PSPLUS

PlayStation Plus: i giochi gratis di aprile 2020 per PS4

Sony ha confermato che i giochi gratis di aprile 2020 per PlayStation Plus sono Uncharted 4 e DiRT Rally 2.0: scopriamoli assieme!

PlayStation Plus Aprile 2020
Speciale: PlayStation 4
Articolo a cura di

L'annuncio ufficiale di Sony ha confermato le voci circolate in rete nei giorni scorsi. Ad aprile, tutti gli abbonati a PlayStation Plus possono aggiungere alla propria raccolta senza spendere alcun centesimo Uncharted 4: Fine di un Ladro (che di recente hanno avuto modo di giocare anche gli abbonati a PlayStation Now) e DiRT Rally 2.0, due titoli che sapranno soddisfare sia gli amanti dei giochi d'avventura, sia gli appassionati delle quattro ruote. Entrambi diverranno disponibili al download a partire dalla mattinata di martedì 7 aprile. Ciò significa che avete tempo fino a lunedì prossimo per assicurarvi i due giochi gratis di marzo 2020, ovvero Shadow of the Colossus e Sonic Forces. Aggiungeteli alla vostra collezione prima che sia troppo tardi!

In attesa di passare in rassegna i due nuovi titoli, ci teniamo ad avvisarvi che nell'ambio dei Saldi di Primavera del PlayStation Store sono stati lanciati anche degli sconti esclusivi per gli abbonati a PlayStation Plus.

Uncharted 4 Fine di un Ladro

A pochi mesi da Uncharted: The Nathan Drake Collection, arriva nel catalogo di PlayStation Plus anche Uncharted 4: Fine di un Ladro, il coronamento perfetto di una saga che ha contribuito a definire due generazioni di console Sony. L'ultimo viaggio di Nathan Drake è semplicemente monumentale, e soprattutto meritevole di essere vissuto da qualsiasi possessore di PlayStation 4.

Uncharted 4 è la storia di un'ossessione, quella per il tesoro del leggendario pirata Henry Avery. È la storia di un ricongiungimento, quello tra Nathan e suo fratello Sam. E soprattutto è la storia di un amore, talmente forte da prevalere anche sulle menzogne. Alle pazzesche scene d'azione - marchio di fabbrica della serie - si alternano anche momenti più intimi, che con coraggio si prendono tutto il tempo necessario per approfondire i rapporti tra gli ormai iconici personaggi.

Nella sua struttura ludica, l'ultimo capitolo della serie alterna fasi esplorative a sparatorie al cardiopalma, intervallate da sequenze in cui risolvere alcuni enigmi, sempre brillanti e mai invasivi. Tutte queste componenti si amalgamano alla perfezione, delineando quello che possiamo definire uno dei migliori giochi di avventura mai realizzati: un concentrato di adrenalina, che fa leva su momenti shooter esaltanti e sessioni stealth valorizzate dall'incredibile level design, mai così ampio ed elaborato, capace di garantire una buona dose di libertà senza sfociare nelle dinamiche di un sandbox.

Ancor più dei predecessori, Uncharted 4 punta forte sull'esplorazione, con aree molto vaste e inarrivabili per quanto concerne bellezza e impatto scenico, che riescono ad essere sempre stimolanti per tutto l'arco dell'avventura, che può superare le 15 ore di durata. Come se non bastasse, nel pacchetto è inclusa anche una corposa modalità multigiocatore, ben bilanciata e ricca di modalità. Scoprite perché si tratta di uno dei migliori giochi della generazione nella recensione di Uncharted 4 curata da Francesco Fossetti.

DiRT Rally 2.0

DiRT Rally 2.0 prosegue nel solco tracciato dal predecessore proponendo un'esperienza rallystica a tutto tondo con l'aggiunta di una serie di funzionalità che spingono l'accuratezza della simulazione a livelli ancora più alti. Stiamo parlando della scelta delle gomme, che aggiunge un'ulteriore impronta strategica alle corse, e della deformazione della superficie, due preziose aggiunte che permettono di rappresentare in maniera ancora più accurata le condizioni nelle quali i veri piloti si ritrovano a gareggiare.

Tutti i veicoli - ce ne sono più di 50, dalla Mitsubishi Lancer Evolution X alla Citroen C3 R5, fino ad arrivare alla Chevrolet Camaro GT4.R - possono essere messi a punto in modo da adattarli alle condizioni dei tracciati e a specifici stili di guida. Nel pacchetto sono inclusi sei rally basati su ambientazioni reali - Nuova Zelanda, Argentina, Spagna, Polonia, Australia e USA - oltre alla licenza ufficiale del Campionato del Mondo Rallycross FIA, con i suoi circuiti a Barcellona, Montalegre, Mettet, Lohéac Bretagne, Trois-Rivières, Hell, Höljes e Silverstone.
Da non sottovalutare sono poi anche le deformazioni legate agli urti: in prodotti simili, una gestione corretta dei danni è fondamentale per ricreare l'urgenza di preservare le condizioni del proprio veicolo, in nome di una simulazione senza compromessi.
Infine, il parco modalità non brilla per estensione, ma include la classica Carriera, nella quale creare una squadra, ingaggiare lo staff ed espandere il garage per concorrere alla vittoria, e il multigiocatore. Ne saprete di più leggendo la recensione di DiRT Rally 2.0.