Xbox Game Pass: Jump Force e Bloodstained tra le novità di settembre 2019

La seconda metà di settembre ha portato su Xbox Game Pass cinque nuovi giochi, tra i quali spiccano Jump Force e Bloodstained Ritual of the Night.

rubrica Xbox Game Pass: Jump Force e Bloodstained tra le novità di settembre 2019
Articolo a cura di

Credevate che i giochi annunciati poco più di due settimane fa fossero gli unici in serbo a settembre per gli abbonati a Xbox Game Pass? Sbagliato! Microsoft ci ha ormai abituati a due ondate mensili, ed ecco che, puntualissima, è arrivata anche la seconda! Per l'ultima metà del mese sono previsti ben cinque giochi per Xbox One: i primi due, Jump Force e Bloodstained: Ritual of the Night, sono già stati inseriti in catalogo nella giornata di ieri 19 settembre. I rimanenti tre - DiRT Rally 2.0, LEGO Worlds e Bad North: Jotunn Edition - verranno aggiunti il 26 settembre. Agli abbonati su PC toccano invece due dei suddetti giochi: il già arrivato Bloodstained e Bad North.

Prima di procedere alla rassegna, ci teniamo a ricordarvi che l'ultimo giorno del mese lasceranno il catalogo LEGO Indiana Jones, Shantae: Half-Genie Hero, Split/Second, Ninja Gaiden Black e theHunter: Call of the Wild. Se ci state ancora giocando, vi consigliamo di portarli a termine il prima possibile, a meno che non vogliate acquistarli in via definitiva.

Jump Force per Xbox One (19 settembre)

Nato per celebrare il cinquantesimo anniversario di Weekly Jump, Jump Force è un picchiaduro ad arene che racchiude in sé i più grandi eroi provenienti dagli universi più celebri apparsi sulla rivista giapponese. Da Goku a Naruto, passando per Monkey D. Rufy, Pegasus e Kenshiro: i beniamini di almeno due generazioni di appassionati, uniti sotto il vessillo della Jump Force, sono chiamati ad ergersi per affrontare un male che sta mettendo a repentaglio l'intero multiverso.

Jump Force è un picchiaduro che punta tutto sulla spettacolarità, a discapito della tecnica e delle meccaniche ruolistiche di cui è provvisto, non particolarmente approfondite. Il gameplay è basato su scontri a squadre 3 contro 3, durante i quali è possibile passare da un guerriero all'altro. Il sistema di combattimento si fonda su attacchi leggeri e pesanti da concatenare tra loro, ai quali vanno ad unirsi quattro tecniche uniche per ogni personaggio: tra di esse è inclusa la Tecnica Risveglio, una sorta di ultimate devastante attivabile solamente dopo aver riempito un'apposita barra. Per maggiori dettagli, vi invitiamo a leggere la recensione di Jump Force.

Bloodstained: Ritual of the Night per Xbox One e PC (19 settembre)

Nato grazie ad una campagna Kickstarter di successo avviata da Koji Igarashi - papà di Castlevania: Symphony of the Night - Bloodstained: Ritual of the Night è un GdR a scorrimento laterale incentrato sull'esplorazione che racchiude in un unico pacchetto tutti gli elementi più famosi e amati del genere Metroidvania. Nei panni di Miriam, un'orfana segnata dalla maledizione che lentamente cristallizza il suo corpo, siete chiamati a salvare ella stessa e l'intera umanità addentratovi in un castello infestato dai demoni evocati da Gebel, il suo vecchio amico il cui corpo e la cui mente si sono cristallizzati quasi del tutto.

Il titolo, che mescola sapientemente modelli poligonali 3D e sfondi 2D, offre un quantitativo smisurato di magie e armi da potenziare e personalizzare esteticamente. Per completare l'avventura sono necessarie circa 12 ore, ma i finali multipli e il ventaglio di modalità extra offerte (Speed Run, Boss Battle e New Game +) innalzano ampiamente la longevità. Ne saprete di più leggendo la recensione di Bloodstained Ritual of the Night.

DiRT Rally 2.0 per Xbox One e PC (26 settembre)

Seguito dell'acclamato DiRT Rally lanciato nel 2015, DiRT Rally 2.0 fa un ulteriore passo verso la simulazione completa introducendo funzionalità come la scelta delle gomme, che aggiunge un ulteriore livello di strategia durante la fase di preparazione delle tappe, e il degrado della superficie dei tracciati, che spinge i piloti digitali a tenere la concentrazione alta dall'inizio alla fine.

Oltre a permettere di gareggiare sui tracciati più impervi di Nuova Zelanda, Argentina, Spagna, Polonia, Australia e USA, DiRT Rally 2.0 vanta pure la licenza ufficiale del Campionato del Mondo Rallycross FIA, che comprende le categorie Supercar e riserve, e ben otto circuiti - Barcellona, Montalegre, Mettet, Lohéac Bretagne, Trois-Rivières, Hell, Höljes e Silverstone. All'offerta per giocatore singolo composta da Carriera, Campionato ed Eventi, vanno inoltre ad affiancarsi modalità multiplayer online come Sfide Giornaliere, Settimanali e Mensili, con classifiche ed eventi mondiali. Ne ha parlato in maniera approfondita Matteo Mangoni nella sua recensione di DiRT Rally 2.0.

LEGO Worlds per Xbox One (26 settembre)

LEGO Worlds, a differenza degli altri innumerevoli titoli con la licenza dei mattoncini danesi, è un sandbox open-world, una sorta di Minecraft nel quale grandi e piccini possono dare libero sfogo alla propria immaginazione. La tavolozza è rappresentata da un mondo fatto di mattoncini generato proceduralmente, nel quale è poi possibile apporre un pezzo alla volta oppure generare in un colpo solo grandi strutture, foreste tropicali e catene montuose facendo uso degli strumenti messi a disposizione.

Innumerevoli anche i mezzi di locomozione utilizzabili, che in pieno stile LEGO spaziano da semplici motociclette ed elicotteri fino ad arrivar a gorilla e draghi! La vera magia dell'esperienza è data dalla scoperta delle interazioni, spesso inaspettate, che nascono tra personaggi e creature all'interno delle creazioni. Se il titolo vi ha incuriosito e volete saperne di più, vi consigliamo di leggere la recensione di LEGO Worlds.

Bad North: Jotunn Edition per Xbox One e PC (26 settembre)

Bad North è un affascinante e brutale roguelite tattico in tempo reale. Il vostro compito sarà quello di difendere un idilliaco regno isolano contro un'orda di vichinghi invasori, mentre guiderete il disperato esodo del vostro popolo. Nel farlo, dovrete comandare i vostri leali sudditi per sfruttare appieno i vantaggi tattici della forma peculiare delle isole generate in maniera procedurale.

In Bad North risulterà fondamentale valutare con attenzione il posizionamento delle truppe, scegliere il momento adatto per attaccare i vichinghi invasori e pianificare eventuali ritirate. I soldati faranno il resto, navigando e ingaggiando intuitivamente i nemici in risposta alle differenti situazioni. Battaglia dopo battaglia, inoltre, diventeranno sempre più forti.