Xbox Game Pass: i nuovi giochi gratis di giugno 2019 per Xbox One e PC

Da Rare Replay a Torment Tides of Numenera: la seconda metà di giugno vedrà l'arrivo di ben quattro nuovi giochi nel catalogo di Xbox Game Pass.

rubrica Xbox Game Pass: i nuovi giochi gratis di giugno 2019 per Xbox One e PC
Articolo a cura di

Giugno è stato un mese importantissimo per Xbox Game Pass. Oltre ad aver dato il benvenuto nel catalogo ad una valanga di nuovi titoli - tra i quali spiccano Metro Exodus, Hollow Knight, Borderlands: The Handsome Collection, Batman Arkham Knight e Metal Gear Survive - il servizio si è ulteriormente espanso arrivando anche su PC Windows 10. Adesso esistono due versioni di Xbox Game Pass con due cataloghi distinti, seppur con molti titoli in comune, in grado di andare incontro alle esigenze di tutti i giocatori di casa Microsoft.

La compagnia di Redmond ha anche lanciato un abbonamento unificato denominato Xbox Game Pass Ultimate, che a soli 12,99 euro al mese offre l'accesso a Xbox Game Pass per console, Xbox Live Gold e Xbox Game Pass per PC. Una soluzione decisamente invitante e conveniente per tutti i giocatori che sfruttano almeno due dei succitati servizi. Come se non bastasse, Ultimate si trova attualmente in promozione: se non lo avete ancora fatto, sappiate che avete altri 15 giorni di tempo per acquistare un mese di Xbox Game Pass Ultimate al prezzo stracciato di 1 euro.

Intanto, Microsoft ha annunciato l'arrivo di altri quattro giochi nel catalogo: oggi 20 giugno debuttano Resident Evil Revelations e Rare Replay per Xbox One, mentre il 27 giugno toccherà a Torment: Tides of Numenera per PC e Goat Simulator per Xbox One e PC. Lo stesso giorno Next Up Hero lascerà definitivamente la selezione, mentre tre giorni più tardi toccherà la medesima sorte a Devil May Cry Special Edition, Shadow Complex Remastered, Ultimate Marvel vs. Capcom 3 e Zombie Army Trilogy.

Resident Evil Revelations per Xbox One (20 giugno)

Resident Evil Revelations è ambientato nel 2005, tra il quarto e il quinto capitolo della serie, poco dopo la fondazione del gruppo antiterrorismo Bioterrorism Security Assessment Alliance (B.S.A.A.) da parte di Chris Redfield e Jill Valentine, i due protagonisti del capostipite. Mentre la Veltro, una nuova organizzazione terroristica, minaccia di infettare le acque del mondo intero con il potente virus T-Abyss, Chris e Jessica Sherawat scompaiono misteriosamente mentre effettuano delle indagini sulla nave da crociera Zenobia, al largo nel Mediterraneo. Toccherà a Jill, in compagnia di Parker Luciani, andare in loro soccorso e far luce sulle macchinazioni che hanno portato alla distruzione di Terragrigia, metropoli eco-sostenibile attaccata con armi biologiche.

All'epoca della sua uscita, avvenuta dapprima su Nintendo 3DS nel 2012 e solo successivamente sulle console casalinghe, Resident Evil: Revelations riuscì a convincere numerosi fan della serie grazie al ritorno alle atmosfere claustrofobiche dei primi capitoli, mettendo parzialmente da parte l'azione sfrenata e recuperando le meccaniche survival. Il titolo si gioca che è un piacere, sebbene la struttura molto frammentata tradisce la natura portatile del progetto. La trama, dal canto suo, pur non risultando indimenticabile e ricca di colpi di scena, arricchisce con un altro importante pezzo il gigantesco mosaico imbastito da Capcom.

Rare Replay per Xbox One (20 giugno)

Rare Replay è una collection imperdibile per tutti i fan della celebre casa inglese e per i più nostalgici. Al suo interno trovano posto ben trenta dei suoi titoli più famosi, numero scelto, non a caso, per celebrare il trentennale dello studio festeggiato nel 2015. Da Battletoads a Killer Instinct Gold, passando per Banjo-Kazooie, Conker's Bad Fur Day e Perfect Dark. La collezione attraversa tutti i periodi storici più importanti, dallo ZX Spectrum al NES, fino a Nintendo 64, Xbox e Xbox 360. Purtroppo, per ragioni legate alle licenze, mancano all'appello GoldenEye 007 e Donkey Kong Country.

Tutti i giochi sono stati preservati nella loro forma originale. In alcuni casi Rare ha optato per i porting per Xbox 360 di alcuni titoli come Banjo-Kazooie, Banjo-Tooie e Perfect Dark, ma in ogni caso non risulta presente nessun remake. Il tutto è in ogni caso condito da una serie di interessanti extra, come sfide aggiuntive con un sistema di progressione annesso, oltre un'ora di materiale dietro le quinte focalizzato sui principali giochi dello studio e quelli mai pubblicati, e una valanga di obiettivi per un totale di 10.000 punti Gamerscore.

Torment: Tides of Numenera per PC (27 giugno)

Torment: Tides of Numenera è il seguito spirituale di uno dei più grandi RPG di tutti i tempi, Planescape: Torment. A differenza dell'originale, che venne realizzato da una Black Isle Studios in stato di grazia, il nuovo progetto è stato sviluppato da inXile Entertainment, studio recentemente acquisito da Microsoft che riunisce sotto il suo tetto alcuni dei più grandi talenti della "vecchia scuola".

Esattamente come il titolo al quale si ispira, anche Numenera ha per protagonista un uomo privo di memoria precipitato in un modo stravagante e braccato da entità oscure. La sconfinata lore è raccontata da una mole impressionante di linee testuali (tutte in inglese), ricche di aneddoti, sotto-testi filosofici e stranezze. Come stabilisce la miglior tradizione ruolistica, inoltre, sarete chiamati a compiere numerose scelte che plasmeranno il cammino del vostro eroe: potrete persino arrivare al termine dell'avventura senza mai ricorrere alla violenza, mettendo in secondo piano il classico sistema di combattimento a turni offerto dalla produzione, che manca di una componente strategica davvero convincente.

Goat Simulator per Xbox One e PC (27 giugno)

Goat Simulator è un gioco semplicemente folle. Non ci sono altri modi di descriverlo. Il vostro obiettivo è, molto semplicemente, quello di causare più distruzione possibile nei panni di una capra. Maggiore è il numero di oggetti che distruggete, migliore è lo stile con cui lo fate, più punti otterrete... semplice, no?

Gli sviluppatori, tra l'altro, si vantano di aver lasciato una moltitudine di bug nel gioco. Il motivo? "Sono divertenti! Si sono limitati a risolvere quelli che potrebbero causare dei crash e impedire la fruizione del gioco, tutti gli altri sono rimasti lì. Come dargli torto? Vedere la capra volare per centinaia di metri mentre rotea all'impazzata distruggendo cose è semplicemente spassoso. Ad inquadrare - giusto un pochino - la progressione ci pensano una serie di collezionabili sparsi per le ambientazioni, un sistema di sfide e alcuni folli extra attivabili nel menu di gioco: potete, ad esempio, far equipaggiare un rudimentale jetpack alla vostra capra, o sostituire il suo belare con l'urlo Fus roh dah di Skyrim, che scaraventa in aria tutti gli oggetti dinanzi. Ve l'abbiamo detto: follia allo stato puro.