash Team Racing e Bloodstained pronti a darsi battaglia per il titolo di gioco del mese. Chi avrà la meglio?

rubrica Gioco del Mese giugno 2019: i migliori giochi per PS4, Xbox, PC e Switch
INFORMAZIONI GIOCO
Articolo a cura di

Nel periodo estivo la mole di produzioni scema in attesa della finestra autunnale, che vedrà opere del calibro di Death Stranding, Star Wars: Jedi Fallen Order e Pokémon Spada e Scudo. Eppure in molti approfittano dei mesi più quieti per piazzare la propria opera, e il sole di giugno ha riscaldato un parco titoli di tutto rispetto. Neanche a farlo apposta nelle ultime settimane abbiamo visto anche personaggi importanti mettersi in bella mostra: vedere Crash, Mario, un Link danzante e l'erede spirituale di Castlevania tutti insieme non è affatto cosa da poco. Eppure la corona può andare a solo uno di questi valorosi contendenti, perciò è tempo di nominare il nostro personale Game of The Month.

Persona Q2: New Cinema Labyrinth

Il Nintendo 3DS, nonostante la vicina conclusione del suo ciclo vitale, è sempre pronto ad ospitare ultime fiammate di qualità. Una di queste è proprio Persona Q2: New Cinema Labyrinth, sequel di Shadow of the Labyrinth, giunto a noi a un anno di distanza dall'esordio sul mercato giapponese. In questo JRPG atipico, tornano i Phantom Thieves capitanati da Joker, stavolta chiamati a sconfiggere un nemico misterioso nella realtà alternativa di Mementos.

La trama, a differenza della serie principale, presenta un contesto più leggero, ma non c'è dubbio che saprà intrattenervi. Peccato solo per un level design meno ispirato, e per i limiti tecnici della console portatile di Nintendo che ormai iniziano a pesare come un macigno.

Da una dimensione parallela è ritornata la nostra recensione di Persona Q2: New Cinema Labyrinth, sarebbe scortese non leggerla.

MotoGP 19

Dopo sei anni a curare il franchise, Milestone punta sui contenuti per ingigantire l'offerta del suo Motogp 19. Infatti, oltre l'immancabile classe principale e le già note Moto3 e Moto2, troviamo per la prima volta in assoluto la MotoE, la categoria caratterizzata da bolidi su due ruote con motori elettrici. Quando si scende in pista, specialmente in single player, l'ultimo capitolo della serie intrattiene, anche grazie alla nuova intelligenza artificiale creata dal team meneghino: A.N.N.A., acronimo di Artificial Neural Network Agent.

Grazie a questa implementazione, i bug e le incertezze degli avversari sono diminuiti considerevolmente, ma propri in virtù della volontà di renderli più "umani", non diventano infallibili. Un capitolo decisamente positivo, da sfruttare nel futuro per raggiungere risultati indimenticabili.

Se ve la siete persa, recuperate in curva la nostra recensione di MotoGP 19.

Crash Team Racing Nitro Fueled

Dopo vent'anni, Beenox riporta alla luce una delle ultime produzioni dell'accoppiata Crash Bandicoot e Naughty Dog. CTR Nitro Fueled è un remake che segue lo stesso percorso di ristrutturazione grafica visto con la N.Sane Trilogy. ma il team di sviluppo, anziché cercare di riproporre fedelmente il titolo del 1999, ne recupera l'impasto ludico, e lo accompagna con una mole contenutistica che gode di piste e piloti presi dal capitolo Nitro Kart.

Una goduria da vedere e un piacere da giocare, anche se certi tracciati soffrono, inevitabilmente, degli anni sulle spalle.

Non avete letto la nostra recensione di Crash Team Racing Nitro Fueled? Molto male, ma Aku Aku è qui per riproporvela.

Judgment

Per qualcuno che cerca di rendere omaggio al passato, c'è chi prova a lasciarselo alle spalle. È questo il caso di Judgement e del Ryu Ga Gotoku Studio che, dopo averci accompagnato per anni e generazioni con Yakuza, prova a mettere in scena una serie inedita. Takayuki Yagami, per gli amici "Tak", è un talentuoso avvocato che ha svolto troppo meticolosamente il proprio lavoro, al punto tale da far scagionare un brutale killer. Questo fatto lo segna irrimediabilmente, portandolo ad abbandonare la professione per aprire un'agenzia investigativa. In questi panni macchiati dal senso di colpa, Tak risolve casi per le strade di Kamurocho, nel disperato tentativo di ripulirsi la coscienza.

Un cambio di registro così imponente non è stato facile dopo anni passati su Yakuza, ma il team di sviluppo è riuscito a mettere sul piatto un titolo solido dal punto di vista narrativo, mentre il gameplay viaggia su ritmi altalenanti: da un lato il combat system è ottimo, mentre le fasi investigative (quelle che dovrebbero differenziare Judgment), al contrario, sembrano soffrire di una certa superficialità.

Siete colpevoli! Avete diritto ad un avvocato e a leggere la nostra recensione di Judgment.

Bloodstained: Ritual of the Night

Dopo cinque anni di sviluppo e una raccolta fondi su Kickstarter, finalmente Bloodstained: Ritual of the Night ha visto la luce. Per chi non lo sapesse, si tratta dell'ultima fatica di Koji Igarashi, una delle menti dietro Castlevania e quel capolavoro mai dimenticato di Symphony of the Night.

Proprio oggi che della serie Konami abbiamo solo ricordi e collection, Igarashi cerca di unire passato e futuro in questa nuova IP. Il risultato è sicuramente ruvido dal punto di vista tecnico, ma sul fronte contenutistico e sul gameplay Bloodstained rappresenta una vera lettera d'amore per il genere, specialmente per gli amanti dell'old school.

Un demone apparso nel nostro mondo ha portato con sé la nostra recensione di Bloodstained: Ritual of the Night, e l'unico modo per sconfiggerlo è leggerla.

F1 2019

Codemasters non dimentica i fan delle quattro ruote, e anche quest'anno porta sugli scaffali fisici e virtuali la nuova iterazione videoludica delle Formula 1. F1 2019 rappresenta tutto ciò che un vero appassionato della disciplina possa desiderare, anche se non mancano alcuni difetti. In particolare, la modalità carriera perde velocemente colpi col passare delle gare, e il modello di guida resta ancora troppo conservativo.

Nota di merito, invece, per l'introduzione della categoria cadetta Formula 2, diventata ben presto la nostra preferita del pacchetto. Resta comunque una produzione ricca e con un comparto grafico spettacolare, accessibile a chiunque voglia mettersi al volante di una Ferrari o una Mercedes.

Tra una corsa e l'altra ricordate di fermarvi per il pit-stop e recuperare la nostra recensione di F1 2019.

Cadence of Hyrule

Di certo, Cadence of Hyrule è stata una delle sorprese del parco titoli per Nintendo Switch. Dopo Crypt of the NecroDancer, il team Brace Yourself Games è riuscito a trasformare Hyrule nella sua personale discoteca di fantasia. Per chi non conoscesse la piccola perla indie del 2015, si tratta di un'opera in cui dungeon, avventura e ritmo si mischiano per dar vita a qualcosa di unico, e in questo caso a far ballare la triforza ci sono anche Link e la principessa Zelda.

La soundtrack rielabora le musiche della storica serie, e riesce a rendere onore alle colonne sonore che ci hanno accompagnato in tutti questi anni. Resta qualche leggera sbavatura sul finale e un prezzo non troppo abbordabile, ma questa interpretazione della saga ci ha decisamente conquistati.

Dentro un dungeon si nasconde qualcosa con cui potreste danzare: è la nostra recensione di Cadence of Hyrule, pronta per fare quattro salti.

Game of the Month: Super Mario Maker 2

Per celebrare i trent'anni della sua mascotte, nel 2015 Nintendo ha pubblicato su Wii U il primo Mario Maker: un editor eccezionale che dava, per la prima volta in assoluto, le chiavi del Regno dei Funghi ai fan. Purtroppo, quella console non è stata un enorme successo commerciale, e proprio in virtù del trascinante Switch, la Casa di Kyoto si è lanciata in un'opera di recupero del catalogo. Quando tutti si aspettavano un porting, però, l'azienda nipponica ci ha stupiti col sequel del suo metagioco.

I difetti del prequel sono stati rivisti alla radice, e questa volta gli utenti hanno una modalità storia, un miglior sistema di ricerca dei livelli online e una nuova serie di oggetti e contenuti per personalizzare i propri stage. Resta qualche leggerissima incertezza, ma Super Mario Maker 2 rappresenta una netta evoluzione del brand, e il nostro meritato Game of the Month.

Tra un blocco e una moneta, abbiamo "costruito" una degna recensione di Super Mario Maker 2. Correte a recuperarla!