PSPLUS

PlayStation Plus di novembre: 6 giochi nuovi da scaricare su PS4, PS5, PSVR

Questo mese gli abbonati PlayStation Plus possono scaricare ben sei giochi gratis, tra cui tre esperienze VR in Realtà Virtuale.

PlayStation Plus: giochi gratis novembre 2021
Speciale: PlayStation 5
Articolo a cura di

Per evitare di minare la visibilità dello State of Play del 27 ottobre, a questo giro Sony ha posticipato di un giorno l'annuncio della line-up di giochi gratis per PlayStation Plus di novembre. L'attesa aggiuntiva verrà tuttavia ben ripagata, poiché il prossimo mese la conta dei titoli della Instant Game Collection salirà a sei, ospitando anche tre giochi indirizzati espressamente a PlayStation VR. Dal 2 novembre, quindi, tutti gli abbonati potranno scaricare e giocare gratuitamente a Kingdoms of Amalur Re-Reckoning, First Class Trouble, Knockout City e ai giochi VR The Walking Dead Saints & Sinners, The Persistence e Until You Fall. Il primo novembre, invece, verranno rimossi i giochi PlayStation Plus gratis di ottobre 2021: se non lo avete ancora fatto, aggiungete Hell Let Loose (PS5), PGA Tour 2K21 (PS4 e PS5) e Mortal Kombat X (PS4 e PS5) alla vostra raccolta prima che sia troppo tardi.

Kingdoms of Amalur Re-Reckoning (PS4, retrocompatibile con PS5)

Con l'obiettivo di tributargli la giustizia che, secondo loro, avrebbe meritato fin dalla sua pubblicazione originaria, i ragazzi di 38 Studios e Big Huge Games, con il supporto di THQ Nordic e Kaiko, hanno riportato in auge l'action RPG Kingdoms of Amalur in un'edizione appropriatamente sottotitolata Re-Reckoning.

L'operazione di restauro non verrà ricordata come una delle migliori mai realizzate, ma quantomeno ha offerto ai videogiocatori più giovani e a quelli che l'avevano ignorato la prima volta l'opportunità di fare la conoscenza di un action RPG ricco di spunti interessanti ambientato nell'immenso mondo di Amalur, la cui storia millenaria è stata tratteggiata dallo scrittore bestseller R.A. Salvatore.

Nei panni del primo guerriero sottratto al freddo abbraccio della morte, il vostro compito sarà quello di scoprire i segreti dell'immortalità e salvare una terra lacerata dalla guerra. Per raggiungere lo scopo, dovrete creare un personaggio su misura scegliendo tra tantissime combinazioni di attitudini, abilità, armi e armature, e affrontare combattimenti contro orde di nemici facendo affidamento su attacchi magici e da mischia.

Rispetto all'originale, Kingdoms of Amalur sfoggia un comparto tecnico migliorato e diversi bilanciamenti al gameplay, tra i quali spiccano modifiche alla gestione dei livelli, all'esperienza acquisita in game e al loot. Inclusi nel pacchetto ci sono anche i DLC originali. Leggete la nostra recensione di Kingdoms of Amalur: Re-Reckoning se volete saperne di più.

First Class Trouble (PS4 e PS5)

Tra i protagonisti dello State of Play del 27 ottobre, First Class Trouble è un party game in cui siete chiamati a collaborare e lottare con altri giocatori nel tentativo di sopravvivere a una catastrofe. Che giochiate nei panni dei passeggeri umani o dei personoidi ribelli, dovrete farvi strada a colpi di inganno o deduzioni per restare in vita sulla lussuosissima nave da crociera intergalattica ISS Alithea. L'obiettivo, è quello disattivare il Central Artificial Intelligence Network (CAIN) prima che assuma il controllo della nave assieme ai suoi fedeli personoidi.

Al suo debutto assoluto sul mercato, First Class Trouble è un party game di bluff e deduzione sociale in cui la comunicazione con gli altri giocatori rappresenta la chiave per raggiungere la vittoria. Ciò, purtroppo, significa anche che non potete fidarvi di nessuno.

All'inizio di ogni partita vi verrà assegnato il ruolo di passeggero o Personoide. I primi sono umani, mentre i secondi sono degli assistenti meccanici il cui programma è stato sovrascritto. Pur giocando assieme, avrete missioni diverse da realizzare in base la vostro ruolo. Il principale obiettivo dei passeggeri è di eliminare l'I.A. fuori controllo nel cuore di Alithea. Per raggiungerla, dovrete trovare tre schede magnetiche. Lo scopo principale dei Personoidi è invece quello di impedire che i passeggeri raggiungano l'I.A. mentendo, ingannando e, se necessario, facendoli sparire dalla nave. L'inganno è l'arma più letale di First Class Trouble. Di chi vi potrete fidare?

Knockout City (PS4 e PS5)

Knockout City è un frenetico gioco multiplayer caratterizzato da divertenti meccaniche in stile dodgeball, con tanto di supporto al cross-play e alla cross-progression con tutte le piattaforme, non solo quelle della famiglia PlayStation. Dotato di un'ampia varietà location dinamiche, modalità di gioco e tipologie di palla, tra cui l''esplosiva palla-bomba che esplode all'esaurirsi della miccia, Knockout City invita i giocatori a formare delle crew composte da un massimo di 32 amici, assieme ai quali cimentarsi in partite 3v3, 4v4 e i match rapidi.

Come ogni gioco multiplayer competitivo che si rispetti, anche Knockout City permette ai giocatori di esibire il proprio status e progettare il look dei personaggi e della squadra con un‘ampia varietà di opzioni di personalizzazione. Il piano di supporto post-lancio è inoltre del tutto gratuito: non è richiesto l'esborso di denaro per accedere a tutti i contenuti aggiuntivi stagionali, a meno che non si voglia tutto e subito.

L'arrivo nel PlayStation Plus segnerà anche il debutto della versione PS5 di Knockou Ciy, che in questo modo potrà offrire due modalità grafiche. Una in 4K nativo a 60fps e un'altra a 1440p a 120fps. Leggete la nostra recensione di Knockout City se desiderate informazioni aggiuntive sul gioco.

Giochi per PlayStation VR: The Walking Dead Saints & Sinners, The Persistence e Until You Fall

In attesa dell'arrivo di PlayStation VR 2, che sembra ancora piuttosto lontano dagli scaffali, Sony ha fatto una stupenda sorpresa a tutti gli abbonati in possesso della prima iterazione del dispositivo offrendo loro, in un sol colpo, ben tre giochi in Realtà Virtuale, i quali rimarranno in catalogo più a lungo del solito - per ben due mesi fino al 6 dicembre, per la precisione.

Il primo è The Walking Dead: Saints & Sinners, un'avventura per giocatore singolo ambientata dell'universo di Robert Kirkman che vi accompagna negli iconici quartieri di una New Orleans infestata dai non-morti. Potrete liberarvi di loro con un arsenale di armi corpo a corpo e dalla distanza opportunamente costruite con i materiali raccattati in giro per le ambientazioni. Nel gioco di Skydance Interactive ricoprono un ruolo fondamentale anche le scelte: sia che aiutiate gli altri o prendiate ciò che volete con la forza, ogni decisione che prenderete avrà delle conseguenze sul popolo di NOLA. Leggete la nostra recensione di The Walking Dead Saints & Sinners se volete saperne di più. Until You Fall, dal canto suo, è un ipercinetico hack-and-slash al neon ispirato ai giochi arcade di un volta. Al ritmo di una colonna sonora synthwave, dovrete muovere braccia e corpo per attaccare, bloccare, lanciare incantesimi, schivare e immergervi nel cuore di un mondo fantasy fluorescente pieno di mostri inquietanti. La campagna è ambientata a Rokar, un regno ormai in rovina. Questa civiltà, un tempo alimentata da un potere magico noto come Aether, è stata ormai distrutta da una calamità di origini sconosciute e invasa da mostri e spiriti contorti. Nei panni dell'ultimo Cavaliere runico rimasto e con l'aiuto di un misterioso fabbro delle rune, dovrete forgiare potentissime armi e annientare questi orrori.

In The Persistence, infine, sarete chiamati a lottare nello spazio profondo per salvare un'astronave coloniale infestata dalle mutazioni assassine dei cloni del precedente equipaggio. L'esperienza si concretizza in un roguelike pervaso da un'atmosfera horror che sfrutta al meglio le caratteristiche di PlayStation VR. Partita dopo partita, dovrete raccogliere risorse, potenziare le vostre abilità e sbloccare un arsenale di armamenti scendendo sempre più in profondità tra i ponti della Persistence, con lo scopo di riparare i sistemi ed evitare che la navicella venga fatta a pezzi da un buco nero. Per maggiori dettagli sulle meccaniche di gioco, leggete la nostra recensione di The Persistence.